Premio Le Maschere del Teatro Italiano 2013. Le terne dei finalisti

Nella serata pubblica del 24 giugno al Teatro Quirinetta di Roma la giuria (presieduta da Gianni Letta e composta da Giulio Baffi, Marco Balsamo, Marco Bernardi, Emilia Costantini, Masolino D’Amico, Alberto Francesconi, Maria Rosaria Gianni, Enrico Groppali, Giancarlo Leone, Sergio Lo Gatto e Caterina Miraglia) discusso e selezionato le terne dei finalisti nelle varie categorie del Premio Le Maschere del Teatro 2013, ideato e curato da Luca De Fusco e Maurizio Giammusso. Ecco la rosa completa dei candidati che parteciperanno al secondo turno di votazione (affidato a una giuria di circa 500 professionisti del teatro) in vista della premiazione finale il 5 settembre 2013 al Teatro San Carlo di Napoli.

MIGLIOR COSTUMISTA
Catherine Rankl per lo spettacolo La scuola delle mogli di Marco Sciaccaluga
Simone Mannino e Simona Damico per lo spettacolo C’è del pianto di queste lacrime di Antonio Latella
Antonella Cannarozzi per lo spettacolo Dopo la battaglia di Pippo Delbono

MIGLIOR SPETTACOLO DI PROSA
Le voci di dentro di Toni Servillo
La coscienza di Zeno di Maurizio Scaparro
Dopo la battaglia di Pippo Delbono

MIGLIOR REGISTA
Toni Servillo per lo spettacolo Le voci di dentro
Maurizio Scaparro per lo spettacolo La coscienza di Zeno
Luca Zingaretti per lo spettacolo La torre d’avorio

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA
Pamela Villoresi per lo spettacolo Memorie di una schiava di Gigi Di Luca
Sara Bertelà per lo spettacolo Exit di Fausto Paravidino
Manuela Mandracchia per lo spettacolo John Gabriel Borkman di Piero Maccarinelli

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Toni Servillo per lo spettacolo Le voci di dentro di Toni Servillo
Mariano Rigillo per lo spettacolo Erano tutti miei figli di Giuseppe Dipasquale
Filippo Dini per lo spettacolo Il discorso del re di Luca Barbareschi

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
Chiara Baffi per lo spettacolo Le voci di dentro di Toni Servillo
Anna Teresa Rossini per lo spettacolo Erano tutti miei figli di Giuseppe Dipasquale
Alvia Reale per lo spettacolo Il panico di Luca Ronconi

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Peppe Servillo per lo spettacolo Le voci di dentro di Toni Servillo
Leandro Amato per lo spettacolo C’è del pianto in queste lacrime di Antonio Latella
Ernesto Lama per lo spettacolo Viviani Varietà di Maurizio Scaparro

MIGLIOR INTERPRETE DI MONOLOGO
Maria Paiato per lo spettacolo Anna Cappelli, uno studio di Pierpaolo Sepe
Sabrina Impacciatore per lo spettacolo È stato così di Valerio Binasco
Michela Cescon per lo spettacolo Leonilde, storia eccezionale di una donna normale di Roberto Andò

AUTORE/AUTRICE DI NOVITÀ ITALIANA
Valeria Parrella per lo spettacolo Antigone di Luca De Fusco
Mattia Torre per lo spettacolo Qui e ora di Mattia Torre
Fausto Paravidino per lo spettacolo Exit di Fausto Paravidino

MIGLIOR SCENOGRAFA/O
Jean Marc Sthelé per La scuola delle mogli di Marco Sciaccaluga
Claude Santerre per lo spettacolo Dopo la battaglia di Pippo Delbono
Massimiliano Nocente per lo spettacolo Il discorso del re di Luca Barbareschi

AUTORE/AUTRICE DI MUSICHE
Ran Bagno per lo spettacolo Antigone di Luca De Fusco
Pasquale Scialò per lo spettacolo Viviani Varietà di Maurizio Scaparro
Nicola Piovani per lo spettacolo La serata a Colono di Mario Martone