Teatro della Pergola di Firenze. Stagione 2014-2015

TEATRO DELLA PERGOLA FONDAZIONE
STAGIONE 2014/2015
FIRENZE

24 ottobre/2 novembre
PRIMA NAZIONALE
Fondazione Teatro della Pergola
Gabriele Lavia
SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE
di Luigi Pirandello
con Lucia Lavia, Rosy Bonfiglio, Andrea Macaluso, Ludovica Apollonj Ghetti, Marta Pizzigallo, Michele De Maria, Giulia Gallone, Mario Pietramala, Giovanna Guida, Malvina Ruggiano, Luca Mascolo, Matteo Ramundo, Alessandro Baldinotti, Carlo Sciaccaluga, Massimiliano Aceti, Alessio Sardelli
pianoforte Maria Laura Caselli
violino Anna Scola
fisarmonica Daniele Biagini
scene Alessandro Camera
costumi Andrea Viotti
musiche Giordano Corapi
regia Gabriele Lavia

Nel 1948, dopo che la guerra aveva danneggiato il palcoscenico, la Pergola fu inaugurata nuovamente con i Sei personaggi. La regia era di Orazio Costa, con Tino Buazzelli nel ruolo del Padre e Rossella Falk in quello della Figliastra. Lo stesso testo aprirà ad ottobre la nuova Stagione della Pergola e il suo nuovo cammino produttivo, prima della tournée nei teatri italiani.
Manicomio! Manicomio! fu il grido degli spettatori che decretarono il fiasco della prima rappresentazione dello spettacolo al Teatro Valle di Roma nel maggio del 1921, Pirandello fuggì dall’ingresso sul retro del Teatro nel cosiddetto ‘vicolo dei gatti morti’, su una carrozzella che venne raggiunta dal lancio di monetine del pubblico indignato. Ma un grande successo incontrò nelle repliche di Parigi, Londra e New York.
Nel 1925 Pirandello stesso rimise in scena il suo testo e il pubblico questa volta ne decretò il trionfo.
Sei personaggi in cerca d’autore è probabilmente il testo di teatro più importante di tutti i tempi – dice Gabriele Lavia – Esso interroga il fondamento stesso del teatro: la contraddizione e la discordanza tra l’attore e il personaggio e l’impossibilità a fare dei due una sola unità. Ma dice Eraclito: “Da ciò che è più discorde, lo splendido accordo”.

4/9 novembre FUORI ABBONAMENTO
Compagnia Gli Ipocriti e REP/Gruppo Danny Rose
Pierfrancesco Favino
SERVO PER DUE
One Man, Two Guvnors
di Richard Bean
tratto da Il servitore di due padroni di Carlo Goldoni
tradotto e adattato da P. Favino, P. Sassanelli, M. Nissen, S. Solder
con gli attori del Gruppo DANNY ROSE
musiche eseguite dal vivo dall’orchestra MUSICA DA RIPOSTIGLIO
regia Pierfrancesco Favino e Paolo Sassanelli

11/16 novembre
Compagnia Orsini
Umberto Orsini
LA LEGGENDA DEL GRANDE INQUISITORE [RECENSIONE] da I fratelli Karamazov di Fedor Dostoevskij
drammaturgia Babina-Capuano-Orsini
con Leonardo Capuano
scene Federico Babina, Pietro Babina
costumi Gianluca Sbicca
musiche Alberto Fiori
soundesign Alessandro Saviozzi
video effects Miguel D’Errico
regia Pietro Babina

20/22 novembre
Fondazione Teatro della Pergola in collaborazione con Romaeuropa Festival 2014
Quaternaire presenta
Handspring Puppet Company
UBU AND THE TRUTH COMMISSION
ideato e diretto da William Kentridge
scritto da Jane Taylor
con i pupazzi di Adrian Kohler

Lo sforzo organizzativo e produttivo congiunto della Fondazione Teatro della Pergola e di Romaeuropa Festival porta a Firenze, a quasi un anno dalla morte di Nelson Mandela, il capolavoro anti-apartheid di William Kentridge Ubu and the Truth Commission.Spirito oscuro e sardonico, animazione spettacolare e inquietante, teatro di figura struggente e finemente dettagliato: questa è la quintessenza della collaborazione tra William Kentridge e Handspring Puppet Company.
Ubu and the Truth Commission unisce pupazzi, performance di attori, musica, animazione e documentari di repertorio. Lo spettacolo si basa sia sull’archivio storico delle audizioni davanti alla “Commissione per la verità e la riconciliazione” del Sudafrica (istituita nel 1996) che sulla figura drammatica di Ubu Re, un buffone licenzioso creato da Alfred Jarry. In questa produzione Pa Ubu rappresenta i numerosi strumenti di violenza dell’apartheid (poliziotti, assassini, spie e politici) per i quali la tortura, l’omicidio, il sesso e il cibo sono tutti elementi di un lordo appetito individuale.
L’azione drammatica ruota attorno al racconto metaforico di un tradimento coniugale. La tragicomica interpretazione di Ma delle assenze notturne di Pa ci introduce nella devastante complessità dell’apartheid. E sono proprio i pupazzi della Handspring Puppet Company che portano in scena le commoventi testimonianze rilasciate alla “Commissione per la verità e la riconciliazione”.
L’ideazione e la regia sono di William Kentridge, mentre Busi Zokufa e Dawid Minnaar interpretano Ma e Pa Ubu.
Ubu and the Truth Commission ha debuttato a Johannesburg il 26 maggio 1997 e la successiva tournée internazionale ha toccato, oltre all’Italia, il Belgio, la Repubblica Ceca, la Danimarca, la Franca, la Germania, i Paesi Bassi, la Novergia, la Svezia, la Svizzera, il Regno Unito e gli Stati Uniti.

2/7 dicembre
PRIMA NAZIONALE
Nuovo Teatro in collaborazione con Fondazione Teatro della Pergola
Stefano Accorsi
DECAMERONE
vizi, virtù, passioni
liberamente tratto dal Decameron di Giovanni Boccaccio
drammaturgia Maria Maglietta
scene e costumi Carlo Sala
disegno luci Luca Barbati
adattamento teatrale e regia Marco Baliani

9/14 dicembre
TodoModo Music All
Flavio Gismondi, Arianna Battilana, Federico Marignetti, Tania Tuccinardi
SPRING AWAKENING
tratto da Risveglio di Primavera
di Frank Wedekind
libretto e testi Steven Sater
musiche Duncan Sheik
e con Noemi Baiocchi, Paola Fareri, Renzo Guddemi, Vincenzo Leone, Chiara Marchetti, David Marzi, Albachiara Porcelli, Andrea Simonetti
con la partecipazione di Gianluca Ferrato e Francesca Gamba
coreografie Desirée Costanzo
direzione musicale Stefano Brondi
direzione artistica Pietro Contorno
regia Emanuele Gamba

16/21 dicembre
Oblomov Films Srl
Silvio Orlando
IL MERCANTE DI VENEZIA
di William Shakespeare
con la Popular Shakespeare Kompany
scene Carlo de Marino
costumi Sandra Cardini
luci Pasquale Mari
musiche originali Arturo Annecchino
regista assistente Nicoletta Robello
regia Valerio Binasco

6/11 gennaio
Fondazione Teatro Stabile di Torino/ERT Emilia Romagna Teatro Fondazione
Giuseppe Battiston
FALSTAFF
da William Shakespeare
regia e adattamento Andrea De Rosa

13/18 gennaio
Sicilia Teatro
Sebastiano Lo Monaco
Mariangela D’Abbraccio
Turi Moricca
DOPO IL SILENZIO
tratto da Liberi tutti di Pietro Grasso
di Francesco Niccolini e Margherita Rubino
scene Giacomo Tringali
costumi Cristina Da Rold, musiche Dario Arcidiacono, luci Luigi Ascione
interventi video Giacomo Verde
canti originali Carlo Muratori, coro Discantus diretto dal Maestro Salvo Sampieri
regia Alessio Pizzech

20/25 gennaio PRIMA NAZIONALE
Fondazione Teatro della Pergola/Nuovo Teatro
Vittoria Puccini
LA GATTA SUL TETTO CHE SCOTTA
di Tennessee Williams

27 gennaio/1 febbraio
Teatro Eliseo in collaborazione con Francesco Bellomo
Giuliana Lojodice
LA PROFESSIONE
DELLA SIGNORA WARREN
di George Bernard Shaw
regia Giancarlo Sepe

3/8 febbraio
Teatro dell’Elfo
IMPROVVISAMENTE L’ESTATE SCORSA
di Tennessee Williams
con Cristina Crippa, Elena Russo Arman, Cristian Giammarini, Corinna Agustoni, Marco Bonadei, Sara Borsarelli
scene Carlo Sala, costumi Ferdinando Bruni
luci Nando Frigerio suono Giuseppe Marzoli
regia Elio De Capitani

10/15 febbraio
Casanova Multimedia
Luca Barbareschi
CERCANDO SEGNALI D’AMORE NELL’UNIVERSO
di Luca Barbareschi
con Marco Zurzolo 5tet
regia Chiara Noschese

17/22 febbraio
Teatro dell’Archivolto
Claudio Bisio
FATHER AND SON
ispirato a Gli sdraiati e Breviario comico
di Michele Serra
scene e costumi Guido Fiorato
luci Aldo Mantovani
regia Giorgio Gallione

24 febbraio/1 marzo
Golden Art Production
Alessandro Haber
Alessio Boni
Francesco Bonomo
IL VISITATORE
di Eric-Emmanuel Schmitt
scene Carlo De Marino
costumi Sandra Cardini
musiche Arturo Annecchino
regia Valerio Binasco

4/8 marzo FUORI ABBONAMENTO
Teatri Uniti
Toni Servillo
Peppe Servillo
LA PAROLA CANTA
con i Solis String Quartet

10/15 marzo
Teatro Stabile dell’Umbria/Fondazione Brunello Cucinelli
Anna Maria Guarnieri
SINFONIA D’AUTUNNO
di Ingmar Bergman
con Valeria Milillo, Danilo Nigrelli, Silvia Salvatori
scene Alessandro Camera
regia Gabriele Lavia

17/22 marzo
Teatro de Gli Incamminati/CTB Teatro Stabile di Brescia
Franco Branciaroli
ENRICO IV
di Luigi Pirandello
con Melania Giglio, Giorgio Lanza, Antonio Zanoletti, Tommaso Cardarelli, Valentina Violo, Daniele Griggio
e con (in o.a.)Sebastiano Bottari, Andrea Carabelli, Pierpaolo D’Alessandro, Mattia Sartoni
scene e costumi Margherita Palli
luci Gigi Saccomandi
regia Franco Branciaroli

24/29 marzo
Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti
Fabrizio Gifuni
L’INGEGNER GADDA VA ALLA GUERRA [RECENSIONE] o della tragica istoria di Amleto Pirobutirro
un’idea di Fabrizio Gifuni
da Carlo Emilio Gadda e William Shakespeare
disegno luci Cesare Accetta
regia Giuseppe Bertolucci

7/17 aprile
Teatro Stabile di Genova
Eros Pagni
Tullio Solenghi
IL TARTUFO
di Molière
versione italiana Valerio Magrelli
con Marco Avogadro, Massimo Cagnina, Alberto Giusta, Barbara Moselli, Pier Luigi Pasino, Mariangeles Torres, Antonio Zavatteri, Gennaro Apicella, Elisabetta Mazzullo
scena e costumi Catherine Rankl
musiche Andrea Nicolini
luci Sandro Sussi
regia Marco Sciaccaluga

21/30 aprile
Teatro Franco Parenti
Filippo Timi
FAVOLA
C’era una volta una bambina. E dico c’era perché ora non c’è più.
uno spettacolo di e con Filippo Timi
con Lucia Mascino e Luca Pignagnoli

14/20 maggio PRIMA NAZIONALE
Fondazione Teatro della Pergola
Gabriele Lavia
VITA DI GALILEO
di Bertolt Brecht
e con Massimiliano Aceti, Alessandro Baldinotti, Pietro Biondi, Rosy Bonfiglio, Gianni De Lellis, Michele De Maria, Giulia Gallone, Ludovica Apollonj Ghetti, Giovanna Guida, Lucia Lavia, Andrea Macaluso, Mauro Mandolini, Mario Pietramala, Carlo Sciaccaluga
scene Alessandro Camera
costumi Andrea Viotti
musiche Giordano Corapi
regia Gabriele Lavia

Vita di Galileo è il capolavoro di B. Brecht. La domanda che pone l’Autore è:
Che cos’è la vita ?
La risposta è: l’essenza (la possibilità) della verità è la libertà.
La verità per l’uomo è la sola libera ricerca della verità.
La “notte” dell’uomo libero è sempre “chiara”.
Gabriele Lavia

21 e 22 giugno 2014, ore 21.15

Cortile del Museo Nazionale del Bargello
Fondazione Teatro della Pergola
LAVIA DICE LEOPARDI
di e con Gabriele Lavia

Lavia ‘dice Leopardi’: dice, perché non legge né interpreta, ma riversa sul pubblico, in un modo assolutamente personale nella forma e nella sostanza, le più intense liriche leopardiane, da A Silvia a Passero solitario, dal Canto notturno di un pastore errante dell’Asia a La sera del dì di festa. Leopardi soggiornò a Pisa nove mesi fra il 1827 e il 1828, dove sembrò rinascere, e ritrovare un equilibrio che lo portò a stemperare di nuovo nella dolcezza dell’intuizione poetica il disincanto e l’amarezza delle Operette morali. L’attore e regista milanese vuole rendere omaggio al poeta, al suo soggiorno pisano, a quella sua nuova voglia di sondare la parola e il suono in un momento della sua esistenza che si tramutò in esaltante creatività artistica. “Le poesie di Leopardi sono talmente belle e profonde che basta pronunciarne il suono, non ci vuole altro. Da ragazzo volli impararle a memoria, per averle sempre con me. Da quel momento non ho mai smesso di dirle. Per me dire Leopardi a una platea significa vivere una straordinaria ed estenuante esperienza. Anche se per tutto il tempo dello spettacolo rimango praticamente immobile, ripercorrere quei versi e quel pensiero equivale per me a fare una maratona restando fermo sul posto”.

Tutte le info sul sito della Fondazione Teatro della Pergola

Comments
  • Paolo 22 maggio 2014 at 12:44

    L’impronta di Lavia resta un po’ paludata (aprire con i “Sei personaggi”, dopo aver fatto negli ultimi due anni “Tutto pe rbene” e “La trappola”, rasenta la monomaniacalità) e mi sembra non animata da particolare furore innovativo (Pirandello, Moliere, Shaw, Williams…). Vedremo.

  • Marco 22 giugno 2014 at 14:45

    Il Guaio, caro Paolo, è che non si lascia spazio a chi ha idee……

  • Threaded commenting powered by interconnect/it code.