Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
banner inteatro festival 24
banner per acquisto pubblicità
Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
banner inteatro festival 24
banner per acquisto pubblicità
HomeComunicatiLavoro e bandi. Tutte le opportunitàMilano Mediterranea seleziona progetti artistici con background migratorio

Milano Mediterranea seleziona progetti artistici con background migratorio

Milano Mediterranea ha appena pubblicato il bando con cui intende sostenere progetti artistici. Scadeil10 novembre.

MILANO MEDITERRANEA 3.0: OPEN CALL 2022/23
IL CENTRO D’ARTE PARTECIPATA DI MILANO CHE PARLA LE LINGUE DEL MARE
Open Call attiva fino a giovedì 10 novembre (prorogato al 18 nvembre) per poter partecipare al progetto 2022-23
Milano Mediterranea è un centro d’arte partecipata che parla le lingue del Mediterraneo, che coinvolge i cittadini attraverso residenze artistiche partecipate, un laboratorio permanente rivolto ai giovani, un comitato di quartiere che affianchi MM nella selezione dei progetti di residenza e programmazione culturale.
Un archivio archivio vivo di pratiche collettive che utilizzano l’arte performativa – legata alla musica, al visuale, alla performance – per costruire nuove narrazioni di, per, ma soprattutto con un quartiere: il Giambellino.
L’obiettivo è quello di creare processi di interconnessione tra le persone e nuove estetiche del contemporaneo, coinvolgendo attivamente il territorio target dell’intervento e mettendo al centro le lingue del Mediterraneo.
Arrivato alla terza edizione, Milano Mediterranea è un progetto che nasce dall’unione, nella vita professionale e privata, di Anna Serlenga, regista teatrale, ricercatrice italiana e Rabii Brahim, attore professionista, musicista e performer tunisino.
L’idea di partenza è che Milano sia parte ormai dell’arco mediterraneo grazie alle recenti migrazioni che l’hanno trasformata in un luogo di incontro e scambio tra culture. MiMed si propone, quindi, di operare uno spostamento da “oggetto” a “soggetto”, dove le comunità di nuovi cittadini che abitano le periferie diventino protagonisti attivi della produzione culturale.
“Vogliamo costruire un dialogo e mettere in relazione artiste ed artisti mediterranei presenti nella città di Milano e creare un ponte tra adolescenti e giovani adulti e abitanti storici del quartiere. Aprendo un dialogo, ci poniamo anche l’obiettivo di coniugare alta qualità artistica ed estetica, processi di partecipazione attiva e la promozione di una narrazione decoloniale e contemporanea” spiega Rabii Brahim.
UN PROGETTO CHE ABBRACCIA GRANDI REALTA’ SUL TERRITORIO
Networking e collaborazione sono la base di questo grande progetto: infatti Milano Mediterranea opera in collaborazione con grandi realtà attive nella città di Milano.
Ogni progetto viene selezionato da un Comitato di Quartiere insieme alla direzione artistica di Milano Mediterranea e sono invitati a partecipare a una residenza di produzione in coproduzione con BASE Milano, centro culturale poli-funzionale che produce innovazione sociale e contaminazione culturale tra arti, imprese e tecnologia nel cuore di zona Tortona.
Milano Mediterranea s’inserisce, inoltre, nel programma Lacittàintorno di Fondazione Cariplo, che coinvolge gli abitanti dei contesti urbani fragili nella riattivazione e risignificazione degli spazi inutilizzati o in stato di degrado, per migliorare la qualità della vita e creare nuove geografie cittadine.
“Milano Mediterranea si struttura grazie ad un programma di residenze creative rivolte a artistз con background migratorio residenti in Italia e interessatз a lavorare in interazione con il quartiere Giambellino-Lorenteggio” commenta Anna Serlenga“Ogni artista traduce la propria ricerca artistica in un esercizio di decolonialità, inteso come spazio di sperimentazione per aprire a nuove pratiche di relazione, creazione e narrazione. La rete di collaborazioni con realtà attive sul territorio di Milano è molto ampia e siamo contenti di poter lavorare in sinergia con loro”.
OPEN CALL 2022-2023: CRITERI DI AMMISSIONE E COME APPLICARE
Criteri di ammissione: sono ammesse al bando azioni performative emergenti di diversa natura, comprese: performance, sound and new media art, text-based performance, lecture performance,  multimedia storytelling, pratiche coreografiche, pratiche relazionali e progetti workshop-based.
Possono partecipare al bando artistз professionistз senza limiti di età, con background migratorio residenti in Italia, che abbiano a cuore del proprio percorso artistico l’interazione con persone, comunità e territori. Oltre alla produzione del progetto selezionato, e alla realizzazione di un esito pubblico, chiediamo la  disponibilità ad offrire un seminario intensivo (durata e modalità da concordare con la direzione) che verranno integrati nella programmazione del festival TWIZA (giugno 2023) nel quartiere Giambellino-Lorenteggio.
Come applicare: è necessario inviare un dossier a direzioneartistica@milanomediterranea.art contenente la presentazione del progetto con descrizione del processo da attivare, ipotesi di seminario, portfolio artistico/link a documentazione online entro giovedì 10 novembre 2022  (prorogato al 18 novembre).
Chiediamo di segnalare anche una preferenza tra le seguenti opzioni:
Residenza 1. Marzo 2023 con disponibilità l’ultima settimana di febbraio per accompagnamento
Residenza 2. Maggio 2023 con disponibilità l’ultima settimana di aprile per accompagnamento
La direzione artistica e il comitato di selezione di quartiere visioneranno i materiali nel corso del mese di novembre e gennaio 2023, dando comunicazione ai selezionatə entro il 30 gennaio 2023.
Per maggiori dettagli e informazioni visita il sito milanomediterranea.art

Leggi altri BANDI e OPPORTUNITÀ

Telegram

Iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram per ricevere articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Pubblica i tuoi comunicati

Il tuo comunicato su Teatro e Critica e sui nostri social

ULTIMI ARTICOLI

Estasi e dismisura nella trilogia di Zappalà al Maggio Fiorentino

Al Maggio Musicale Fiorentino è andato in scena con grande successo di pubblico un trittico musicale tutto modernista ma catturato nella rete di una...