Bando In-Box 2016 per la distribuzione teatrale

Bando In-box 2016 dedicato alla scena teatrale contemporanea, al sostegno di artisti e compagnie emergenti

 

Bando online dal 23 novembre, resterà aperto fino al 13 gennaio 

In-Box rilancia: più repliche e cachet più alti tra le novità dell’edizione 2016

E ancora: 6 giorni di spettacoli con In-Box Dal Vivo a Siena, una nuova sezione dedicata al teatro per le nuove generazioni (il cui bando sarà pubblicato a inizio dicembre), un sistema di residenze creative

In-Box rilancia con più repliche in palio e cachet più alti per le compagnie premiate. Sono solo alcune le novità dell’edizione 2016 dell’ottava edizione del progetto a rete ideato da Straligut Teatro. Una edizione spartiacque che, sullo stimolo ricevuto dal sostegno ministeriale per il triennio 2015-17, amplia e intensifica la propria azione di promozione della scena teatrale emergente. Lunedì 23 novembre esce il bando 2016 e rimarrà aperto fino alle 12 del 13 gennaio 2016. 

Le novità del 2016

Più spettacoli selezionati, cachet più alti e adeguati alle dimensioni degli spettacoli, una nuova sezione dedicata al teatro per le nuove generazioni (il cui bando sarà pubblicato a inizio dicembre ), 6 giorni di In-Box Dal Vivo a Siena, la sinergia con Can You RePET, un sistema di residenze creative: ecco le innovazioni di In-Box 2016.

“Si tratta per noi di un’edizione davvero speciale: 12 mesi fa In-Box è stato a rischio chiusura -a parlare sono Fabrizio Trisciani e Francesco Perrone, coordinatori del progetto- un rischio sventato dall’intervento del Comune di Siena e dall’impegno di tutti i partner della rete; ci teniamo a ringraziarli perché sono loro a fare di In-Box una rete vera, e crediamo che raggiungere il riconoscimento ministeriale sia stato possibile anche grazie a loro”.  Invariati ovviamente i tratti distintivi del progetto: sostegno concreto alle compagnie, selezione della qualità e ricambio generazionale, circuitazione, visibilità, riconoscimento del professionismo e della dignità economica del lavoro di artisti e tecnici.

Più repliche, cachet più alti

Sono complessivamente quasi 70 le repliche che mette in palio In-Box 2016, da distribuire tra 7 spettacoli: 50 repliche e 6 spettacoli per la sezione Blu (Prosa), almeno 12 (in via di definizione) per il vincitore di quella Verde (Teatro ragazzi). E se per l’esordio della sezione Verde i cachet delle repliche in palio sono quelli classici di In-Box (1.000 euro), per la sezione Blu c’è una innovazione significativa: cachet più alti e proporzionati all’impegno delle compagnie; 3 fasce di prezzo (1.000, 1.200 e 1.400 euro) a seconda del numero di persone coinvolte nelle repliche. Un passo in avanti che accoglie le indicazioni di tante compagnie e che alza ancora l’asticella del sostegno offerto da In-Box alla scena emergente.

Il teatro per le nuove generazioni

La creazione della sezione dedicata al teatro ragazzi nasce con la consapevolezza di inserirsi in un contesto ricco di buone pratiche già esistenti e dunque con la necessità di posizionarsi in maniera utile, ovvero ancora a sostegno della circuitazione. La volontà di non considerare il teatro per le nuove generazioni come un teatro “minore”, contribuendo a riconoscerne qualità e innovazione è il presupposto di partenza, tanto quanto la volontà di selezionare le compagnie che scelgono questo percorso per vocazione e non per ripiego. Un teatro con le sue specificità, radicato nei territori, in grado di dialogare in maniera intergenerazionale con il pubblico del futuro ma anche e soprattutto del presente.

In-Box Dal Vivo

Come sempre, il momento culminante dell’edizione sarà rappresentato da In-Box Dal Vivo, che quest’anno torna finalmente dove il progetto e il capofila Straligut sono nati: a Siena. Grazie al Comune e al prezioso sostegno di Fondazione Toscana Spettacolo, la vetrina di In-Box Dal Vivo 2016 (all’interno della programmazione di TeatrInScatola) diventerà un vero e proprio minifestival di 6 giorni, con la sezione dedicata al teatro per le nuove generazioni ad aprire (12-13 maggio) e con un secondo fine settimana lungo per la prosa (18-21 maggio). Il Teatro dei Rozzi sarà il fulcro attorno al quale si dipanerà il programma, che coinvolgerà anche altri spazi cittadini e il Supercinema di Monteroni d’Arbia; tutto per ospitare i 10 spettacoli finalisti delle due sezioni più una serie di “contenuti speciali” altrettanto interessanti: dalla replica-passaggio di testimone de “L’insonne” di Lab121, vincitore 2015, alla presentazione degli studi realizzati dalle compagnie ospitate dalla rete di residenze creative In-Box, altra importante novità del progetto. 

Un evento che farà convergere su Siena un centinaio di operatori e addetti ai lavori, critici e stampa, giurie ufficiali e giurie popolari, ma soprattutto moltissimi curiosi e appassionati, adulti e bambini e che renderà la città uno snodo cruciale del teatro emergente italiano. 

La rete

La rete di In-Box fa della trasversalità di identità dei suoi partner la sua principale ricchezza: un tavolo cui tutti siedono col medesimo diritto di voto in giuria e di parola in sede progettuale, dai festival agli spazi off fino ad arrivare a stagioni comunali e circuiti regionali.

Oltre al capofila Straligut Teatro, al Comune di Siena, a Fondazione Toscana Spettacolo onlus e al Comune di Monteroni d’Arbia, i partner 2016 sono i seguenti:

Acs Abruzzo Circuito Spettacolo, Armunia, Arti Vive Habitat, Associazione Eccentrici Dadaro’/Prospettive, Associazione Marchigiana per le Attivita’ Teatrali, Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, Capotrave/Kilowatt, Catalyst/Teatro Comunale Corsini, Cedac/Circuito Multidisciplinare della Sardegna, Circuito del Teatro Stabile dell’Umbria, Elsinor Centro di Produzione Teatrale, Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro, Festival Citta’ delle 100 Scale, Fondazione Piemonte Dal Vivo, Fondazione Sipario Toscana onlus, FuoriLuogo, Kronoteatro, La Danza Immobile/Teatro Binario 7, La Piccionaia s.c.s., Matuta Teatro, Minimal Teatro, Murmuris Teatro, Officinateatro, Operaestate/B.Motion, Rete Teatrale Aretina, Teatri Associati di Napoli (Interno 5/Libera Scena Ensemble), Teatri di Vetro Festival, Teatrinscatola, Teatro Bellini, Teatro Cantiere Florida, Teatro Comunale di Casalmaggiore, Teatro dei Rinnovati, Teatro del Cerchio, Teatro della Caduta/Concentrica, Teatro dell’Argine, Teatro dell’Olivo, Teatro Lanciavicchio, Teatro Pimoff, Teatro Popolare d’Arte/Teatro delle Arti, Teatro Portland, Teatro Pubblico Pugliese, Teatro Stabile della Sardegna, Versiliadanza.

In-Box e Can You REPET

Da quest’anno In-Box trova una sinergia con un altro importante progetto ideato da Straligut e dedicato al teatro ragazzi, all’educazione ambientale e alla raccolta differenziata: Can You RePET. Un progetto nato nel 2011 e divenuto negli anni in grado di coinvolgere le scuole dell’intera provincia di Siena con un programma didattico legato ad una “gara” di raccolta differenziata e ad alcuni spettacoli di teatro ragazzi proposti agli alunni. Grazie anche al sostegno di partner come Ricrea, Rilegno, Corepla, Estra, Banca Cras, Sienambiente, Sei Toscana, Zurich Securitas snc, quest’anno tra gli spettacoli offerti alle scolaresche ci saranno anche i finalisti di In-Box Verde, ospitati nella cornice del Teatro dei Rozzi di Siena.

Le residenze In-Box

E’ volontà di In-Box creare una rete di luoghi di accoglienza, inserendosi in maniera “ecologica” in un contesto già inflazionato, coinvolgendo soggetti partner e non, per dare ad alcune delle compagnie selezionate tramite i bandi la possibilità di svolgere sessioni di studio e ricerca senza vincoli produttivi di sorta. Una serie di periodi di residenza creativa all’interno di strutture attrezzate e di contesti artisticamente stimolanti e molto diversi fra loro, in Toscana e su tutto il territorio nazionale. Alle compagnie scelte verrà inoltre offerta la possibilità di presentare lo stadio di avanzamento del proprio lavoro all’interno di In-Box dal Vivo di fronte ad una platea di operatori potenziali produttori degli spettacoli.

I numeri

In-Box è una rete nazionale che conta più di 40 partner, sparsi su 15 regioni dal Trentino alla Sardegna con un fulcro progettuale in Toscana e a Siena. Più di 1700 le compagnie che hanno partecipato al bando, giunto ormai alla sua ottava edizione, di cui 274 solo nel 2015. Le repliche distribuite in tutta Italia in questi anni sono state 134 e 15 le compagnie premiate (LAB121, Teatrodilina, VicoQuartoMazzini, Zaches, Amendola-Malorni, Bruno-Villano, La Ballata dei Lenna, Eco di Fondo, Punta Corsara, Carullo-Minasi, Astorri-Tintinelli, Musella-Mazzarelli, Fratelli Broche, Schuko).

Sonar

Come già nel 2015, le compagnie potranno effettuare la procedura di iscrizione al bando In-Box tramite il sito www.ilsonar.it, motore di ricerca del teatro emergete ideato e gestito da Straligut e che attualmente ospita più di 1000 schede spettacolo. Anche per Sonar, e per le compagnie e gli operatori che lo utilizzeranno, sono all’orizzonte importanti novità: la consultazione dei calendari, la compravendita di repliche, l’anticipo dei cachet.

Bando e info –>> www.inboxproject.it/partecipa2016.php

Leggi altri BANDI e OPPORTUNITÀ

Ogni giorno Teatro e Critica seleziona le migliori opportunità lavorative e di formazione e le propone ai suoi lettori in forma totalmente gratuita e immediata. È un lavoro quotidiano che svolgiamo da 8 anni grazie al quale tanti professionisti hanno partecipato a importanti provini, bandi o percorsi di formazione.
Se pensi che tutto questo sia utile, che ne dici di sostenerci con un piccolo contributo che ci permetta di mantenere gratuita e aperta la sezione 'Opportunità'?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here