Banner tuoi comunicati
Banner Expo teatro Contemporaneo
Banner Ert Calderon Prospero
Banner tuoi comunicati
Banner tuoi comunicati
Banner Expo teatro Contemporaneo
Banner Ert Calderon Prospero

Genova – INTRANSITO 2023 Sesta edizione – Concorso nazionale dedicato al teatro emergente under 35. #sponsor

Si terrà al Teatro Akropolis di Genova la sesta edizione del concorso nazionale INTRANSITO organizzato dal Comune di Genova in collaborazione con Teatro Akropolis, La Chascona e Officine Papage.

Da giovedì 30 novembre a sabato 2 dicembre 2023 le sei compagnie, selezionate da bando cui hanno partecipato 235 candidati, avranno l’opportunità di rappresentare il proprio lavoro di fronte al pubblico e alla Giuria di operatori, critici e personalità del mondo del teatro a livello nazionale, formata da:

Claudia Cannella – Presidente Hystrio – Associazione per la Diffusione della Cultura teatrale

Daniela Rimei – Responsabile progetti formazione pubblico e osservatorio giovani compagnie AMAT

Maria Dolores Pesce – Critica e studiosa del teatro, redattrice e vice-direttrice di Dramma.it

Tuccio Guicciardini – Drammaturg e regista, presidente della Fondazione Fabbrica Europa

Nicola Giordanella – Editore e giornalista

Senza dubbio è, in assoluto, l’edizione più partecipata in questi 10 anni del concorso, e con un numero di adesioni, provenienti da tutto il territorio nazionale, quadruplicato rispetto alla prima edizione indetta nel 2013. Indice del crescente successo della manifestazione ma anche della fatica che le nuove generazioni teatrali incontrano non solo ad emergere ma anche ad avere una semplice occasione di visibilità e quindi la necessità, l’urgenza di non perdere una opportunità, come quella offerta dal Comune di Genova con questo concorso.

Da evidenziare, a dimostrazione della qualità delle iniziative per lo spettacolo dal vivo del Comune di Genova, che fra i selezionati ci sono due compagnie che hanno partecipato alla prima edizione del bando Start and Go, altro bando per la formazione delle nuove generazioni dedicato allo spettacolo dal vivo.

Il concorso, fortemente voluto dal Comune di Genova città da sempre fucina artistica, con il patrocinio del GAI (Giovani artisti italiani) e il sostegno di BPER banca, intende valorizzare il lavoro di giovani compagnie emergenti, under 35, della scena nazionale che portano avanti ricerca e innovazione nell’ambito del teatro e prevede per i sei finalisti il cachet fissato in Euro 1800,00 più iva, mentre per lo spettacolo vincitore, decretato dalla Giuria, riceverà un premio del valore di 1.500 euro, quale sostegno all’opera realizzata.

La Commissione selezionatrice, che ha visto le direzioni artistiche di Teatro Akropolis, La Chascona e Officine Papage oltre a funzionari/e del Comune di Genova, ha visionato e valutato n.103 progetti ammessi, tutti gruppi teatrali formali come richiesto dal bando in questa edizione.

Apre la programmazione, giovedì 30 novembre 2023, alle ore 20, AFÀNISI, della Compagnia Ctrl+Alt+Canc di Napoli (Milano), una produzione Campania Teatro Festival e Ctrl+Alt+Canc. Una performance, scritta e diretta da Alessandro Paschitto, che rovescia i rapporti tra spettatore e spettacolo, tra realtà e sguardo che la osserva. Lo spettatore non è più fruitore passivo ma creatore attivo dell’opera che ha di fronte. Gli viene proprio chiesto: ma tu cosa vuoi vedere? E poi lo si invita a rispondere privatamente, tra sé e sé, ma in modo fulmineo, non meditato.

A seguire, alle ore 21.15, Gli Scarti ETS/ScenaMadre di La Spezia con Liberatutti, uno spettacolo scritto e diretto da Marta Abate e Michelangelo Frola che vuole far ridere di certi aspetti dello sport: alcune cose che si sentono e si vedono negli spogliatoi, in campo, nei film e sui giornali sportivi hanno, senza volerlo, un notevole potenziale comico. Risultano divertenti perché sono quasi sempre parole e azioni spinte all’eccesso. Ma perché lo sport è diventato un’attività sempre più spettacolare e totalizzante? Ma lo sport non era un gioco, prima di tutto?

Venerdì 1 dicembre 2023 la serata si apre, alle ore 20 con RI.TE.NA. Teatro di Casalnuovo Di Napoli (NA), gruppo vincitore di Intransito 2021, che porta in scena YERMA, ‘A JETTECA scritto e diretto da Fabio Di Gesto. Yerma è il dramma di una donna sterile. Quando lessi per la prima volta Yerma, rimasi colpito dal linguaggio potente, popolare e poetico di Lorca. Le storie di Lorca sono molto vicine alle nostre tradizioni. All’interno del testo troviamo ad esempio: il pellegrinaggio al santuario; Dolores la fattucchiera; il pregiudizio del popolo; i conflitti e il rispetto di una moglie nei confronti del marito. Tutti temi che ancora oggi sono presenti nella nostra società e in particolare nella cultura partenopea.

Alle ore 21.15 la compagnia romana Versus con LA VERSIONE UFFICIALE scritto e diretto da Paolo Maria Congi anche in scena con Indri Shiroka. Due amici si incontrano dopo quindici anni, ognuno nel momento più difficile della propria vita. Flavio e Dino sono due giornalisti, diversi per idee e condizione sociale, ma la loro storia è intrecciata, fatta di amore e odio, di amicizia e invidia, come dei bambini che giocano alla guerra e al massacro. Il mondo del giornalismo è feroce, senza scrupoli, a volte basta creare una voce che la notizia diventa realtà, altre volte non serve nemmeno agire per farsi ascoltare.

Sabato 2 dicembre 2023, la serata si apre alle ore 20 con la compagnia aretina Cantiere Artaud, formata da Ciro Gallorano, autore e regista, in L’ECO DELLA FALENA che è una ricerca sul tempo come ricordo, memoria felice dell’infanzia, memoria traumatica, che si fa assenza e mancanza, un tempo che scorre e porta via le persone care, che cura e invecchia il corpo, che trasforma le azioni in abitudine, un tempo che vorremmo possedere con violenza, gestire, ma che scivola dalle mani e si fa spesso paura del futuro in quanto ignoto. Anime in attesa, ispirate alla vita e alle opere di Virginia Woolf, si materializzano in scena svelandoci la loro melanconica natura. Nonostante i riferimenti letterari, non ci sono personaggi né storia, ma figure e un luogo.

Concluderà la programmazione, alle ore 21.15, la compagnia romana XENIA con Tre liriche scritto e diretto da Jacopo Neri, anche in scena con Chiara Ferrara e Dario Caccuri, che esplora il nesso tra amore e paura: paura del coinvolgimento, durante le prime fasi della relazione, paura della perdita, mentre il rapporto si fa più stabile, paura dell’oblio della vita condivisa, quando la storia sta ormai volgendo al termine; lungo il corso dello spettacolo, l’Io parlante tenterà in tutti i modi di controllare l’inevitabile volubilità dei legami umani, adottando i comportamenti più surreali dentro e fuori la vita di coppia, nell’utopica ricerca di una sicurezza totale.

Alle ore 23 si procederà all’assegnazione del premio.

L’ingresso agli spettacoli è libero, si raccomanda la prenotazione.

Teatro Akropolis | Via Boeddu 10, Genova Sestri Ponente

www.genovacreativa.it

www.teatroakropolis.com

Info e prenotazioni

Tel. 329.1639577 | E-mail: info@teatroakropolis.com

 

 

Per informazioni:

Comune di Genova

Direzione Politiche culturali

Email: intransito@comune.genova.it

Questo contenuto è stato inserito da un utente attraverso il servizio I TUOI COMUNICATI. Inserisci anche tu un annuncio

Pubblica i tuoi comunicati

ULTIMI ARTICOLI

The Interrogation. Finalmente, la vita

 Recensione. Al Teatro Mercadante è andato in scena in prima nazionale The Interrogation di Édouard Louis e Milo Rau. Le altre date italiane sono...