banner convegno su Ronconi
banner per acquisto pubblicità
banner convegno su Ronconi
banner convegno su Ronconi
banner per acquisto pubblicità

Workshop di scrittura scenica con la regista Martina Badiluzzi. #sponsor

Workshop di scrittura scenica e composizione per attrici e attori
con la regista Martina Badiluzzi

SEGNI DI DISORDINE, CIME TEMPESTOSE

Programma
Martina Badiluzzi condividerà coi partecipanti le pratiche di scrittura di scena che ha maturato negli ultimi anni e che utilizza per scrivere le drammaturgie dei suoi spettacoli. Il focus del laboratorio è lo studio del dialogo: come due persone possano dialogare su un palcoscenico.
La scrittura di uno spettacolo è un processo collettivo. Scrivere significa innescare un dialogo prima di tutto tra l’immaginazione e la realtà – poi tra le attrici e la regia, tra la drammaturgia e la scena, tra voce e pensiero, tra corpi e spazio e così via.
In particolare ci si focalizzerà sul metodo dell’analisi attiva.
I testi saranno studiati e analizzati in maniera critica per poi utilizzare la scena per praticare e verificare empiricamente le ipotesi.
Il metodo dell’analisi attiva attraversa tutto il novecento ed è giunto a noi attraverso gli studi di Maria Knebel sulle regie di Konstantin Stanislavski e poi nella pratica degli etjude utilizzata anche da Anatolij Vasil’ev. Apprendere le basi di questo metodo permette a ogni attrice e attore di diventare più consapevole su cosa significhi essere autore della propria interpretazione.

Materiali di studio: “Cime tempestose” di Emily Bronte e “Everybody” di Olivia Laing
La lettura integrale dei romanzi è consigliata ma non necessaria.

Chi è Martina Badiluzzi?

Regista, autrice e interprete.
Martina Badiluzzi si è formata incontrando Anatolij Vasil’ev, Christiane Jatahy, Deflorian/Tagliarini, Lisa Ferlazzo Natoli, Joris Lacoste e Jeanne Revel, Agrupación Señor Serrano e Romeo Castellucci. Vince il bando “Registi Under30” della Biennale di Venezia per la direzione di Antonio Latella con lo spettacolo “The making of Anastasia”.
È attrice in “Nous aurons encore l’occasion de danser ensemble” spettacolo della compagnia Deflorian/Tagliarini.
Scrive e dirige “Rumori” un progetto musicale per RomaEuropa Festival 2020 e “Silenzio” opera contemporanea, suo il libretto originale su musica della compositrice Anna Sowa, per la Fondazione Haydn di Bolzano.

Nel 2022 debutta “Penelope” spettacolo co-prodotto da Roma Europa Festival che ha ricevuto la candidatura Ubu alla miglior attrice Under35 per Federica Carruba Toscano.
Dirige Barbara Chichiarelli in “Cattiva sensibilità” monologo dedicato al romanzo “Jane Eyre”.

È aiuto regia di Nanni Moretti per “Diari d’amore” sui testi di Natalia Ginzburg e dramaturg per “Atto bianco”, solo della coreografa e danzatrice Roberta Racis. Attualmente sta lavorando all’adattamento per il teatro del romanzo “Cime tempestose” che debutterà il prossimo autunno.
Negli ultimi anni si è dedicata allo studio dei linguaggi performativi, alla ricerca di un dialogo possibile tra la scrittura, l’interprete e la scena. Collabora stabilmente con una compagnia eterogenea formata da artisti provenienti da diversi ambiti dello spettacolo e dell’arte.

Per info e iscrizioni:
mail: laluminaria1@gmail.com
oggetto: Cognome+ Badiluzzi

La domanda dovrà contenere 1 foto e CV

Questo contenuto è stato inserito da un utente attraverso il servizio I TUOI COMUNICATI. Inserisci anche tu un annuncio

Pubblica i tuoi comunicati

ULTIMI ARTICOLI

La meraviglia di un mondo non conforme. Intervista a Federica Rosellini

Federica Rosellini è autrice, attrice, formatrice. Lavora tra il teatro - celebre il suo ruolo da protagonista in Hamlet di Antonio Latella - e...