Teatro NEWS – a Venezia Virgilio Sieni nuovo direttore della Biennale Danza

Il Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, si è riunito in data odierna con la presenza, per la prima volta, del nuovo Consigliere Adriano Rasi Caldogno, subentrato per nomina del Ministro per i Beni e le Attività Culturali al Consigliere dimissionario Emmanuele Francesco Maria Emanuele.

Il Cda ha esaminato il preconsuntivo 2012, che risulta allineato con il budget programmato.

E’ stato quindi deliberato l’avvio del 4. Carnevale Internazionale dei Ragazzi, quest’anno intitolato Il Leon musico e dedicato a “sperimentazione, tradizione e creatività”, che si svolgerà dal 2 al 12 febbraio 2013 (a metà gennaio si terrà una conferenza stampa di presentazione).

Sono state poi approvate alcune modifiche al Regolamento della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. In particolare viene elevato il numero dei componenti delle Giurie, fissato ora a 9 per la Giuria del Concorso per il Leone d’oro, a 7 per la Giuria Orizzonti e a 7 per la Giuria del Premio “Luigi De Laurentiis” Opera Prima. Per la sezione Orizzonti vengono introdotti due nuovi premi: Premio Orizzonti per la miglior regia e Premio Speciale Orizzonti per il contenuto innovativo. Viene formalizzata l’introduzione della sezione “Venezia Classici” dedicata ai restauri e ai documentari sul cinema, già presente nella scorsa edizione della Mostra. Il Cda ha inoltre preso atto dell’avvio di Biennale College – Cinema, con il passaggio alla seconda fase e l’inizio dei lavori con i 15 team selezionati.

Il Cda ha preso anche atto dei lavori in corso e da avviarsi all’Arsenale e nella zona delle Sale d’Armi in seguito all’accordo con gli Emirati Arabi e col Sudafrica, nonché dei colloqui in corso con la Turchia e con la Santa Sede, per la loro partecipazione alla Biennale presso le stesse Sale d’Armi.

Infine il Cda ha proceduto, per quanto riguarda il Settore Teatro, alla proroga dell’incarico del Direttore Àlex Rigola per il biennio 2014-2015.

Per il Settore Danza, preso atto dello splendido lavoro svolto in 8 anni da Ismael Ivo, in particolare per l’Arsenale della Danza, diventato un punto di riferimento in Europa per la formazione d’eccellenza, il CdA ha nominato Virgilio Sieni Direttore per gli anni 2013, 2014 e 2015.

“Virgilio Sieni – ha spiegato il Presidente Baratta – sviluppa da anni una ricerca molto intensa e personale nel campo della Danza, e al di là delle sue riconosciute doti di coreografo è apprezzato per l’impegno e la dedizione alle attività formative, nonché per il suo spirito di ricerca ricco di interessi verso altre discipline. Attraverso la prosecuzione dell’Arsenale della Danza in Biennale College, potrà così fornire un contributo importante al suo ulteriore sviluppo e alla sua crescente qualificazione, diventandone preziosa guida”.

Da parte sua Virgilio Sieni ha dichiarato: “Spero di condividere un percorso fondato sulle pratiche intese come viatico alla creazione e alla fruizione, portando l’attenzione al senso dello spettacolo come forma del vivente che ci richiama all’ascolto, aprendo le porte allo sconosciuto. La Biennale rappresenta per me quella radura che si arricchisce di accoglienze porgendo con intensità uno sguardo al corpo quale misura e nutrimento poetico dell’uomo”.

Venezia, 21 dicembre 2012

Nota biografica su Virgilio Sieni (Firenze, 1957)
Protagonista della scena contemporanea italiana a partire dai primi anni ’80, Sieni è oggi coreografo e danzatore conosciuto a livello internazionale, “tra i pochissimi capaci tramite il movimento di dar vita a composizioni che parlano ancora dell’“umano”, delle sue debolezze e fragilità” (Goffredo Fofi) e “le cui opere si offrono come un pensiero in forma di danza e sulla danza” (Roberto Giambrone).
Sieni si è formato alla danza classica e contemporanea ad Amsterdam, New York e Tokyo, ma il suo percorso comprende anche studi di arti visive, architettura e arti marziali. Nell’83 ha fondato la Compagnia Parco Butterfly, che nel 1992 diventa Compagnia Virgilio Sieni, con cui, fra i tanti riconoscimenti, vince tre premi UBU – nel 2000, nel 2003 e nel 2011, anno in cui ottiene anche il premio della rivista “Lo Straniero”. In qualità di coreografo ospite, ha creato balletti per i principali Enti Lirici e istituzioni teatrali italiane: Teatro alla Scala di Milano, Teatro Comunale di Firenze – Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Massimo di Palermo, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro dell’Opera di Roma.
Osso, La natura della cose, tratto dal De rerum natura di Lucrezio con la collaborazione del filosofo Giorgio Agamben per la drammaturgia, Solo Goldberg Improvisation, Tristi tropici, liberamente ispirato all’omonimo testo di Claude Lévi-Strauss e De anima, ispirato ad Aristotele, sono alcuni dei titoli più significativi della sua produzione.
Per la creazione dei suoi lavori Sieni si è spesso avvalso della collaborazioni di artisti visivi, musicisti e compositori di fama, come Alexander Balanescu, Ennio Morricone, Steve Lacy, Francesco Giomi/Tempo Reale, Evan Parker, Stefano Scodanibbio, Grazia Toderi, Liliana Moro, Maurizio Nannucci, Flavio Favelli.
Insieme alla sua compagnia, Sieni affianca alla creazione di spettacoli un programma di ricerca, studio, diffusione del linguaggio coreografico contemporaneo articolato in progetti di residenza, produzione e formazione. Dal 2003 dirige infatti a Firenze Cango Cantieri Goldonetta e dal 2007 l’Accademia sull’arte del gesto, finalizzata alla trasmissione delle pratiche artistiche e alla definizione di un nuovo rapporto tra formazione e produzione, rivolto sia a professionisti che a gruppi di neofiti della danza, dall’infanzia alla terza età ai non vedenti.

Per ulteriori informazioni
Ufficio Stampa della Biennale di Venezia
T. +39 041 – 5218859
F. +39 041 – 5218812
e-mail: ufficiostampa@labiennale.org
www.labiennale.org
FB: La Biennale di Venezia
@twitter.com/la_Biennale