Teatro a scuola: le indicazioni del MIUR

Teatro a scuola: qui il comunicato stampa e il pdf contenente le “Indicazioni strategiche per l’utilizzo didattico delle attività teatrali”

Il Teatro entra nell’offerta formativa, presentate le Linee guida
Faraone: “Con la Buona Scuola inversione di tendenza importante”

Sensibilizzare i ragazzi ai valori educativi e culturali del Teatro, fornire alle scuole indicazioni concrete per introdurre l’attività teatrale in modo stabile nella didattica, portare a sistema e rendere organiche le buone pratiche già diffuse in molti istituti su un tema fondamentale per l’identità culturale italiana.

Con la Buona Scuola, il Teatro entra definitivamente a far parte dell’offerta didattica delle scuole italiane di ogni ordine e grado ed ottiene piena cittadinanza nel bagaglio formativo dei nostri studenti. Le Indicazioni strategiche per l’utilizzo didattico delle attività teatrali per l’anno scolastico 2016/2017, presentate questa mattina dal Sottosegretario Davide Faraone, fanno uscire l’attività teatrale nelle scuole dal campo della sperimentazione estemporanea per diventare esperienza curricolare a tutti gli effetti. L’obiettivo è creare le condizioni per soddisfare il diritto di tutti alla cultura artistica.

“L’Italia può e deve ripartire dalle sue due risorse più grandi: il suo capitale umano e il suo patrimonio artistico e culturale, riconosciuto e ammirato in tutto il mondo – ha dichiarato Faraone -. Per questo oggi, in occasione della prossima Giornata Mondiale del Teatro, sono stato felice di premiare i vincitori del concorso ‘Scrivere il Teatro’ e di presentare le Linee guida del Miur davanti a una platea gremita di studenti e artisti. Grazie alla Buona Scuola il teatro diventa materia curriculare e non prologo alla ricreazione o insegnamento di serie B, come è stato in passato. È un’inversione di tendenza importante che i ragazzi e le ragazze hanno accolto con entusiasmo e passione: questo ci conferma che siamo sulla buona strada per un domani di crescita e sviluppo”.

La presentazione delle Indicazioni strategiche, svoltasi oggi al Teatro Vascello di Roma, avviene in vista della Giornata Mondiale del Teatro del 27 marzo. Per l’occasione, sono state premiate le scuole vincitrici del concorso “Scrivere il Teatro”, bandito dal Miur e dal Centro Italiano dell'”International Theatre Institute”: il Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Sora (FR); l’I.C. “Leonardo da Vinci” di Cesano Boscone (MI); l’I.C. “De Amicis” di Succivo (CE); il Liceo Artistico “Ciardo Pellegrino” di Lecce.

scarica il pdf

Teatro e Critica organizza da anni workshop e seminari di visione, discussione e critica all’interno di stagioni teatrali, università, scuole e festival, contattaci per organizzare un percorso di visione nelle scuole superiori. Scrivi a info.kleis@gmail.com

info: www.istruzione.it

Ogni giorno Teatro e Critica seleziona le migliori news, opportunità lavorative e di formazione e le propone ai suoi lettori in forma totalmente gratuita e immediata. È un lavoro quotidiano che svolgiamo da più di 10 anni grazie al quale tanti professionisti hanno partecipato a importanti provini, bandi o percorsi di formazione.
Se pensi che tutto questo sia utile, che ne dici di sostenerci con un piccolo contributo che ci permetta di mantenere gratuita e aperta la sezione Opportunità!?

1 COMMENT

  1. Il Teatro era già entrato nella scuola, al pari di tutte le altre materie, insieme alla Musica e alla Danza, e ce lo aveva portato il Prof. Mariano Aprea, docente, filosofo, musicista, attore, regista e drammaturgo, ma il Ministero, malgrado avesse dato la sua autorizzazione poi non lo ha sostenuto né formalmente né economicamente. E’ stato il classico italiota armiamoci e partite. Le due sezioni sono sopravvissute otto anni grazie all’impegno personale del Prof. Aprea e di chi lo ha aiutato credendo nel progetto. I ragazzi che si sono diplomati in quelle sezioni hanno tutti una marcia in più.
    Le “indicazioni” al Ministero c’erano già tutte nel progetto di Aprea, come pure la sperimentazione. Bastava solo approfittarne. Ma come sempre in Italia senza appoggi politici non si va da nessuna parte, nemmeno chi la buona scuola la pratica senza che nessuno surrettiziamente glielo imponga.
    Per saperne di più andate a leggete la storia delle due sezioni del Liceo Azzarita di Roma dedicate alle Arti e allo Spettacolo raccontata a pagina 46 del magazine Dance&Culture http://www.danceandculture.it/magazine.php?ID=00006

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here