LAB – Workshop intensivo di Fotografia di Scena con Futura Tittaferrante

TeatroeCritica, in collaborazione con Fondazione Romaeuropa, Teatro Palladium e CronosFilm, presenta

Workshop intensivo di Fotografia di Scena

1, 2 e 3 marzo

La testata giornalistica Teatro e Critica, in collaborazione con Fondazione Romaeuropa Teatro Palladium, Associazione culturale Cronos Film, organizza il workshop di fotografia di scena, che si propone come spunto di riflessione sulla fotografia di scena e vuole fornire i mezzi di base per incontrarla. A Futura Tittaferrante va il compito di guidare gli allievi alla scoperta del rapporto fra teatro e fotografia, fra l’interiorità del fotografo e il mondo al di là del diaframma: fotografa professionista, ha all’attivo, fra le altre, le collaborazioni con il Volterra Teatro Festival, Vie Scena Contemporanea Festival, e, tra le varie compagnie, Accademia degli Artefatti, Ricci/Forte e Teatro delle Albe, oltre al lavoro con Cronos Film di promozione e comunicazione di eventi nell’ambito dell’audiovisivo.

Come si “guarda” uno spettacolo? E prima, come lo si “avvicina”? E poi, come lo si “ferma”? Il fotografo di scena è contemporaneamente uno spettatore e un narratore, a cui spetta il compito di inventare un proprio racconto, di tracciare un proprio ritratto.


Fotografie di Futura Tittaferrante- ©tutti i diritti riservati
Guarda altre fotogallery

Il corso prevede tre giornate da 8 ore di esercitazioni teoriche e una serata di esercitazione pratica con riprese fotografiche, tramite accredito, durante gli spettacoli teatrali MERCUZIO NON VUOLE MORIRE (Compagnia della Fortezza) e PELI (Veronica Cruciani), nelle serate del 2, 3 e 5 marzo presso il Teatro Palladium.

Possono inoltre essere accordate nel corso dell’anno sedute di ripresa di spettacoli dal vivo legati alla danza e alla scena performativa.

In tali occasioni le immagini saranno revisionate, con suggerimenti per eventuali correzioni degli scatti, e selezionate per la costruzione di un proprio portfolio personale. Durante il corso gli allievi saranno stimolati a seguire un percorso di ricerca personale sulla fotografia di scena, individuando un tema di ricerca.

Programma

. Introduzione alle caratteristiche tecniche e concettuali della fotografia di scena. Le varie impostazioni formali e le possibilità di approccio e di sguardo sul teatro.

. Analisi delle differenti situazioni di ripresa e di lavoro

· Tecniche di ripresa nella fotografia di spettacolo: inquadratura, velocità, capacità di prefigurazione, discrezione, creatività. Obiettivi e luminosità nelle differenti situazioni.

· Fotografia di teatro. Il Rapporto tra teatro e fotografia. Elementi compositivi, tecniche, obiettivi, luci.

· L’”etica” del fotografo di scena: il rapporto con il palco, l’approccio emotivo con gli artisti e con lo spettacolo..

· Visione e commento di foto: fotografie di scena dei “maestri”.

· Il mestiere del fotografo di scena: rapporti con gli uffici stampa e immagini da inviare ai giornali.

. Gallerie su web e immagini per le riviste.

. Attrezzature necessarie: fotocamera reflex digitale o analogica, come obiettivi un normale e almeno un medio tele abbastanza luminosi, è consigliato portare il proprio computer portatile.

Luoghi e date del workshop

Via Lucio Sestio 10

a Roma, presso Lucha y Siesta, X Municipio

in data 1, 2 e 3 marzo  dalle ore 11.00 alle 19.00, con un’ora di pausa pranzo

+ esercitazione pratica nelle serate del 2, 3 e 5 marzo

per il PROGRAMMA COMPLETO e per l’iscrizione al corso // www.teatroecritica.net

Costo complessivo del corso: 90 euro a iscrizione

INFO & CONTATTI
redazione@teatroecritica.net
tel. 349 3749303

Per iscriversi basta effettuare il pagamento della quota di 90 euro tramite bonifico
iban: IT63J0316501600000011714666 – A FAVORE DI ASSOCIAZIONE CULTURALE KLEIS
Banca: IW BANK S.p.A. – Via Cavriana, 20. 20134 Milano

Una volta effettuato il pagamento inviate la copia scannerizzata della ricevuta a redazione@teatroecritica.net , se effettuate il pagamento tramite banca online potete inviare lo screenshot della schermata.