Workshop con Muta Imago – Fuori dal dominio del tempo. #sponsor

IPERCORPO 19 :: La pratica quotidiana
XVI Festival Internazionale delle arti dal vivo

presenta

Muta Imago
FUORI DAL DOMINIO DEL TEMPO

Workshop rivolto a performer professionisti

Conduzione: Claudia Sorace (regista di Muta Imago), Riccardo Fazi: (dramaturg di Muta Imago).

“Oggi, proprio come ieri, la tensione di vivere all’interno di tempi diversi rimane irrisolta.  Ciò vuol dire che rimane al lavoro.” – Jacques Rancière

Come facciamo esperienza del tempo oggi, come singoli e come collettività? In quali maniere la nostra esperienza quotidiana del tempo può aprirsi attraverso l’arte e incontrare le prospettive della scienza e della filosofia? Come creare e condividere una diversa esperienza del tempo attraverso il linguaggio della performance? Fuori dal dominio del tempo è il tentativo di occupare insieme uno spazio per cercare di uscire dal tempo: per agitarlo, spostarlo, cercare di comprenderne le caratteristiche attraverso uno studio teorico e pratico allo stesso tempo. Per quattro giorni, dal 5 all’8 giugno 2019, Claudia Sorace e Riccardo Fazi condivideranno con i partecipanti materiali, questioni, tentativi che cercheranno di investigare la natura del tempo attraverso il linguaggio della performance.

Il cuore della ricerca si trova nella zona grigia dove la nostra consapevolezza razionale della non esistenza del tempo incontra la nostra inevitabile percezione di essere completamente immersi in esso. Di quali strumenti mi devo dotare, quali pratiche, quali esercizi devo sviluppare per creare possibili esperienze estetiche e drammatiche intorno al conflitto tra ciò che sappiamo del tempo e il modo in cui lo percepiamo? Che tipo di trasformazione dovrebbe abbracciare il nostro linguaggio per abitare queste questioni e per trasformarle in una riflessione delicata sul modo in cui agiamo nel tempo come esseri umani? Cosa significa provocare in scena i limiti della nostra concezione e percezione abituale del passaggio del tempo? Come creare possibili atti performativi che possano ricollocarci in relazione all’infinitamente grande e all’infinitamente piccolo? Come può l’arte proporre un’esperienza del modo bellissimo e spaventoso in cui tutto è connesso? Come liberarci dal tempo della dominazione in cui viviamo, dalla dominazione del tempo?

Il laboratorio rientra tra le attività dedicate al rapporto tra tempo e performance che la compagnia svolgerà nel corso del 2019.

Muta Imago è una compagnia teatrale e un progetto di ricerca artistica nato a Roma nel 2006. Vive tra Roma e Bruxelles.  E’ guidata da Claudia Sorace, regista e Riccardo Fazi, drammaturgo e sound designer. E’ composta da tutte le persone che sono state, sono e saranno coinvolte nella realizzazione dei lavori.  E’ alla continua ricerca di forme e storie che mettano in relazione la sfera dell’immaginazione con quella della realtà presente, umana, politica e sociale. Per questo realizza spettacoli, performance, installazioni, dove lo spazio è quello del rapporto e del conflitto tra l’essere umano e il suo tempo.

GIORNI E LUOGO:

Palazzina EXATR / via Ugo Bassi, 16  – Forlì (FC)

Dalle ore 09:00 di Mer. 5 Giugno alle ore 23:00 di Sab. 8 Giugno.

E’ assolutamente indispensabile garantire la totale disponibilità nel periodo indicato.

Ai partecipanti al laboratorio sarà garantito l’alloggio nel luogo del laboratorio.

COSTI:

Il costo del laboratorio è di €50,00 oltre alla copertura dei costi assicurativi pari a 10 € a partecipante.

ISCRIZIONI:

Iscrizione entro il 25 maggio con candidatura via mail allegando CV e lettera motivazionale.

CONTATTI:

Inviare mail a mutaimago@gmail.com mettendo in copia organizzazione@cittadiebla.com / cell. 320.8019226

Scopri di più >>>

--------------------
Questo contenuto è stato creato da un utente. La redazione non ha nessuna responsabilità.   CLICCA QUI per sapere come pubblicare i tuoi annunci e comunicati su Teatro e Critica

Leggi tutti i comunicati pubblicati dagli utenti
--------------------

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here