Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
banner inteatro festival 24
banner per acquisto pubblicità
Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
banner inteatro festival 24
banner per acquisto pubblicità

Bando Open Dialogo Residenze d’artista

Residenze bilaterali che si realizzeranno in Italia ed in Inghilterra nel periodo tra settembre e ottobre 2023, con la partecipazione di artisti italiani ed inglesi. I progetti devono essere presentati entro il termine del 19 giugno 2023, 12:00 ora del Regno Unito.

Sostenuto in partenariato dalla Direzione generale Spettacolo del Mic, dall’Arts Council England, dal British Council e dall’Istituto Italiano di Cultura di Londra

Curato, in qualità di project manager, da Stopgap Dance Company per conto dell’Arts Council, il progetto ‘Open Dialogo’ promuove lo scambio culturale bilaterale attraverso la condivisione e l’approfondimento delle tematiche e delle esperienze tra artisti disabili e non disabili in Inghilterra e in Italia.

Il progetto si struttura in due fasi:

La prima è costituita da un ciclo di quattro seminari online nel periodo maggio-giugno 2023, che si avvalgono per la gestione tecnica di Stopgap Dance Company e della partecipazione, in qualità di relatori, di artisti ed esperti dei due Paesi.

I seminari approfondiscono le tematiche della cultura dell’accesso degli artisti e degli operatori disabili e le relative pratiche in Italia e Inghilterra. Ogni seminario avrà un interprete bilingue, italiano e inglese.

La seconda fase è costituita da residenze bilaterali che si realizzeranno in Italia ed in Inghilterra nel periodo tra settembre e ottobre 2023, con la partecipazione di artisti italiani ed inglesi.

Possono presentare domanda per ospitare le residenze bilaterali in Italia, i titolari di residenze italiane selezionate con procedura regionale da parte delle Regioni aderenti all’Intesa Stato/Regioni siglata in data 3 novembre 2021, Rep 224/CSR.

Per Residenze si intendono i Centri di Residenza e Residenze per artisti sul territorio così come definiti all’ articolo 4 della citata Intesa.

Possono presentare domanda gli artisti e le artiste italiane ed inglesi che vogliano sviluppare o perfezionare un progetto artistico sul tema della danza e della disabilità presso una residenza  artistica straniera, in Italia o Inghilterra.

Progetti ammissibili

Il programma di residenza consentirà ad artisti/e di danza di esplorare la disabilità, la danza e la creatività inclusiva .L’attività proposta è in presenza, a meno che non sussistano giustificati motivi di lavoro ibrido.

Le residenze possono prevedere progetti riguardanti:

  • Artisti/e di danza con disabilità che desiderano sviluppare lavori nuovi o esistenti, progetti da solista o qualsiasi lavoro di gruppo composto da persone disabili e/o non disabili
  • Artisti/e di danza non disabili che desiderano sviluppare un lavoro nuovo o esistente che coinvolga danzatori/trici con disabilità
  • Artisti/e di danza disabili o non disabili che osservare o partecipare alle attività di gruppi disabili o inclusivi per approfondire le proprie conoscenze

E’ previsto un contributo fino ad un massimo £10.500 (€ 12.000) per ogni progetto di residenza selezionato, per un massimo di due progetti in Italia e due Inghilterra.

Il contributo sarà gestito e trasferito ai titolari delle residenze artistiche selezionate e sarà destinato in parte per rendere accessibili le attività agli artisti disabili partecipanti al progetto.

Il contributo coprirà tutti i costi del progetto comprensivi di compenso degli artisti/e coinvolti, servizio di interpretariato, viaggi, alloggio, vitto, spese di funzionamento e di accesso agli spazi di lavoro dedicati.

Condizioni di partecipazione

Per le residenze

a) svolgere attività di residenza artistica ex art. 43 del DM 27.07.2017 nell’ambito della danza contemporanea e/o della multidisciplinarietà a prevalenza danza ed avere tutti i requisiti tecnici, di spazio e luoghi richiesti dalle linee guida allegate all’Intesa citata

b) avere esperienza o aver avviato un percorso artistico nei confronti della disabilità e dell’accessibilità nel campo della danza

c) avere una sede accessibile agli artisti partecipanti con sistemazione adeguata e mezzi di trasporto disponibili

d) aver seguito il ciclo di seminari organizzati da “Open Dialogo”, live o nella versione registrata

Si prega di contattare Stopgap Dance Company per ricevere la registrazione dei webinar

e) essere disponibili ad ospitare, nel periodo compreso tra settembre e ottobre 2023, per almeno una settimana, nell’ambito del progetto di residenze bilaterali, fino ad un massimo di due artisti inglesi per accrescere le professionalità nei processi di creazione artistica con pratiche e strumenti di inclusione

Eventuali proposte al di fuori di questo range di tempo saranno valutate dalla commissione in base alla qualità artistica

f) essere disponibili ad individuare e proporre, nel contesto della candidatura, fino ad un massimo di due artisti/e italiani/e danzatori/trici e coreografi/e con disabilità per l’eventuale scambio bilaterale con gli artisti/e ed i titolari di residenza inglesi

g) essere disponibili a partecipare al monitoraggio del progetto e alla valutazione del valutatore indipendente designato dal project manager. La valutazione sarà effettuata anche la proposta non avrà La candidatura è riservata e non verrà condivisa all’esterno

Il progetto prevede uno scambio bilaterale, ovvero un artista o una compagnia italiana dovrà recarsi presso una residenza  ospitante inglese e viceversa

Coloro che necessitano di assistenza nella ricerca di un partner possono contattare Stopgap Dance Company

Il progetto deve essere guidato da persone con disabilità o avere una rappresentanza di almeno il  50:50 di persone con disabilità

Per gli artisti

  • svolgere attività artistiche nel settore della danza o multidisciplinare a prevalenza danza
  • aver seguito il ciclo di seminari organizzati da “Open Dialogo”, live o nella versione registrata

Si prega di contattare Stopgap Dance Company per ricevere la registrazione dei webinar

  • proporre un progetto artistico nel campo della danza e disabilità con svolgimento presso una residenza artistica in scambio bilaterale
  • svolgere il progetto nei mesi previsti con la durata di una settimana
  • essere disponibili a partecipare al monitoraggio del progetto e alla valutazione del valutatore indipendente designato dal project manager. La valutazione sarà effettuata anche se la proposta non sarà accolta. La candidatura è riservata e non verrà condivisa all’esterno.

Il progetto prevede uno scambio bilaterale, ovvero un artista o una compagnia italiana dovrà recarsi presso una residenza ospitante inglese e viceversa

Selezione

I progetti devono essere presentati entro il termine del 19 giugno 2023, 12:00 ora del Regno Unito.

La selezione delle residenze italiane e degli artisti/e italiani che parteciperanno al progetto è affidata ad una Commissione composta da esponenti e rappresentanti dei partner istituzionali inglesi, il British Council e l’Arts Council England e da consulenti designati dai partners inglesi.

Criteri di valutazione:

  • Impegno dell’artista o della compagnia nel realizzare lavori inclusivi o guidati da disabili – fino a 40 punti
  • Impegno dell’organizzazione ospitante nel sostenere il lavoro inclusivo o guidato da disabili disabili fino a  30  punti
  • Possibile evoluzione del progetto ed impatto nella promozione della danza e della disabilità – fino a 20 punti
  • Presentazione della propria residenza in termini logistici e tecnici con riferimento alle condizioni di accesso per artisti disabili Fattibilità finanziaria fino a 10 punti

Le graduatorie saranno espresse in percentuali per un massimo di 100 punti.

Saranno ammessi a contributo le residenze ospitanti, in numero di due per l’Italia e due per Inghilterra, che avranno raggiunto il punteggio maggiore.

I contributi saranno erogati dal British Council o da soggetto da questo delegato direttamente alla residenza selezionata la quale provvederà a coprire tutti i costi previsti.

Modalità di candidatura

I candidati possono scegliere il formato della domanda.

La candidatura può avvenire attraverso il modulo pubblicato, video o attraverso una registrazione vocale o qualsiasi altro modo purché nella candidatura si risponda alle domande elencate nel modulo di domanda.

È possibile scaricare il modulo di domanda dal pulsante sottostante nella versione italiana ed inglese a seconda della nazionalità dell’artista e della residenza.

La domanda dovrà essere corredata dal budget del progetto allegando una relazione o scaricando un semplice modello qui sotto.

Al fine della valutazione dei precedenti è richiesta la compilazione, in completo anonimato, del modulo di monitoraggio in modo da poter valutare il tipo di individui che questo progetto sta raggiungendo.

Leggi altro da LAVORO e BANDI

Vuoi essere aggiornata/o settimanalmente, con una newsletter dedicata ai professionisti del settore? Abbonati al nostro nuovo servizio.

Abbonati alla newsletter professionale

ULTIMI ARTICOLI

Estasi e dismisura nella trilogia di Zappalà al Maggio Fiorentino

Al Maggio Musicale Fiorentino è andato in scena con grande successo di pubblico un trittico musicale tutto modernista ma catturato nella rete di una...