#Refest 12. Romaeuropa 2012: live arts nell’era di Twitter

Stocos di Muriel Romero e Pablo Palacio - foto romaeuropa.net

Nell’epoca del cloud computing, dei social network che sfornano notizie calde tanto da sfamare perfino telegiornali e grandi quotidiani online, quello che probabilmente si configura ormai come il festival di live arts più importante d’Italia cavalca l’onda digitale portando una forte componente di innovazione comunicativa nel mondo delle arti performative. Quest’anno, oltre ai fortunati progetti del passato come Digital Life e Metamondi (gli spettacoli in streaming), le nuove tecnologie hanno caratterizzato anche la conferenza stampa tenutasi ieri mattina all’Opificio Telecom Italia: diretta video sul web per Fabrizio Grifasi e i suoi ospiti e un fiume di tweets. Che stava accadendo qualcosa da questo punto di vista ce ne siamo accorti in molti, parlo di coloro che invece di prendere appunti sul buon vecchio taccuino twittavano a più non posso, ovvero lanciavano in rete in tempo reale appunti, impressioni e commenti, che poi venivano riportati alla sala tramite due monitor laterali. Sfrontato, tagliente ed emblematico uno dei tweet di apertura a opera di Simone Pacini, critico e fautore appassionato (oltre che conoscitore) dei nuovi mezzi applicati alla comunicazione teatrale “Cari giornalisti, buttate i vostri taccuini e usate Twitter. Il vostro pezzo se va bene esce domani, i miei tweet sono già in rete #refest12″. La magia è proprio in quella parola preceduta dal cancelletto che sta per Romaeuropa Festival 2012, composizione di tre contrazioni in un sol colpo che permette di riunire in un’unica lista la pioggia di esclamazioni, emozioni, indignazioni, freddure e banalità che nei 140 caratteri del social network cinguettante si possono generare.

In questa pagina il cosiddetto hashtg #Refest12 si aggiornerà automaticamente, potrete consultarlo anche durante il festival e tutto quello che scriverete su twitter a proposito della rassegna apparirà automaticamente anche qui e vi rimarrà per un tempo inversamente proporzionale alla velocità con cui qualcun altro twitterà con #Refest12.

Gli ultimi tweets sono in cima alla lista, scendete in basso e cliccate anche su “Guarda altri tweets” in basso a destra per arrivare a leggere i più vecchi.

Andrea Pocosgnich

Vai al Programma del Romaeuropa Festival 2012

 

Vai al Programma del Romaeuropa Festival 2012

Leggi anche l’articolo di presentazione: Romaeuropa 2012, ventisettesima edizione_All that we can do