Pier Francesco Pinelli nuovo direttore del Teatro di Roma

Il Teatro di Roma ha nominato il nuovo direttore, Francesco Pinelli. Il nome è emerso dalla rosa di candidati scelta da una commissione esterna tra coloro che hanno partecipato al bando non vincolante. Qui il comunicato stampa.

Leggi anche: Teatro di Roma. Il valzer dei direttori

Roma, 18 novembre 2020 – Il Consiglio d’Amministrazione del Teatro di Roma – Teatro Nazionale nella seduta odierna ha votato a maggioranza per la nomina di Pier Francesco Pinelli a Direttore dello Stabile per il prossimo triennio, con il voto contrario del rappresentante Mibact.

A seguito della Manifestazione pubblica di carattere non vincolante espressa lo scorso 20 luglio, la valutazione dei candidati è stata affidata a una Commissione esterna, nominata dal Consiglio di Amministrazione, che ha proceduto, sulla base dei requisiti richiesti dalla manifestazione di interesse, a una prima selezione delle domande pervenute, giungendo a individuare una rosa di tre professionisti idonei (ridottisi a due, dopo il ritiro preventivo di uno dei candidati), in possesso delle comprovate richieste competenze, da sottoporre al Consiglio di Amministrazione.

La nomina, a seguito dell’esame dei CV, del progetto culturale presentato dai candidati e dal colloquio in remoto svoltosi in occasione della seduta del Consiglio di Amministrazione, si è orientata su una candidatura di prestigio e di rilevante esperienza gestionale nella direzione di imprese culturali pubbliche e private, quale quella di Pier Francesco Pinelli. Manager ed esperto di economia della cultura, Pinelli, romano, cinquantasette anni, già Commissario straordinario e Consigliere Delegato della Fondazione Istituto Nazionale Dramma Antico (INDA), ha ricoperto incarichi dirigenziali in importanti istituzioni culturali e dello spettacolo nonché gestito come Commissario il più grande programma di ristrutturazione e rilancio delle Fondazioni Lirico Sinfoniche ideato dal governo italiano, cui hanno avuto accesso 10 teatri tra cui l’Opera di Roma, il San Carlo di Napoli, l’Arena di Verona, il Teatro Massimo di Palermo e il Maggio Fiorentino per un totale di circa 350 milioni di euro di ricavi e 3000 addetti.

La scelta del nuovo Direttore si colloca in coerenza con la visione programmatica del Teatro di Roma, inserendosi nel progetto culturale a vocazione pubblica e plurale strutturato dalla presidenza di Emanuele Bevilacqua e dal Consiglio d’Amministrazione. Il profilo professionale di Pier Francesco Pinelli si è dimostrato particolarmente idoneo alla volontà dell’Istituzione di dotarsi di una figura dalla pluriennale esperienza manageriale, in grado di rafforzare la struttura e valorizzarne le complessità e conferire maggiore impulso e visione strategica al progetto del Teatro di Roma, ancor più in questo momento condizionato dall’emergenza pandemica.

Il Consiglio di Amministrazione porge a Pier Francesco Pinelli il benvenuto al Teatro di Roma e i migliori auguri di buon lavoro per affrontare le sfide che vedranno protagonista lo Stabile nazionale nel corso dei prossimi anni. Il Presidente Emanuele Bevilacqua ha sottolineato: «Quelli che stiamo vivendo sono tempi di particolare difficoltà per i teatri, che bisogna riuscire a interpretare, per poter prendere le decisioni più opportune. Siamo convinti che questo momento richieda una figura come quella di Pinelli. La nostra storia di Teatro pubblico ci ha insegnato in molteplici occasioni che il valore fondamentale della creatività artistica si rafforza se viene accompagnato dalla condivisione di saperi diversi al servizio di una causa comune. Trasversalità, incontro di mondi, stratificazione delle conoscenze e delle competenze. Queste sono le idee che ci hanno guidato nella scelta della persona più adatta a fare fronte a questo momento». 

Un ringraziamento va anche alle professionalità che hanno concorso con le loro autorevoli candidature, in particolare a Luca De Fusco, regista teatrale, già direttore artistico del Napoli Teatro Festival e del Teatro Stabile di Napoli e del Teatro stabile del Veneto, e Anna Cremonini, attuale direttore artistico di Torinodanza Festival nonché manager della cultura con ampia esperienza nel settore dello Spettacolo dal Vivo.

La contrattualizzazione della nomina sarà formalizzata nei prossimi giorni.

Roma, 18 novembre 2020 – Il Consiglio d’Amministrazione del Teatro di Roma – Teatro Nazionale nella seduta odierna ha votato a maggioranza per la nomina di Pier Francesco Pinelli a Direttore dello Stabile per il prossimo triennio, con il voto contrario del rappresentante Mibact.

A seguito della Manifestazione pubblica di carattere non vincolante espressa lo scorso 20 luglio, la valutazione dei candidati è stata affidata a una Commissione esterna, nominata dal Consiglio di Amministrazione, che ha proceduto, sulla base dei requisiti richiesti dalla manifestazione di interesse, a una prima selezione delle domande pervenute, giungendo a individuare una rosa di tre professionisti idonei (ridottisi a due, dopo il ritiro preventivo di uno dei candidati), in possesso delle comprovate richieste competenze, da sottoporre al Consiglio di Amministrazione.

La nomina, a seguito dell’esame dei CV, del progetto culturale presentato dai candidati e dal colloquio in remoto svoltosi in occasione della seduta del Consiglio di Amministrazione, si è orientata su una candidatura di prestigio e di rilevante esperienza gestionale nella direzione di imprese culturali pubbliche e private, quale quella di Pier Francesco Pinelli. Manager ed esperto di economia della cultura, Pinelli, romano, cinquantasette anni, già Commissario straordinario e Consigliere Delegato della Fondazione Istituto Nazionale Dramma Antico (INDA), ha ricoperto incarichi dirigenziali in importanti istituzioni culturali e dello spettacolo nonché gestito come Commissario il più grande programma di ristrutturazione e rilancio delle Fondazioni Lirico Sinfoniche ideato dal governo italiano, cui hanno avuto accesso 10 teatri tra cui l’Opera di Roma, il San Carlo di Napoli, l’Arena di Verona, il Teatro Massimo di Palermo e il Maggio Fiorentino per un totale di circa 350 milioni di euro di ricavi e 3000 addetti (in allegato è possibile visionare il curriculum vitae integrale).

La scelta del nuovo Direttore si colloca in coerenza con la visione programmatica del Teatro di Roma, inserendosi nel progetto culturale a vocazione pubblica e plurale strutturato dalla presidenza di Emanuele Bevilacqua e dal Consiglio d’Amministrazione. Il profilo professionale di Pier Francesco Pinelli si è dimostrato particolarmente idoneo alla volontà dell’Istituzione di dotarsi di una figura dalla pluriennale esperienza manageriale, in grado di rafforzare la struttura e valorizzarne le complessità e conferire maggiore impulso e visione strategica al progetto del Teatro di Roma, ancor più in questo momento condizionato dall’emergenza pandemica.

Il Consiglio di Amministrazione porge a Pier Francesco Pinelli il benvenuto al Teatro di Roma e i migliori auguri di buon lavoro per affrontare le sfide che vedranno protagonista lo Stabile nazionale nel corso dei prossimi anni. Il Presidente Emanuele Bevilacqua ha sottolineato: «Quelli che stiamo vivendo sono tempi di particolare difficoltà per i teatri, che bisogna riuscire a interpretare, per poter prendere le decisioni più opportune. Siamo convinti che questo momento richieda una figura come quella di Pinelli. La nostra storia di Teatro pubblico ci ha insegnato in molteplici occasioni che il valore fondamentale della creatività artistica si rafforza se viene accompagnato dalla condivisione di saperi diversi al servizio di una causa comune. Trasversalità, incontro di mondi, stratificazione delle conoscenze e delle competenze. Queste sono le idee che ci hanno guidato nella scelta della persona più adatta a fare fronte a questo momento». 

Un ringraziamento va anche alle professionalità che hanno concorso con le loro autorevoli candidature, in particolare a Luca De Fusco, regista teatrale, già direttore artistico del Napoli Teatro Festival e del Teatro Stabile di Napoli e del Teatro stabile del Veneto, e Anna Cremonini, attuale direttore artistico di Torinodanza Festival nonché manager della cultura con ampia esperienza nel settore dello Spettacolo dal Vivo.

La contrattualizzazione della nomina sarà formalizzata nei prossimi giorni.

Leggi anche:

Teatro di Roma. Il valzer dei direttori

Teatro India: ricominciare, finché abbiamo fiato

Ogni giorno Teatro e Critica seleziona le migliori news, opportunità lavorative e di formazione e le propone ai suoi lettori in forma totalmente gratuita e immediata. È un lavoro quotidiano che svolgiamo da più di 10 anni grazie al quale tanti professionisti hanno partecipato a importanti provini, bandi o percorsi di formazione.
Se pensi che tutto questo sia utile, che ne dici di sostenerci con un piccolo contributo che ci permetta di mantenere gratuita e aperta la sezione Opportunità!?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here