A sostegno del Teatro di Franco Scaldati

Franco ScaldatiRiceviamo e pubblichiamo:

Dall’iniziativa spontanea e affettuosa di alcuni intellettuali, artisti e operatori che sono stati amici e collaboratori di Franco Scaldati, nasce un gruppo di lavoro con l’intento si salvaguardare, studiare e promuovere il suo teatro e la sua poetica.

Franco Scaldati, con passione, disciplina e urgenza ha scritto, per tutta la sua vita, testi per il teatro, in un microscopico studio a Palermo, utilizzando una Olivetti “lettera 33”. I testi che ha pubblicato in vita sono solo una piccolissima parte della sua produzione, purtroppo anche a causa della disattenzione di editori e finanziatori. Il 70% della sua opera è inedito, circola in fotocopia fra i giovani attori della sua compagnia, viene scritto e riscritto in un processo che è stato quello della sua pratica teatrale quotidiana, con gruppi che di volta in volta, su singoli progetti di laboratorio e di messa in scena, lo scrittore-attore formava e dirigeva a Palermo.
Infatti, alla pratica quotidiana della scrittura, Scaldati associava la dimensione attiva del fare teatro. I luoghi in cui questo accadeva sono stati per lo più e preferibilmente “alternativi”, come il piccolo giardino del centro sociale dell’Albergheria, dove con gli abitanti del quartiere conduceva laboratori, anche nei mesi invernali, all’aperto, talvolta interrotti da improvvisi temporali.
Scrivere e fare teatro con giovani e con adulti, è stata l’occupazione di Franco Scaldati a partire dagli anni ’70, a Palermo, nella sua città, dove ha forgiato la sua lingua, i suoi personaggi, trasfigurandoli in forme visionarie e liriche di altissima poesia.
Franco Scaldati ha vissuto appartato, estraneo al sistema teatrale, fuori dalle logiche di mercato e dai meccanismi pubblici di finanziamento. Ciò non gli ha impedito di farsi conoscere e apprezzare a livello nazionale e internazionale e di essere tradotto in Francia e Spagna.
Questo gruppo di lavoro, nella convinzione che il teatro e la poesia di Franco Scaldati debbano avere un futuro nel solco tracciato da egli stesso, affiancherà e sosterrà la “Compagnia di Franco Scaldati” nella promozione di iniziative volte alla ricerca, archiviazione e valorizzazione dei materiali esistenti (testi, saggi, fotografie, video, registrazioni audio, tesi di laurea), a partire dalla pubblicazione dei suoi testi inediti.
È nostra intenzione incentivare iniziative volte alla realizzazione di incontri, seminari, recital, performance, proiezioni, mostre, individuando e sensibilizzando i partner, gli organizzatori e i finanziatori che di volta in volta potranno farsene carico.
Nella convinzione che il lavoro teatrale non può essere disgiunto dalla sua pratica scenica, sarà nostra cura sostenere la “Compagnia di Franco Scaldati” perché possa portare avanti il lavoro del suo fondatore e comunque intervenire, perché non vengano traditi o sviliti la natura, lo spirito e la poetica del teatro di Franco Scaldati.

Mario Bellone
Umberto Cantone
Umberto De Paola
Antonella Di Salvo
Roberto Giambrone
Franco Maresco
Valentina Valentini


Leggi altri articoli su Franco Scaldati