Stratagemmi 35. Elementi di teatro e mimesis

Quinta di copertina. Stratagemmi – Prospettive Teatrali si rifà il look per il numero 35, diventa monografico e apre sul tema Teatro e Mimesis

StratagemmiNel mezzo del cammino. Per il sommo poeta Dante la metà della vita fu tempo di riflessioni, di cambiamenti e qualche indagine oltremondana. Per il trimestrale di approfondimento Stratagemmi – Prospettive Teatrali il numero 35 [2017], che di anni ne festeggia appena dieci dalla fondazione nel 2007, è la chiave di volta di un cambiamento che si spera ben più duraturo dell’altra metà della vita, come appunto preconizzato dal poeta. Da questa edizione dunque il volume cambia forma, è più snello e con un restyling grafico che fa virare il grigio verso sfumature di colori pastello appena accennati, acquistando così un maggiore appeal per accogliere il nuovo logo firmato, come l’intero progetto grafico, da Liligutt Studio. Ma il cambiamento della pubblicazione cartacea non è la sola novità, unita a un visibile rinnovamento del sito che ha fatto della webzine Stratagemmi.it uno dei più seguiti luoghi virtuali di cultura teatrale.

All’interno del periodico resta invariata la divisione interna in due parti, una prima definita di Studi e una seconda di Taccuino, immaginata con l’obiettivo di far coesistere le due anime del gruppo di lavoro (formato dal direttore Maddalena Giovannelli con Francesca Gambarini, Camilla Lietti, Corrado Rovida, Francesca Serrazanetti, Gioia Zenoni): la prima parte è dedicata alla propria origine, derivata dall’Università Statale di Milano entro la quale il gruppo si è raccolto, la seconda è invece aperta al confronto di tale preparazione accademica con il coevo panorama teatrale, con il fine dunque di tenere insieme conoscenza ed esperienza, mescolarle come per essenza propria del teatro, arte testimoniale che dall’antichità rintraccia i caratteri dell’uomo ma che li misura al mondo ogni volta contemporaneo.

Non a caso dunque l’attuale volume di trasformazione, che da oggi diventa monografico, si dedica come primo spunto di riflessione a un tema congiunto alla loro missione più intima: Teatro e Mimesis, ossia a come si sia il teatro misurato alla rappresentazione della realtà nell’era contemporanea. Grazie ai saggi di critici e studiosi teatrali (come Lorenzo Donati, Massimo Marino, Rossella Menna o Renato Palazzi), ma anche all’apporto di chi il teatro lo fa come nel caso del drammaturgo Davide Carnevali, Stratagemmi 35 compone una solida panoramica sul tema, coinvolgendo sguardi diversi per età, preparazione e fine della propria ricerca, ma intersecati da un filo invisibile che riconosce la finzione come atto volontario, la realtà come materia e la verità come fine ultimo del teatro.

Simone Nebbia

STRATAGEMMI – PROSPETTIVE TEATRALI 35
contributi di: Maddalena Giovannelli e Francesca Serrazanetti, Sotera Fornaro, Davide Carnevali, José Antonio Sánchez, Rossella Menna, Sergio Lo Gatto, Renato Palazzi, Massimo Marino, Roberta Ferraresi, Lorenzo Donati, Oliviero Ponte di Pino, Roberto Rizzente, Giulia Maria Basile
progetto grafico: Liligutt Studio
editore: Associazione Culturale Prospettive Teatrali
ISSN: 2091-3200
pp. 183
marzo 2017
Prezzo: 20 euro

Gli articoli di Teatro e Critica, che sono frutto di un lavoro quotidiano di ricerca, scrittura e discussione approfondita, sono gratuiti da 8 anni.
Se ti piace ciò che leggi e lo trovi utile, che ne dici di sostenerci con un piccolo contributo?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here