Iceberg (L’Eolienne) – Sguardi di quinta

“Questi corpi, presi da un movimento eterno, dal trapezio alle coreografie fisiche, dalla simulazione della violenza all’ironia di un paradossale balletto in maschera sulle note di ‘O Sarracino, alzano l’asticella della difficoltà del proprio lavoro quotidiano senza rinunciare a quella leggerezza propria di un’umanità fragile, ma sincera. È il rischio con cui Robert ha affrontato il proprio mestiere dandosi in pasto a linciaggi mediatici e giudiziari”.
Leggi la recensione completa di Andrea Pocosgnich.
Visto e fotografato il 26 maggio 2012 a Vie Scena Contemporanea Festival.

Clicca sul collage per sfogliare la fotogallery

Fotografie di Futura Tittaferrante- ©tutti i diritti riservati

Guarda altre fotogallery