banner convegno su Ronconi
banner per acquisto pubblicità
banner convegno su Ronconi
banner convegno su Ronconi
banner per acquisto pubblicità
HomeMedia partnershipTESTO, CORPO, VOCE. Corso di Alta formazione attoriale verso LA MACCHINA COMICA

TESTO, CORPO, VOCE. Corso di Alta formazione attoriale verso LA MACCHINA COMICA

Testo, corpo, voce è il percorso di Alta Formazione attoriale (gratuito e Regione Emilia-Romagna attraverso fondi europei), proposto dalla Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro di Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale e condotto da Natalino Balasso. Contenuto creato in media partnership.

Natalino Balasso foto di Massimo Battista

«Non è nostra intenzione formare attori per la comicità, né insegnare “come si fa” a fare ridere, nessuno può farlo. È nostra opinione che la comicità sia un fenomeno molto più complesso del divertimento». Proprio su questa complessità vuole soffermarsi Natalino Balasso in Testo, corpo, voce, percorso di Alta Formazione attoriale, proposto dalla Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro di Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale. L’obiettivo: cercare di addentrarsi nei meccanismi da cui scaturisce il comico e la risata. Un fine affatto scontato, se è vero che nessun autore, da Freud a Bergson, da Pirandello ad autori più recenti, «è mai riuscito a spiegare cosa sia il comico, l’umorismo, la comicità in genere». Tanto vale deporre ogni tentativo di comprensione, e immergersi concretamente nella sua pratica, nelle sue tecniche e nelle sue specificità artistiche e artigianali. «Il tema è affascinante perché la comicità lavora su uno dei bisogni fondamentali dell’essere umano, che è quello di ridere, di ridipingere la realtà che ci circonda per allentare la tensione di viverci dentro», dice ancora Balasso. Ed effettivamente, si consideri la crescente diffusione, anche in Italia, di generi come la stand-up comedy, ormai decisamente virali e fuori dai limiti di una nicchia ristretta: quella del comico è una necessità condivisa, oggi più che mai.

Il corso rientra nel progetto Voltati e affronta l’ignoto, finanziato con risorse del Programma Fondo sociale europeo Plus 2021-2027 della Regione Emilia-Romagna. Questa nuova linea, adottata dalla Scuola sotto la direzione di Valter Malosti, è finalizzata a una formazione gratuita e trasversale, aperta al dialogo tra varie discipline e finalizzata al possesso di conoscenze spendibili nell’attuale mercato del lavoro. Un mercato nel quale è sempre più utile il possesso e l’apertura a svariati ambiti professionali. Testo, corpo, voce intende nello specifico dissezionare le modalità proprie dell’effetto comico: l’esagerazione, la comparazione, il contrasto. È proprio attraverso meccanismi di questo tipo che, tradizionalmente, la realtà viene deformata fino a divenire un fatto risibile: ma la risata è una cosa serissima, e suscitarla richiede consapevolezza e padronanza dei propri strumenti. Il corso è destinato a 15 studenti e studentesse maggiorenni che hanno già concluso un percorso di formazione e/o hanno maturato esperienza artistica. A guidarli, un gruppo di docenti qualificati.

Balasso fa Ruzzante

Natalino Balasso è attore, comico e autore teatrale, televisivo, letterario. Negli anni Novanta si avvicina alla Commedia dell’arte e fonda la Compagnia degli Gnorri, per la quale scrive otto canovacci originali: la saga complessiva, L’isola degli Gnorri, recupera nel presente le maschere comiche classiche. Il repertorio di Balasso comprende drammi di Goldoni, Čechov, Shakespeare; come attore è stato diretto, tra gli altri, da Serena Senigallia, Valerio Binasco, Gabriele Vacis. Il corso coinvolge anche altri insegnanti, tra i quali: Beatrice Schiros, Balletto Civile, Marta Cortellazzo Wiel, Pietro Traldi, Michele Mellara e Alessandro Rossi. Gli approfondimenti teorici e di tecnica vocale sono realizzati in parteniariato con la Fondazione Teatro Comunale di Modena, il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali di Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, il Dipartimento delle Arti di Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. Il numero di figure coinvolte consente agli studenti l’incontro con maestri che possano aiutarli a perfezionare le arti apprese e, in alcuni casi, di «metterle in discussione».

Natalino Balasso nell’Arlecchino servitore d due padroni, regia di Valerio Binasco

La formazione, della durata complessiva di 600 ore, si svolgerà dal 4 settembre al 31 dicembre 2023 e si concentrerà su differenti temi, quali: tecniche e pratiche attoriali, drammaturgia, storia del teatro e dello spettacolo, scena multimediale e digitale. Come risulta dal bando, «il corso di specializzazione attoriale di ERT vuole essere un luogo di didattica applicata, tra pedagogia e sperimentazione teatrale». Il percorso troverà esito nello spettacolo La macchina comica, programmato nei teatri ERT di Modena dal 27 al 31 dicembre 2023. La restituzione prevede la messa in scena di testi originariamente tragici i quali, mediante capovolgimento, saranno oggetto di un’interpretazione imprevista: «È un esercizio di stile, certo, ma speriamo serva a comprendere una forma d’arte che più di ogni altra non può permettersi di prescindere dal pubblico», ammette Balasso. D’altronde, è nel senso del contrario il primo nucleo dell’umorismo.

Redazione

Bando e info: https://scuola.emiliaromagnateatro.com/bando-di-selezione-per-il-corso-testo-corpo-voce/

Voltati e affronta l’ignoto – Scuola Internazionale di Alta Formazione Teatrale, Rif.PA 2022-17910/RER, finanziata con risorse del Programma Fondo sociale europeo Plus 2021-2027 della Regione Emilia-Romagna e approvata con Deliberazione di Giunta regionale n. 1951 del 14/11/2022.

Telegram

Iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram per ricevere articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Pubblica i tuoi comunicati

Il tuo comunicato su Teatro e Critica e sui nostri social

ULTIMI ARTICOLI

La meraviglia di un mondo non conforme. Intervista a Federica Rosellini

Federica Rosellini è autrice, attrice, formatrice. Lavora tra il teatro - celebre il suo ruolo da protagonista in Hamlet di Antonio Latella - e...