Stagione 2013 – 2014 Teatro Carignano (Stabile di Torino)

[08] 29 ottobre – 10 novembre 2013
IL TEATRANTE
di Thomas Bernhard / traduzione Umberto Gandini / con Franco Branciaroli

e con (in ordine alfabetico) Tommaso Cardarelli, Valentina Cardinali, Melania Giglio,
Daniele Griggio, Cecilia Vecchio, Valentina Violo

regia Franco Branciaroli
CTB Teatro Stabile di Brescia / Teatro de Gli Incamminati
Il teatrante è il travolgente e impeccabile incontro tra il genio caustico e lapidario di Thomas Bernhard e Franco Branciaroli, che prosegue nella sua penetrante riflessione sul mondo del teatro. Dopo Servo di scena, Branciaroli si trasforma nel logorroico, misogino ed ipocondriaco Bruscòn, attore-autore di origine italiana alle prese con uno spettacolo impossibile, affiancato da una ridicola compagnia, composta dalla sua stessa famiglia.

[09] 12 – 17 novembre 2013
IL RITORNO A CASA
di Harold Pinter / traduzione Alessandra Serra / con Paolo Graziosi, Alessandro Averone, Rosario Lisma, Elia Schilton, Andrea Nicolini,
 Arianna Scommegna / regia Peter Stein
Teatro Metastasio Stabile della Toscana / Spoleto56 Festival dei Due Mondi
Peter Stein vide Il ritorno a casa a Londra nel 1965, rimanendo conquistato dalle possibilità espressive del testo, dai suoi dialoghi arguti e intelligenti e da una storia in cui i ruoli tradizionali venivano sovvertiti dall’unico personaggio femminile in scena. Il grande regista tedesco dirige oggi questo viaggio divertente e terribile costruito da Pinter come un “giallo”, nel quale lo spettatore è chiamato a scoprire le verità nascoste.

[10] 19 – 24 novembre 2013
LA TORRE D’AVORIO
[RECENSIONE]
di Ronald Harwood / traduzione Masolino d’Amico / con Luca Zingaretti,
Massimo de Francovich / e con Peppino Mazzotta, Gianluigi Fogacci,

Caterina Gramaglia / regia Luca Zingaretti
Zocotoco Srl
Berlino 1946. Nell’ufficio del maggiore Arnold si trova il celebre direttore d’orchestra Wilhelm Furtwängler. I due si fronteggiano: l’ufficiale è ignorante e rozzo, Furtwängler ostenta superiorità ed è ben deciso a difendersi dall’accusa di complicità con il nazismo. Luca Zingaretti e Massimo De Francovich sono i grandi protagonisti della pièce, che mette sotto i riflettori uno dei problemi più discussi e irrisolti della storia: l’autonomia dell’arte di fronte alla politica.

[01] 26 novembre – 8 dicembre 2013
RIII – RICCARDO TERZO
di William Shakespeare / traduzione e adattamento Vitaliano Trevisan

con (in ordine di apparizione) Alessandro Gassmann, Mauro Marino, Giacomo Rosselli,
Manrico Gammarota, Emanuele Maria Basso,
 Sabrina Knaflitz, Marco Cavicchioli,
Marta Richeldi, Sergio Meogrossi
 e con la partecipazione di Paila Pavese
ideazione scenica e regia Alessandro Gassmann
Teatro Stabile del Veneto “Carlo Goldoni” / Fondazione del Teatro Stabile di Torino
Società per Attori / con la partecipazione produttiva di LuganoInScena
Risultato del felice incontro artistico tra Alessandro Gassman e Vitaliano Trevisan, R III – Riccardo Terzo affascina e irretisce il pubblico con il suo violento furore, la feroce brama di potere, la follia omicida. Attore, stratega, opportunista, Riccardo è un implacabile affabulatore e la sua parola si fa azione immediata. Personaggio assoluto, da tragedia greca, che mostra con forza tutto il genio contemporaneo del Bardo, è stato cavallo di battaglia per grandi attori, da Vittorio Gassman a Carmelo Bene.

[02] 10 – 22 dicembre 2013
IL MERCANTE DI VENEZIA
di William Shakespeare / con Silvio Orlando
e con (in ordine alfabetico) Andrea Di Casa, Fabrizio Contri, Milvia Marigliano,Simone Luglio,
Elena Gigliotti, Nicola Pannelli, Fulvio Pepe, Sergio Romano, Barbara Ronchi, Roberto Turchetta, Ivan Zerbinati
regia Valerio Binasco

Fondazione del Teatro Stabile di Torino / Popular Shakespeare Kompany – Oblomov Films
in collaborazione con Estate Teatrale Veronese / Festival La Versiliana
Valerio Binasco ama le sfide e il grande teatro: regista e attore pluripremiato, capace di passare da Cechov ad Alfieri, dalla Ginzburg a Ozpetek, ha dato vita alla Popular Shakespeare Kompany, che raccoglie una ventina di artisti e che nel nome del grande scrittore ha individuato un punto di riferimento in questa crisi epocale. Guest star per un’edizione che si annuncia travolgente è Silvio Orlando, che veste i panni del perfido usuraio Shylock.

[11] 27 dicembre 2013 – 5 gennaio 2014
MISERIA E NOBILTÁ
di Eduardo Scarpetta / adattamento e regia Geppy Gleijeses

con Geppy Gleijeses, Lello Arena, Marianella Bargilli / e con Gigi De Luca
e Antonietta D’Angelo, Gina Perna, Antonio Ferrante, Gino De Luca, Francesco De Rosa,
Jacopo Costantini, Silvia Zora, Loredana Piedimonte, Vincenzo Leto

Teatro Stabile di Calabria / Teatro Quirino-Vittorio Gassman
Cavallo di battaglia dei più grandi attori napoletani (e non), Miseria e nobiltà viene ora proposto integralmente in italiano, nella riduzione di Geppy Gleijeses. Un divertente e arguto incastro tra il testo originale di Eduardo Scarpetta, l’adattamento di Eduardo De Filippo e la sceneggiatura del celebre film di Mario Mattoli con Totò che si preannuncia come uno degli spettacoli più divertenti della stagione.

[03] 21 gennaio – 2 febbraio 2014 prima nazionale | Progetto Internazionale
QUARTETT / LE RELAZIONI PERICOLOSE
di Heiner Müller / da Le relazioni pericolose di Pierre Choderlos de Laclos

con Laura Marinoni, Valter Malosti / regia Valter Malosti
Fondazione del Teatro Stabile di Torino
Quartett, scritto da Heiner Müller nel 1982, condensa e incendia la materia del malizioso testo di Pierre Choderlos de Laclos, metafora dello scontro fra i due sessi e del vuoto morale di una classe sociale al tramonto. Valter Malosti e Laura Marinoni compongono una preziosa coppia artistica per un lavoro che disegna il quadro di una società moralmente crudele, prossima all’autodistruzione.

[12] 4 – 9 febbraio 2014
PRIMA DEL SILENZIO
di Giuseppe Patroni Griffi / con Leo Gullotta
e con Eugenio Franceschini

con la partecipazione di Sergio Mascherpa e Andrea Giuliano
e con l’apparizione speciale di Paola Gassman / regia Fabio Grossi
Teatro Eliseo / in collaborazione con Fuxia-Contesti d’immagine Srl
Omaggio a Giuseppe Patroni Griffi con un interprete d’eccellenza, Leo Gullotta, nei panni di un vecchio poeta solitario. La sua convivenza con un giovane sarà l’occasione per tentare di lanciare un ponte dialettico e di esperienza verso un futuro che non gli appartiene. Uno spettacolo tagliente che sembra scritto apposta per Gullotta, che in oltre cinquant’ani di carriera ha espresso il proprio duttile talento a teatro, al cinema, in televisione.

[13] 11 – 16 febbraio 2014
CIRCO EQUESTRE SGUEGLIA
di Raffaele Viviani / con Massimiliano Gallo, Monica Nappo, Carmine Borrino,
Lorena Cacciatore, Francesco Di Leva, Giovanna Giuliani, Tony Laudadio, Autilia Ranieri, Tonino Taiuti con la partecipazione di Mauro Gioia

regia Alfredo Arias
Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia
Teatro di Roma/Teatro Stabile di Napoli
Il regista argentino Alfredo Arias incontra la Napoli dei derelitti di Raffaele Viviani con Circo Equestre Sgueglia. Teatro musicale, grottesco e maschere si fondono brillantemente nell’allestimento di questo testo, che racconta le alterne vicende di una comunità di circensi, metafora universale di un mondo povero e precario. Le parole e i personaggi di Viviani sono ancora oggi potenti e concrete perché figlie autentiche del cuore più puro di Napoli.

13 febbraio – 17 aprile 2014 – fuori abbonamento
HäNSEL E GRETEL
dai fratelli Grimm / adattamento e regia Eleonora Moro

con Camilla Alisetta, Andrea Fazzari, Marco Lorenzi, Marlen Pizzo
musiche originali Davide Arneodo (Marlene Kuntz)
Fondazione del Teatro Stabile di Torino
Dopo il grande successo della scorsa stagione torna Hänsel e Gretel per raccontare ai più piccoli unastoria di bene e male, di coraggio e magia: un ottimo pretesto per scoprire la sala teatrale più bella della città. Eleonora Moro, giovane regista di prosa e di lirica, con questo spettacolo ha conquistato il cuore di bambini, insegnanti e genitori.

[04] 18 febbraio – 2 marzo 2014
I PILASTRI DELLA SOCIETÁ [RECENSIONE]
di Henrik Ibsen / con Gabriele Lavia / e cast in via di definizione

regia Gabriele Lavia
Teatro di Roma / Fondazione del Teatro Stabile di Torino / Fondazione Teatro della Pergola
«Gli spiriti della verità e della libertà sono i fantasmi della società», così si esprimeva Ibsen nelle opere della maturità. Gabriele Lavia è tra gli artisti che meglio incarnano il pensiero del grande drammaturgo norvegese. Dopo Nemico del popolo, porta in scena questo testo fondamentale dell’autore, un dramma sociale con cui Ibsen avvia una convinta battaglia contro la falsità e la mancanza di morale, tematiche ancora oggi profondamente attuali.

[14] 4 – 16 marzo 2014
IL SERVITORE DI DUE PADRONI
da Carlo Goldoni / drammaturgia Ken Ponzio
con (in ordine di locandina)
 Giovanni Franzoni, Elisabetta Valgoi, Annibale Pavone, Rosario Tedesco, Federica Fracassi, Marco Cacciola, Massimiliano Speziani, Lucia Peraza Rios, Roberto Latini / regia Antonio Latella
Emilia Romagna Teatro Fondazione / Teatro Stabile del Veneto “Carlo Goldoni”
Fondazione Teatro Metastasio di Prato
Arlecchino, maschera immortale, è al centro del nuovo allestimento di Antonio Latella, artista capace di immergersi nelle trame più disparate, dal teatro antico alle atmosfere del Novecento. Giochi e malinconie, trepidazioni e burle, lazzi e bisticci incantano perché sempre attuali, e nella versione di Latella si ammantano di un cupo velo di disonestà, falsità, e menzogna, tema che appartiene totalmente a questa commedia.

[15] 18 – 23 marzo 2014 e 27 maggio-1 giugno 2014
LE VOCI DI DENTRO [RECENSIONE]
di Eduardo De Filippo / con Toni Servillo e Peppe Servillo

e con (in ordine alfabetico) Chiara Baffi, Antonello Cossia, Rocco Giordano, Lucia Mandarini, Gigio Morra, Vincenzo Nemolato, Francesco Paglino, Betti Pedrazzi, Mariangela Robustelli, Marianna Robustelli, Marcello Romolo, Daghi Rondanini / regia Toni Servillo
Teatri Uniti / Piccolo Teatro di Milano -Teatro d’Europa / Teatro di Roma
Dopo la lunga tournée internazionale della Trilogia della villeggiatura, Toni Servillo torna al lavoro sulla drammaturgia napoletana e lo fa insieme al fratello Peppe, leader degli Avion Travel. Salutato da un travolgente successo di critica e pubblico, Le voci di dentro è la commedia dove De Filippo, in un’atmosfera sospesa fra realtà e illusione, rimesta con più decisione e approfondimento nella cattiva coscienza dei suoi personaggi.

[05] 1 – 13 aprile 2014
OPERETTE MORALI [RECENSIONE]
di Giacomo Leopardi / adattamento e regia Mario Martone

con (in ordine alfabetico) Renato Carpentieri, Salvatore Caruso, Roberto De Francesco, Paolo Graziosi, Giovanni Ludeno, Paolo Musio, Barbara Valmorin e cast in via di definizione
Fondazione del Teatro Stabile di Torino
Sfida vincente di Mario Martone, che da un capolavoro della letteratura italiana ha tratto uno degli spettacoli di maggior successo degli ultimi anni, per la terza stagione in scena. Operette morali (Premio Ubu per il teatro 2011 – a Mario Martone per la miglior regia; Premio “La Ginestra”2011 – a Mario Martone per la regia; “Premio dello spettatore 2012” Teatri di Vita di Bologna a Mario Martone) è un visionario viaggio attraverso l’anima più profonda dell’autore e i temi fondamentali della sua opera.

[16] 22 aprile – 4 maggio 2014
PORNOGRAFIA
di Witold Gombrowicz / con Ivan Alovisio, Riccardo Bini, Loris Fabiani,
Michele Nani, Franca Penone, Valentina Picello, Paolo Pierobon

la voce di Amelia è di Franca Nuti / regia Luca Ronconi
Centro Teatrale Santacristina / Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa
Pubblicato nel 1962 e ambientato nel periodo dell’occupazione tedesca della Polonia,Pornografia di Gombrowicz è un’ironica e disincantata riflessione sulle dinamiche del desiderio e del sentimento. Per Luca Ronconi, un divertente e lucido gioco teatrale da condurre con i suoi attori.

[17] 6 – 18 maggio 2014
AQUILONI
due tempi di Paolo Poli liberamente tratti da Giovanni Pascoli

con Paolo Poli / e con Fabrizio Casagrande, Daniele Corsetti, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco / regia Paolo Poli
Produzioni Teatrali Paolo Poli Associazione Culturale
Se a scuola vi han fatto detestare Pascoli, affrettatevi a vedere Paolo Poli: con la sua recitazione divertente, i perfetti cambi di scena e di abiti, gli amabili scioglilingua si tuffa nell’universo apparentemente lacrimoso del poeta romagnolo per riemergere vittorioso con impensabili risultati. Poli ci invita a una scampagnata nel mondo poetico pascoliano, e con intelligenza scava oltre l’ispirazione per regalarci un ritratto più che mai realistico del grande poeta.

[18] 20 – 25 maggio 2014
MEDEA
di Seneca / traduzione Francesca Manieri / con Maria Paiato

e cast in via di definizione / regia Pierpaolo Sepe
Fondazione Salerno Contemporanea / Teatro Stabile d’Innovazione
Maria Paiato si è imposta da tempo come interprete d’eccellenza di grandi personaggi femminili. Qui affronta uno dei testi cardini della storia del teatro, dando voce a una madre che trasforma l’ira per l’abbandono in un rancore cupo e cieco, fino al sacrificio estremo dei due figlioletti. DopoAnna Cappelli, Pierpaolo Sepe dirige ancora l’attrice Premio Ubu.

Vai agli altri cartelloni 2013/2014 del Teatro Stabile di Torino