Teatro in video. Rwanda94

Rwanda94 del collettivo teatrale belga Groupov, per Teatro in Video,6° appuntamento

RWANDA 94. Une tentative de réparation symbolique envers les morts à l’usage des vivants è un dramma in cinque atti realizzato dal collettivo teatrale belga Groupov con la regia di Marie-France Collard e Jacques Delcuvellerie. Anticipato come work in progress al Festival d’Avignone nel 1999, è stato presentato sui palcoscenici d’Europa per poi essere accolto nel 2004 in Rwanda, durante la commemorazione del decimo anniversario del genocidio.

Italy for Rwanda 1994-2004 è il progetto costruito intorno alla tournée italiana dello spettacolo in occasione del decennale del genocidio rwandese e realizzato da Teatri 90, rassegna di nuove realtà teatrali organizzata in quegli anni da Antonio Calbi al Teatro Franco Parenti di Milano in collaborazione con l’allora ETI. Rwanda 94 è un’opera fondata sull’integrazione dei più disparati mezzi di espressione che spaziano dal video, passando per la musica alla pittura; in continuità con la tradizione del teatro politico di Bertolt Brecht ed Erwin Piscator, lo spettacolo trasforma il dramma sociale del genocidio dei Tutsi in dramma teatrale e lo fa rivivere in scena. Non potendo analizzarlo nella sua interezza (la durata è di 6 ore circa) possiamo però consigliare la visione di alcuni dei momenti salienti, importanti dal punto di vista storico, antropologico e teatrale: la prima parte dello spettacolo chiamata Itsembabwōko (genocidio), in particolare il prologo della rescapée e scrittrice Yolande Mugakasana (min 5.40- 49) ; e Il Coro dei Morti che prende la parola ne La litania delle domande (1.22.50).

Lucia Medri
Twitter @LuciaMedri

Rwanda94 2-4 – Mwaramutse (salutation matinale, littéralement « as-tu passé la nuit ») – Groupov

Rwanda94 3-4 – Ubwoko (qui signifie plus ou moins « ethnie ») – Groupov

Rwanda94 4-4 – la Cantate de Bisesero – Groupov

 

Altri contenuti di TEATRO IN VIDEO

 

Teatro in video.

Grazie alla collaborazione di utenti e studiosi di tutto il mondo, YouTube sta diventando un grande archivio anche per le arti performative. Ogni domenica anticiperemo la visione di un filmato storico con un nostro breve testo di presentazione o accompagnamento. Lasciate i vostri commenti su questa nuova iniziativa e aiutateci a scovare preziose rarità.