Bando di produzione Forever Young, Corte Ospitale

Bando di produzione alla Corte Ospitale: Forever Young, progetto residenziale ideato e promosso dalla Corte Ospitale di Rubiera. Alla Compagnia vincitrice verrà offerto un budget di produzione di € 8.000,00 e l’opportunità di essere distribuita. Scade il 9 ottobre

Al via la seconda edizione di Forever Young il progetto residenziale riservato alle giovani compagnie teatrali italiane, ideato e promosso dalla Corte Ospitale di Rubiera, realizzato con il contributo della Regione Emilia-Romagna e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Con questa nuova edizione, la precedente edizione fu vinta dalla compagnia Carullo-Minasi con lo spettacolo delirio bizzarro che ha debuttato al festival Vie nell’autunno scorso, La Corte Ospitale intende offrire alle giovani compagnie italiane un’opportunità di confronto con il palcoscenico e con le dinamiche dell’allestimento teatrale e un sostegno concreto alla produzione. L’obiettivo è quello di contribuire nel tempo alla realizzazione di un osservatorio permanente sui nuovi linguaggi scenici.

Questa seconda edizione intende aprirsi alla drammaturgia contemporanea europea, pertanto sarà posta particolare attenzione ai progetti produttivi che partano da drammaturgie di autori europei viventi.

Saranno selezionate 5 compagnie >> 1 progetto produttivo vincitore >> € 8.000 di contributo alla produzione >> un anno di distribuzione per la stagione 2018/2019 come produzione La Corte Ospitale

Scarica il bando

info: www.corteospitale.org

Ogni giorno Teatro e Critica seleziona le migliori news, opportunità lavorative e di formazione e le propone ai suoi lettori in forma totalmente gratuita e immediata. È un lavoro quotidiano che svolgiamo da più di 10 anni grazie al quale tanti professionisti hanno partecipato a importanti provini, bandi o percorsi di formazione.
Se pensi che tutto questo sia utile, che ne dici di sostenerci con un piccolo contributo che ci permetta di mantenere gratuita e aperta la sezione Opportunità!?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here