Teatro NEWS – B.R.I.S.A.! la festa del teatro a Bologna

Comunicato Stampa

LA FESTA DEL TEATRO DI ARCI BOLOGNA RIUNISCE GLI ARTISTI DELLA CITTÀ

Dal 24 al 31 ottobre a Bologna va in scena la II edizione di B.R.I.S.A.!

Non solo spettacoli ma anche laboratori e “salotti teatrali”

Si svolgerà dal 24 al 31 ottobre 2012 la seconda edizione di B.R.I.S.A.! (Bologna Riunisce i Suoi Artisti), la Festa del Teatro realizzata dall’Arci di Bologna con il patrocinio del Comune di Bologna, della Provincia di Bologna e della Regione Emilia Romagna.

La rassegna si inserisce nell’ambito della Festa del Teatro che l’Arci dal 1998 ripete il 31 ottobre di ogni anno, in occasione dell’anniversario della morte di Eduardo de Filippo. Un modo per celebrare il Teatro e i teatranti e per denunciare allo stesso tempo il rischio che questo patrimonio comune si dissolva a causa dell’assenza di politiche culturali e di investimenti adeguati.

A Bologna esiste, infatti, una rete teatrale diffusa e capillare che fatica a trovare spazi, opportunità e risorse per emergere, vivere o addirittura sopravvivere. “Il taglio di risorse alla cultura è sotto gli occhi di tutti ma non deve diventare un alibi – commenta Stefano Brugnara, presidente dell’Arci di Bologna. In città esistono tante realtà culturali interessanti, piccoli gruppi che hanno bisogno di farsi conoscere e apprezzare e la nostra Festa del teatro serve proprio a valorizzare questo patrimonio, mettendo in rete competenze ed esperienze.”

Dopo aver riunito lo scorso anno alcuni tra i più significativi gruppi cittadini del teatro di ricerca, per questa seconda edizione Arci Bologna ha deciso di chiamare a raccolta altre importanti realtà che operano tra Bologna e provincia (Teatro delle Ariette, Teatrino Giullare, Tomax Teatro e moltissime altre) insieme alle giovani associazioni affiliate ad Arci che si occupano di teatro. Il risultato è un calendario che è al contempo una fotografia delle realtà esistenti e un modo per far sentire la propria voce, accordandola tutti insieme.

Circoli Arci giovanili e tradizionali, della città e della provincia (Spazio Indue, La Fattoria, Leggere Strutture Art Factory, ArciBrecht, Benassi, Guernelli, Circolo Sardegna, Circolo Primo Maggio di Pianoro), hanno messo a disposizione le proprie sedi per accogliere questa moltitudine teatrante, contaminando spazi, proposte e pubblici.

Agli spettacoli vengono poi affiancati momenti laboratoriali e di confronto che inizieranno durante il festival ma si prolungheranno nel corso di tutto l’anno, dando vita a un laboratorio permanente che possa aiutare le realtà più giovani a crescere, conoscere, approfondire, scambiarsi esperienze e collaborare assieme.

Novità di questa seconda edizione sono i salotti teatrali, spazi di discussione sulle difficoltà, sugli aspetti burocratici (Siae, Enpals, etc.) e sulle opportunità per i teatranti di oggi. “Si tratta di iniziative di approfondimento – spiega Brugnara – che servono a fornire ‘la cassetta degli attrezzi’ ai gruppi teatrali più giovani e meno esperti. Per produrre cultura, infatti, bisogna anche ‘saper fare’, districarsi tra gli adempimenti organizzativi e burocratici, saper trovare risorse e bandi”. In programma, inoltre, una giornata di pratica e confronto sul fare artistico che si terrà domenica 28 ottobre al Teatro delle Ariette a Castello di Serravalle (BO). “Un invito a entrare nel giardino segreto” – così definisce l’inziativa Azzurra D’Agostino, curatrice di B.R.I.S.A! - rivolto a tutte le realtà teatrali della città e non solo – ai professionisti come alle giovani compagnie – per presentare il proprio lavoro, confrontarsi e, dove possibile, creare alleanze e scambi”.

Il pubblico è l’altro protagonista di B.R.I.S.A, un festival che deflagra in città e si propone di far incontrare artisti e cittadinanza, di unirli nell’intento di salvaguardare il lavoro e la dignità del teatro e dei teatranti. Ogni volta che un teatro sta per chiudere o che una compagnia non riesce a sopravvivere, l’invito è di gridare forte e chiaro: BRISA!

Gli spettacoli sono a ingresso gratuito. Per gli eventi che si svolgono nei Circoli, l’ingresso è riservato ai soci Arci. 

PROGRAMMA

Mercoledì 24 ottobre – ore 19
Circolo Arci Spazio InDue – vicolo Broglio 1/F, Bologna
Apertura della Festa del Teatro 2012. Partecipano Stefano Brugnara (Presidente Arci Bologna), Azzurra D’Agostino (curatrice artistica della rassegna), Carlo Testini (Coordinatore nazionale politiche culturali Arci e referente nazionale Rete Arci Teatro).

Salotto Teatrale sul tema “Vivere o sopravvivere? Fare teatro oggi“. Partecipano Massimo Marino (critico teatrale, saggista e docente), Nicola Bonazzi (Teatro dell’Argine–ITC Teatro), e Carlo Testini (Coordinatore nazionale politiche culturali Arci e referente nazionale Rete Arci Teatro).

Mercoledì 24 ottobre – ore 22
Circolo Arci Spazio Indue – vicolo Broglio 1/F, Bologna
La compagnia teatrale Impro’ si esibisce in uno spettacolo d’improvvisazione…con finale a sorpresa! Imperdibile!

Giovedì 25 ottobre –  ore 20
Circolo Arci Primo Maggio – Viale della Resistenza 201, Pianoro (Bo)
Cena resistente: tortellini in brodo e arrosto con patate.
Info e prenotazioni: 051 775139 – 3396512807.

Giovedì 25 ottobre – ore 21.30 
Circolo Arci Primo Maggio, Sala Arcipelago 
“Tasche Vuote” dal progetto “Dai valori della Resistenza alla Costituzione” a cura di Tomax Teatro. Un unico filo rosso a cui sono appese tante storie: storie umane, animate da un unico sentimento. Uno spettacolo interamente tratto dalle testimonianze di chi ha vissuto realmente la Resistenza.

Venerdì 26 ottobre – ore 21
Circolo ArciBrecht – via Bentini 20, Bologna
Di Platone “Lo Ione” (precisa ed ironica lezione non accademica sull’arte dell’attore nel pensiero di Platone). Un paradossale scambio filosofico tra Socrate e Ione di Efeso sulla natura dell’Arte dell’Attore, in cui si confrontano due categorie opposte ed alternative: “tecnico” e “divino”. A cura di Teatro Corame e Giuseppina Morara.

Sabato 27 ottobre – ore 21
Circolo Arci La Fattoria – via Pirandello 6, Bologna
Performance poetica collettiva a cura de Il Laboratorio di parole del Circolo La Fattoria e associazione Via de’Poeti.

Domenica 28 ottobre – dalle ore 15 alle ore 19
Teatro delle Ariette – via Rio Marzatore 2781, Castello di Serravalle (Bo)
Tutti i teatranti della città e non solo sono invitati a una giornata di pratica e di confronto sul fare artistico, un invito a entrare nel “giardino segreto”: il Teatro delle Ariette è a disposizione per incontrarsi, mostrare estratti di un proprio lavoro, parlarne insieme, fare domande agli artisti, conoscere gli altri gruppi, confrontarsi e, perché no, creare alleanze e scambi. Il tutto in una cornice informale e concluso da un aperitivo! Ingresso libero.

Domenica 28 ottobre ore 21
Circolo Sardegna – via Stalingrado 81, Bologna
Selezione concorso nazionale di poesia orale “Poetry Slam” a cura di Via de’Poeti. Ingresso riservato ai soci Arci.

Lunedì 29 ottobre e martedì 30 ottobre – dalle  20 alle ore 23 
Centro giovanile “Antonio Gramsci” – Corso Garibaldi 2, Ozzano dell’Emilia (Bo).
Laboratorio di Teatro fisico sensoriale a cura di Circolo Arci-Uisp Ozzano, Marco Alì e Circolo Arci Spazio InDue. Un lavoro sul gioco (perché il gioco è una cosa seria) ascoltando il nostro corpo e quello degli altri in azione. Info e iscrizioni: 051798935 – centralegiovanile@gmail.com

Lunedì 29 ottobre – ore 21.30
Circolo Arci Guernelli – via Gandusio 6, Bologna
Rambo Guendalina a cura di Matteo Garattoni Circolo Arci Spazio InDue.
Rambo – il macho violento che ripulisce il mondo dall’ingiustizia – diventa Guendalina, ipotetica “colf” che pulisce la casa. E’ un eroe ecologista e socialmente utile, o figura frustrata, di aspirazioni e sogni che si piegano al presente periodo di crisi?

Martedì 30 ottobre – ore 17
Circolo Arci Benassi – viale Cavina 4, Bologna
Presentazione del laboratorio interattivo per la scena “Ritorno a Dogville” a cura del Circolo Arci

Leggere Strutture. Un laboratorio di movimento rivolto a dieci persone over 60, liberamente ispirato all’omonimo film di Lars Von Trier, che riprende scene e ipotesi di costruzione dello spazio “on stage” attraverso la fittizia delimitazione dei luoghi.

Martedì 30 ottobre – ore 19
Circolo Arci Leggere Strutture Art Factory – via Ferrarese 169/A, Bologna
Salotto teatrale sul tema “Eppur si muove: promozione, produzione, organizzazione, comunicazione…”. Partecipano Teatro delle Ariette Eugenio Incarnabile (Teatrabile de L’Aquila).

Martedì 30 ottobre –  ore 21.30
Circolo Arci Leggere Strutture Art Factory – via Ferrarese 169/A, Bologna
“Parole di Teatro” a cura di Teatro delle Ariette – Perché lo facciamo? Come lo facciamo? Cosa cerchiamo di raccontare attraverso quest’arte così desueta, così vecchia, così fuori posto nella società contemporanea? Un percorso di parole per tentare di rispondere a queste domande “capitali”.

Mercoledì 31 ottobre – ore 19
Circolo Arci Spazio InDue – vicolo Broglio 1/F, Bologna
Salotto teatrale sul tema “Davide e Golia: Ministero, Siae, Enpals, bandi, festival…”. Partecipano Donato Nubile (Progetto C.Re.S.Co.) e Andrea Marco Ricci (Avvocato e Presidente Associazione Note Legali).

Mercoledì 31 ottobre – ore 21.30
Circolo Arci Spazio InDue – vicolo Broglio 1/F, Bologna
“Genio e sregolatezza: frammenti sull’arte” a cura di Teatrino Giullare. Una raccolta di perle letterarie in cui grandi o piccoli personaggi (trapezisti, pianisti, impresari, teatranti…) si trovano ad aver a che fare con l’essenza dell’arte e col carattere capriccioso ed imprevedibile delle muse. Un percorso tra Dumas, Kafka, Bernhard, Szymborska e tanti altri.

Per informazioni: www.arcibologna.it

Il materiale stampa relativo all’iniziativa è disponibile all’indirizzo:www.arcibologna.it/area_stampa.

L’ufficio stampa

Rossella Vigneri (+39 349 8354451) – ufficiostampa@arcibologna.it