Rai 5 – Programma Teatro 2011

Leggi l’articolo di presentazione della rubrica Il teatro in radio e tv

orari:
sabato alle 21,30 e in replica la domenica alle 24

per maggiori info http://www.rai5.rai.it/dl/Rai5/guidaProgrammi.html

Sabato 22 gennaio
DUE PARTITE
Scritto e diretto da Cristina Comencini ed interpretato da un cast d’eccezione, come Margherita Buy, Isabella Ferrari, Marina Massironi, Valeria Milillo. Lo spettacolo racconta la vita, le aspettative e i sogni di due generazioni che esprimono due modi molto lontani di essere donna, colte in due momenti della loro vita e della storia italiana.

Sabato 29 gennaio
CANTO DEL POPOLO EBRAICO MASSACRATO
Liberamente tratto dal poema di Yitzhak Katzenelson e andato in scena al Binario 21 della stazione di Milano e sede della Fondazione Memoriale della Shoah. lo spettacolo è proposto nel suo adattamento televisivo da Moni Ovadia che ricorda, con la forza della poesia, del canto e della testimonianza diretta, lo sterminio del popolo ebraico e di tutti coloro che hanno subito la deportazione, la prigionia e la morte perché ebrei, zingari, omosessuali, handicappati o perché si opponevano al regime e al folle progetto di purificazione della razza ariana

Sabato 5 febbraio
PINOCCHIO OVVERO LO SPETTACOLO DELLA PROVVIDENZA
Lo spettacolo, andato in scena nel 1998 al Teatro dell’ Angelo di Roma, e’ una rivisitazione dell’ omonimo romanzo di Collodi riproposto da Carmelo Bene a distanza di quarant’ anni dal suo esordio. Diverse maschere accompagnano l’azione e appaiono come continue sorprese, inquietanti sogni infantili, perfetti come antichi dipinti dallo spessore di familiari peluches.

Sabato 12 febbraio
CREPAPELLE
Maria Cassi, sulle orme dei grandi mimi e performer del dopoguerra, da Tati a Jacques Lecoq, da Dario Fo a Franca Valeri, interpreta una galleria di personaggi che rappresentano vizi e vezzi della quotidianità fiorentina e parigina. Le pantomime e gli esilaranti monologhi vengono alternati a originali interventi canori. Tutto questo nella cornice del Teatro del Sale di Firenze. Con questo spettacolo la talentuosa artista fiorentina ha conquistato una platea così vasta da portarla in una tournée da Parigi a New York.

Sabato 19 febbraio
MISTERO BUFFO
Con Dario Fo e Franca Rame. Mistero Buffo e’ l’ espressione più eloquente di un teatro in cui si tenta la rivisitazione di epoca pre-capitalistica, quello popolare medievale. Si basa sull’ interpretazione di un solo attore, Dario Fo, che recita tutte le parti della piccola opera che si rappresenta, che entra ed esce da vari personaggi per spiegare direttamente al pubblico ciò che sta facendo e intervenire su parole o gesti che egli stesso rapporta all’attualità’ politico – sociale contemporanea: si tratta in pratica, di sceneggiare un piccolo racconto direttamente a contatto con il pubblico. Per raccontare le storie, l’attore utilizza una lingua inventata, il grammelot, che racchiude alcune parole in dialetto padano con inflessioni venete, lombarde e piemontesi, e che obbliga l’attore a illustrare e a spiegare ciò che sta recitando, come se fosse un’opera in lingua straniera.

Sabato 26 febbraio
ERCOLE IN POLESINE
Monologo comico scritto, diretto e interpretato da Natalino Basso. Ercole in Polesine è un viaggio nel tempo e nel mare. E’ il divertente viaggio attraverso 5000 anni di storie, miti, leggende che ci parlano di Dei cornuti e imbroglioni, di eroi svogliati e mitomani, di uomini disperati e sbruffoni. Natalino Balasso ha scelto ancora una volta un contenuto inconsueto per le sue iperboli comiche e la sua grottesca parlata, che sembra fatta apposta per raccontare i più antichi tra i miti greci. Non c’è parodia, ma una trattazione quasi ferrea del mito, ricavata dai racconti degli antichi, nelle versioni meno ibride e dalle impressioni di importanti saggisti.

Sabato 5 marzo
MEDEA
Con Mariangela Melato. Regia teatrale Giancarlo Sepe. Regia televisiva Tomaso Sherman. Dal Teatro Storchi di Modena.
Medea tragedia greca messa in scena da Euripide nel 431 a.C. costituisce uno dei personaggi più celebri del mondo classico, per forza drammatica, complessità ed espressività, le altre figure si muovono attorno a lei, che domina la scena.
Grande e indimenticabile interpretazione di Mariangela Melato che conferisce alla protagonista, personaggio molto impegnativo, uno spessore forte e una notevole sottigliezza di sfumature, dalla ferocia alla fierezza, dalla tenerezza all’indecisione.
La Medea che Mariangela Melato ha proposto è un modello di interiorità ed essenzialità: le varie reazioni psicologiche in cui si articola questa fondamentale condizione di estraneità ci vengono restituite dall’ attrice con un’asciuttezza mirabile.

Sabato 12 marzo
NON SIA MAI VIENE QUALCUNO
Uno spettacolo teatrale che ripercorre, ovviamente all’insegna dell’ironia, una paura che accompagna Brignano fin da bambino: l’ossessione della madre per la cura e l’ordine della casa. L’imperativo era tenere tutto in ordine perché non sia mai viene qualcuno! E lui passava le ore a cercare di immaginare che faccia avesse questo qualcuno. Un qualcuno che continua a minacciarci anche da grandi come dichiara Brignano: “In fondo, il Teatro è la mia seconda casa. Ed anche qui tutto deve essere sempre a posto: sul palcoscenico non c’è spazio per l’approssimazione, eventualmente solo per un disordine calcolato non sia mai viene qualcuno…”

Sabato 19 marzo
DELIRIO AMOROSO
Testi Alda Merini. Regia Silvio Soldini. Licia Maglietta partendo da alcuni testi di Alda Merini tesse attorno alla poetessa l’autobiografia autorizzata di una vita dissipata tra eros e poesia. Considerata la più grande poetessa italiana contemporanea Alda Merini ha trascorso quasi vent’ anni della sua vita in varie cliniche psichiatriche. E il lavoro dell’attrice napoletana tiene conto della travagliata vicenda umana della poetessa, dal precoce esordio letterario del dopoguerra alle tempestose relazioni sentimentali: il testo e’ diviso in due parti, la prima tratta dai versi degli anni del manicomio, l’ altra costruita sulle liriche dedicate all’ amore.

Sabato 26 marzo
UOMINI SULL’ORLO DI UNA CRISI DI NERVI
Rosario Galli, Marco Simeoli, Massimiliano Giovannetti, Sebastiano Colla, Francesca Ceci.
Campione d’incassi in tutta Italia, “Uomini sull’orlo di una crisi di nervi” è ormai diventata una commedia cult. Ha ottenuto successi ogni qualvolta è stata messa in scena grazie soprattutto al testo scritto da Rosario Galli e Alessandro Capone, che sono riusciti a ottenere un copione brillante dai tempi comici perfetti. Commedia che racconta la storia di quattro amici che da anni si vedono tutti i lunedì per giocare a poker, e confrontarsi sulle loro storie personali. In ultima analisi per parlare d’amore e di donne. Il dibattito nel corso della serata diventa sempre più serrato e frustrato, all’ improvviso un’ idea inaspettata anima la discussione e… Ovviamente il finale, secondo la tradizione della commedia degli equivoci, è all’insegna di una vera sorpresa.

Domenica 27 marzo
ROMEO E GIULIETTA
In occasione della giornata mondiale del teatro Rai 5 manda in onda la rappresentazione della tragedia “Giulietta e Romeo” di Shakespeare, interpretata dagli attori Lavia e Piccolo per la regia di Orazio Costa Giovangigli, realizzata nel 1977 al Teatro Romano di Verona.

GIUGNO

BRIGANTE EMIGRANTE
In onda sabato 4 giugno
Teatro del Mediterraneo. Regia teatrale Bruno Colella, regia televisiva Cristina Fayad.
La canzone “Brigante se more” scritta da Eugenio Bennato e Carlo D’Angio’ per lo sceneggiato “L’eredita’ della priora” e` stata tradotta in decine di lingue e dialetti fino a diventare una sorta di inno di chi si appassiona alle vicende del brigantaggio post-unitario, tema oggi più che mai attuale. Da questo brano musicale prende spunto il musical di Eugenio Bennato dedicato alla ribellione della gente meridionale ed alla loro triste condizione. Un musical tematico e colto che affonda le proprie radici nella ricerca de La nuova compagnia di canto popolare di Roberto De Simone.

FRANKENSTEIN MUSICAL
In onda sabato 11 giugno
Teatro Carcano di Milano. Di Antonello Dose, Marco Presta, Tullio Solenghi, musiche di Daniele Silvestri. Regia teatrale Gianni Fenzi, regia Tina Protasoni. Il versatile attore dal notevole talento comico, con l’apporto dell’umorismo collaudato di Dose e Presta (apprezzati attori-conduttori del programma radiofonico di grande successo degli ultimi anni: Il ruggito del coniglio), la collaborazione di un cantautore preparato e sensibile come Daniele Silvestri (autore delle musiche eseguite dal vivo dal complesso “Nuove Tribù Zulù”), dà vita ad un moderno Frankenstein.

PIPINO IL BREVE
In onda sabato 18 giugno
Teatro Stabile di Catania. Commedia musicale di Tony Cucchiara, con Tuccio Musumeci, Pippo Patavina, Anna Malvica, Ilaria Spada, Mirko Petrini. Regia teatrale Giuseppe Di Martino, regia televisiva Giovanni Ribet. “Pipino il breve” e’ la storia, recitata e cantata, del vecchio re che vuole convolare a nozze con Berta “dal grande piede”. Strutturato alla maniera dell’opera dei pupi, questo spettacolo racconta le vicende che portarono alla nascita di Carlo Magno e dell’impero ed e’ a sua volta un pezzo storico della scena italiana che, partito da Catania e’ andato in tournee negli Stati Uniti, nella mitica Broadway, in Argentina ed arrivato fino in Australia.

NOTTI AMARE
In onda giovedì 23 giugno alle 21.00
Di Leonardo Manera, collaborazione ai testi Marco del Conte, Claudia Penoni e Riccardo Piferi; con Leonardo Manera e Claudia Penoni. Regia teatrale Marco Rampoldi, regia televisiva Margherita Lamagna. La famosa coppia comica di cinefili polacchi di Zelig racconta un amore all’insegna della mancanza di desiderio. Tra frustazioni e disillusioni, tra abbandoni senza patos e riappacificazioni senza eros, la vicenda narrata dai due attori capaci di diluire ed allo stesso tempo rendere irresistibili i tempi comici, si trascina lungo un’esilarante monotonia.Lo spettacolo e’ stato registrato all’Auditorium Domenico Scarlatti della Rai di Napoli.

SHAKESPEARE IN JAZZ
In onda sabato 25 giugno
Di Giorgio Albertazzi, tratto da William Shakespeare e Duke Ellington, con Giorgio Albertazzi, Amii Stewart e Serena Autieri. Musiche e arrangiamenti Marco Di Gennaro, regia teatrale Giorgio Albertazzi, regia televisiva Felice Cappa. Un grande attore della scena italiana come Giorgio Albertazzi e un grande musicista come Duke Ellington raccontano in parole e musica il drammaturgo inglese. Duke Ellington aveva scoperto Shakespeare durante una tournée in Canada e, ispirato dalla leggerezza e dall’energia che esprimono gli eroi shakespeariani, a questi dedica ben nove bellissime suites. Giorgio Albertazzi le mette in scena allestendo un vero spettacolo coadiuvato da una orchestra di solisti del calibro di Maurizio Giammarco, Roberto Gatto e Andy Gravish, da una brava cantante come Amii Stewart che interpreta vari personaggi, da Cleopatra a Lady Machbeth, e da una eclettica attrice come Serena Autieri di volta in volta nei panni di Puk, di Giulietta e di Ofelia.

LE CIRQUE DU CIRILL
In onda giovedì 30 giugno alle 21.00
Di Gabriele Cirilli, Andrea Midena e Carlo Negri – regia teatrale di Giorgio Ganzerli. Gabriele Cirilli è il pirotecnico protagonista di un non-monologo teatrale ambientato in uno spazio scenico indefinibile, in cui acrobati da circo, ballerini, rapper, cantanti e ospiti inaspettati rendono un vero e proprio spettacolo le sue divagazioni sulle piccole avventure di un quarantenne un po’ bamboccione alle prese con le difficoltà di una vita vissuta, a ben vedere, senza difficoltà.Tra le interruzioni e i disturbi al suo monologare, tra un gruppo di rapper ed uno di “emo”, tra il maldestro tentativo di far la corte ad una ballerina cubana e la partecipazione al più strampalato dei quiz, alla fine Gabriele Cirilli scoprirà che l’unico disturbatore che sistematicamente rifiuta di far entrare in palcoscenico costituisce la sorpresa più gradita. Lo spettacolo e’ stato registrato al Teatro Franco Parenti di Milano per la regia televisiva di Franco Bianca.

orari:
sabato alle 21,30 e in replica la domenica alle 24

per maggiori info http://www.rai5.rai.it/dl/Rai5/guidaProgrammi.html

Leggi l’articolo di presentazione della rubrica Il teatro in radio e tv

Comments
  • Romeo Rosella 19 febbraio 2011 at 23:50

    Spettacolo teatrale superlativo, incredibilmente bello “Crepapelle” di e con Maria Cassi

  • Threaded commenting powered by interconnect/it code.