Tevere Teatro Festival ( 19 giugno- 8 agosto 2014)

TEVERE TEATRO FESTIVAL
19 GIUGNO 8 AGOSTO 2014
ROMA

19 GIUGNO 2014

Compagnia Moona’s brò
Luna Elettrica
di Lucia Nicolini e Federico Palmieri – Regia di Federico Palmieri

La storia di un incontro tra due anime ristrette ai margini, dove sensi i colpa per un terribile segreto si sposano con violenti attacchi di panico, dando vita a una commedia dove l’unico modo di comunicare è “mandarsi a quel paese”. Due anime dannate si esorcizzeranno attraverso la comprensione reciproca. Una lampada diventerà una romantica luna in una versione underground de “La Bella e la Bestia”.

21 GIUGNO 2014

Compagnia I Gitani dell’anima
Charlie
di Antonio La Rosa e Fabrizio Stefan – Regia di Antonio La Rosa e Fabrizio Stefan

Charlie è un giovane “attendente” di un manager super indaffarato che si ritrova protagonista, vittima e testimone della sconsiderata vita del proprio capo e dei vari personaggi che ruotano intorno a lui. Si tratta di un insieme di storie che mettono a nudo alcune debolezze e stili di vita di una società moderna e frenetica, dando modo allo spettatore di ridere e meditare allo stesso tempo sui valori umani e sulle abitudini malsane.

26 GIUGNO 2014

Piattaforma Interazione Scenica
Nell’oceano il mondo [RECENSIONE] di Andrea Ciommiento – Regia di Andrea Ciommiento

Il mondo viene travolto da internet trascinando con sé le nuove generazioni in un oceano senza confini. Masse di teenagers si accalcano sul battello di un Caronte digitale che “batte coi remi chiunque s’adagi”. Fausto è il protagonista di un viaggio oltreoceano. Dialoga con i vizi che lo abitano e si diverte. Sedotto dalle persone e dalle fantasie di un intero continente: abitudini alimentari e spirituali, college party e scoperte web offerti dagli USA fino a rivelare un’ossessione che il giovane italiano nasconde tra i versi di Dante e l’Inferno, insegnati a scuola.

3 LUGLIO 2014

Compagnia Iposcenio
Divinamente single
di Sasà Russo – Regia di Sasà Russo

A casa della divina Sandra, il maggiordomo Zerbino e lo psicologo di fiducia, il dott. Sugar, tentano disperatamente di trovare la giusta linea guida per sradicare la bizzarra donna dallo stato di singletudine nel quale ha riposto la sua eccentrica esistenza. Attraverso confessioni varie, stravaganti teorie e tesi fallimentari, si cercherà di capire le cause di questo divino status che la protagonista rivendica quotidianamente con vigore!

4 LUGLIO 2014

Compagnia Spazio Tre
Il Riso e le Lacrime di Roma – breve viaggio in compagnia del più grande poeta romanesco
Regia di di Maurizio Annesi

“Il Riso e le Lacrime di Roma” è un breve viaggio in compagnia del più grande poeta romanesco: Giuseppe Gioacchino Belli. Un susseguirsi di atmosfere in cui ambientare poesie e sonetti del celebre autore.

6 LUGLIO 2014

C.P.A. Progetto allenamento in collaborazione con Formiche di Vetro Teatro
Girogirotondo. Una girandola per la chat
di Luca Trezza – Regia di Luca Trezza

“Girogirotondo. Una girandolanda per la chat”… un meccanismo a orologeria che esplode. Partendo da un lavoro su musica, gli attori creano immagini e suggestioni, proiezioni di altri personaggi frutto dei loro desideri reconditi. In un mondo desolato di chat si racconta la storia,attraverso immagini oniriche, surreali, comiche e grottesche di un giovane signore e di una giovane signora e della loro impossibilità di incontrarsi. In un angolo di questa chat immaginaria, una prostituta incarna l’incomunicabilità, la corruzione della vita che passa, il sesso mercenario occasionale in stanze e ricariche dove donne piangono come bambini perché sono tutti qui “nikketti appesi in una giostra”.

17 LUGLIO 2014

Compagnia Bolero
Calici Di Tempo
di Patrizia Masi – Regia di Patrizia Masi

Lo spettacolo “Calici di Tempo” racconta il gioco conviviale del simposio, in cui ogni partecipante procede per associazioni di pensiero sul Tempo. Un gruppo di amici illuminati si ritrova ogni anno intorno a una tavola imbandita di delizie e vino, per gareggiare tra loro su un tema prestabilito. Un giocatore designato, detto “Custode”, conduce la seduta di gioco, descrive il mondo e lo spazio immaginario nel quale i giocatori si muovono, ognuno con il proprio ruolo assegnato, spaziando verbalmente o con un’azione scenica, tra pensieri, poesie, danze, musiche, provocazioni, sberleffi, creando un’interazione che abbraccia mente e corpo, emozioni e logica.

20 LUGLIO 2014

Il palco e la nota
A pesca di gloria
Regia di Maria Concetta Liotta – Vocal coach: Claudia Costantini

Siamo in un teatro, dove una regista-coreografa e una vocal coach stanno facendo i provini per una commedia musicale. Al termine della giornata e dopo una prima scrematura sono rimasti solo 4 attori per l’ultimo e decisivo provino per la parte. A questi attori si chiede anche una certa predisposizione al ballo e al canto ma, soprattutto, la disponibilità a denudarsi della loro maschera attoriale apparentemente sicura e brillante, per permettere alla regista e alla vocal coach di conoscere la loro personalità e la loro storia

24 LUGLIO 2014

Compagnia Redart
Santo il Barbone e Nero Carbone
di Alessia Baldini – Regia di Alessia Baldini

Una piazza come tante altre, simbolo d’unione e d’abbraccio, eppure immagine della diversità che fa innalzare la paura, generando distacco e allontanamento. Questo è “Santo il Barbone e Nero Carbone”, prima opera inedita della Redart, uno spettacolo che parla della storia dell’uomo attraverso quello che c’è stato prima di lui. Sentiremo parlare palazzi, fontane, lampioni con sembianze umane che ci faranno sentire lo scorrere della vita attraverso la loro staticità. Perché essere fermo non vuol dire per forza non vivere: quando hai delle radici che respirano, quando hai delle fondamenta solide e sostieni la vita, sei al mondo. Ed è nel ricordo di quel battito che tutto scorre e si rinnova.

31 LUGLIO 2014

Compagnia QuinteAttive
Interno 5 – difficile capire se è realtà o finzione
Adattamento e regia di Silvia Maria Vitale e Angela Pepi

Cosa accadrebbe se qualcuno abitasse la nostra casa quando noi non ci siamo e al nostro ritorno non ce ne accorgessimo?

Lui ha scelto di vivere così. Abitante silenzioso di case altrui: ogni notte dorme in un letto diverso, non siede mai alla stessa tavola, non apre mai la stessa porta. Lui non possiede nulla tranne se stesso e la sua solitudine. Lei, invece, si è rassegnata a vivere come abitante silenziosa della propria casa: dorme ogni notte nello stesso letto, siede sempre alla stessa tavola, apre sempre la stessa porta… costretta in una vita infelice condivisa con un uomo che non sa amarla. Un giorno, nel silenzio delle loro esistenze, queste anime si incontrano, facendo della vita la loro quotidianità in una dimensione priva di tempo e spazio, senza più distinguere se sia sogno o realtà.

3 AGOSTO 2014

Compagnia Biplano Teatro
Suite trasteverina
di Mauro Cristofani – Regia di Massimiliano Calabrese e Luca Proietti

“Suite trasteverina” è lo spettacolo da vedere in una bella sera d’estate con Roma come sfondo. La Compagnia Biplano Teatro ha messo insieme una serie di sketch esilaranti, che uniscono la comicità intramontabile dei grandi maestri romani (come Gigi Proietti e Carlo Verdone) con le risate irresistibili dell’umorismo giovane e contemporaneo.
Il filo conduttore delle gag sono tre ragazzi: Flavia, bellezza violenta e irascibile, Saverio, malefico genio dell’informatica, e Paolo, la cui dote migliore è quella di essere… normale. Riusciranno i nostri eroi a reggere la turbolenta vita romana?

6 AGOSTO 2014

Compagnia Skenexodia
Adina riposa al buio
di Luca Guerini – Regia di Luca Guerini

Adina dopo mesi di sofferenze, con molto coraggio, riesce a dire al padre di essere omosessuale e questi reagisce cacciandola per sempre da casa. La giovane, promettente neolaureata, inizia così una vita fatta di piccole gioie e soddisfazioni trovando riparo per l’inverno davanti alla serranda del supermercato dove lavora una commessa che inizierà a prendersi cura di lei…

7 AGOSTO 2014

Un fulmine a ciel sereno
di Paolo Macedonio e Alberto Lo Porto

“Una risata ci seppellirà” diceva qualcuno. Paolo Macedonio sembra rispondere con candida, imperturbabile disarmante poesia, “Una risata ci salverà!”. Scopriamo così di essere subito dalla sua parte, lo seguiamo nel racconto della sua fulminante esperienza che coinvolge, avvolge, travolge e lascia senza fiato. Come un fulmine a ciel sereno nasce dall’esigenza di raccontarsi, dall’impossibilità di essere normale, di essere soltanto uno

8 AGOSTO 2014

Cuore di mamma
di Daniela Dellavalle – Regia di Alessio Soro del Gado

Siamo nel reparto psichiatrico di un penitenziario giudiziario in uno di quei Paesi dove ancora la condanna a morte è l’unica punizione “lecita” per chi commette un reato grave. Mary ha appena ucciso suo padre e tentato di uccidere sua madre. Si ritrova ora costretta a parlare di sé, della sua vita, dei suoi pensieri più nascosti a una sconosciuta, una dottoressa che ha il compito di verificare la sua lucidità mentale. Ma lei non ci sta. Non è pazza. Il suo è solo odio. Odio che altro non è che il frutto di una società che ragiona a schemi, che impone, che costringe a fare delle rinunce. Odio di chi si è sentita amata in modo sbagliato, imperfetto. Mary è irriverente, seducente, impertinente, prova a destabilizzare quel microcosmo felice e imperturbabile di cui si avvolge la psichiatra. Donna imperscrutabile, altera, rappresentante di un’istituzione che non fa sconti, che non perdona. Anche lei, dunque, imperfetta. E poi c’è lei, la mamma. Una mamma che ha amato e continua ad amare nonostante tutto. Una mamma che non si arrende dinanzi alla sentenza spietata di chi ha già condannato sua figlia. Una mamma che cerca giustificazioni e amore, anche dove questo non è altro che imperfetto.

Tutte le info sul sito di Tevere Teatro Festival