Programma Relazione Urbana 2012 (15 aprile – 13 maggio 2012, Padova)

DOMENICA 15 APRILE dalle ore 16:00 – Piazze del centro di Padova
Articolazioni Urbane azioni performative

  • SpeciediSpazi Azioni del gruppo di Oikos officina delle arti sceniche,
    ispirate a Manifesto del Terzo Paesaggio di Clèment
  • Sonori Sguardi Installazione sonora di Paolo Calzavara [pax~] con i partecipanti al laboratorio prodotto da Euterpe Venezia /Fondazione Venezia
  • Cacciatori di Bellezza con i giovani di Campus Company di Schio
    guidati da Andrea Pennacchi con la collaborazione di Andrea Mazzacavallo
  • Non so a che santo votarmi Videoinstallazione di Raffaella Rivi
    (attraverso la figura padovana del Santo, utopie, sogni, desideri di ogni cittadino)
  • Cameriera di poesia Verranno servite parole in cuffia ai passanti.
    Una pausa di ristorazione per il corpo e lo spirito. Di Claudia Fabris
  • Parkour Padova Il parkour è un PERCORSO del corpo e della mente per superare gli ostacoli che ci circondano.
    Allenamento guidato per tutti.
  • Pic Nic La città da abitare.
    la piazza che si trasforma e diventa prato per un giorno con SocietàPerAzioni
  • Ecce Coro
    Il repertorio spazia dal popolare al moderno, passando per lo spiritual, il pop e perché no, anche per la musica classica.
  • JiAndri e David Soto Chero in Duo
    La Musica è ovunque, basta cercarla!
    Un Concerto completamente acustico. Due Chitarre e due Voci
  • Vagar Una città, una piazza, un trasognato “vagar” dell’anima…
    Canzoni, frammenti autobiografici che diventano universali. Di Rachele Colombo
  • Settimo Grigolin La storia di un uomo in equilibrio sul suo bastone.
    Settimo ci racconta mezzo secolo di vita. Di Mirco Trevisan
  • Compagnia Via
    diretta da Alessia Garbo. Performance di danza urbana
  • Paolo Esposito
    Improvvisazioni attoriali

Tavole e parole dalla città fragile esposizione
Esposizione delle tavole scultoree di Pietro Floridia e Luana Pavani per il progetto Città Fragile di Gigi Gherzi
Inaugurazione ore 19.30
apertura dal 16 al 20 APRILE ore 17.00 / 19.00 – Teatro delle Maddalene.

 

VENERDI 20 APRILE ore 21:00 – Teatro Maddalene
Report dalla città fragile spettacolo
Gigi Gherzi – Teatro dell’Argine – Olinda
liberamente tratto dal romanzo Atlante delle norme e dei salti di Gigi Gherzi
Report dalla città fragile è un progetto di teatro dello spettatore, dove si parla poeticamente e gioiosamente della fragilità, quella vissuta dalle persone, in rapporto con una vita che richiede ad ognuno un livello di prestazione altissimo. Uno spettacolo che ridà alle vite dignità di grande racconto. Vite dei personaggi raccolte attraverso interviste. Vite che escono dagli scritti e dai contributi creativi degli spettatori. Spettatori che parlano, agiscono insieme, lasciano traccia del proprio passaggio e, alla fine dell’incontro, edificano insieme uno spazio collettivo. Lo spettacolo apre agli spettatori un atlante della città. Allo spettatore il compito di regalare ogni sera nuove storie all’atlante, di dialogare con la vita dei personaggi, vite che escono da interviste raccolte nelle città e all’interno dell’ex ospedale psichiatrico Paolo Pini di Milano.

17/21 aprile – Teatro Maddalene
Il teatro della città laboratorio
un seminario condotto da Gigi Gherzi e Anna Serlenga
Cinque giorni di incontro rivolti ad ad attori e non attori. Parleremo, utilizzando le tecniche del teatro e della scrittura, della città. Di quella che conosciamo, che abbiamo visto, delle persone che ci abitano, dei suoi luoghi, delle sue magie e delle sue insidie. Ci guideranno parole chiave a partire dalle quali prenderanno forma piccoli testi, racconti, disegni, improvvisazioni, che si trasformeranno in vere e proprie azioni teatrali. Interagiremo con la scenografia dello spettacolo “Report da una città fragile”.
Incontreremo l’ultimo giorno un piccolo pubblico, a condividere il senso e le azioni del percorso svolto.
Il laboratorio è rivolto a tutti, senza limiti di età o di esperienza.
Costo: 80 euro
Orario: da martedì17 a venerdì 20 dalle19.30 alle 23.30 / sabato 21 dalle 9.30 alle13.30

VENERDI 27 APRILE ore 21:00 – Teatro Maddalene
La città fragile. Seppellitemi in piedi spettacolo
Beppe Rosso – ACTI Teatri Indipendenti
Dal libro “La Città Fragile” di Beppe Rosso e Filippo Taricco edito da Bollati Boringhieri. Lo spettacolo è una narrazione epica ispirata a un fatto realmente accaduto: l’esodo dall’est di seicento Rom precipitati ai confini di una città italiana. Una storia che ci richiama ai fatti più recenti che ogni giorno si ripetono nelle nostre città, gli assembramenti improvvisi e abusivi di roulotte che occupano parti del suolo pubblico e creano emergenze, il conflitto fra chi si accampa per necessità e chi si sente espropriato dal suo quartiere. Uno spettacolo di parole e musica in cui l’attore recupera le tradizioni della cultura zingara, in cui si evidenziano l’ironia nel dramma, il rapporto con la sorte, il linguaggio emotivo di un popolo che ancora oggi vive la sua diversità.

SABATO 28 APRILE ore 10:00 – Palazzo Trevisan – Centro Universitario
Arte nel Divenire agorà di pensiero
In collaborazione con Assessorato alle Politiche Giovanili – Progetto Giovani Comune di Padova.
Immaginare un progetto come uno spazio che comprende riserve, domande da porre. (Gilles Clément)
Tre esperienze di eccellenza di progetti dedicati ai giovani. Progetti di arte e creatività che si contraddistinguono per la ricerca di senso e di significato ma anche per la capacità di ascolto delle istanze giovanili e di sviluppo delle loro potenzialità espresse ed inespresse.

Presentazione di materiali video e riflessioni di:
Stefania Schiavon_Assessorato alle Politiche Giovanili_Progetto Giovani_Comune di Padova
Cristina Palumbo_Euterpe Venezia_Fondazione Venezia_Echidna Cultura
Annalisa Carrara_Fondazione Teatro Civico di Schio

DOMENICA 29 APRILE ore 17:00 – Teatro Maddalene
In cammino spettacolo
TAM TEATROMUSICA
spettacolo indicato dai 2 ai 5 anni Ispirato alle sculture di Graziano Pompili, nutrito delle suggestioni di Le vie dei Canti, di Bruce Chatwin, In cammino è la storia di un percorso universale. In scena una figura femminile ci racconta il piacere di mettersi in viaggio alla scoperta del mondo e la gioia di cantarlo. Punto di partenza del suo andare è un luogo abitato da forme silenziose. Ognuna di loro è l’origine di un canto, l’evocazione di un paesaggio, il segno che identifica un sentiero percorribile. E nel dialogo col mondo esterno, fatto di suoni, canto e lunghi silenzi, il viandante cammina. La sua percezione coincide con la creazione, l’andare con la costruzione dello spazio e dei paesaggi da abitare, il suo cammino con la ricerca del luogo in cui costruire la propria casa, quello in cui poter finalmente dire “io qui sono”. Ma poi il viandante cerca ancora la strada… col desiderio di incontrare gli altri e contemplare insieme a loro il cielo stellato.

a seguire
Matteo e la città video
di Michele Sambin
è la storia di un bambino che vive in una città triste che intristisce anche lui. Decide di andare a vedere cosa c’è fuori e incontra la natura abitata da animali che gli sono amici. Poi quando arriva lo notte tutti i suoi amici vanno a dormire nelle loro tane e lui rimane solo e perso nella foresta. Un uccello lo aiuta guidandolo verso la sua casa. Prima di rientrare nella città il bambino saluta la campagna e si accorge che gli animali l’hanno seguito per continuare a stare con lui. D’ora in poi gli animali abiteranno la città portando nuova vita alla città che torna ad essere felice.

VENERDI 4 MAGGIO ore 15:00 – Palazzo Trevisan – Centro Universitario
La Scena del Carcere agorà di pensiero
Incontro a cura del Coordinamento Nazionale Teatro Carcere
Video e testimonianze di esperienze nazionali di teatro con persone recluse

L’esperienza del teatrocarcere a Rebibbia:
Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani Orso d’Oro al Festival cinematografico di Berlino.
Presentazione della prima Rassegna Nazionale di Teatro Carcere  – Firenze giugno 2012

Coordina: Giuseppe Mosconi_docente Sociologia del Diritto_Università Di Padova

Testimonianze di:
Fabio Cavalli_Centro Studi Enrico Maria Salerno regista teatrale Carcere di Rebibbia, cosceneggatore e interprete nel film “Cesare deve morire” di Paolo e VittorioTaviani
Vito Minoia_Coordinamento Nazionale Teatro Carcere e Teatro Aenigma Urbino
Donatella Massimilla_Centro Europeo Teatro e Carcere Milano
Gianfranco Pedullà_Teatro Popolare d’Arte Firenze
Anna Gesuladi e Giovanni Trono_TeatrInGestAzione Napoli
Maria Cinzia Zanellato e Loris Contarini_Tam Teatromusica

Intervengono:
Michela Frezza_Dirigente Servizio Prevenzione Devianze Regione Veneto
Lorena Orazi_Responsabile Attività Rieducative di N.C.P. Due Palazzi Padova
Luisa Vettor_Segreteria Magistrati di Sorveglianza Tribunale di Padova
Gabriella Straffi_direttrice Casa di Reclusione Femminile della Giudecca (Venezia)
Francesca Vianello_Associazione Antigone
Isabella Magro_Ufficio Marginalità e Carcere_Regione Veneto

VENERDI 4 MAGGIO ore 20:00 – Teatro Maddalene
Le Troiane spettacolo
Balamòs Teatro – Casa di Reclusione Femminile della Giudecca (Venezia)
Il progetto teatrale “Passi Sospesi” attivo negli Istituti Penitenziari di Venezia dal 2006 e diretto da Michalis Traitsis. Le Troiane è l’immagine di una città, Troia, devastata da una interminabile guerra, è l’immagine di un Coro di donne piangenti, private di tutto, sposi, figli, patria, libertà, speranza, mentre aspettano di essere sorteggiate come schiave e di essere quindi deportate. Tutto è già accaduto, l’azione drammatica è tessuta di ricordi, di sogni, di violenza, di sguardi smarriti che sostanzia l’attesa delle donne prigioniere.

SABATO 5 MAGGIO ore 18:00 – Teatro Maddalene
Memorie Contemporanee agorà di pensiero
Ogni essere umano è radicato quaggiù grazie a una certa poesia terrena…
Le città degli uomini, quali più quali meno, secondo il loro grado di perfezione circondano di poesia la vita dei loro abitanti. (Simone Weil)
Tre testimonianze di artisti riconosciuti a livello internazionale che hanno segnato l’evoluzione del teatro contemporaneo italiano
La loro esperienza su arte come elemento di cambiamento nella relazione urbana

Coordina: Fernando Marchiori_critico teatrale
Proiezione video e interventi di:_Daniela Nicosia_Tib Teatro Belluno_il Filo di Arianna Festival di arti congiunte dedicato alla città
Michele Sambin_Tam Teatromusica_film Blu d’Acqua 1972 e video Murales 1974
Donato Sartori e Paola Piizi_Centro Maschere e Strutture Gestuali_Mascheramento Urbano modificazione effimera delle aree cittadine

DOMENICA 6 MAGGIO ore 17:00 – Teatro Maddalene
Incontri. 14 passi nelle scritture spettacolo
STALKER TEATRO
Spettacolo di Stalker Teatro con la partecipazione degli spett/attori
Gli “Incontri” di Stalker Teatro offrono agli spettatori la possibilità di partecipare direttamente all’evento teatrale. La performance teatrale viene così a trasformarsi in una sorta di happening. Il tema poetico a cui si ispira il testo è tratto da una ricerca su brani dell’Antico Testamento ed in particolare su alcuni frammenti dedicati all’ “incontro con l’altro” e alla positiva conviveza fra le persone in una comunità. Uno degli aspetti principali della ricerca artistica della compagnia riguarda la sperimentazione di situazioni e giochi teatrali che facilitano il coinvolgimento attivo degli spettatori.

DOMENICA 13 MAGGIO ore 18:00 – Teatro Maddalene
SpeciediSpazi spettacolo
Oikos officina delle arti sceniche
Evento finale del laboratorio SpeciediSpazi Lab.
Il Gran Kan contempla un impero ricoperto di città che pesano sulla terra e sugli uomini,stipato di ricchezze e d’ingorghi, stracarico d’ornamenti e d’incombenze, complicato di meccanismo e gerarchie, gonfio teso greve. “è il suo stesso peso che sta schiacciando l’impero”, pensa Kublai, e nei suoi sogni appaiono, città leggere come acquiloni, città traforate come pizzi, città trasparenti come zanzariere, città nervatura di foglia, città linea della mano”. (Italo Calvino)

BIGLIETTI SPETTACOLI
8 € intero / 6 € ridotto (< 26 > 65 anni) / 2,50 € (Giovani a Teatro)
PARTECIPAZIONE LIBERA agli agorà di pensiero ed agli eventi in piazza
PRENOTAZIONI E INFORMAZIONI
paola@tamteatromusica.it / dalle 9.00 alle 13.00 _ 049654669 / 3347685121
TEATRO DELLE MADDALENE – Via San Giovanni da Verdara, 40 – Padova
PALAZZO TREVISAN – Via degli Zabarella, 82 – Padova