Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
banner inteatro festival 24
banner per acquisto pubblicità
banner Veleia Teatro Festival 24
Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
Colpi di scena 2024. Biennale di teatro ragazzi
banner inteatro festival 24
banner per acquisto pubblicità
banner Veleia Teatro Festival 24

Scrivere un monologo Alla scoperta della propria voce. Con Paola Giglio. #sponsor

Scrivere un monologo

Alla scoperta della propria voce

con Paola Giglio

DAL 26 NOVEMBRE 2022 AL 19 FEBBRAIO 2023

A TORINO

NEL WEEKEND

SCRITTURA & PERFORMING ARTS

4 week end per scrivere un monologo e imparare a restituirlo in lettura.

Quando scriviamo, le parole ci risuonano in testa in modo intimo e preciso, ma quando le pronunciamo ad alta voce qualcosa rischia di spezzarsi. Imparare a restituire l’atmosfera che si immaginava mentre scrivevamo è il lavoro che si affronterà in questo percorso, dedicato a chi vuole scoprire la propria voce autoriale attraverso il monologo teatrale.

Non importa arrivare già con un’idea completa, o che si sappia già tutto della storia che si vuole raccontare. Potrebbe essere solo un’immagine, un fatto realmente accaduto, la vita di un personaggio più o meno noto, oppure un frammento di autobiografia. Prima di tutto bisognerà individuare un tema che ci spinga a raccontare, di cui si abbia urgenza di dire.

Si analizzeranno monologhi teatrali e non, di epoche e stili diversi. Si useranno modelli universali per riconoscersi, per arrivare alla necessità intima che rende il monologo una narrazione universale in cui il pubblico si possa riconoscere e immedesimare, e non uno sfogo personale. Si lavorerà sul proprio vissuto per accumulare e selezionare materiali personali. Le scene verranno costruite e inventate a partire dal senso profondo di ciò che è accaduto: non importa che sia la verità, ma che trasmetta un sentimento, un vissuto autentico. Attraverso esercizi di immaginazione e ascolto, rilassamento e training vocale si scoprirà il respiro sonoro della propria scrittura, e verranno esplorate le possibilità comunicative della voce in relazione ai propri testi.

La lettura a voce alta è uno strumento essenziale per chi scrive, utile sia in caso di presentazioni e convegni che in fase di editing. Una volta poste le basi delle tecniche di lettura, si andrà alla scoperta della voce dei propri testi, per restituirli a chi ascolta restando fedeli al mondo creativo da cui hanno preso vita.

IN CATTEDRA

PAOLA GIGLIO

Si diploma in recitazione all’Accademia D’Arte Drammatica Silvio D’Amico nel 2007 e poi alla Holden nel 2021. Finalmente sola, monologo da lei scritto e interpretato, vince il Premio Candoni per la drammaturgia nel 2015, il Premio Maldipalco del Tangram Teatro di Torino nel 2016 e nel 2018 le vale il riconoscimento di Miglior Attrice Protagonista al Premio Nazionale Città di Leonforte. Il suo testo Grasso che cola arriva tra i 10 finalisti a “Hystrio – Scritture di scena 2018”, mentre la drammaturgia Interno camera viene selezionata da Lucia Calamaro per il percorso “Scritture”. Nel 2021 il testo vince il bando Artéfici di Artisti Associati Gorizia: lo spettacolo debutta al VOS – Venice Open Stage a luglio 2021. Nel 2022 Un posto nel mondo, riscrittura di Tre sorelle di Cechov, debutta al Campo di Mare Teatro Festival. È co-fondatrice della compagnia Giglio/Prosperi, con cui dà forma a progetti teatrali e di formazione artistica. È socia fondatrice di Amleta, dove si occupa di rappresentazione e narrazione del femminile oltre gli stereotipi di genere.

Questo contenuto è stato inserito da un utente attraverso il servizio I TUOI COMUNICATI. Inserisci anche tu un annuncio

Pubblica i tuoi comunicati

ULTIMI ARTICOLI

In-Box, tra espressione artistica e mercato

Un attraversamento della decima edizione di In-Box dal vivo, tenutasi a Siena dal 23 al 25 maggio 2024. La rassegna curata da Straligut Teatro...