Alice nel paese del teatro. Programma Festival per bambini

FESTIVAL
Alice nel paese del teatro

Un Festival di spettacoli e laboratori teatrali estivi per bambini

Pescasseroli 3 – 9 agosto

Calendario spettacoli

Pescasseroli  Piazza Duca degli Abruzzi


4 agosto ore 21

“I MUSICANTI DI BREMA”

Di e con Paolo Capodacqua e Mario Fracassi

Canzoni e musiche originali di Paolo Capodacqua

Scene e costumi Wally Di Luzio e Antonella Di Camillo

Regia Mario Fracassi

In scena un attore e un musicista, ad animare, con canzoni, musiche, suoni, parole, oggetti,  figure e… con l’aiuto del pubblico la celebre favola dei Fratelli Grimm. La Storia di un asino, un cane, un gatto e un gallo, i quali, dopo una vita di stenti, fatiche e soprusi, si incontrano casualmente e insieme tentano di arrivare alla città di Brema…

Tratto dalla celebre favola dei Fratelli Grimm, lo spettacolo racconta la storia di quattro animali: un asino, un cane, un gatto e un gallo, i quali, dopo una vita di stenti, fatiche e soprusi, si incontrano casualmente e insieme tentano di arrivare alla città di Brema per entrare a far parte della banda musicale cittadina.  Il cammino verso Brema, però, si rivelerà pieno di insidie e così i quattro amici si troveranno ad affrontare gli ostacoli e le sorprese riservate loro dal destino. In scena un attore e un musicista, ad animare, con canzoni, suoni, parole, oggetti e… con l’aiuto del pubblico, la storia fantastica dei quattro animali. La solitudine, l’amicizia, la speranza, la solidarietà sono i valori alla base di questo viaggio rocambolesco e ricco di colpi di scena, un viaggio immaginario che è anche viaggio interiore raccontato con le canzoni di Paolo Capodacqua e la narrazione di Mario Fracassi.


 

5 agosto ore 21

“LA CENERENTOLA”

dai F.lli Grimm

con Flavia Valoppi e Germana Rossi

canzoni e musiche dal vivo Germana Rossi

regia Mario Fracassi

Cenerentola, dopo la scomparsa della madre, vive nel proprio castello ridotta a fare da serva alla matrigna e alle due brutte e cattive sorellastre. Un bel giorno arriva il dispaccio reale per cui tutte le ragazze da marito sono invitate alla festa in onore del matrimonio del principe…”La Cenerentola” è la storia di tutti i bambini costretti a crescere indesiderati in situazioni apparentemente ordinate: di come essi possano conservare malgrado tutto il loro desiderio d’amore o la loro speranza nella felicità. E’ uno spettacolo dove le due interpreti, attraverso la semplice suggestione delle parole e del silenzio, il gioco del suono del violino, della fisarmonica, del fuoco che scoppietta, della spazzola che pulisce il pavimento e del pianto dei piedi delle sorellastre costretti a strizzarsi dentro una scarpa troppo piccola, riusciranno a ribaltare la realtà e ad abolire spazio e tempo. Ci incanta la gestualità dello spettacolo consumato in una assoluta vicinanza con il pubblico, il racconto si fa tutt’uno col corpo dell’attrice che rappresenta attraverso forme visibili l’azione immaginaria. Ma lo spettacolo è anche un ritorno all’origine della Fiaba domestica per Bambini dei fratelli Grimm, alla sua integrità e interezza, alla sua radicalità espressiva. “Misurata ed efficace, nella sua semplicità calcolata, […] la trasposizione per attore e musicista della celeberrima fiaba di Cenerentola con la brava Flavia Valoppi accompagnata dalla voce e dal violino di Germana Rossi” (Mario Bianchi, Eolo – Rivista di Teatro Ragazzi in Recensioni)


5 agosto ore 22,30

“TRA LE RIGHE”

alla scoperta di altro da sé

Concerto-spettacolo di Francesco Sportelli

Oltre i primi significati.

Scoprire quello che di nuovo c’è: come una lente di ingrandimento che entra negli spazi, li dilata e trova nuove visioniOltre il punto di vista. Cambiare ogni volta che si muove l’orizzonte: come un esploratore che si fa largo tra la vegetazione di una foresta e scopre nuovi paesaggi Oltre quello che è. Così come sempre è stato: come una vecchia filastrocca che cambia con le generazioni che le passano dentro e nasce di nuovo Tra le righe viaggia. Oltre: alla scoperta di altro da sé…

TRA LE RIGHE è un concerto-spettacolo scritto da Francesco Sportelli e Alessia Tabacco

Canzoni, letture tratte dalle opere dei massimi esponenti della narrativa contemporanea e una scenografia che prende in prestito le opere dell’arte visiva e della fotografia moderna, rappresentano gli strumenti comunicativi di questo spettacolo semplice e completo che utilizza tutti i linguaggi dell’arte per creare un’atmosfera delicata e suggestiva, ricca di spunti di riflessione e di energia positiva e creativa. Le canzoni sono tratte dal repertorio originale dell’artista Francesco Sportelli e da quello di altri cantautori noti al pubblico, eseguite con un’attenzione particolare alle suggestioni musicali portate al pubblico con originalità  La musica e la storia di Francesco Sportelli incrociano le opere di artisti della letteratura, del teatro, del cinema e della pittura che vengono lette, interpretate e fatte conoscere al pubblico.  Eduardo De Filippo, Giorgio Gaber, Marc Chagall, Alessandro Baricco, Fernando Pessoa, Giovanni XXIII, Albert Einstein, Lewis Carroll, Erri De Luca, Roberto Benigni, Charles Chaplin, Massimo Troisi… Questi ed altri i protagonisti che influenzano un audace ed eclettico percorso artistico-musicale per andare oltre la superficie e conoscere gli spazi immensi che si aprono tra le righe del quotidiano.


6 agosto ore 21

“LA BELLA ADDORMENTATA”

con Flavia Valoppi e Alessio Tessitore

drammaturgia Mario Fracassi, Flavia Valoppi, Alessio Tessitore

regia Mario Fracassi

Tutti gli abitanti del castello attendono con ansia la notizia…ognuno  si pronuncia sul rimedio che il Re ela Regina devono adottare: cuochi, dottori, maniscalchi, dame, ladri e finalmente la fata buona che compie la magia: nasce la tanto attesa principessina. Per celebrare il battesimo, il Re e la Regina invitano tutte le fate del regno affinché le facciano da madrina. Ognuna dona qualcosa alla neonata: la bellezza, la saggezza, il talento musicale. Ma sopraggiunge una fata cattiva, non invitata alla festa che, per vendicarsi dell’onta, dona alla bambina una maledizione:  “La figlia del re si pungerà con un fuso e cadrà a terra morta”. Per fortuna un’ultima fata riuscirà a tramutare il terribile sortilegio in un sonno lungo cent’anni e dal sogno, la principessa, verrà svegliata dal bacio di un principe.


7 agosto ore 21

Tieffeu di Perugia

“GLI ANIMALI SALVANO IL MONDO”

Spettacolo di figure, attori e immagini di Mario Mirabassi

 con Caroline Baglioni, Paride Cardinali, Samuel Salomone

musiche di Mirco Bonucci e Lorenzo Lotito

immagini di Filippo Micciarelli

Regia di Mario Mirabassi

Lo spettacolo propone una storia ancora molto attuale perché parla di Pace in un mondo è ancora in balia di molte guerre. E’ una storia di Animali e di Uomini, a tratti delicata, buffa e paradossale, comunque divertente e frizzante.  E’ uno spettacolo di grandi dimensioni da palcoscenico, allestito anche per arene estive.  Lo spettacolo mette in scena grandi figure e maschere tipiche dello stile dei Mirabassi, le Figure  agiscono insieme agli attori in un apparato scenografico di grande effetto visivo che viene esaltato  dall’uso di immagini proiettate. Usa musiche originali e canzoni appositamente composte. Pensato  per un pubblico di bambini, ma è anche molto apprezzato dagli adulti.  Il testo è stato realizzato da Mario Mirabassi ispirandosi al famoso autore Erick Kastner “La  Conferenza degli Animali” scritto nel 1949 (più volte ripubblicato) e liberamente tratto dal film  “Animals united 3D”, che ha riscosso un grande successo a livello mondiale.

Gli Animali vedendo gli uomini fare continuamente le guerre ed assistendo alla rovina del nostro pianeta, decisero di intervenire direttamente, soprattutto per salvare i Bambini. Organizzarono così  una loro Conferenza di Pace…..perché gli uomini parlano parlano da sempre di Pace ma non  riescono a combinare mai un bel niente….Intervennero proprio tutti gli animali provenienti da varie  parti del mondo…c’era l’ Elefante, il Leone, il Gallo ma anche le Cicogne e i Fenicotteri, il Gufo e il  Topolino… Tutti si incontrarono nel grande grattacielo degli animali e lì incominciarono a cercare  soluzioni per mettere fine a tutte le guerre. Fuori dal luogo della Conferenza, altri animali erano  impegnati a proteggere i bambini e a condurre azioni di disturbo dei disegni bellicosi dei Potenti .  Dopo discussioni e confronti animati, finalmente riuscirono a far firmare un vero trattato di Pace ai  Generalissimi e ai Capi di stato….La guerra era stata sconfitta, i Bambini erano salvi e soprattutto era  salvo il nostro pianeta…..Così tutti festeggiarono la Pace raggiunta.


8 agosto ore 21 

Teatro Photlac

“DIRETTORI D’ORCHESTRA”

La magica fiaba delle quattro stagioni

con: Nathalie Mentha, Gaudi Tione Fanelli

Regia: Pino Di Buduo

Formano una strana coppia questi due musicisti mentre provano “Le quattro stagioni” di Vivaldi. Uniti da un’amicizia tenera ma turbolenta, ne fanno di tutti i colori: litigano, fanno a pugni, si riconciliano, si fanno scherzi a vicenda, ma dividono anche la fame e in fin dei conti l’ultimo biscotto. E quando poi incontreranno un fantasma…come se la caveranno? Lo vedrete! Scene comiche, tragiche e a volte assurde si susseguono con ritmo frenetico, ricordandoci il gioioso mondo degli artisti di varietà dove spesso l’allegra disinvoltura è molto vicina alla miseria. Lo spettacolo per la sua ricchezza di situazioni buffe e curiose, per il ritmo e i diversi livelli di associazione è adatto ad un pubblico di bambini dai 3 anni in poi come per un pubblico adulto che lo vedrà in modo diverso ma non meno divertito.


9 agosto ore 21

La Bottega Del Teatro

“Pullecenella Cetrulo”

Con Peppe Romano – Pierluigi Tortora

Regia di Pierluigi Tortora

Michelangelo e Coviello sono due comici della Commedia dell’arte.

Essi raccontano la storia di Pulcinella e Colombina,da sempre innamorati ed allo stesso tempo contrastati. Pulcinella nel suo cammino incontra il Podestà,figura molto austera che gli chiederà se Carnevale abbia parlato male di lui,poi un monaco che lo confesserà dandogli però tante mazzate,ed ancora un oste imbroglione,un dottore tedesco,un capitano spagnolo, e la morte che gli chiederà di raggiungerlo nel suo mondo. Alla fine Michelangelo togliendosi la maschera,dirà a Coviello che forse quando non ci sarà più Pulcinella non ci sarà più il mondo. Metafora forte per significar che senza sogni,davvero non c’è presente,né futuro. PULLECENELLA CETRULO è uno spettacolo divertente ,dove i due attori con la tecnica della commedia dell’arte,coinvolgeranno i bambini nello svolgimento stesso dello spettacolo,facendoli diventare protagonisti attivi. Molti cambi di costumi,personaggi,e voci,renderanno divertente ed appassionante la storia,lasciando nei giovani spettatori il ricordo di una indimenticabile esperienza.

LABORATORI

1) Laboratorio di Arti Sceniche: “ALICE” E- STATE IN SCENA

“ALICE” E- STATE IN SCENA  è un Laboratorio Teatrale estivo a cura degli animatori dell’Accademia del Teatro Ragazzi e dell’Animazione del FLORIAN.” .

 

2) Laboratorio manipolativo OFFICINA TEATRALE DI ALICELaboratorio creativo-manipolativo a cura degli animatori dell’Accademia del Teatro Ragazzi e dell’Animazione del FLORIAN dove basta poco per creare.

3) Laboratorio di scrittura creativa   PAROLE DI ALICE PER GIOCARE

 

Laboratorio di scrittura creativa a cura degli animatori dell’Accademia del Teatro Ragazzi e dell’Animazione del FLORIAN dove giocare con le parole

4) Letture animate in piazza “ALICE NEL PAESE DELLE STORIE”

Viaggio nell’universo creativo della letteratura per l’infanzia da Rodari a Tognolini alla ricerca delle chiavi d’accesso al mondo della fantasia nascosto in ognuno di noi. Seguendo il percorso tracciato “dai maestri della creazione letteraria”, e utilizzando le più svariate tecniche dell’invenzione, durante gli incontri si giocherà, insieme agli attori, ad interpretare, inventare, sbagliare e rifare le storie. Quelle già esistenti e quelle ancora da scoprire. Nella consapevolezza, sempre viva in di potere trovare una favola dentro ad ogni cosa.

E infine,

SABATO 9 “CIRCO MATTO – Bambini in Festa”.

Al termine dei laboratori, i gruppi di ragazzi coinvolti, faranno confluire tutto il loro lavoro all’interno di un unico evento non solo teatrale da allestire all’interno del centro storico. Una festa teatrale, in cui i ragazzi coinvolti nel laboratorio presenteranno le loro produzioni spettacolari e artistiche, una festa, dove predisporre spazi attrezzati per mostre e installazioni, dove incontrarsi e stare insieme, bambini e adulti,nel segno della creatività.

- Tutta la città   sarà trasformata in un teatro grazie ad allestimenti e scene ricreati per l’occasione