L’Arlecchino Errante XXII° Masterclass Internazionale di (Nuova) Commedia dell’Arte. #sponsor

 

Anche quest’anno, ventun giorni di training intensivo riservati ai più coraggiosi. Anche quest’anno le metodologie sempre aggiornate di Claudia Contin Arlecchino e di Ferruccio Merisi, con i loro storici collaboratori, si incrociano con quelle di alcuni qualificati “maestri ospiti” per testimoniare la vitalità e la trasversalità della Commedia dell’Arte nei territori più attuali dell’arte dell’attore e dei suoi linguaggi emergenti.

Come sempre i maestri ospiti non rappresentano la Commedia dell’Arte, ma altri importanti fenomeni (di tradizione o d’avanguardia o di entrambe le dimensioni) del teatro mondiale, che con la Commedia dell’Arte condividono il senso del lavoro e della oggettività dei linguaggi.

Quest’anno è la volta del Teatro Russo contemporaneo, che nel Masterclass verrà rappresentato da Konstantin Raykin e da Andreij Tolshin.

Raykin è anima del Teatro Satirikon di Mosca e della Scuola Superiore di Arti Sceniche, mentre  Andrey Tolshin è un importante attore di cinema e teatro attualmente in forza al Teatro  Comico Accademico Akimov di San Pietroburgo e insegnante all’Istituto Statale di Cultura della stessa Città.

Il primo famosissimo in patria quanto poco conosciuto all’estero, offrirà, con due workshop distinti la propria visione della recitazione creativa, che sfocia in una poetica surreale, grottesca e gentile insieme, estremamente attuale ed efficace presso le nuove generazioni di pubblico.

Il secondo, che ha già all’attivo  diverse importanti frequentazioni in Europa e in America, si occuperà di un tema molto affascinante: il metodo Stanislavskij nella sua ancora poco conosciuta fase finale, la costruzione del personaggio dall’esterno, ovvero attraverso lo studio rigoroso e oggettivo del suo comportamento fisico.

Le lezioni con i Maestri russi occuperanno circa un terzo del programma del Masterclass. Il resto sarà come da tradizione dedicato allo studio e alla pratica della Commedia dell’Arte “made in Pordenone”. Una Commedia dell’Arte che rispetta i suoi reperti di tradizione e che al contempo è molto originale: nella la ricostruzione dei personaggi, messa in opera a partire dalle intuizioni inedite di Claudia Contin Arlecchino sul rapporto tra disegno del corpo e antropologie dei caratteri; nella precisione grammaticale e sintattica dei suoi linguaggi, messi a punto da Ferruccio Merisi, sia sul piano del corpo sia su quello della voce, che la rende simile e omologa ai teatri-danza di ogni latitudine o epoca (con una estensione inedita all’uso “danzato” della parola); nella capacità di raccogliere e intrecciare il meglio delle esperienze di Commedia dell’Arte moderne e contemporanee, anche questo a cura di Claudia Contin Arlecchino; e infine nel metodo di insegnamento, condiviso da tutta la Compagnia della Scuola Sperimentale dell’Attore, che consegna agli allievi il massimo di autonomia creativa nei successivi utilizzi e trasformazioni.

Il Master offre insomma una esperienza nella Commedia dell’Arte che diventa ambito di conoscenza e terreno di esercitazione per il lavoro dell’attore in generale, e non solo per l’arte comico/grottesca con la maschera.

La struttura del le tre settimane de “L’Arlecchino Errante Masterclass” è molto semplice: il primo periodo di lavoro, dopo due giornate di training propedeutico, è affidato a Claudia Contin Arlecchino; il secondo, preparato da due giornate con Ferruccio Merisi, è condotto da Andreij Tolshin; il terzo e ultimo è a cura di Ferruccio Merisi. Konstantin Raikin gestirà invece le sue due giornate speciali a ridosso della conclusione del Masterclass.

Ci si può iscrivere a tutto il percorso di tre settimane, dal 10 al 30 settembre 2018, oppure ai singoli workshop di Andreij Tolshin (4 giorni) e/o di Konstantin Raykin (2 giorni tra loro distinti).

Particolarmente intensa e particolare sarà la seconda di queste giornate con Raykin, prevista come un ritiro speciale full time nei gradevoli spazi di accoglienza e di “assaggio” di una nota cantina friulana.

L’Arlecchino Errante è anche un festival, ovvero un percorso di spettacoli, incontri, conferenze, concerti, video e cinema, che corre parallelamente al programma didattico e si pone, sia per i partecipanti al Master sia ovviamente per i pubblico generico, come un piacevole e circostanziato approfondimento del tema annunciato.

Quest’anno, per il tema Teatri dell’Orso: incontri con il teatro russo, spiccano tra gli altri gli spettacoli del Teatro Satirikon di Konstantin Raykin, del Teatro Bryantsev di San Pietroburgo, del Teatro Vampilov di Irkutsk, insieme al lavoro di strada di Karen Vardanian e di Evgenij Koshevski.

Ci sarà anche una rappresentanza italiana di spettacoli di ricerca basati su autori russi.

Il programma completo sarà disponibile alla fine di agosto.

Tutte le informazioni si possono richiedere a mesterclass@arlecchinoerrante.com, riferimento di contatto dell’omonimo sito dedicato www.arlecchinoerrante.com/.

Al medesimo indirizzo si possono trovare le notizie circa le modalità di iscrizione, le opportunità  per l’alloggio, l’offerta di borse di studio e altre opportunità e facilitazioni.

--------------------
Questo contenuto è stato creato da un utente. La redazione non ha nessuna responsabilità.   CLICCA QUI per sapere come pubblicare i tuoi annunci e comunicati su Teatro e Critica

Leggi tutti i comunicati pubblicati dagli utenti
--------------------