Primavera dei Teatri 2014 (Castrovillari, 27 maggio-2 giugno)

Primavera dei Teatri 2014: programma spettacoli, performance ed eventi

 

Primavera dei Teatri
nuovi linguaggi della scena contemporanea

Castrovillari
27 maggio – 2 giugno 2014
XVedizione

in ricordo di Domenico Rigotti

//////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

Programma

martedì 27 maggio

dalle ore 21.00 | Urban Theater
Quindici Primavere > Festa d’apertura

SPETTACOLI

mercoledì 28 maggio

ore 20.30 Teatro Sybaris
internoenki [RECENSIONE] M.E.D.E.A Big Oil (60’) Premio Scenario per Ustica 2013
testo e regia di terry paternoster

La rielaborazione contemporanea del mito di Medea come strumento per raccontare una terra ferita e sfruttata: la Basilicata. La regione più povera d’Italia ma più ricca di petrolio e con il più alto incremento del tasso tumorale. Una tragedia anti – canonica per aprire gli occhi su una realtà sconosciuta ai più, per svelare le contraddizioni del mondo contemporaneo, che sono poi anche le nostre.

ore 22.00 Sala 14
scenari visibili prenotazione obbligatoria
Patres (50’) prima nazionale
regia saverio tavano, dario natale
drammaturgia saverio tavano

Un giovane Telemaco di Calabria che attende da anni, davanti al mare, che suo padre ritorni a ristabilire una legge ormai dissolta e corrotta. Una riflessione sui moderni “Patres” ormai sganciati dalla  loro atavica responsabilità, smarriti nello stesso mare in cui ogni giorno si perdono i loro figli, naufragati da una nave che loro stessi hanno affondato e abbandonato.

giovedì 29 maggio

ore 20.30 Teatro Sybaris
teatrino dei fondi
La prima cena (60’) prima nazionale
di michele santeramo regia michele sinisi

Tre coppie che per la prima volta ballano al buio in una cena di primi ricordi. Due fratelli e una sorella che un mese dopo il funerale del proprio padre, vengono a conoscenza di un’eredità fatta di storie personali mai condivise, ora troppo ingombranti in un tempo che non sorride più. Dall’autore Premio Riccione per il Teatro 2011.

ore 22.00 Sala 14
teatro kismet opera prenotazione obbligatoria
Namur (o della guerra e dell’amore) (70’) prima nazionale
di antonio tarantino regia teresa ludovico

19 giugno 1815. Mentre l’armata francese è in rotta e Napoleone è in fuga verso Parigi, in una capanna fuori Namur, paese delle retrovie percorso dalle truppe inglesi e prussiane, Marta e Lucien fanno l’amore e conversano del futuro e della guerra. I loro dialoghi crudeli ma universali travalicano la capanna e risuonano nell’immensità della notte che si popola di storia. Dall’autore Premio Riccione per il Teatro 1993.

venerdì 30 maggio

ore 20.30 Teatro Sybaris
e/fanny & alexander, lorenzo gleijeses, mirto baliani
Discorso Celeste (60’) prima nazionale
ideazione luigi de angelis drammaturgia chiara lagani regia luigi de angelis

Più che un colore questo Celeste è il tentativo di un Discorso di approssimare e riprodurre il colore e la luce del cielo. In senso figurato allude a tutto ciò che è divino, ma si può dire anche di ciò che è eccellente, straordinario, di una grande virtù. Una tensione antigravitazionale, verso l’alto, ma anche il suo contrario. Una pulsione allo sprofondamento. Discorso Celeste indaga l’ambito dello sport come esperienza religiosa.

ore 22.00 Sala 14
piccola compagnia della magnolia prenotazione obbligatoria
Atridi / Metamorfosi del rito (105’) prima nazionale
regia giorgia cerruti

Un’indagine sui rapporti familiari nell’attimo esatto in cui degenerano, collassano, trasformano la forza proficua dell’amore in incontrollata passione. Un voluminoso affresco di famiglia, rappresentato dagli Atridi, che riflette la piccola e la grande storia dell’umanità e nella quale si può scorgere una parte di noi stessi in ogni vissuto dei protagonisti.

sabato 31 maggio

ore 19.00 Sala 14
quotidiana.com prenotazione obbligatoria
Tutto è bene quel che finisce (tre capitoli per una buona morte)
Capitolo uno – L’anarchico non è fotogenico (60’) prima nazionale
di e con roberto scappin e paola vannoni

Due cow-boy, poi improbabili danzatori, due esseri in bilico ai limiti del paradosso che ripensano il teatro e la sua relazione con lo spettatore. Un testo che passo dopo passo si oppone all’opinione comune e alle mistificazioni del buon senso. Uno spettacolo che tenta di stravolgere le vecchie strutture e realizzare nuove combinazioni, sollecitando un intelletto disobbediente e operativo.

ore 20.30 Teatro Sybaris
mario perrotta / teatro dell’argine
Pitùr (75’) prima nazionale
di mario perrotta

Come si racconta un colore? E un insieme di colori che compongono un quadro? Come si restituisce la bellezza di certe opere di Ligabue senza dimenticare che era “lo scemo del paese”? Dopo Un bès, debuttato a Primavera dei Teatri 2013, per il quale Perrotta ha vinto il Premio UBU come “migliore attore”, questo secondo movimento del Progetto Ligabue regala voce, suono e fatica fisica all’artista, alle storie contenute nei suoi quadri, ai volti e ai paesaggi del suo immaginario pittorico.

ore 22.30 Sala delle arti
scena nuda prenotazione obbligatoria
Padre, figlio e Sotto Spirito (60’) prima nazionale
drammaturgia mauro santopietro
regia luca fiorino, filippo gessi, teresa timpano

Tre persone diverse, tre modi di agire e di pensare. E all’improvviso… la guerra! La speranza di cambiare qualcosa o l’inizio di ogni male. Un evento che suscita posizioni differenti e che obbliga i tre a confrontarsi e a desiderare di fare tutto, di cambiare tutto. Alla fine non cambierà nulla, ma non per loro.

domenica 1 giugno

ore 20.30 Teatro Sybaris
punta corsara
Hamlet Travestie (70’) prima nazionale
regia emanuele valenti
di emanuele valenti, gianni vastarella

Una famiglia napoletana contemporanea in un quadro di sopravvivenza quotidiana, intrappolata in una stasi violenta in nome dell’unità. Un figlio, Amleto, che alimenta un conflitto di dubbi e paure. La vicenda shakespeariana diventa il canovaccio di un’improbabile tragedia redentiva che ha come protagonista una famiglia “fuori di sesto”.

ore 22.00 Sala 14
scena verticale prenotazione obbligatoria
Và pensiero che io ancora ti copro le spalle (60’) anteprima nazionale
di giuseppe vincenzi
diretto e interpretato da dario de luca

Un omino entra in scena raccontando i propri fallimenti. Parlando e cantando, con le sue cronache così profondamente e tragicamente comiche, inventa una morale, che evidenzia bisogni e desideri di un paese oramai in mutande, un paese fondato sul reality; un paese di uomini e donne che esprimono al meglio le loro emozioni solo con le faccine nei messaggi su WhatsApp.

lunedì 2 giugno

ore 17.30 Sala delle arti
anomalia fuori abbonamento prenotazione obbligatoria
Scarpestrette (60’) prima nazionale
di rita de donato

Ada è costretta a un matrimonio forzato. Vincenzo, il “picchiatello”, si prepara a partecipare al raduno della gioventù fascista: sorella e fratello, due figure strette ai margini di una società basata su ideali di forza, sanità e virilità. La stanza dei giochi dei due ragazzi diventa il teatro in cui le loro vicende parallele si costruiscono, si attraversano, si separano per poi rincontrarsi. Ai margini. Sempre. Il controllo delle condizioni della vita umana è un affare politico.

ore 19.00 Sala 14
i sacchi di sabbia prenotazione obbligatoria
Piccoli suicidi in Ottava Rima – Vol. 1 e Vol. 2 (60’) prima nazionale
ideazione giovanni guerrieri, giulia gallo
regia giovanni guerrieri con la collaborazione di dario marconcini

Avventura, western, fantascienza sono gli ingredienti di piccole allegorie di genere che ricalcano e rielaborano la tradizione dei Maggi Toscani. Un’indagine sulla parodia attraverso divertenti e colti episodi raccontati in ottava rima e in quartine di ottonari. Un lavoro che condivide un immaginario con lo spettatore, per poi rovesciarlo e infine straniarlo.

ore 20.30 Teatro Sybaris
carrozeria orfeo
Thanks for Vaselina (90’)
drammaturgia gabriele di luca
regia gabriele di luca, massimiliano setti, alessandro tedeschi

Mentre gli USA decidono di distruggere tutte le piantagioni di droga in Messico, Fil e Charlie tentano il colpaccio della loro vita: organizzare un grosso traffico di marijuana dall’Italia al Messico. Attraverso un linguaggio tra il quotidiano e il paradossale, una grottesca rappresentazione di esseri umani sconfitti e abbattuti. Storie di ordinaria follia dal sapore cinetelevisivo.

EVENTI PERFORMATIVI

giovedì 29 e venerdì 30 maggio – ore 12.00/13.00 e ore 17.00/18.00 | Castello Aragonese
“Quiet Room”/Effetto “Sub Mozart”- interazione Orff (15’)
a cura di Gianfranco De Franco ingresso ogni 15 minuti in gruppi di 10 spettatori
fuori abbonamento prenotazione obbligatoria

Un’ installazione sonora interattiva che trasforma i segnali/suoni/composizioni rendendoli inudibili per l’orecchio umano ma rimanendo percettibili dal cervello e da tutto il corpo. Il pubblico, attraverso lo strumentario Orff, è invitato liberamente a comunicare con i suoni che saranno registrati in diretta per comporre la colonna sonora di Primavera dei Teatri 2014.

sabato 31 maggio e domenica 1 giugno ore 12.00 e 18.00 | Castello Aragonese
Due tempi_studio secondo (15’) fuori abbonamento prenotazione obbligatoria
a cura di Three Minutes Ago
La percezione instabile e sensibile dello spettatore nei confronti di uno spazio, di un oggetto, di un materiale: l’oggetto in considerazione è il corpo di due performers nascosto tra gli strati di materiale. Lo spazio in questione richiama quel momento temporale che c’è tra gli ultimi attimi di buio nella notte e le prime luci e bagliori del mattino. Che cosa è disposto ad osservare lo spettatore? Cosa il suo occhio è in grado di percepire?

LABORATORI

27 – 31 maggio | Protoconvento
Laboratorio di scrittura drammaturgica
a cura di Michele Santeramo

Michele Santeramo, Premio Riccione per il Teatro 2011, conduce un laboratorio di scrittura volto alla condivisione di un metodo empirico per la scrittura di storie e per la loro definizione in scaletta. L’applicazione del metodo si sviluppa in varie fasi: descrizione fisica del personaggio; descrizione del contesto e di eventuali altri personaggi; azione; serie logica di domande e risposte; definizione di cinque snodi essenziali di racconto; scaletta; scrittura del dialogo; revisione del dialogo. Il percorso di laboratorio si concentrerà soprattutto nell’analisi, accompagnata da esercitazione pratica, delle ultime due fasi sopra descritte.

INCONTRI

giovedì 29 maggio ore 19.00 | Protoconvento
La drammaturgia di Antonio Tarantino
Un ritratto dell’autore a cura di Leonardo Mello
Antonio Tarantino si impone nel panorama teatrale nazionale all’età di cinquantacinque anni con il Premio Riccione per il teatro nel 1993 per Stabat Mater e La passione secondo Giovanni. Sstabat Mater viene portato in scena l’anno successivo da Chérif con Piera degli Esposti nel ruolo della protagonista, consacrando il successo di Tarantino. Ultimamente la sua scrittura si concentra sulla storia recente, come il conflitto arabo-israeliano e gli anni di piombo europei.

venerdì 30 maggio ore 19.00 | Protoconvento
Presentazione del progetto Quartier Théâtre (Belgio)
a cura di Centre du Théâtre Action, Compagnie des Mutants, Compagnie Maritime, Théâtre du Public.

Quartier Théâtre (La Louvière, Belgio) è uno spazio culturale democratico dove lavorano una serie di artisti e di professionisti provenienti prevalentemente dal settore teatrale. Sulla spinta della propria vocazione internazionale, le compagnie residenti raccontano il loro percorso per aprirsi a eventuali collaborazioni progettuali con chi condivide la stessa visione democratica e partecipativa della cultura.

domenica 1 giugno ore 19.00 | Protoconvento
Il Parco Nazionale del Pollino
Proiezioni, degustazioni e racconti dal Parco naturale più grande d’Italia.

BABY PARKING

28 maggio – 2 giugno dalle 20.00 alle 23.30
a cura di Ludoteca Batti5

Un servizio gratuito per gli spetta(geni)tori del festival che hanno la necessità di lasciare in custodia i propri bambini durante gli spettacoli serali, affidandoli ad operatori qualificati e  professionali.

DOPOFESTIVAL

28 maggio – 2 giugno | Castello Aragonese
a cura di Urban Theatre
Bar, musica, eventi performativi fino a notte fonda.

BIGLIETTI E INFO

biglietti e abbonamenti
Posto unico € 6,00
Ridotto (under 26 e over 66): € 5,00
Card 5 (5 ingressi): € 25,00
Card 5 ridotta: € 20,00
Card 13: € 60,00
Card 13 ridotta: € 50,00
Per gli spettacoli in Sala 14 è obbligatoria la prenotazione anche per i titolari di abbonamento Card 13.

eventi performativi
Posto unico € 5,00

laboratori > quote di iscrizione
Laboratorio di scrittura drammaturgica € 50,00

prevendita e botteghino
Castrovillari
Prenotazioni telefoniche: 349/8152240 > I biglietti dovranno essere ritirati entro 30 minuti dall’inizio dello spettacolo, pena la decadenza della prenotazione.
dal 28 maggio > Biglietteria del Protoconvento da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli

Cosenza
InPrimafila > via F. Alimena 4/b ore 09.30 – 13.00 / 16.30 – 19.30
Prevendita online www.inprimafila.net

uffici del festival
dal 27 maggio > Castello Aragonese: segreteria, centro prenotazioni, accrediti operatori e stampa, sala stampa.

///////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
PRIMAVERA DEI TEATRI 2MILA14
Direzione artistica e organizzativa Scena Verticale
via G. Pace, 50 87012 Castrovillari (CS) tel 0981 27734 tel/fax 0981 26783
www.primaveradeiteatri.it – info@scenaverticale.it