Into the garden/Nel Giardino workshop tecnica M. Chekhov. #sponsor

INTO THE GARDEN/ NEL GIARDINO
CHEKHOV & CHEKHOV
workshop tecnica Michael Chekhov
su testi di Anton Chekhov
Sabato 7 MARZO H 11-18
Domenica 8 MARZO H 11/18

Questo workshop è diretto ad attori professionisti che abbiano già
esperienza per quanto concerne il lavoro sul set o in ambito
teatrale.
Riserveremo altresì dei posti limitati per quegli attori più
giovani che sono all’inizio di tale percorso.

Vorrei utilizzare questo workshop come un risveglio, un risveglio del corpo e del talento, per tutti quegli attori coinvolti nello studio e che da tempo non si allenano e per tutti i nuovi, i neofiti, che vogliano tuffarsi nelle acque della tecnica.
Mi piacerebbe stavolta creare una serie di esercizi per gli attori
sfruttando gli elementi della tecnica, ma rielaborando le
modalità. Perché sento la necessità di cambiare forme e modi.
Il percorso didattico sarà incentrato su “Il Giardino dei ciliegi”
di A. Chekhov. Di cui si richiede una buona conoscenza.
Vale comunque l’affermazione seguente, usata per i precedenti workshop:
“Nella due giorni lavoreremo attraverso la pratica al fine di passare da una recitazione spinta, declamatoria, poco organica e poco sentita, ad un tipo di espressione più autentica e semplice. Sia essa sottile o grandiosa.Allenando il corpo a seguire gli impulsi, a lasciarsi andare e farsi vivo, presente, ricettivo.”
Cosa faremo in quei due giorni?
MATTINA.
Nelle ore mattutine sperimenteremo nelle forme più nuove e
disparate cosa accade mettendo insieme gli elementi della tecnica,
delle partiture o messe in scena o improvvisazioni strutturate ed
il bellissimo testo “chekhoviano”.
POMERIGGIO.
Nel pomeriggio continueremo il lavoro sull’opera: gli attori
saranno liberi di lavorare sul pezzo che avranno scelto ed
imparato a memoria.Sia in lavori di gruppo che singolarmente.
Il monologo scelto deve essere dichiarato al momento
dell’iscrizione e imparato a memoria. Dato il poco preavviso può
essere anche uno stralcio molto breve, ma ci aiuterà a lavorare
sul personaggio scelto.
ANALISI DEL TESTO
Ultimamente l’indagine, da esclusivamente pratica, si è spostata
anche nella zona dell’analisi, sempre seguendo l’esperienza degli
études russi del “Mchat”,il Teatro d’Arte di Mosca fondato da
Stanislavskij, in cui brillava la maestria dell’arte scenica di
Michael Chekhov.

Info pratiche:
Dove?
Sala dei Cantieri Scalzi
sita in Via Pistoia 1/C Roma (zona S.Giovanni)
Metro A: Re di Roma
Metro C: Lodi
Quando?
Sabato 7 e Domenica 8 Marzo 2020
Sabato H 11-18 (con pausa pranzo)
Domenica H 11/18 (con pausa pranzo)
Entro quando iscriversi?
Giovedì 5 Marzo 2020
Quanto costa e come iscriversi?LAST MINUTE PRICE!!!
Poiché stavolta il preavviso è stato così poco, e vista la voglia
di alcuni attori di partecipare, vorrei abbassare il costo del
workshop:
-60€ per chi ha già frequentato questo Studio
-70€ per tutti gli altri (+5€ di tessera associativa per chi non
l’ha fatta nel 2019).
ULTERIORE PROMOZIONE
-passa-parola/ chi porta un partecipante ha uno sconto di 10€ sul prezzo
Per iscriversi è necessario versare la caparra di 30€ a mezzo
bonifico.
Intestato a: “Idee In Movimento. Ass.di Prom. Soc.”
IBAN: IT95Y0895139140000000359846
Causale: “quota associativa workshop MARZO”
Il workshop parte con un minimo di 8 partecipanti, i posti sono
limitati (12 partecipanti max).
Per info ed approfondimenti:
palestramc@gmail.com 3474429030
www.michaelchekhovroma.it
Francesca Tomassoni
———————————
Risultati previsti
Al termine del workshop sarete in grado di piangere, ridere,
essere tristi o arrabbiati, provare paura, sentire il cuore come
un blocco di ghiaccio o un’atmosfera di pericolo, vi sentirete
innamorati, allegri, vittoriosi o qualunque compito richieda il
copione, il personaggio, il provino che state preparando o le
prove a teatro. Senza passare per una dimensione psicologica/
individuale e quindi uscendone istantaneamente e privi di
inquinamento per il livello emozionale. Sarete invece pieni di
energia creativa.
Acquisizione di abilità specifiche
# Trovare la propria libertà nell’esprimersi in scena
# Accedere allo stato creativo, attingere al proprio talento ed
alla propria energia
#Allenare la capacità di stare nel corpo, di essere nel qui ed
ora.
#Poter abitare un’emozione senza implicazioni psicologiche
#Lavorare sulle scene e sui personaggi proposti
#Abbandonare la declamazione a favore di credibilità e naturalezza
( feeling of beauty)
#Abbandonare la troppa tensione in scena, lavorando rilassati
( feeling of ease)
#Poter preparare un provino, un personaggio, uno spettacolo a
partire dagli elementi della tecnica acquisiti durante il lavoro
Da chi è tenuto questo workshop?
Francesca Tomassoni, attrice e docente di teatro,rappresentante

italiana, per quanto riguarda la tecnica Chekhov, accreditata dal “Michael Chekhov Acting Studio” di New York. Tiene una palestra per attori basata su questo metodo. Si diploma alla “Scuola d’Arte drammatica Paolo Grassi” di Milano nel 2001. Studia inoltre con Motus, Lenard Petit del “Michail Chekhov Acting Studio” di New York, Carlo Boso, Emma Dante, Giovanna Marini, Anton Milenin, Serena Sinigaglia, Gabriele Vacis,Danio Manfredini, Odin Teatret. Dopo il diploma e per cinque anni segue il regista e pedagogo russo Anton Milenin, alternando il lavoro in questa compagnia con i primi lavori a teatro da scritturata, successivamente lavora in varie commedie su grande e piccolo schermo.
Dal 2007 aveva inoltre iniziato la sua professione di docente affiancando in progetti di formazione per attori alcuni professionisti, esordendo in una regia sull ‘Antigone a cura di Giovanna Marini.In seguito crea i suoi propri corsi ed inizia a collaborare con varie scuole di teatro di Roma, Milano, Madrid e Sevilla per l’insegnamento della tecnica M. Chekhov (dal 2011).
Credits
“Tu stesso ti devi formare nella recitazione, ma M. Chekhov ti
darà gli strumenti necessari. E per me il “gesto psicologico” ed i
“centri immaginari” sono estremamente preziosi,funzionano
perfettamente. Li ho usati in tutto il corso della mia carriera e
ancora li uso”. Clint Eastwood
“C’è sempre questa necessità di continuare a crescere, di
espansione. E per me la tecnica M. Chekhov è la più completa” Jack
Nicholson
“Lincoln era l’uomo che amavo di più ai tempi della scuola, ora
quell’uomo sei tu” Marilyn Monroe a Michael Chekhov

--------------------
Questo contenuto è stato creato da un utente. La redazione non ha nessuna responsabilità.   CLICCA QUI per sapere come pubblicare i tuoi annunci e comunicati su Teatro e Critica

Leggi tutti i comunicati pubblicati dagli utenti
--------------------

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here