venerdì 2Dicembre 2022

Prossimamente in scena

Le presentazioni degli spettacoli e i cartelloni dei teatri

Stagione 2009 – 2010 Teatro San Martino: Tutti gli artisti in...

Disponibile il programma della nuova stagione iniziata con Claudio Morganti. Da oggi, in scena per 6 giorni, Roberto Latini presenta il suo ultimo lavoro: Iago, Desdemona e Otello, terza tappa del progetto Radiovisioni sul dramma shakespeariano. Il Teatro che quest'anno sarà aperto sin dalle 18, con spettacoli alle 20, presenta un calendario di grande interesse con (oltre agli artisti già citati): Kinkaleri con The Hungry March Show/Yes Sir,Cosmesi, Fabrizio Favale, Compagnia Laboratorio di Pontedera, Sacchi di Sabbia, Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa, Teatro delle ariette, Nerval Teatro, Teatro delle Apparizioni, Pathosformel, Abbondanza-Bertoni, Theatre de L'Arc-en-Terre, Teatro Sotterraneo, Compagnia Monaco Acca.

“Senzaparole”: Andrea Adriatico a Teatri di Vita con il suo ultimo...

Riceviamo e publichiamo: Senzaparole a Teatri di Vita con il nuovo debutto di Andrea Adriatico Con Carlo Masi e Rossella Dassu il quarto spettacolo beckettiano di...

Emio Greco e Jiří Kylián: al Teatro Valle arriva la danza...

Inaspettato, un po' come parte del programma del Valle, un momento singolare per la scena romana. Ovvero la danza contemporanea in cartellone e soprattutto nel cartellone del teatro gestito dall'Eti. L'esperimento del Valle speriamo sia seguito da altri teatri, per dare così la possibilità al pubblico di avere nella stessa stagione non solo prosa, ma anche interessanti sconfinamenti verso altre arti performative come la danza. Insomma dopo i due giorni del Teatro d'Arte di Mosca e la lezione di Possidenti di Antico Stampo, evento nell'ambito del bicentenario su Gogol', ecco che il Valle parte con la stagione vera e propria continuando con le ospitalità internazionali.

Elisabetta II con Roberto Herlitzka al Teatro Vittoria

Al Teatro Vittoria fino al 1 di novembre Roberto Herlitzka è Herrenstein, protagonista di una delle ultime opere, datata 1987, di Thomas Bernhard. In Elisabetta II uno scontroso industriale incattivito dalla vecchiaia si prepara a ricevere nel suo appartamento,di un elegante palazzo, gli invitati di suo nipote venuti ad acclamare dal suo balcone la regina d'Inghilterra in visita a Vienna.

“Kamikaze Napoletano” al Teatro Argot

Andare a morire per sentirsi vivo. È questa la condizione di un uomo pronto per il suo ultimo viaggio. Un uomo qualunque che non è mai riuscito a dare un senso alla sua vita e che è alla disperata ricerca di ”…un motivo più grande…”. Un uomo disperato che fugge da un mondo bigotto dove “…c’è troppa approssimazione..troppo qualunquismo…” Un uomo solo che traccia le tappe della sua vita attraverso un percorso dritto alla morte. È questa la tragicomica esistenza di Rosario, il piccolo kamikaze napoletano che pensa di aver trovato finalmente la sua salvezza nel martirio, forse. di e con Arcangelo Iannace in scena fino all' 11 ottobre 2009 Teatro Argot

Al Teatro Eliseo Woyzeck on the Highveld di William Kentridge

Nell'articolo immagini e video trailer dello spettacolo. Dal 30 settembre al 2 ottobre, grazie a Romaeuropa e al Teatro Eliseo avremo la possibilità di assistere al Woyzcek di Kentridge. Lo spettacolo realizzato nel 1992 è stato ripreso e riallestito nel 2008 per una nuova tourneé internazionale. L'eclettismo artistico di Kentridge si mescola qui con i burattini della Handspring Puppet Company in una riscrittura contemporanea del capolavoro di Büchner. Il tragico Woyzcek diventa dunque un cameriere nero nell'altopiano sudafricano dell' Highveld. Attori in carne ed ossa recitano insieme ai burattini all'interno di una costruzione visiva di grande effetto.

Teatro dei Popoli all’Orologio dall’11 al 20 settembre

Afrodita Compagnia porta in scena la kermesse, intitolata Cuori a pezzi, dove saranno presentati due episodi: Migration revue (i rifugiati) per la regia di Dani Horowitz e Struggimenti (le badanti) di Claudia Della Seta e Yossefa Even Shoshan, per la regia di Claudia Della Seta e Glenda Sevald. Entrambe le messe in scena nascono da due laboratori che la compagnia ha tenuto sul territorio, uno a Prato e l'altro a Roma.

Angels in America Seconda Parte – Perestroika

Il capolavoro, scritto da Tony Kushner agli inizi degli anni '90, dipinge con arte gli Stati Uniti di dieci anni prima, nel calderone del melting pot culturale e religioso di New York si intrecciano le storie di vari personaggi: avvocati, procuratori, coppie gay, famiglie mormoni che rischiano di dividersi, su tutti lo spettro della politica neoconservatrice di Regan e ancora più nero e terribile, il male del secolo: l'aids. Lo spettacolo dopo la prima al Festival Vie del 16 ottobre sarà per un mese al Teatro dell'Elfo di Milano e poi a Prato, Genova e Torino. All'interno le date della tournée

7 Novembre 2008: Gli Omini a Kilowatt Festival

Debutta il 30 luglio il nuovo spettacolo de Gli Omini all'interno della rassegna toscana. Uno spettacolo che parte dalla raccolta di notizie dai giornali in un giorno qualunque, quando "forse non è successo niente." Dopo la presentazione di Gabbato lo Sound a Volterra questo è il secondo debutto estivo per i quattro artisti. Dalle note di accompagnamento dello spettacolo: Strappare a viva forza un giorno all’oblio. Un giorno solo, uno a caso. Sottrarlo dal finire nell’ingrato mucchio dei tanti giorni passati, per renderlo un giorno eternamente presente. Un giorno uguale a tutti gli altri, e per questo un unico, irripetibile giorno qualsiasi. Prendere un giorno e renderlo inutilmente, vanamente importante. Solitamente serve qualcosa di grosso ad un giorno per rendersi riconoscibile

Framerate 0: Santasangre a Drodesera 2009 con un nuovo “esperimento”

Dal 24 luglio al 26, con 2 repliche al giorno, questi gli impegni del gruppo di ricerca artistica romano al festival organizzato nella Centrale Fies di Dro, in Trentino. In scena il primo esperimento di una nuova creazione.

Limite – Anticamera: Vincenzo Schino a Kilowatt Festival 2009

Aprirà la manifestazione toscana venerdì 24 luglio alle 21,15. Con un teatro fatto di immagini e apparizioni Schino riparte da un oggetto del suo ultimo lavoro: una bambola di Voilà

36 Years in 1 Night: Arto Lindsay a Santarcangelo Festival in...

La performance dell'artista di origine brasiliana, che si terrà sabato 11 luglio, è ispirata alla storia di Simone lo Stilita, sacerdota (nato nel 521) del quale si narrano le sue gesta per essere vissuto su una colonna per più di trent'anni. Un’onda sonora partecipata da musicisti, attori e figuranti, invaderà la piazza, prendendo corpo per contagio. Previsto anche un incontro con l'artista per il 12 luglio alle 15,45.

Santarcangelo 2009: la piazza e il suono

Poco più di una settimana all'inizio del primo festival teatrale italiano. Santarcangelo infatti fu la prima città a creare una manifestazione teatrale di questo tipo, a portare grandi artisti internazionali nella provincia. Quest'anno l'evento avrà la direzione artistica di Chiara Guidi e partirà da due concetti: il "Teatro in Piazza" e "il suono" in tutte le sue possibili declinazioni, dal rumore alla voce umana.

Pornobboy: al Festival delle Colline Torinesi l’ultima creazione di Babilonia Teatri

Il centro dello spettacolo è il continuo bombardamento mediatico. Il nostro modo di vivere e recepire tutto ciò. Il nostro farne parte. Il bisogno di mostrare, ostentare, guardare e vedere tutto. Foto. Foto. Foto. Viviamo sotto il fuoco incrociato di una comunicazione che ci rende dipendenti. Siamo morbosamente attratti da particolari pornografici. Da dettagli macabri.

ULTIMI ARTICOLI

Di fronte al teatro. Parola ai ragazzi

A Mantova si è tenuta la XVII edizione di Segni New Generations Festival. Il teatro per tutta la famiglia è il luogo per le...

BANDI e NEWS

Aperte le candidature per Segni d’Infanzia 2023

Il festival dedicato al teatro ragazzi visiona candidature fino al 31 dicembre

Da marzo 2020, subito dopo la serrata di tutti i teatri d’Italia, in pieno lockdown, abbiamo cercato di utilizzare le nostre energie editoriali per creare una mappa del pensiero sulla crisi dello spettacolo dal vivo causata dalla pandemia.

Qui trovate una serie di articoli, riflessioni, editoriali, interviste delle redattrici e dei redattori di Teatro e Critica oppure interventi esterni accolti come spunti e importanti ragionamenti.


 

Nuove recensioni nel numero di novembre. Leggila qui