Programma Roma Fringe Festival 2013 (15 giugno-14 luglio)

PROGRAMMA ROMA FRINGE FESTIVAL® 2013
VILLA MERCEDE – ROMA
15 GIUGNO – 14 LUGLIO 2013

Sabato 15 giugno
21.30 FESTA D’APERTURA: serata Gazebo con Diego Bianchi #Zoro #Gazebo

Domenica 16 giugno
20.30: A: #Tessuto B: Anna e altre Storie C :Oscillazioni
22.00: A: Frammenti di dolore B: Il Venditore di attimi C: Suite
23.30: A: începe B: Hamelin C:Testaccio Spara

Lunedì 17 giugno
20.30: A: Futuri Voli B: The Oyster Boy C:Testaccio Spara
22.00: A: #Tessuto B: Hamelin C: Gedeone
23.30: A: Frammenti di dolore B: Sirene C: Suite

Martedì 18 giugno
20.30: A: Frammenti di dolore B: Hamelin C: Suite
22.00: A: Sudo a fermo B: Quarto Movimento C: Il tempo e la stanza
23.30: A: #Tessuto B: Anna e altre Storie C: Oscillazioni

Mercoledì 19 giugno
20.30: A: începe B: Quarto Movimento C: Gedeone
22.00: A: No B: Sirene C: Ah l’amore l’amore
23.30: A: Sudo a fermo B: Il Venditore di attimi C: Il tempo e la stanza

Giovedì 20 giugno
20.30: A: Sudo a fermo B: Sirene C: Ah l’amore l’amore
22.00: A: Futuri Voli B: The oyster boy C: Oscillazioni
23.30: A: No B: Quarto Movimento C: Gedeone

Venerdì 21 giugno
20.30: A: No B: Il Venditore di attimi C: Il tempo e la stanza
22.00: A: începe B: Anna e altre Storie C: Testaccio spara
23.30: A: Futuri Voli B: The oyster boy C: Ah l’amore l’amore

Sabato 22 giugno
20.30: A: Compagnia 1
22.00: C: Compagnia 2
22.30: A: Built to Collapse (New York) B: Recinzioni / Johnny Palomba

Domenica 23 giugno
20.30: A: Alfonsina Storni B: Il bambino che verrà C: Hamletelia
22.00: A: Ballatoio B: Bonifacio C: I pupa
23.30: A:Nothing personal B: Cose di questo mondo C: Senso Unico

Lunedì 24 giugno
20.30: A: Canto Clandestino B: Abbascio A’ Grotta C: I pupa
22.00: A: ‘Ancora B: Il bambino che verrà C: Improbook
23.30: A: Ballatoio B: The white room C: Hamletelia

Martedì 25 giugno
20.30: A: Ballatoio B: Cose di questo mondo C: Schizzata
22.00: A: Alfonsina Storni B: Il velo e la sposa C: Senso Unico
23.30: A: Tableau Ravenant B: Il bambino che verrà C: I pupa

Mercoledì 26 giugno
20.30: A: ‘Ancora B: Bonifacio C: The flying pinter circus
22.00: A: Canto Clandestino B: Cose di questo mondo C: Schizzata
23.30: A: Alfonsina Storni B: Abbascio A’ Grotta C: Improbook

Giovedì 27 giugno
20.30: A: Nothing personal B: The white room C: Improbook
22.00: A: Tableau Ravenant B: Abbascio A’ Grotta C:The flying pinter circus
23.30: A: Canto Clandestino B: Il velo e la sposa C: Schizzata

Venerdì 28 giugno
20.30: A: Tableau Ravenant B:Il velo e la sposa C: Senso Unico
22.00: A: Nothing personal B: The white room C: Hamletelia
23.30: A: ‘Ancora B: Bonifacio C:The flying pinter circus

Sabato 29 giugno
20.30: C: Compagnia 1
22.00 A: 77 La rivoluzione è finita abbiamo vinto – Regia Francesca Pirani
22.30: C: Compagnia 2
23.00: A: Stockholm Fringe Festival

Domenica 30 giugno
20.30: A: Il protocollo B:Il big biggi one man show C: Finding beauty
22.00: A: Microstorie B: Dietro i tuoi passi C: Lei gli direbbe
23.30: A: Padroni della notte B: L’arte della fuga C: Cave Canem

Lunedì 1 luglio
20.30: A: Microstorie B: L’arte della fuga C: Manuale distruzione
22.00: A: Padroni della notte B: Riflessioni Postume C: Viaggio in un incubo
23.30: A: Achiles:how is the legend made? B: Dietro i tuoi passi C: Lei gli direbbe

Martedì 2 luglio
20.30: A: Padroni della notte B: Dietro i tuoi passi C: (H)elle
22.00: A: Il protocollo B: Il big biggi one man show C: Manuale Distruzione
23.30: A: I fiori del male B: Riflessioni Postume C: Finding beauty

Mercoledì 3 luglio
20.30: A: I fiori del male B: Io sono la luna C: Lei gli direbbe
22.00: A: Achilles:how is the legend made? B: L’arte della fuga C: Finding beauty
23.30: A: Uomini B: my name C: (H)elle

Giovedì 4 luglio
20.30: A: Uomini B: My name C: Viaggio in un incubo
22.00: A: I fiori del male B: Io sono la luna C: Cave canem
23.30: A: Microstorie B: Il big biggi one man show C: Manuale distruzione

Venerdì 5 luglio
20.30: A: Achilles:how is the legend made? B: Riflessioni postume C: Cave canem
22.00: A: Uomini B: My name C: (H)elle
23.30: A: Il protocollo B: Io sono la luna C: Viaggio in un incubo

Sabato 6 luglio
20.30: A: Compagnia 1
22.00: C: Compagnia 2
22.30: A: Wo/Man (UK) / B: Terroni di Roberto D’Alessandro

Domenica 7 luglio
20.30: A: In bloom B: Altrove C: Chi fa da se fa più fatica
22.00: A: Elementos B: Deae et Medeae C: Monodia
23.30: A: Cromosoma X B: Ri-Evolution C: Delirio Registico

Lunedì 8 luglio
20.30: A: Elementos B: Deae et Medeae C: Choose!
22.00: A: Cromosoma X B: Stop di m C: Delirio Registico
23.30: A: Ballarò B: Loop C: io mai niente con nessuno avevo fatto

Martedì 9 luglio
20.30: A: Le fondamenta dell’impero B: Stop di m C: Delirio Registico
22.00: A: In bloom B: Altrove C: Choose!
23.30: A: Pass/ages B: Libera Uscita C: Chi fa da se fa più fatica

Mercoledì 10 luglio
20.30: A: Ballarò B: Libera Uscita C: Walking no tav
22.00: A: Pass/ages B: Ri-Evolution C: Chi fa da se fa più fatica
23.30: A: In bloom B: Deae et Medeae C: Choose!

Giovedì 11 luglio
20.30: A: Pass/ages B: Loop C: Io mai niente con nessuno avevo fatto
22.00: A: Le fondamenta dell’impero B: Libera Uscita C: Walking no tav
23.30: A: Elementos B: Altrove C: Monodia

Venerdì 12 luglio
20.30: A: Cromosoma X B: Ri-Evolution C: Monodia
22.00: A: Ballarò B: Loop C: Io mai niente con nessuno avevo fatto
23.30: A: Le fondamenta dell’impero B: Stop the m C: Walking no tav

Sabato 13 luglio
20.30: A: Compagnia 1
22.00: C: Compagnia 2
22.30: A: Open Stage / B: Open Stage

Domenica 14 luglio – Finalissima
20.30: A: Compagnia 1
21.30: C: Compagnia 2
22.30: A: Compagnia 3
23.30: C: Compagnia 4

RIEPILOGO SINOSSI SPETTACOLI

#Tessuto
Palco A: Dom 16/06 ore 20,30 Lun 17/07 22,00 Mer 18/06 ore 23,30
Compagnia Cascina Barà
Da un’idea di: Daniela Zambon Scarpari
Scritto da: Alessandra De Luca, Daniela Zambon Scarpari e Alessio Trillini
Adattamento per il Teatro: Daniela Zambon Scarpari
Interprete: Daniela Zambon Scarpari
Regia visuale e tag-tool
Idea: Fupete
Produzione e disegno: Alessio Trillini
Musiche: Lorf, Alessandra De Luca
con la collaborazione di: Erika Gabbani – Nasonero
Immagini e visioni di una ragazza in cerca di sua madre in un paese straniero compongono uno spettacolo basato sull’interazione fra recitazione, disegno dal vivo e musica live. I tre aspetti sono a tal punto compenetrati che non possono sussistere l’uno senza l’altro e creano un equilibrio sottile che attraversa l’azione teatrale, l’improvvisazione e la performance visuale.
Finalista al Premio 12 donne – Città di Rieti 2011.
Semifinalista alla Borsa Teatrale Anna Pancirolli di Milano 2012.

Anna e altre Storie
Palco B: Dom 16/06 ore 20,30 Mar 18/06 ore 23,30 Ven 21/06 ore 22,00
Compagnia Teatrale Sofis
Scritto e diretto da Alessandro Fea
Con Ilaria Giambini, Flaminia Grippaudo, Gioacchino Mazzoli, Andres Suriano, Marco Fresa  Musiche Alessandro Fea
Spettacolo vincitore della rassegna DCQ – 2011 svoltasi al Teatro Spazio Uno di Roma (Aprile 2011)
14 Short Cuts. Cinque attori in un percorso di “corti” teatrali. Tra grottesco e dramma i personaggi affrontano temi umani, personali, di coppia, di vita… un sottile filo tiene uniti tutti i vari quadri. Piccole, ma profonde storie dalla profonda umanità e forza,
La Musica protagonista in scena, segue l’evolversi delle situazioni, accompagnando e sottolineando i passaggi in cui i personaggi mettono a nudo il loro lato umano.

Il venditore di attimi
Palco B: Dom 16/06 ore 22,00 Mer 19/06 ore 23,30 Ven 21/06 ore 20,30
Di Mariella Gravinese
Alfred, cuoco, padre e marito, che perde il lavoro decide di farla finita.
Cosa fare? Come mandare avanti la famiglia? Come pagare le rate? La depressione è in agguato, ma l’incontro con uno sconosciuto cambierà le prospettive dell’uomo disperato, rischiarando le nubi addensatesi davanti ai suoi occhi.

Suite
Palco C: Dom 16/06 ore 22,00 Lun 17/06 ore 23,30 Mar 18/06 ore 20,30
La Compagnia di Diana
Di e con Sarah Sammartino
Un’attrice, tre personaggi, una melodia, la relazione, l’amore. Una voce di donna per parlare di donne. Tre donne di Dostoevskij, la Suite n.1 di Bach. L’assenza quasi totale della scena lascia il posto ad un Io che si fà attraversare “senza pieghe”, dalla forza dei testi e della musica, senza opporre resistenza.
Un percorso in evoluzione o di un’immobile illusione, della realtà di un dialogo o di un sogno solitario?

începe
Palco A Dom16 ore 23.30 – Mer 19 ore 20.30 – Ven 21 22.00
Compagnia Amaranta/Ormafluens,
Emiliano Loria, Silvia Ferrante, Riccardo Brunetti, Paola Scozzafava
Vincitore di “Teatri di Sabbia” 2012
Dimmi da dove sei partita.
Voglio sapere chi guidava quella barca.
Chi hai pagato?
Quanto hai pagato?
Dimmi chi c’era con te sulla barca.
Cosa hai fatto quando il barcone affondava?
Chi ti ha ripescata?
Come sei scappata dal centro?
Come sei sopravvissuta mentre eri clandestina?
Cosa ricordi?
Dimmi qual è il tuo vero nome.
Un’azione teatrale in bilico tra spettacolo e performance, una ricerca in cui la voce, il canto diventano “corpo”.

Hamelin
Palco B: Dom 16/06 ore 23,30 Lun 17/06 ore 22,00 Mar 18/07 ore 20,30
Liberamente ispirato a Il Pifferaio Magico di Michael Ende
Testo e messinscena a cura di Teatro Pantegano
Con Vania Lai,
Erika Manni
Musica dal vivo Tiziano Tarli
Il Pifferaio Magico di Michael Ende diventa una metafora “favolistica” del mondo, uno spettacolo allegorico e visionario per riflettere sull’attualità, un nuovo modo di affrontare il teatro civile.

Testaccio Spara
Palco C: Dom 16/06 ore 23,30 Lun 17/06 20,30 Ven 21/06 ore 22,00
Duse Teatro
Un omaggio al poliziottesco anni 70. La vicenda si svolge in una sola giornata ed è ambientata in una periferia romana devastata dalla violenza e dall’incuria. Una storia che nasce in quegli anni e trova il suo epilogo nei giorni d’oggi, nell’incontro tra i tre personaggi: Max (un vecchio attore ex terrorista), Walter (un giovane amante del cinema anni 70) e Katia (ex parrucchiera e donna di Max ai tempi del poliziottesco). I tre si rincontrano in un’atmosfera rarefatta, fuori tempo. Uno spettacolo teso in cui si ride e ci si commuove.
con Massimo Mirani, Sandro Torella e Aurora Kostova
Regia Sandro Torella
Aiuto regia Ludovica Ottaviani
Scene Teresa Caruso
Costumi Loredana Ivagnes

Futuri Voli
Palco A: Lun 17/06 ore 20,30 Gio 20/06 ore 22.00 Ven 21/06 ore 23.30
Compagnia Livello 4
Futuri Voli, un tentativo ironico, comico, assurdo e commovente di parlare agli animi, e raccontare una storia possibile: l’avvento di una pacifica rivoluzione.
Futuri Voli è una performance a tappe, dove ogni luogo che la ospiterà diventerà l’oggetto della discussione e, serbando memoria dei luoghi già incontrati, procedendo verso un’immaginaria colonizzazione di avamposti per la rivoluzione, torrette di controllo, lucidi specchi sull’evolversi della nostra civiltà.

The Oyster Boy
Palco B: Lun 17/06 ore 20,30 Gio 20/06 ore 22,00 Ven 21/06 ore 23,30
Compagnia teatrale: Haste
‘Oyster Boy’ è una dark comedy liberamente ispirata a una poesia di Tim Burton. Un bimbo nato con la testa da ostrica e i suoi genitori che affrontano le difficoltà di crescerlo in in un mondo che lo vedrà sempre come “diverso dalla norma”. Citazioni teatrali e cinematografiche, teatro fisico, clownerie, musica dal vivo e burattini per un rutilante spettacolo sul desiderio e la fragile delicatezza della vita.

Gedeone
Palco C: Lun 17/06 ore 22,00 Mer 19/06 ore 20,30 Gio 20/06 ore 23,30
Compagnia Topi Dalmata
Regia Margherita Fusi
con Lapo Botteri e Margherita Fusi
costumi e scenografie Margherita Del Ministro e Davide Falletti
musiche originali  Alberto Massi
L’incontro di Ada e Gedeone è casuale ma non banale. Un incontro come tanti o il lampo che può cambiare la sua vita? I bisogni si incrociano, le diversità e i progetti si uniscono per un breve momento. Uno spettacolo delicato e onirico che racconta la scelta inevitabile tra sogno e realtà, progetto e risorsa, vittoria e sconfitta.

Sirene
Palco B: Lun 17/06 ore 23,30 Mer 19/06 ore 22,00 Gio 20/06 0re 20,30
Compagnia R.E.G.I.S
Ania, Bia, Cora, Diana: quattro donne scelte per assolvere un compito. Così si ritrovano su un’isola, senza possibilità di fuga se non quella di farsi prendere dal mare e sciogliersi in esso.
Perché ormai sono diventate Sirene, scelte con cura dal mare e portate sull’isola per ragioni diverse e in tempi diversi.

Sudo a fermo
Palco A: Mar 18/06 ore 22,00 Mer 19/06 ore 23,30 Gio 20/06 ore 20,30
Compagnia Bagaria
Sulla banchina di una stazione in attesa di un treno in ritardo si trovano tre personaggi. Un clown, una manager capitata per caso in stazione ed un commesso viaggiatore. Malgrado l’incontro sembri fortuito e casuale, la donna ed il clown sembrano conoscersi molto bene e l’andare delle cose fa in modo che i due sembrino alleati contro il terzo passeggero, ignaro e inconsapevole. A metterlo in guardia solo la voce dell’altoparlante, ma non tutto è quello che appare….

Quarto Movimento
Palco B: Mar 18/06 ore 22,00 Mer 19/06 ore 20,30 Gio 20/06 ore 23,30
Compagnia Il Rinoceronte
Da un racconto di Andrea Pergolari
Con Gioia Montanari
Musica Tony Neiman
Nahui Olin, in azteco è il “quarto movimento”, il moto perpetuo, l’energia che dà la vita. E’ anche il nome d’arte di Carmen Mondragon, pittrice, modella, poetessa a Città del Messico all’inizio del ‘900. Gioia Montanari la racconta in un monologo diviso in quattro movimenti, quasi un componimento musicale: ad ogni movimento corrisponde un amore. Ad ogni amore, una storia di distruzione e follia. Perché Nahui Olin infiamma d’amore assoluto e non lascia spazio attorno a sé.

Il tempo e la stanza
Palco C: Mar 18/06 ore 22,00 Mer 19/06 ore 23,30 Ven 21/06 ore 20,30
Arcadia delle 18 Lune
Una stanza con tre grandi finestre affacciate sulla strada di una metropoli, accoglie brandelli di storie lacerate, racconti sfasati di identità indefinite.
Il teatro diventa luogo della sospensione temporale, del caos delle pulsioni umane, nonché tentativo di cogliere il senso e comprendere il mondo.
L’isolamento dell’uomo, il suo smarrimento e la ricerca di sé in una società che ha perso e frantumato tutto
I protagonisti, abitanti di una moderna città occidentale caotica e alienante, sono aggrappati a brandelli di sogni che alimentano l’illusione di sfuggire alla solitudine

Oscillazioni
Palco C: Dom 16/06 ore 20,30 Mar 18/06 ore 23,30 Gio 20/06 ore 22,00
Di Daniele Tammurello
Un uomo sulla quarantina fa il bilancio della sua vita. Una vita dettata dalla paura della propria inadeguatezza ma anche dal rifiuto delle responsabilità che la vita adulta richiede. Una moglie abbandonata, un figlio non riconosciuto e la costante critica alla società portano il protagonista ad un’analisi cinica e talvolta rabbiosa. Un personaggio accecato dal suo pessimismo e la desolante sensazione della vita che sfugge, dell’essere fuori da ogni possibilità di amare.

No
Palco A: Mer 20/06 ore 22,00 Gio 21/06 ore 23,30 Ven 22/06 ore 20,30
Compagnia Artlab
NO è una drammaturgia dell’anima e del sogno che si narra e si materializza attraverso la rappresentazione dell’artecomportamentale, inesorabilmente modellata dalle emozioni e dall’ ambiente umano circostante, così come un albero dal vento, una roccia dal ghiaccio, impercettibilmente, lentamente.

Ah l’amore l’amore
Palco C: Mer 19/06 ore 22,00 Gio 20/06 ore 20,30 Ven 21/06 ore 23,30

Di Francesca Botti
Due attrici, ma soprattutto due donne, fra un bicchiere di vino e l’altro cercano di dare una definizione all’amore e di capirne le regole.
Così si scoprono sole, dunque complici.
Ma se nella confusione di un bar arriva un uomo?
In un attimo tutto cambia e la possibilità di un nuovo amore trasforma la scena in un ring di competizione femminile.

Alfonsina Storni
Palco A: Dom 23/06 ore 20,30 Mar 25/06 ore 22,00 Mer 26/06 ore 23,30
Compagnia Attori&Musici
Un omaggio alla poetessa, drammaturga e giornalista argentina, Alfonsina Storni, esponente del postmodernismo, morta suicida in mare, davanti alla spiaggia “La Perla”. Ribelle e tenera, sfida le convenzioni, i pregiudizi sociali e lotta per la parità sessuale. La diafana struttura di una sedia a sdraio in scena è l’appoggio che non c’è per Alfonsina, il mare è dappertutto, muove l’anima e copre il corpo. Chi dipinge è l’altra lei, chi danza è sempre lei. Gli uomini musicano ma non amano. Un’altra grande artista scelta e negletta dal destino.

Il bambino che verrà
Palco B: Dom 23/06 ore 20,30 Lun 24/07 ore 22,00 Mar 25/06 ore 23,30
Compagnia Teatrale Imprevisti e Probabilità
Drammaturgia e regia Soledad Agresti
Un gioco beckettiano: due individui schiacciati dal potere. Omologati tanto da sembrare uno solo. I due lavorano, attendo un bambino promesso che li liberi. Ma la volontà umana di vedere riconosciuti i propri diritti è più forte.
Uno spettacolo metaforico e polemico nato dall’incontro dell’autrice con la realtà cubana, ma che ricorda situazioni a noi molto più vicine.

Hamletelia
Palco B: Dom 07/07 ore 22,00 Lun 08/07 ore 20,30 Mer 10/07 ore 23,30
Di Caroline Pagani
Plenilunio. In un cimitero, un’ombra intona un canto nella notte. È Ofelia che risorge. Il suo spirito ha ancora qualcosa da dire. Dopo le sue rivelazioni molti segreti di Elsinore e dell’ombra archetipica di ognuno di noi potrebbero non essere più tali. Una vicenda tragicomica d’ amore e morte, un omaggio alla storia delle rappresentazioni di Amleto, in teatro, cinema e pittura.

Ballatoio
Palco A: Dom 23/06 ore 22,00 Lun 24/06 ore 23,30 Mar 25/06 ore 20,30
Compagnia Verandha
Lo spettacolo “Ballatoio” è l’incontro di differenti forme espressive: la video-performance, girata sui balconi di un palazzo popolare nel quartiere Ottaviano a Roma e la performance itinerante, dove la relazione tra corpo, luce e spazio si perfeziona attraverso il costante ri-adattamento delle azioni e delle partiture fisiche agli ambienti che la ospitano

I pupa
Palco C: Dom 23/06 ore 22,00 Lun 24/06 ore 20,30 Mar 25/06 ore 23,30
Compagnia Fuoco Sacro
Tre donne, tre personaggi, tre stereotipi, si ritrovano nel medesimo luogo misterioso, sul medesimo “scaffale”, in attesa dell’arrivo e della considerazione di un tale che sembra essere l’unico in grado di esaudire il loro più grande sogno comune: cambiare vita nettamente.
Tra alterchi comici, confessioni melancoliche e rivelazioni intime, il tempo sembra non avere mai fine finché, finalmente, qualcosa accade; qualcosa di inaspettato che, effettivamente, darà sì risposta alle loro inquietudini ma farà anche, una volta per tutte, luce sulla loro vera condizione esistenziale

Nothing personal Oh Yeah
Palco B: Dom 23/06 ore 22,00 Mer 26/06 ore 20,30 Ven 28/06 ore 23,30
Compagnia Free Mistake Project
La morte e la fanciulla tratto dall’omonimo film di Roman Polanski.
Tre personaggi agiscono il testo di Polanski.
Cripto citazioni dal film.
Due sotto testi, Elliot e Shakespeare, per sottolineare la fragilità dell’animo umano rispetto a situazioni estremamente al limite. Uno spettacolo multimediale che affronta l’orrore della violenza e dell’impotenza sublimandola con onestà intellettuale, denunciando gli abusi sul femminile deliberatamente scambiati per mitomanie.

Cose di questo mondo
Palco B: Dom 23/06 ore 23,30 Mar 25/06 ore 20,30 Mer 26/06 ore 22,00
Compagnia delle rose
Una piccola fabbrica di oggetti che pensa in grande.
L’imminente uscita di nuovi oggetti rivoluzionari, l’occhio incombente di un Capo e la sensazione di non essere abbastanza grandi per cambiare le cose.
Nessuno è così piccolo da non poter fare la differenza. Purtroppo.

Senso Unico
Palco C: Dom 23/06 ore 23,30 Mar 25/06 ore 22,00 Ven 28/06 ore 20,30
Compagnia Ciak Si..pario
Drammaturgia e regia Andrea Quintili
Con Andrea Quintili, Giuliana Macina,
Davide Campennì,
Alessandro Bevilacqua,
Ferdinando Ciaccia, Matteo Mercatali
Musica Roberto Palleschi
Una storia di marginalità. La ricerca di un riscatto impossibile. Lucia e tutti gli altri personaggi si ritrovano in un vortice a “senso unico”, dove non sembra esserci spazio alcuno per il cambiamento… personaggi di una tragedia senza più strumenti per influire sul proprio destino.

Canto Clandestino
Palco A: Lun 24/06 ore 20,30 Mer 26/06 ore 22,00 Gio 27/06 ore 23,30
Tratto da ” Un canto clandestino saliva dall’abisso” di Mimmo Sammartino
Drammaturgia e regia di Patrizia Schiavo.
Con Antonio De Stefano, Domenico Maugeri, Francesco Meoni, Alberto Rossatti, Patrizia Schiavo
Canto: Silvia Grassi
Capopassero. Nella notte di Natale del 1996 naufraga un barcone di migranti. 283 morti, 29 superstiti. Una storia di annegati-negati.
Una cerimonia corale in cui parlano e si parlano i vivi e i morti, gli annegati e i sopravvissuti, i pescatori e le sirene. Un viaggio che naufraga in fondo a molti dolori e in un tradimento: il tradimento dei valori che ci appartengono.

Abbascio A’ Grotta
Palco B: Lun 24/06 ore 20,30 Mer 26/06 ore 23,30 Gio 27/06 ore 22,00
Madrearte, MPT Roma, Millelire
La violenza sui minori, uomini, donne e omosessuali si esplica in tutto il suo abominio con quattro attori in scena, che raccontano e vivono esperienze diverse di violenza ma che, contemporaneamente, si pongono in parallelo, unificati dallo stesso ed inconsolabile tormento interiore. Ingabbiati in una simbolica grotta, rappresentata da una cantina come luogo del subconscio interiore dove sono seppellite le loro storie di violenza; molteplici personaggi vivono tormentati dal desiderio di liberarsi e da quello di accettare il proprio destino.

‘Ancora
Palco A: Lun 24/06 ore 22,00 Mer 26/06 ore 20,30 Ven 28/06 ore 23,30
Compagnia Kalsifer

‘Ancora non è una semplice rappresentazione teatrale, ma un vero e proprio studio antropologico itinerante e in fase di continua elaborazione sulla natura e i significati delle parole, che si stanno sempre più perdendo e banalizzando.
Come sottolineato dal titolo, ‘Ancora è un tentativo di rimanere saldi alle parole che navigano ancora in noi, è un aiuto per rimanere aggrappati a ciò che sembrava perso.

Improbook
Palco C: Lun 24/06 ore 22,00 Mer 26/06 ore 23,30 Gio 27/06 ore 20,30
Compagnia Trama Libera Tutti
“Improbook: improvvisazioni da reader!” è uno show di sketch comici del tutto improvvisati, in cui gli attori giocano fondendo citazioni di libri classici e divertimento, cambiando finali, dando vita a dediche, stravolgendo luoghi e decontestualizzando personaggi.

The white room
Palco B: Lun 24/06 ore 23,30 Gio 27/06 ore 20,30 Ven 28/06 ore 22,00
Di Caterina Gramaglia
“The white room (la stanza bianca) è una stanza nella mia mente che contiene le mie follie, dove sono racchiusi una serie di “esserini deliranti” che parlano per me. In the white room ho voluto ricreare l’ambiente strambo che e’ la mia solitudine, attraverso video, personaggi (esserini deliranti) e un omaggio a Giulietta Masina”.

Schizzata
Palco C: Mar 25/06 ore 20,30 Mer 26/06 ore 22,00 Gio 27/06 ore 23,30
di Leonardo Jattarelli
Regia Leonardo Jatterelli
Con Valeria Zazzaretta, Saga
Musica Saga
Una donna sfinita, defraudata del suo bambino, disperata e senza futuro, racconta l’omicidio del suo aguzzino, il viaggio dell’orrore durante il quale un uomo le ha sfregiato anima. C’è un modo per nominare cosa succede dentro una donna quando subisce la sopraffazione di genere, la violenza fisica, l’aggressione al suo essere? Uno spettacolo che cerca di indagare sulla sopraffazione di genere, l’hip hop come poesia “di frontiera”.

Il velo e la sposa
Palco B: Mar 25/06 ore 22,00 Gio 27/06 ore 23,30 Ven 28/06 ore 20,30
Compagnia Som Som
Maria Celeste ha un sogno nascosto che le arde nel cuore: sogna di sposarsi. Ma non vuole un uomo qualsiasi. Maria Celeste vuole un marito che abbia almeno finito gli studi secondari. Ha un obiettivo preciso: imparare, conoscere le relazioni tra quei suoni misteriosi che generano le parole.
In una primavera bianca e assolata di Sicilia, tra profumi d’acacia e fiori di sambuco, “Il velo
della sposa e l’abbecedario” è un racconto di sogni e speranze, un omaggio alla libertà del
pensiero.

Tableau Ravenant
Palco A: Mar 25/06 ore 23,30 Gio 27/06 ore 22,00 Ven 28/06 ore 20,30
Compagnia Il Picchio
Di Pietro Di Francesco e Marco Ghidelli
con Alessandra Mirra e Renato Avallone
Spettri oltre un secolo dopo. Le figure di Helene ed Osvald ritornano a teatro. Quello che resta del salotto borghese è un tavolo nero, ultimo residuo di civiltà con cui fare i conti. Le loro sono presenze spettrali, insidiate da un altro spettro, quello del marito e padre.
Sarà proprio quest’ombra, nera come il tavolo che incombe al centro della scena, a porre quegli interrogativi cruciali per le loro coscienze.

The Flying Pinter Circus
Palco C: Mer 26/06 ore 20,30 Gio 27/06 ore 22,00 Ven 28/06 ore 23,30
Teatri della Resistenza
“Un circo di indifferenze e situazioni per placare soluzioni e manomissioni. Pinter ci chiede, ci sfida: esiste ancora la dignità? Come vivere l’irreale guazzabuglio di falsa verità? Vogliamo essere inafferrabili coscienze pop, oppure impassibili giocattoli manipolati? La scelta, questo vi chiediamo. Forse.”

Il protocollo
Palco A: Dom 30/06 ore 20,30  Mar 02/07 ore 22,00 Ven 05/07 ore 23,30
Compagnia Format 4
Quattro donne, una linea bianca, la vita e la morte di quattro astrazioni, quattro “tipi”, i movimenti, i gesti, gli oggetti che le caratterizzano, che le identificano, i canoni sociali, le aspettative altrui, quattro monologhi senza voce, quattro suite senza danza, una performance di arte visiva, uno spettacolo da vedere, da vivere, più che da ascoltare o capire.

Big Biggi One man Show
Palco B: Dom 30/06 ore 20,30 Mar 02/07 ore 22,00 Gio 04/07 ore 23,30
Compagnia Degli Scarti
In scena
Simone Biggi
Rossana Crudeli
Regia Enrico Casale
In scena Simone Biggi, uno sconosciuto privo di preparazione attoriale, ma grande appassionato di teatro dotato di “quel qualcosa in più”. Nasce come una goliardata il “Big Biggi One Man Show”, ma
è una provocazione irriverente e spietata, un progetto coraggioso ed estremo.
Indignare la scena con la serena e completa consapevolezza di farlo, senza alcuna sovrastruttura mentale, è difficile. In pochi ci riescono. Big Biggi è uno di quelli.

Finding beauty
Palco C: Dom 30/06 ore 20,30 Mar 02/07 23,30 Mer 03/07 ore 22,00
La società dello spettacolo
È un lavoro sulla salvezza. Sulla salvezza della bellezza.
La bellezza vive sommersa al nostro tempo. Dunque ci si deve muovere nei sobborghi umani, nei bassifondi per trovarla.
È al contempo una battaglia. Un ‘attacco’ alla mentalità dominante che dimentica l’agilità mentale del sentimento, della purezza, della poesia.
Più che una storia è uno scorcio. Di un clown dislessico e una giovane donna dei nostri giorni.

Microstorie
Palco A: Dom 30/06 ore 22,00 Lun 01/07 ore 20,30 Gio 04/07 ore 23,30
QFC (Quella Famosa Compagnia)
Episodi di vita comune e stranezze possibili in queste improvvisazioni nate dagli spunti del pubblico. Vicende che costruiranno un viaggio pieno di ritmo e di imprevedibilità. Pezzi di storie che seguono un filo comune evidente ed altri che rimangono sospesi e che forse mai troveranno un posto definito, se non nella logica dell’osservatore.

Dietro i tuoi passi
Palco B: Dom 30/06 ore 22 Lun 01/07 ore 23,30 Mar 02/07 ore 20,30
Compagnia Artiamo
“Dietro i tuoi passi” è un atto d’amore verso un uomo simbolo della lotta contro la mafia, una trasposizione teatrale della vita e della morte di Peppino Impastato, nel convincimento che il teatro possa e debba contribuire a salvare dalle ingiurie passate e dall’oblio del futuro grandi uomini come lui.

Lei gli direbbe
Palco C: Dom 30/06 ore 22,00 Lun 01/07 ore 23,30 Mer 03/07 ore 20,30
Da un testo di Françoise Xénakis Adattamento e Regia: Juliette Wayenberg
Con Sara Tosti
 Live painting Gennyfer Giardi
 Musiche Originali Giulio Tosti
Storia di amore e di lotta. Lei cerca di ottenere dal Ministero l’autorizzazione per incontrare il suo compagno. Lui è rinchiuso perché prigioniero politico. Lei, sola in scena, racconta, urla, canta, sogna. I Disegni eseguiti in live-painting creano scenografie moventi, espressioni del suo immaginario. Un incontro tra teatro di prosa e performance.

Padroni delle nostre vite
Palco A: Dom 30/06 ore 23,30 Lun 01/07 ore 22,00 Mar 02/07 ore 20,30
SciaraProgetti
Tratto dalla storia di Pino e Marisa Masciari
In collaborazione con Studio Nois
Con Ture Magro
Pino Masciari, imprenditore del sud Italia, decide di non cedere alle richieste estorsive di ‘ndranghetisti e politici. “Ben fatto, ben scritto, ben recitato. E’ agghiacciante. Deve andare ovunque”. Lina Wertmuller.
Uno spettacolo che va diritto come una lama.
Un attore in scena e 10 attori virtuali, Tre maxi schermi,
un’interazione continua tra realtà e finzione. Ricerca tra cinema e teatro con una forza recitativa coinvolgente.

L’arte della fuga
Palco B: Dom 30/06 ore 23,30 Lun 01/07 ore 20,30 Mer 03/07 ore 22,00
Compagnia Il Funambolo
Forse in ognuno di noi c’è qualcuno che non sa più bene chi sia né quale sia il suo posto nel mondo. Sbatte, protesta, si arrabbia, rompe le scatole, corre a destra e a manca, fa di tutto per farsi sentire, per far credere almeno agli altri che esiste.
E fugge. Fugge, diciamo, verso sinistra in quella parte del corpo retta, si sa, dall’emisfero destro del cervello: quella dell’immaginario.
Ma fugge sempre su un solo tema, quella domanda inquietante che sta alla base di ogni ricerca, di ogni movimento: ma io chi sono?
Resta, sulla via del ritorno, la domanda di partenza, che non sta né a destra né a sinistra, ma al centro.

Cave Canem
Palco C: Dom 30/06 ore 23,30 Gio 04/07 ore 22,00 Ven 05/07 ore 20,30
Cattive Compagnie
Un fattaccio di cronaca nera nella violenta periferia romana degli anni ‘80, evocato dal gioco immaginifico e surreale di due personaggi posseduti come marionette senza coscienza.
Un confronto tra due uomini nati liberi ma costretti a recitare i ruoli loro assegnati dalla vita, di vittima e carnefice. Protagonisti involontari, Andrea “er Condor” e Antonio “er Piccoletto” incarnano un’umanità sconfitta ma pur sempre alla ricerca di riscatto. Un’umanità che riesce a commuovere e ad emozionare, come due bastardi e randagi Don Chisciotte di periferia

Manuale distruzione
Palco C: Lun 01/07 ore 20,30 Mar 02/07 ore 22,00 Gio 04/07 ore 23,30
Compagnia Fatti d’Arte
“Manuale Distruzione” è la storia di un’attrice alla ricerca costante della sua dimensione artistica, tutto scaturisce dalla perenne propensione del raggiungimento della perfezione.
La bellezza è l’ossessione di una donna che pur di piacere e di piacersi, inizia il macabro gioco dell’autolesionismo; entra così nel vortice della Bulimia combattendo tra amore e odio.
Regia Raffaele Romita

Riflessioni Postume
Palco B: Lun 01/07 ore 22,00 Mar 02/07 ore 23,30 Ven 05/07 ore 20,30
Di e con Ezio Budini
Riflessioni postume è ironia e amarezza. Non rappresenta la morte, costruisce una piccola filosofia della morte, o meglio del comportamento di fronte ad un fenomeno immenso ed evanescente. Un testo esorcizzante, dissacrante, profondamente romantico; un intricato e divertente ragionamento sulla morte alla maniera di Achille Campanile

Viaggio in un incubo
Palco C: Lun 01/07 ore 22,00 Gio 04/07 ore 20,30 Ven 05/07 ore 23,30
Compagnia Rum&Pera – La Casa de Asterion
Un processo che lentamente si trasforma in un verdetto inappellabile, un incubo che lentamente si trasforma in realtà, l’assurdità del “kafkiano” che lentamente concretizza la sua onirica e surreale crudeltà nel mondo dei fatti. “Viaggio in un incubo”, lentamente, dimostra che ogni personaggio, per un verso o per un altro, è nelle medesime condizioni di K. e che sotto accusa c’è l’intera umanità..

Achilles :how is the legend made?
Palco A: Lun 01/07 23,30 Mer 03/07 ore 22,00 Ven 05/07 ore 20,30
Independent English Theatre
“Achilles: how is a legend made?” è un reading teatrale che ibrida le due culture che più di tutte hanno contribuito a formare il teatro occidentale: la Grecia di Omero, per l’appunto, e l’Inghilterra del bardo Shakespeare.
Due sono le protagoniste della performance, che interpretano Calliope e Clio – muse della poesia epica e della storia – che condensano in sé le fortissime passioni che hanno spinto, e spingono tuttora, gli uomini ad agire per ottenete fama e successo.

(H)elle
Palco C: Mar 02/07 ore 20,30 Mer 03/07 ore 23,30 Ven 05/07 ore 22,00
Di e con Elisa Menchicchi
Elle. Hell. Lei. L’inferno.
Un giorno.
Una casa.
Quanto basta a scendere.
Allora giù, tutto di un sorso.  Come acqua fresca. Verso gli inferi. Dei ricordi, dei legami, del passato che torna a galla come una scialuppa di salvataggio.
Inizia il processo. Decomposizione. Chi è il colpevole?
Elettra
Egisto
Coniugazione. Non semplice.
Dalle variazioni sul mito (da Sofocle a Marguerite Yourcenar) un lavoro di nuova drammaturgia sulla figura di Elettra oggi.

My name
Palco B: Mer 03/07 ore 23,30 Gio 04/07 ore 20,30 Ven 05/07 ore 22,00
Banda Kurenai
Il protagonista si muove, agisce, senza mai uscire di scena, su un palco vuoto. I suoi movimenti evocano i luoghi dove la ” voce” esterna che lo guida vuole condurlo. Mentre proviamo sorgono domande : ” la voce che sentiamo è la sua stessa voce alterata dal desiderio di modificare la realtà?” e ancora…: ” la voce è nascosta in qualche luogo e quello a cui assistiamo è una simulazione virtuale?”. Non lo sappiamo. Non è importante. Non ancora.

I fiori del male
Palco A: Mar 02/07 ore 23,30 Mer 03/07 ore 20,30 Gio 04707 ore 22,00
Avamposto teatro
Lo spettacolo ripercorre la vicenda del Banco Ambrosiano, la storia del fallimento di un impero innalzato su strati di menzogne e costellato di scandali, ma soprattutto indaga la storia e il pensiero degli uomini che diedero vita a tutto questo. Roberto Calvi, presidente in carica dell’Ambrosiano tra il 75 e l’81, anno del crollo, Michele Sindona, oscura figura di raccordo tra potere politico, massoneria, vaticano e mafia, Paul Marcinkus, presidente dello IOR, Licio Gelli, venerabile maestro della loggia massonica P2, e altre figure che rotearono in questo sistema.

Io sono la luna
Palco B: Mer 03/07 ore 20,30 Gio 04/07 ore 22,00 Ven 05/07 ore 23,30
Compagnia GenoveseBeltramo
“Perchè fare uno spettacolo sull’obesità? Siamo davvero così ciccioni, così sfacciatamente grassi?
Io sono la luna è uno spettacolo che non offre soluzioni, informa.
Aspetti autobiografici scritti da chi sa cosa significa essere stato un ragazzo obeso si mescolano a testimonianze, studi, dati, rilevazioni per raccontare la storia di un uomo e una donna che vivono il proprio percorso sull’obesità in maniera speculare.

Ri-Evolution
Compagnia De-mix
Palco B: Dom 07/07 ore 23,30 Mer 10/07 ore 22,00 Ven 12/07 ore 20,30
Ri- Evolution parla delle donne…ma con i loro gesti, le loro voci, le loro parole, parla agli uomini tutti e lo fa mostrandoli al loro peggio, come uno specchio per la prima volta estremamente sincero.È una provocazione, un’iperbole, un’esagerazione che mostra le donne come “puttane”, soggetti desiderosi di esistere solo come appendice dell’uomo.

Delirio Registico
Palco C: Dom 07/07 ore 23,30 Lun 08/07 ore 22,00 Mar 09/07 ore 20,30
Marluna Teatro
Di Teodora Mastrototaro Regia Maria Elena Germinario Con Maria Elena Germinario
Musica dal vivo Savino Lasorsa
La crisi dell’artista che vuole creare una nuova storia e nuovi personaggi. La denuncia difficoltà attuali di “fare teatro”, ma soprattutto il racconto della possibilità della ricostruzione, metaforica e concreta, dell’attore, del Suo luogo, di tutto quello che gli ruota intorno e che da Lui stesso prende vita. Il teatro è stato distrutto da qualcosa di più grande (da cosa?) e soltanto dalle sue ceneri può rinascere.

Elementos
Palco A: Dom 07/07 ore 22,00 Lun 08/07 ore 20,30 Gio 11/07 ore 23,30
Spazio-T
Elementos è una performance “site specific” con le maschere dei mammuthones, realizzate da Franco Sale, artigiano mascheraio di Mamojada (Nuoro).
Le maschere nella performance ritrovano il loro corpo, lontano dal costume tradizionale dei mammuthones, e regalano allo spettatore una performance magica e suggestiva che è corpo e parola, teatro e teatro danza, suono e voce insieme.

Deae et Medeae
Palco B: Dom 07/07 ore 22,00 Lun 08/07 ore 20,30 Mer 10/07 ore 23,30
Compagnie Le gatte
In questa pièce quattro tipologie umane prendono vita per regalare allo spettatore accenti di riflessione e di scopico dolore. Le donne, in un ossimorico viaggio introspettivo, sono ad un tempo Dee e Medee, eterne sognatrici di un amore inossidabile e conturbanti strateghe di irrefrenabile vendetta.

Choose!
Palco C: Lun 08/07 ore 20,30 Mar 09/07 22,00 Mer 10/07 23,30
Di e con Erica Muraca
Le parole di due generazioni diverse a confronto, le testimonianze di chi ha perso il lavoro oggi e di chi se l’è inventato in passato, le esperienze di chi si sta costruendo il futuro che desidera e chi non ha mai avuto il coraggio di desiderare.
“Il futuro non è più quello di una volta”. P. Valéry

Cromosoma X
Palco A: Dom 07/07 ore 23,30 Lun 08/07 ore 22,00 Ven 12/07 ore 20,30
Associazione Culturale V&C
Il tempo di un giorno; il tempo di una vita; il tempo della vita delle donne.
L’immaterialità del verso poetico e l’impalpabilità della musica raccontano la concretezza della Vita da un punto di vista “rivoluzionario”: quello delle poetesse della beat generation.

Stop the M
Palco B: Lun 08/07 ore 22,00 Mar 09/07 ore 20,30 Ven 12/07 ore 23,30
Compagnia Proprietà commutativa
Stop the M è una completa riscrittura del Malinteso di Albert Camus. Uno squallido albergo di una qualsiasi provincia. Una Madre e una Figlia Marta. Gestiscono l’albergo e uccidono i clienti più ricchi per derubarli per avere più soldi per scappare e andare al Mare. Un giorno ritorna il Figlio scappato di casa vent’anni prima. E’ felice è sposato con Maria. Non riesce a farsi riconoscere, non trova le parole, viene ucciso. Davvero non l’hanno riconosciuto?

Ballarò
Palco : Lun 08/07 ore 23,30 Mer 10/07 ore 20,30 Ven 12/07 ore 22,00
Compagnia TeatroMa
“Ballarò”… dall’arabo “Balhàra”, mercato delle spezie, da sempre florido nella sua vastità, nelle sue mille storie, nei mille angoli che si nascondono attorno alle grandi piazze principali.
Nella pièce due cantastorie si sfidano, prendendo a giudice il favore del pubblico, e si contendono lo spazio proprio nella piazzetta storica Palermitana. Si passa da ballate che celebrano affetti tutti siculi a denunce contro il malcostume e il fenomeno mafioso, riferendosi a episodi tanto clamorosi quanto autentici. Entrambi sanno di esporsi e di correre un pericolo, ma non si risparmiano nel loro impegno civile

Loop
Palco B: Lun 08/07 ore 23,30 Gio 11/07 ore 20,30 Ven 12/07 ore 22,00
Compagnia Artistica TheMork
All’interno del magazzino di un night club, avviene l’incontro tra un misterioso uomo d’affari, appassionato di lupo alberto, e due killer professionisti che riceveranno sei milioni di euro in cambio di un piccolo favore. Sembra una mattinata di lavoro qualunque ma non è la classica mattinata di lavoro . In un crescendo di situazioni surreali concentriche i due si troveranno a dubitare l’uno dell’altro e a valutare la proposta del losco individuo.

Io mai niente con nessuno avevo fatto
Palco C: Lun 08/07 ore 23,30 Gio 11/07 ore 20,30 Ven 12/07 ore 22,00
Vucciria Teatro
Drammaturgia e regia Joele Anastasi
Con Joele Anastasi, Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano
“Lo abbraccio e gli dico che gli devo dire delle cose molto importanti. Gli dico che io per lui, pure la femmina avrei fatto”.
Sicilia. Giovanni è ingenuità, passione, innocenza, è la forza di chi vede il mondo come uno spartito di note da danzare. In un mondo di brutalità e istinto dove gli uomini sono bestie, angeli, demoni, Giovanni cerca amore e rivalsa. Tutto, però, ha un prezzo. Giovanni lo sconterà attraverso le ambiguità di Giuseppe, il suo unico amore-amante.

Le fondamenta dell’impero
Palco A: Mar 09/07 ore 20,30 Gio 11/07 ore 22,00 Ven 12/07 ore 23,30
con Enrico Lombardi
regia Fadia Bassmaji
musiche di Giancarlo Corcillo
da un racconto di Luca Balbarini
foto Serena Serrani
prodotto da Compagnia Quinta Parete
Umberto è un uomo contemporaneo, medio, che non ha mai avuto bisogno di niente e di nessuno: tutto ciò che possiede lo ha guadagnato grazie al proprio merito.
Le fondamenta dell’impero è uno spettacolo immaginario ma non troppo, che mette lo spettatore di fronte alla sua verità e si insinua come un tarlo per ribaltare le certezze della realtà fondendola con la fantasia, con il desideri, con le ossessioni dei nostri tempi. Le fondamenta della nostra esistenza cedono, traballano, smottano, a noi la scelta: scomparire sotto le macerie o lottare per risanarle.

Pass/ages
Palco A: Mar 09/07 ore 23,30 Mer 10/07 ore 22,00 Gio 11/07 ore 20,30
Produzione: Teatrincorso
Con: Silvia Furlan
Organizzazione: Clara Coser
Con il contributo di: Provincia Autonoma di Trento, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, Comune di Trento, C.U.C. Trento
Si ringrazia per la residenza Centrale Fies (Dro)
Un’attrice in scena e una drammaturgia sperimentale per raccontare un possibile percorso attraverso la selva di luoghi comuni sull’età, fra i quali non è più possibile individuare un sereno e costruttivo passaggio attraverso le varie fasi programmate per ogni essere umano: dalla gioventù alla vecchiaia.
Lo spettacolo indaga il “passaggio di testimone”, l’avvicendarsi tra vecchio e giovane come dramma dell’io fra modalità consumistiche e follia egocentrica, o semplice necessità di salvarsi dal naufragio, di individuare dei pertugi possibili nel muro del tempo e delle generazioni.

Libera Uscita
Palco B: Mar 09/07 ore 23,30 Mer 10/07 ore 20,30 Gio 11/07 ore 22,00
Compagnia Il Circo della Fogna
Due personaggi sorgono come spettri lucidati davanti al pubblico, Il primo è un folle con una chitarra, il secondo un povero giullare sommerso di bagagli. I nostri due antieroi convocati dal passato dallo spirito della classe operaia, si incontrano ed inscenano un cabaret sul denaro, l’amore e la morte.

Chi fa da se fa più fatica
Palco C: Dom 07/07 ore 20,30 Mar 09/07 ore 23,30 Mer 10/07 ore 22,00
CGTEatro
Clif il braccio, Antonio la mente, due ragazzi legati da una profonda amicizia, un’amicizia nata sin dai banchi di scuola. Una continua e morbosa ricerca dell’amore, unico elemento per poter unire gli animi di due corpi abbandonati alla routine della vita comune. I bocconi amari della vita, l’indifferenza, la lotta per il riconoscimento all’interno di una società fredda, distante, priva di compassione, esclusiva ed escludente.

In bloom
Palco A: Dom 07/07 ore 20,30 Mar 09/07 ore 22,00 Mer 10/07 ore 23,30
FreeFall Dance Company
INbloom prende ispirazione dal libro “il linguaggio segreto dei fiori” di Vanessa Diffenbaugh. Il progetto coreografico non ne segue la trama ma prende ispirazione dalla poetica con la quale l’autrice comunica le sue profonde emozioni attraverso il linguaggio dei fiori.
Il processo evolutivo del disegno coreografico si affianca ad una ricerca musicale totalmente originale. Le danzatrici rappresentano ognuna un fiore che le caratterizza secondo la loro più profonda intimità.

Walking no tav
Palco C: Mer 11/07 ore 20,30 Gio 12/07 ore 22,00 Ven 13/07 ore 23,30
Produzione: Compagnia Quartiatri
Autore, attore: Dario Muratore
Tecnico, graphic live : Petra Trombini
Dalle pagine di un fumetto post-adolescenziale a una graphic novel noir, il racconto di un giorno in Val di Susa.
Come può un ventiseienne attore che gattona tra occupazioni di teatri e piccoli tabù familiari accorgersi delle fragili fondamenta delle nostre certezze borghesi?
Dal reale vissuto dell’autore, da cui la storia è tratta, emerge un goffo viaggio dalle sfumature epiche e dai personaggi animati.
E siamo in tanti qui, uniti a quella rete come figli ribelli al padre.

Altrove
Palco C: Mer 11/07 ore 20,30 Gio 12/07 ore 22,00 Ven 13/07 ore 23,30
BailàmmeTeatro
Esther e Iago sono due ragazzi, o due terroristi chiusi in uno spazio chiuso, una vecchio magazzino dove aspettano che arrivino i loro complici a prenderli. Stanno per compiere un attentato contro un famoso uomo politico. Ma poi sarà tutto vero? L’attesa come sostanza di un racconto di formazione in cui il gioco e l’identità sono messi continuamente in discussione. In cui l’amore non è mai adulto, e la vita è ancora fuori dalla stanza. Altrove

Monodia
Palco C: Dom 07/07 ore 22,00 Gio 11/07 ore 23,30 Ven 12/07 ore 20,30
Compagnia Artemysia
“Monodía” è una favola per adulti. La storia di una bambina mai diventata donna o forse di una donna tornata bambina, comunque una Femmina: Antigone. La monodía cresce e si sviluppa attraverso una ragnatela di azioni che riempiono lo spazio scenico e che escono gradualmente dalla ripetizione ossessiva e stereotipata per approdare ad una nuova ed evocativa gestualità.

NON SOLO ITALIA: GLI OSPITI INTERNAZIONALI DEL ROMA FRINGE FESTIVAL 2013

Nuclear Love Affair (New York)
Palco A Sab 22 Giugno ore 22.30
Prodotto da BUILT FOR COLLAPSE
UNO SPETTACOLO NUOVO DI ZECCA CON MARILYN MONROE, CHARLIE CHAPLIN E LA BOMBA ATOMICA
Testimone della caduta dell’Impero Americano in questo “racconto straordinario di vittoria, ipocrisia e ignoranza” Nuclear Love Affair è una produzione piena di fisicità, presentando Elvis che balla in Vietnam, Charli Chaplin a Hiroshima e Marlin Monroe che ci spiega come fare a “Duck and Cover”.
Come una coraggiosa evoluzione del sogno americano, Nuclear Love Affair si concentra sul periodo 1941—1969, tracciando l’ossessione americana con violenza, attraverso la reazione sociale e politica causata una volta lanciata la bomba atomica. Ritmi snervanti, parole disturbanti e un violento slapstick si scontrano per creare un’esplosione di cultura pop erotica in questa multimediale visione dell’Era Atomica.

Wo/Man (Londra)
Palco A Sab 6 Luglio ore 22.30

Impermanence Dance Theatre
progetto di ricerca artistica e sociale sulle “differenze” di genere
“Impermanence è una giovane compagnia dalle grandi capacità e con un serio approccio al proprio sviluppo. Il loro background formativo, le loro qualità sia tecniche, che creative e coreografiche, il loro approccio allo sviluppo di una performance sulla base di argomenti di rilievo personale e sociale e il loro desiderio di creare una connessione con il pubblico e le comunità durante tutte le fasi di sviluppo di un pezzo li rendono una compagnia dal potenziale assolutamente significativo.”
–Mark Laville – Artistic Director, Barbican Theatre, London

In occasione del suo prossimo “Viaggio in Italia”, la compagnia presenterà al pubblico in varie locations sparse per la penisola il precipitato di un lavoro di ricerca artistica e sociale sul tema delle “differenza di genere”: WO/MAN, a partire da laboratori e workshop tenuti sul territorio inglese nel corso del 2013, la compagnia presenta il materiale coreografco sviluppato in tale contesto di impegno e confronto diretto con le persone. “Siamo diversi”, “abbiamo diverse responsabilità”, “abbiamo ruoli diversi”, “le nostre forse sono diverse”, “le nostre debolezze sono diverse”. Queste affermazioni rappresentano senza dubbio una provocazione e la performance intende esplorarle per scoprirne il margine di utilità o di discriminazione. Intende esplorarle al fne di affrontarne i punti controversi, i disequilibri e le ineguaglianze che si ritiene siano presenti nella nostra società. Allo stesso tempo però si intende celebrare tali “differenze” e sviluppare un senso di “orgoglio” per il “genere” di ognuno. Tali differenze sono inerenti o imposte? Siamo davvero diversi o stiamo replicando una narrativa obsoleta? Per fare tutto ciò la compagnia opera uno spostamento dal piano soggettivo a quello oggettivo e lavora con quante più persone possibili provenienti dai contesti economici, culturali e fsici i più disparati. Gli artisti hanno chiesto alle persone di regalare i loro pensieri in cambio di un posto sicuro e rassicurante per esaminarli e, possibilmente, di un esperienza artistica rinvigorente.

info su www.romafringefestival.net