Bocciato l’emendamento a favore del Teatro Eliseo

Il Parlamento fa un passo indietro sull’emendamento al DL Milleproroghe con il quale il Teatro Eliseo avrebbe usufruito di 4 milioni all’anno per 3 anni. Barbareschi ha convocato conferenza stampa per il 12 febbraio.

Qui tutti gli articoli sul caso Teatro Eliseo

Aggiornamento del 12 febbraio 2020:

Il direttore Luca Barbareschi ha convocato una conferenza stampa d’urgenza dopo la bocciatura dell’emendamento nel decreto Milleproroghe. Il teatro ha fornito ai giornalisti in sala un dossier con i dati dei finanziamenti degli ultimi 5 anni ribadendo che la struttura necessita almeno di quei 4milioni all’anno per proseguire le sue attività. Barbareschi promette di battersi con tutte le sue forze per scongiurare la chiusura ma può garantire le attività solo fino a fine stagione.

Intanto Antonio Misiani, viceministro dell’economia, rilancia un tavolo sulla questione. Nella giornata di oggi è arrivato anche un comunicato dei sindacati Slc-Cgil  in cui si chiede «che si apra davvero un Tavolo, non per sostenere un singolo Teatro, ma per individuare adeguate misure a sostegno dell’intero settore.»

————

Le commissioni congiunte Affari Costituzionali e Bilancio hanno bocciato gli emendamenti presentati al Decreto Legge cosiddetto Milleproroghe con il quale il Teatro Eliseo avrebbe ricevuto 4milioni di Euro per tre anni. 12 milioni di euro fuori dalle regole del Fus che a Federvivo, Agis e Cresco sono sembrati sin da subito un modo per aggirare le regole.

La notizia Ansa delle 12,59 recita: “Le commissioni congiunte Affari Costituzionali e Bilancio hanno bocciato gli emendamenti al Milleproroghe con cui sarebbero stati stanziati 12 milioni di euro per il triennio 2020-2022 in favore del Teatro Eliseo di Roma. Il governo ha dato parere negativo. Il viceministro dell’Economia, Antonio Misiani, ha comunque annunciato la “disponibilità del ministro della cultura ad aprire immediatamente un tavolo, su un problema molto sentito dal governo e dai parlamentari”. Gli emendamenti erano firmati da esponenti dell’opposizione, che hanno parlato di “decisione politica”. “C’è stato un accanimento – ha detto Stefania Prestigiacomo (FI) – di cui faranno le spese i lavoratori e l’indotto dell’Eliseo, che rischia la chiusura”

La questione sul futuro del Teatro Eliseo rimane aperta: per domani alle ore 12 il teatro diretto da Luca Barbareschi ha convocato una conferenza stampa con le seguenti parole:

CONVOCAZIONE URGENTE

Domani, mercoledì 12 febbraio – ore 12.00

Il direttore artistico Luca Barbareschi
convoca urgentemente una conferenza stampa
al Teatro Eliseo
alla luce delle ultime decisioni prese in ambito istituzionale

Vi attendiamo domani mattina
a Via Nazionale 183

Qui tutti gli articoli sul caso Teatro Eliseo

Ogni giorno Teatro e Critica seleziona le migliori news, opportunità lavorative e di formazione e le propone ai suoi lettori in forma totalmente gratuita e immediata. È un lavoro quotidiano che svolgiamo da più di 10 anni grazie al quale tanti professionisti hanno partecipato a importanti provini, bandi o percorsi di formazione.
Se pensi che tutto questo sia utile, che ne dici di sostenerci con un piccolo contributo che ci permetta di mantenere gratuita e aperta la sezione Opportunità!?

1 COMMENT

  1. Mi dispiace tanto per questo storico teatro. Forse Luca Barbareschi potrebbe seguire l’esempio dei teatri in Gran Bretagna. Questi teatri ricevono pochissimi aiuti dal governo, quindi usano sponsor e vanno avanti alla grande nonostante i prezzi dei biglietti qualche volta siano davvero molto alti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here