banner inteatro festival 24
banner Veleia Teatro Festival 24
banner per acquisto pubblicità
banner inteatro festival 24
banner inteatro festival 24
banner Veleia Teatro Festival 24
banner per acquisto pubblicità
HomeArticoliFestival: reportage e articoliTramedautore 2010: al Piccolo di Milano il teatro del Maghreb

Tramedautore 2010: al Piccolo di Milano il teatro del Maghreb

Silhoutte de l’ombre – di Salim Souhali – regia di Chouwki Bouzid

Di rado su Teatro e Critica ci occupiamo di grandi istituzioni teatrali, se non per svelarne le falle e la programmazione quasi sempre poco innovativa o per far comprendere ai lettori determinati meccanismi di potere, ma ci sono periodi in cui anche il più classico e istituzionale spazio per la prosa può intercettare idee interessanti almeno sulla carta.

E’ il caso di Tramedautore 2010, rassegna di 8 spettacoli di nuova drammaturgia proveniente dai paesi del Maghreb. La città che dal 21 al 26 settembre e dal 15 al 17 ottobre ospiterà la manifestazione sarà, per impietoso e ironico destino, una delle più lontane dal Nord Africa: Milano. L’istituzione che presterà i propri spazi sarà quella del Piccolo. Nello specifico saranno il Teatro Grassi e il Teatro Studio a dare la possibilità a milanesi e non di assaporare, oltre agli spettacoli, proiezioni (Il volo di Wim Wenders aprirà la manifestazione) mise en espace, happening, narrazioni, cinema, musica e visual art.

Il festival, ideato da Outis, in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa (inserito nell’ambito di MED- Progetto per il Mediterraneo | Union des Théâtres de l’Europe), si ritaglia inoltre uno spazio per l’approfondimento con due speciali focus: Il Porto di Mileto e L’altra Metà del Mediterraneo, l’universo femminile nella diaspora  tra Occidente e Oriente

L’interesse maggiore naturalmente è proiettato verso le anteprime e i debutti teatrali, il primo sarà Silhouette de l’ombre di Salim Souhali con la regia di Chouwki Bouzid il 21 settembre alle 19,30 presso il Teatro Grassi; la serata successiva si passa al Teatro Studio dove si terrà On the performance of being an arab di e con Ahmed El Attar ; segnaliamo inoltre Le gazzelle di Ahmed Fagih per la regia di Marco Di Stefano; La legende du Wagadou vue per Sia Yatabere di Moussa Diagana e la regia Abdel Aziz Wane ; (verso) Lettera alle corinzie di Mohamed Kacimi e la regia di Fabrizio Parenti; Heina e il Ghul di e con Abderrahim El Hadir, regia di Mario Gumina; per finire con l’atteso debutto di Yahia Yaïch – Amnesia di Jalila Baccar e Fadhel Jaïbi, regia di Fadhel Jaïb.

La presenza di alcuni registi italiani dimostra la volontà di tentare un dialogo tra le culture e non di limitarsi a una banale ospitata tesa a sfamare facili curiosità esotiche. L’appuntamento è da martedì 21 al Teatro grassi per iniziare un viaggio nel teatro dell’ Algeria, Egitto, Libia, Marocco,  Mauritania e Tunisia.

a cura di Andrea Pocosgnich

vai al programma

dal 21 al 26 settembre 2010
e dal 15 al 17 ottobre 2010

Teatro Grassi e Chiostro Via Rovello 2, Milano
Teatro Studio Via Rivoli 6, Milano – www.piccoloteatro.org

Biglietti
Spettacoli – INTERO € 15/ RIDOTTO € 10
Mise en espace e anteprima- INTERO € 10/ RIDOTTO € 5
Heina e il Ghul – intero/ridotto € 8
CARNET a partire da un minimo di 6 ingressi liberi- (ogni carnet acquistato dà diritto a una riduzione a € 8 del biglietto)
Ridotto per operatori: € 5

Tutte le iniziative presenti nel Chiostro del Teatro Grassi, le proiezioni e i focus sono a INGRESSO LIBERO

Telegram

Iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram per ricevere articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Pubblica i tuoi comunicati

Il tuo comunicato su Teatro e Critica e sui nostri social

ULTIMI ARTICOLI

L’amore come caduta per i 30 anni di Spellbound

Il programma di danza di Amat per Pesaro Capitale della Cultura 2023/2024 si è chiuso con una importante celebrazione: il trentennale della compagnia romana...