Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
banner inteatro festival 24
banner per acquisto pubblicità
Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
banner inteatro festival 24
banner per acquisto pubblicità
HomeLavoro e bandi. Tutte le opportunitàBandi e concorsiOPEN CALL residenza per artisti – Vene.Re: Residenze Venete in Rete 2024

OPEN CALL residenza per artisti – Vene.Re: Residenze Venete in Rete 2024

Le discipline a cui il bando si rivolge sono quelle del teatro, della danza e delle arti performative. Le domande dovranno essere inviate entro e non oltre il 31 gennaio 2024

OPEN CALL Vene.Re: Residenze Venete in Rete

  • Presentazione e obiettivi

La Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, il Comune di Bassano del Grappa – Opera Estate Festival Veneto/CSC e il Teatro del Lemming sono stati riconosciuti come titolari di residenza Artisti nei Territori per il triennio 2022-2024 dal MiC – Ministero della Cultura e dalla Regione Veneto. I tre partner, considerato il reciproco interesse a collaborare con azioni sinergiche sul territorio regionale, intendono realizzare diversi progetti di ricerca e produzione per la creazione contemporanea attraverso lo strumento delle residenze artistiche come laboratori sperimentali delle arti sceniche.
L’obiettivo del Bando è quello di sostenere la ricerca artistica di un/un’artista, compagnia, emergente o consolidata del Triveneto, con l’intento di ospitare un originale processo di creazione della durata globale di 45 giorni, prevedendo una restituzione presso le sedi di ciascun partner.

  • Candidati ammissibili e termini di presentazione domanda

La residenza è rivolta a singoli artisti, compagnie e collettivi residenti e/o attivi prevalentemente in Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige, con almeno due anni di esperienza e attività in contesti professionali. In caso di compagnie e collettivi è sufficiente che almeno un componente sia residente e/o attivo prevalentemente in Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige.

Le discipline a cui il bando si rivolge sono quelle del teatro, della danza e delle arti performative.

Le domande dovranno essere inviate entro e non oltre il 31 gennaio 2024 attraverso il form https://forms.gle/hqoYqMVb98iWGenP7 .

  • Selezione dei progetti

I progetti pervenuti entro i termini del bando saranno presi in esame dai 3 partner analizzando il valore artistico-culturale in termini di qualità, innovatività, potenzialità di sviluppo e i risultati saranno comunicati entro il 28 febbraio 2024.

  • Durata del soggiorno e importo della borsa di studio

Residenza di 15 giorni (anche non continuativi) negli spazi messi a disposizione da ciascun partner, per un totale di 45 giorni, secondo un calendario da concordare con l’artista e le organizzazioni partner.
L’importo del sostegno di ogni partner è di 1.500 € comprensivo di ritenute fiscali e oltre l’IVA se dovuta per il singolo artista o compagnie/collettivi fino a 2 elementi / 2.500 € comprensivo di ritenute fiscali e oltre l’IVA se dovuta per compagnie/collettivi da 3 elementi in su. I partner della rete sosterranno le spese di alloggio, mentre viaggio, vitto e eventuali altre spese sono da intendersi all’interno del compenso pattuito.
È prevista una condivisione dei risultati della ricerca (con pubblico o a porte chiuse per i partner del progetto) al termine di ciascun periodo di residenza e il possibile coinvolgimento degli artisti in percorsi di audience development/engagement rivolti alle comunità di riferimento.
Le residenze e le restituzioni dovranno essere realizzate presso le sedi di ciascun partner entro e non oltre il 31/12/2024.

  • I partner

Il Comune di Bassano del Grappa, con il suo CSC Centro per la Scena Contemporanea, è impegnato nella promozione e nello sviluppo della cultura della danza, dello spettacolo dal vivo e dei linguaggi internazionali del contemporaneo. Sostenuto dal MiC, dai programmi Creative Europe, Erasmus+ e Europe for Citizens dell’Unione Europea è sempre più percepito nella scena internazionale della danza, come un punto di riferimento per l’Italia. Impegnato in numerosi progetti internazionali di cooperazione dedicati allo sviluppo professionale di artisti e operatori, alla sperimentazione e innovazione, alla comunicazione dei linguaggi del contemporaneo, contribuisce allo sviluppo artistico di coreografi e danzatori e alla diffusione e affermazione dei loro lavori in diversi continenti.

La Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza è stata istituita nel 2007 per gestire il Teatro Comunale di Vicenza, il “nuovo” teatro atteso da oltre 60 anni dalla Città di Vicenza. È un ente di diritto privato che svolge un servizio culturale pubblico; si confronta con gli interlocutori istituzionali, pubblici e privati, del territorio e a livello nazionale, per realizzare una programmazione artistica di spettacolo dal vivo e di approfondimento culturale di valore, per rispondere alle esigenze di pubblici differenziati, in un contesto sociale in continuo cambiamento. Oltre agli spettacoli dal vivo, la Fondazione è impegnata, con il sostegno delle istituzioni (MiC e Regione del Veneto), in progetti di residenze artistiche per promuovere i giovani artisti ed è attiva in numerosi progetti educativi per pubblici di tutte le età e percorsi di audience development e audience engagement guidati da operatori professionisti. Il Comune di Vicenza coinvolge la Fondazione Teatro Comunale nella programmazione e gestione operativa dei più importanti progetti artistici e culturali della Città: il Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico, New Conversations – Vicenza Jazz, le Grandi Mostre in Basilica Palladiana.

Il Teatro del Lemming è una Compagnia di ricerca fondata a Rovigo nel 1987 e riconosciuta dal MiC – Ministero della Cultura fin dal 1997. Accanto alla produzione di spettacoli, orientati ad una originale poetica che prevede il coinvolgimento drammaturgico e sensoriale del singolo spettatore partecipante, la Compagnia da sempre svolge una importante funzione di divulgazione dei linguaggi sperimentali della scena. Il Teatro del Lemming è stato anche fondatore del Festival Opera Prima, che a partire dagli anni ’90 si è votato a sostenere la nuova scena emergente italiana ed internazionale.

Dal 2007 ha la gestione a Rovigo del Teatro Studio, uno spazio comunale di 250 posti che, sotto la guida del gruppo, è diventato negli anni un presidio culturale, nonché uno spazio sempre dedito alla ricerca e alla sperimentazione dei linguaggi scenici.

  • Spazi principali di residenza:

– CSC Centro per la Scena Contemporanea: CSC San Bonaventura https://www.operaestate.it/it/9-luogo/861-csc-san-bonaventura

– Teatro Comunale di Vicenza: Sala prove -2: https://www.iconsult360.com/5035

– Teatro del Lemming: https://www.teatrodellemming.it/teatro-studio/teatro-studio

Prima di inviare una domanda, si consiglia agli artisti di leggere attentamente il programma: per tutte le domande, è possibile inviare un’e-mail all’indirizzo progettovenere@teatrodellemming.it, per maggiori informazioni su come presentare il progetto e cosa includere nella candidatura.

Info e bando https://www.operaestate.it/it/news/4330-open-call-residenza-per-artisti-vene-re-residenze-venete-in-rete-2

Telegram

Iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram per ricevere articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Pubblica i tuoi comunicati

Il tuo comunicato su Teatro e Critica e sui nostri social

ULTIMI ARTICOLI

Estasi e dismisura nella trilogia di Zappalà al Maggio Fiorentino

Al Maggio Musicale Fiorentino è andato in scena con grande successo di pubblico un trittico musicale tutto modernista ma catturato nella rete di una...