Concorso di drammaturgia Il canotto parlante. #sponsor

L’ Associazione culturale “La Ciambella” è lieta di presentare la prima edizione del concorso di drammaturgia dal titolo” Il canotto parlante.

Il concorso ha la finalità di scoprire nuovi autori e autrici teatrali, dare loro visibilità, metterli in contatto con registi e produttori teatrali e consentirà ai vincitori di mettere in scena i loro testi.

Due le sezioni del concorso: una prima dedicata al monologo teatrale della durata massima di 10 minuti e con un massimo di un personaggio e una seconda riguardante un testo teatrale della durata massima di 1 ora e con un massimo di cinque personaggi.

Il bando è rivolto ad autori di qualsiasi nazionalità senza limite di età.

La Giuria tecnica della I^ edizione del concorso viene riportata alla fine del presente comunicato.

La Giuria valuterà i testi presentati al concorso e selezionerà i cinque testi finalisti per ciascuna sezione che saranno rappresentati nell’ambito della prima edizione del festival teatrale “Il canotto parlante” che si terrà al Teatro Due di Roma nella settimana dal 10 al 15 novembre 2020

La tematica della prima edizione del concorso è la “La Solitudine 2.0”.

Scarica il bando e la domanda di partecipazione dal sito www.laciambella.it

Il termine per la presentazione degli elaborati è il prossimo 30 giugno 2020

Bando di Concorso drammaturgia contemporanea “Il canotto parlante”

(prima edizione)

Art. 1 – PARTECIPANTI

Il bando è rivolto ad autori di qualsiasi nazionalità.*

Art. 2 – TEMA DEL CONCORSO:

La Solitudine 2.0

Siete su un canotto e sbarcate su un’isola deserta. Siete soli ma avete a disposizione

tutto ciò che desiderate. Sareste felici? Probabilmente no, o almeno non per molto. Il

motivo è semplice: sareste soli.

Per quanto i rapporti con gli altri possano essere complicati e a volte forieri di

sofferenza, per quanto la folla possa essere fastidiosa, la socialità è parte costitutiva di ogni essere umano: abbiamo bisogno gli uni degli altri per sopravvivere.

Dal fenomeno moderno dell’hikikomori, diffuso soprattutto tra i giovani e che si

esprime in un isolamento fisico da qualsiasi tipo di vita sociale, alle solitudini

mascherate, dall’esibizionismo o dal presenzialismo a tutti i costi: la solitudine 2.0

è democratica, poliedrica, intergenerazionale”.

Art. 3 – ELABORATI

Sono ammesse drammaturgie inedite su una o entrambe delle seguenti sezioni:

– Monologo teatrale della durata massima di 10 minuti e con un massimo di 1 personaggio

– Testo teatrale della durata massima di 1 ora e con un massimo di 5 personaggi.

I concorrenti potranno presentare un solo testo per ciascuna sezione.

I testi devono essere inediti, mai pubblicati, nemmeno sul web, e mai rappresentati e

devono essere in lingua italiana.

Art. 4 – GIURIA

La Giuria della I^ edizione del Concorso Il Canotto Parlante sarà composta da

personalità del mondo del teatro e della cultura scelti tra critici, scrittori, giornalisti,

registi, produttori teatrali e attori a livello nazionale. La Giuria potrà avvalersi di

esperti/studiosi/specialisti nella materia oggetto del bando di concorso provenienti dal

mondo universitario e professionale.

La Giuria individuerà gli elaborati che saranno ammessi al festival basandosi sulla

propria sensibilità artistica e umana, valutando, in particolare, la qualità dei testi, i

valori dei contenuti, la forma espositiva, l’attinenza al tema del concorso e la “rappresentabilità” delle opere.

Il giudizio della Giuria sarà inappellabile e insindacabile.

I componenti della Giuria saranno designati con delibera del Consiglio di Direzione

dell’Associazione culturale La Ciambella. La nomina dei componenti della Giuria

verrà comunicata entro il 29 febbraio 2020 sul sito www.laciambella.it

Art. 5 – PREMIAZIONE

La Giuria valuterà i testi presentati al concorso e selezionerà i cinque testi finalisti per

ciascuna sezione che saranno rappresentati nell’ambito della prima edizione “Il canotto parlante” che si terrà al Teatro Due di Roma nella settimana dal 10 al 15

novembre

Gli autori delle opere finaliste saranno invitati ad una cerimonia che si terrà nel mese

di luglio 2020 a Roma nel corso di un evento pubblico.

Le opere finaliste verranno pubblicate nel testo integrale sul sito www.laciambella.it

L’opera vincitrice del premio quale migliore spettacolo del festival “il canotto parlante” sarà rappresentata nel corso della stagione 2020-2021 del Teatro due di

Roma nell’ambito della rassegna “I grandi amatori”

Art. 6 – QUOTA DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione al concorso prevede il versamento di una quota di iscrizione pari a € 50,00 (cinquanta/00) per ogni testo inviato, di cui € 10 a titolo di quota associativa 2020 a favore dell’Associazione culturale La Ciambella e € 40 a copertura delle spese

organizzative del concorso. La partecipazione a tutte e due le sezioni comporta il pagamento di una sola quota associativa.

La quota di iscrizione potrà essere versata on line o anche mediante bonifico bancario, sul conto corrente intestato all’Associazione culturale La Ciambella (IBAN:

IT62J0832703235000000004261). Nella causale andranno indicati il nome dell’autore e il titolo dell’opera (o delle opere, in caso di iscrizione in entrambe le sezioni del concorso).

Art. 7 – SCADENZA E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Per partecipare al concorso bisogna far pervenire gli elaborati, entro e non oltre

le ore 23:59 del 30 giugno 2020, attraverso il sito www.laciambella.it o all’indirizzo email associazioneciambella@gmail.com il seguente materiale:

  1. a) Testo teatrale in formato pdf;
  2. b) Ricevuta di pagamento della quota di partecipazione;
  3. c) Domanda di partecipazione (All. 1) compilata e firmata. La domanda è allegata al bando e potrà inoltre essere scaricata dal sito www.laciambella.it;
  4. d) Breve curriculum artistico;
  1. e) Apposita liberatoria degli autori partecipanti al concorso, con esplicito consenso

scritto al trattamento dei propri dati personali, a norma del Regolamento UE2016/679, compreso lo specifico consenso alla pubblicazione e alla diffusione dei testi presentati, alla fine della prima edizione del Festival “Il Canotto Parlante”, e dei dati personali degli autori sul sito web www.laciambella.it qualora risultassero vincitori al presente concorso.

Nell’oggetto dell’email dovrà essere riportata l’indicazione “ Canotto parlante anno

2020”.

Non è necessario inviare una copia cartacea del testo.

La presentazione della domanda di partecipazione comporta l’accettazione

incondizionata e senza riserve dei contenuti del presente bando di concorso.

Art. 8 – PUBBLICITÀ

Il concorso e il suo esito saranno opportunamente pubblicizzati attraverso la stampa, il web, i social media e network.

Art. 9 – DIRITTI D’AUTORE

I diritti d’autore rimangono in ogni caso di proprietà dei singoli autori.

Art. 10 – VINCOLI

La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale del presente bando,

senza alcuna condizione o riserva. La mancanza di una sola delle condizioni che

regolano la validità dell’iscrizione determina l’automatica esclusione dal concorso.

L’Associazione culturale La Ciambella si riserva l’esclusività della messa in scena delle opere presentate al concorso nell’arco di tempo di svolgimento del concorso nonché del periodo intercorrente tra la conclusione del concorso e l’inizio del festival

“Il canotto parlante”

I partecipanti, con la sottoscrizione della scheda di partecipazione, dichiarano di

accettare integralmente le sopradescritte condizioni del bando, di aver preso visione

della specifica informativa sul trattamento dei loro dati personali e prestano

Art. 11 – PRIVACY

I partecipanti, con la sottoscrizione della scheda di partecipazione, dichiarano di

accettare integralmente le sopradescritte condizioni del bando, di aver preso visione

della specifica informativa sul trattamento dei loro dati personali e prestanoI consensi espliciti di cui all’articolo 7 a norma del Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati personali delle persone fisiche.

I testi presentati al concorso non verranno restituiti: gli autori autorizzano

l’Associazione culturale La Ciambella a conservare nei propri archivi, cartacei e

informatici, copia dei testi inviati esclusivamente ai fini della conservazione,

consultazione, conoscenza e studio delle opere, senza scopo di lucro.

Art 12 – PENALI

In caso di mancato svolgimento del concorso di drammaturgia “Il Canotto Parlante”,

l’organizzazione procederà al rimborso della quota d’iscrizione relativa al concorso

con esclusione della quota associativa.

Le opere inviate entreranno a far parte dell’archivio documentale dell’Associazione

culturale “La Ciambella”.

GIURIA CONCORSO

Francesco Maria Cordella

Diplomato attore nel 1993 presso la Scuola del Piccolo Teatro di Milano, sotto la direzione di Giorgio Strehler. Prende parte agli storici spettacoli strehleriani: Faust di Goethe, I giganti della montagna di Pirandello, La grande magia di Eduardo De Filippo. In TV ha lavorato per la RAI con Luca Zingaretti nel “Commissario Montalbano” e in Pinocchio diretto da Alberto Sironi. È tra i docenti dell’Accademia Internazionale della Commedia dell’Arte diretta da Ferruccio Soleri,e membro della storica compagnia di “Arlecchino servitore dei due padroni”.

Pietro De Silva

Regista, commediografo e un attore italiano fra i più prolifici. La sua carriera, che si è sempre divisa tra piccolo e grande schermo. Roberto Benigni lo sceglie nel capolavoro La vita è bella. Dopo qualche anno è Sergio Castellitto a volerlo nel drammatico Non ti muovere, Nel frattempo gira fiction tv di successo come Don MatteoBorisIl capo dei capi, Il giovane Montalbano.

Francesca Garella

Laureata in archeologia classica. Scrive racconti fantasy e di fantascienza, ha vinto diversi concorsi letterari del settore e compare in moltissime antologie fantastiche.

È autrice di L’uomo che volle farsi strega (Homo Scrivens, 2020), antologia dei suoi racconti fantastici giunta alla seconda edizione; altri compaiono in numerose raccolte di fantasy e fantascienza. Ha curato il romanzo di fantascienza Maiden Voyage (Homo Scrivens, 2014), del collettivo di scrittori della Carboneria Letteraria

Patrizia La Fonte

Attrice e autrice, diplomata all’Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio D’Amico, nell’88-’89; ha vissuto a  New York seguendo l’Actors’ Studio, frequentando corsi di Improvisation Comedy e lavorando come aiuto regista in teatri Off-Broadway. anche autrice teatrale e attrice e autrice di cabaret.

Federico Malafronte

Diplomato all’Accademia di cinema e televisione di Cinecittà ACT multimedia nel 2008 in qualità di filmmaker. Regista cinematografico e televisivo. Regista, autore e produttore di videoclip musicali, cortometraggi, web series e teatro. Regista di musical e spettacoli teatrali come “Nightmare before christmas” al Teatro Roma, aiuto regia di Pino Quartullo per gli spettacoli al Teatro Sistina di Roma Campo de fiori e Somatizzo molto. Vincitore nel 2015 del Premio Roma videoclip.

Francesco Randazzo

Regista e drammaturgo siciliano; ha studiato regia all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” e si è diplomato in Regia nel 1991, ha lavorato molto all’estero come regista e come autore, i suoi testi teatrali sono stati tradotti in spagnolo, ceco, francese e inglese e rappresentati in Canada, Usa, Croazia, Spagna, Francia, Cile.

Margherita Tiesi

Attrice emergente tra le più conosciute e apprezzate della televisione italiana. Ha studiato all’Accademia Internazionale d’Arte Drammatica del Teatro Quirino-Vittorio Gassman, poi al Centro Sperimentale di Cinematografia-Scuola Nazionale di Cinema. Dopo il suo debutto in Rai nel 2017 nella fiction Il paradiso delle signore 2, ha continuato la sua carriera sul piccolo schermo con le serie Don Matteo 11

--------------------
Questo contenuto è stato creato da un utente. La redazione non ha nessuna responsabilità.   CLICCA QUI per sapere come pubblicare i tuoi annunci e comunicati su Teatro e Critica

Leggi tutti i comunicati pubblicati dagli utenti
--------------------

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here