Il Craxi di Trevisan e Shammah, con Haber la solitudine del...

La recensione dello spettacolo con Alessandro Haber. Una notte in Tunisia messo in scena da Andree Ruth Shammah al Quirino fino a fine settimana è probabilmente il lavoro più interessante passato nel cartellone di via delle Vergini e lo è proprio nonostante quell'immobilismo di azioni e personaggi. Perché, parafrasando le parole della regista in una recente intervista, qui è la forza della parola a scaturire dalla scena...

Bim Bum Bang! Il talento di Elena Vanni a Riunione di...

La recensione dopo lo spettacolo visto a Riunione di Condominio. "Commedia leggera sulla leggerezza della armi", così l'attrice bresciana, formatasi alla Galante Garrone e al Teatro della Limonaia di Firenze, vincitrice del Premio Dante Cappelletti nel 2004, con un paradossale quanto ossimorico sottotitolo presenta il proprio lavoro. La leggerezza del sottotitolo abilmente ribalta la pesantezza del tema...

Il grande bianco opaco: L’origine del mondo di Lucia Calamaro

La recensione dello spettacolo andato in scena al Teatro Palladium. Si potrebbe stare giorni, a parlare del solo titolo di uno spettacolo. È forse questa una delle caratteristiche più forti della ricerca: spargere segni negli angoli più rabbuiati, disseminare pertugi di luce per veri speleologi. L'origine del mondo, ritratto di un interno è la nuova fatica di Lucia Calamaro – con in scena Daria Deflorian e Federica Santoro – di lei si porta la volontà di essere in scena anche quando è dietro i comandi della regia ed è questa una sua cifra ormai riconoscibile. L'origine del mondo è il titolo di un'opera famosa quanto lo scandalo che generò e genera ancora: Gustave Courbet...

Odetteodile investigation – Il lago dei cigni secondo Enzo Cosimi

La recensione dopo lo spettacolo in rassegna a Istantanee. OdetteOdile investigation, coreografia del visionario ed eccentrico maestro della danza contemporanea italiana Enzo Cosimi, non è una semplice variazione del celebre balletto tardo-romantico Il Lago dei Cigni, quanto, piuttosto, l’interpretazione di frammenti di immaginario... [continua la lettura su Sguardi Istantanei]

Dialogo interrotto fra Martone e il suo pubblico: le Operette Morali...

La recensione dello spettacolo in scena al Teatro Argentina di Roma fino al 15 maggio. Giacomo Leopardi compose le Operette Morali negli anni tra il 1824 e il 1832, cercando seguito a progetti letterari vivi già negli anni precedenti di prosette satiriche, in grado di intercettare una lettura meno che erudita d'una materia filosofica e insieme dar vita a una lingua adeguata a tale materia...

Ubu Rex e la follia degli Scarti: se il teatro invade...

Ci hanno abituato a pensare in piccolo, mortificati dai tagli allo spettacolo sanati con magie petrolifere da alchimisti improvvisati, ci hanno costretto a navigare a vista, ad accontentarci dei nostri piccoli spazi, ci hanno convinto di non poter arrivare al grande pubblico, che quello è della televisione e se rimane è appannaggio del cinema o delle aperture serali di lobotomizzanti centri commerciali...

La precarietà secondo Casales e Lisma

Tra sfumature di apatia e determinazione, entusiasmo e frustrazione, è un affresco amaro quello che si è osservato nella prima serata del Festival Pre-visioni al Teatro della Tosse di Genova. Con La squadra di bowling di Beppe Casales e L'Operazione di Rosario Lisma viene rappresentata la generazione dei trentenni di oggi, divisa tra la voglia di veder riconosciuto il proprio lavoro, sentirsi appagati e la noia in cui si ricade quando un'occupazione non la si ha.

La realtà irrompe in tutta la sua comica amarezza ne La squadra di bowling, scritto da Beppe Casales: tre amici passano le loro giornate sul divano di casa vestiti con la divisa per partecipare ai tornei del loro sport, il bowling. Giocano per gareggiare e vincere trofei, continuano a indossare sempre la stessa maglietta della squadra, ma in fondo non vanno al bowling da due anni... [continua la lettura su Il Tamburo di Kattrin]

Bestiale improvviso_sovrapposizione di stato – Per una fenomenologia della meraviglia

Torna il parallelepipedo di ghiaccio di Framerate 0 in unione ai corpi delle tre danzatrici (Teodora Castellucci,Cristina RizzoRoberta Zanardo) di Bestiale Improvviso, in un rapporto che si fa dialettico, avvicinando i corpi alla grana del ghiaccio ed il ghiaccio alla sostanza viva dei corpi. La materia di cui il parallelepipedo si compone non è sintetica ma naturale...

Per filo e per segno di Luca Archibugi e Pippo Di...

La recensione dello spettacolo in scena fino al 22 aprile all'Atelier Meta Teatro di Roma. La verità è inaccettabile, sembra voler dire qualcosa del genere Luca Archibugi in questo suo Per filo e per segno, drammaturgia datata alla metà degli anni ottanta e portata oggi in scena dalla regia di Pippo Di Marca e da tre attori: Cloris Brosca, Veronica Zucchi e Alberto Di Stasio. La verità è il brandello di quello che resta ed è sempre altrove...

dal Ricettario Teatrale: taking care of baby – accademia degli artefatti

Secondo appuntamento con il Ricettario Teatrale di Sergio Lo Gatto. Questa recensione/ricetta è dedicata all'ultimo lavoro dell'Accademia degli Artefatti visto a Trend 2011. Prima di cominciare, assicuratevi di avere a disposizione attori e attrici di qualità DOP. Li potete trovare, a prezzi rigorosamente immuni all’inflazione, all’Agriturismo degli Artefatti, raccomandato per i prodotti di qualità...

dal Ricettario Teatrale: have I none – fibre parallele

Teatro e Critica incrocia il proprio lavoro con le idee culinarie del Ricettario Teatrale di Sergio Lo Gatto. Ospitiamo qui una ricetta/recensione di Have I none, ultimo spettacolo delle Fibre Parallele. PREPARAZIONE Dopo aver accuratamente ripulito la stanza delle pareti, appendete i piccioni e segnate per terra con il nastro bianco il limite entro cui farete agire...

Turba Mentis – Pedofilia e realtà mediatica nello spettacolo vincitore di...

La recensione dello spettacolo stato in scena al Teatro Vascello di Roma Nato dalla collaborazione tra la giovanissima Compagnia IoMai (fondata a Roma sul finire del 2009 da Luca Di Giovanni, Bianca Friscelli e Alessandro Amato) e l’Associazione Dynamis, Turba Mentis indaga il rapporto tra media e realtà...

Claudio Longhi e l’urgenza morale di Brecht: La resistibile ascesa di...

La recensione dello spettacolo in scena al Teatro Argentina fino al 29 Aprile. Ci si chiede da tempo chissà mai perché l'opera di Bertolt Brecht stia tornando così tanto nei registi contemporanei, a voler cercare un valore comunitario per le infinità di produzioni, grandi o indipendenti, che ne cercano in scena i segni perduti. Ennesima domanda che giunge di fronte a questa regia di Claudio Longhi del testo straordinario La resistibile ascesa di Arturo Ui...

“456”: il sud reinventato da Mattia Torre nel segno della morte

La recensione dello spettacolo prodotto da Ninni Bruschetta. Questo 4,5,6 nella sala Piccola del Teatro Eliseo, all'interno della rassegna Roma Città Teatro (della quale consigliamo anche i prossimi Vincenzo Pirrotta, Mimmo Cuticchio e Scimone/Sframeli), è una scoperta, un lavoro che colpisce per la drammaturgia (dimostrazione che si può e si deve fare ricerca sulla parola), la messa in scena e la bravura degli attori. Ironici, tragici...

BANDI e NEWS

Stefano Accorsi è il nuovo direttore artistico del Teatro della Toscana

Sarà Stefano Accorsi a guidare, dal punto di vista artistico e culturale, la fondazione che ha come epicentro il Teatro della Pergola di firenze....

ULTIMI ARTICOLI

Lo spettatore è un visionario – Luca Ricci, Lucia Franchi

  Quinta di copertina. Lucia Franchi e Luca Ricci sono gli autori di Lo spettatore è un visionario edito da Editoria&Spettacolo Quella di audience development (o...

Media Partnership

Ascolta, Israele. “Per riflettere sulle nostre coscienze”.

Ascolta, Israele è uno spettacolo dell'Associazione Ariadne – Compagnia Teatro A, nato a partire dalle testimonianze dei prigionieri del campo...