Sunday Night Live. I consigli della settimana teatrale

Giorni rubati, testi di Giammarco Mereu

Quasi mi ci costringo a comporre questo articolo oggi, dopo 4 ore e mezza di spettacolo al Teatro India di Roma. Lucia Calamaro ha salutato una platea stracolma, non solo amici e colleghi, alcuni neanche di Roma per l’occasione, ma tanto pubblico da creare file alla biglietteria e all’entrata e tanti pensieri all’uscita, su Teatro e Critica proveremo a fare il punto tra qualche giorno. Tornando a casa non mi lascio sconfiggere dalla stanchezza e da facili dosi di pessimismo cronico. Su Rai 3 Presa Diretta, uno dei pochi programmi televisivi veramente utili, fa ancora il punto sulla cultura italiana lasciata allo sbando dalla politica e mi faccio coraggio, mi dico che se vogliamo siamo un plotone di partigiani e che i teatri li riempiamo ancora, anzi più di qualche tempo fa, come qualche ora fa all’India. Poi arriva il fatidico servizio sugli investimenti francesi nel settore e lì come sempre il dolore si atrofizza ai fianchi, non se ne andrà prima di un sorso di grappa. Io questo consiglio teatrale inizio a odiarlo, ma lo trovo una cosa utile, allora via, si parte con orario alla mano per cercare di non fare mattina.

Ore 00.17.33
Non so da dove cominciare e mi convinco che posso farlo dal basso, dal sud di questo stivale ormai scarpa vecchia. E non ho mai capito se la Sardegna è Sud o Centro, solo perché mi ha fatto venire questo dubbio comincio da lei. Perdonate ma la grappa inizia a fare effetto e allora lascio che a guidarmi sia Google. Neanche a farlo apposta mi imbatto nello spazio web dello Stabile della Sardegna che prontamente ci ricorda le due date di Elio Germano e Teho Teardo con Viaggio al termine della notte, 28 e 29 febbraio al Teatro Massimo di Cagliari. Anche qui sono positivo, mi convinco che due giorni sono sufficienti, ma è chiaro che non ci credo. Voglio rimanere ancora qualche secondo nella terra dei Mori e una volta entrato nel sito del Circuito Teatrale Regionale Sardo punto il comune di Arzachena, qui all’Auditorium Comunale il 3 marzo verrà messo in scena Giorni Rubati, “uno spettacolo teatrale sugli infortuni sul lavoro”. Al Teatro Centrale di Carbonia non posso non segnalare Gomorra, dal bestseller di Roberto Saviano con la regia di Mario Gelardi il 3 e 4 marzo. Chiudo la scheda relativa Circuito Teatrale Regionale Sardo, con le sue programmazioni frammentate che trasformano il teatro in un giorno di festa. Qualcuno dovrà convincermi che è possibile creare un rapporto vivo tra una comunità e il proprio teatro aprendolo un paio di volte al mese. Ma c’è anche Cada die Teatro e se fossi un bambino cagliaritano chiederei ai miei di portarmi lì il 4 marzo per gli spettacoli e laboratori della rassegna Capitani Coraggiosi.

Nel bosco addormentato – Bottega degli Apocrifi

Cambio di Isola. Allo Stabile di Messina troviamo Dr. Jekyll e Mr. Hyde, Giancarlo Sepe che porta in scena Alessandro Benvenuti assieme alle gemelle Kessler. Allo Stabile di Catania dal 2 marzo arriva Malosti com Signorina Giulia, ottimo per messa in scena e lettura del testo, meno per l’interpretazione della Solarino, fate voi. Dal 29 febbraio al Bellini di Palermo Nicola Pistoia mette in scena il successo di Gianni Clementi, Ben Hur. Finalmente il nostro amato motore di ricerca di Mountain View tira fuori dal cilindro qualcosa di interessante: il Teatro Libero, stessa città, dal cartellone già mi sento più a casa, ma quando il fato è avverso c’è poco da fare, non ci sono spettacoli serali fino a metà marzo. Interessanti però i matinee per le scuole con un testo del francese Jean-Claude Grumberg, Mon étoile, dal 5 marzo. Niente da fare, mi sono bloccato in Sicilia, ma a ragione: al Teatro Coppola Occupato di Catania fra poco ricorreranno due mesi di occupazione, tra gli spettacoli proposti nei primi giorni di Marzo salta agli occhi Ammucciuni. Studio per un viaggio della compagnia Primaquinta, liberamente ispirato all’Odissea di Omero. Un’altra segnalazione e poi via anche dalla Sicilia: il 2 marzo GIOtto – studio per una tragedia sui fatti di Genova 2001, di e con Giuseppe Provinzano al Garibaldi di Enna per A(s)sulu.

Ore 01.45.19. Chiudo la scheda Sicilia. Preferirei un trattato di ermeneutica. Capisco che stanotte sarà dura. Altro sorso di grappa.
In Calabria vorrei lasciarmi alle spalle gli stabili, ma la ricerca di spazi off come sempre arranca. Pure Google inizia ad avere difficoltà, provo a cambiare parole chiave, non funziona. Pur di non soffermarmi su Compagnia Totò con Francesco Paolantoni ospitato dallo Stabile di Calabria cambio regione. Arrivo stanchissimo alla Puglia. Il malato immaginario con la regia di Teresa Ludovico a Manfredonia, Midsummer del Teatro dei Borgia a Canosa e Francavilla Fontana, l’Amleto del Teatro del Carretto al Kismet di Bari, Have I None di Fibre Parallele a Andria e L’arte della commedia di Teatro Minimo a Cerignola sono gli appuntamenti più interessanti tra quelli riconducibili al circuito del Teatro Pubblico Pugliese. Ma la Puglia non la chiudo senza uno sguardo ai Cantieri Teatrali Koreja di Lecce, domenica 4 marzo la Bottega degli Apocrifi di Manfredonia è ospitata con Nel bosco addormentato, spettacolo di sogni e fiabe per spettatori dai 6 agli 11 anni.

Ore 02.10.47. Welcome to Campania. In effetti in Puglia ho avuto gioco facile. Cerco di sfruttare il ritmo e mi fermo subito: a Napoli vado al Teatro Bellini per La resistibile ascesa di Arturo Ui di Brecht, ma anche al Ridotto dello Stabile per Memorie di una Schiava, liberamente tratto da Spedizione al Baobab di Wilma Stockenstrom, definito dalla traduttrice Susanna Basso un “poema vegetale”. Il resto lo si intuisce dal titolo. Simone Giannatiempo al Nuovo Teatro Nuovo martedì e mercoledì ragiona su quel dicembre nero del ’69, anche in questo caso il titolo coglie nel segno: In nome del potere. Ancora Napoli, diretto e senza esitazioni vado sul sito dello Stabile d’Innovazione Galleria Toledo. Qui doppio appuntamento per cui vale la pena acquistare i biglietti (e poi controllarli): Frateme di Benedetto Sicca e Alexis. Una tragedia greca dei Motus. Dal 28 febbraio al 3 marzo le fantasmagorie di Moses Pendleton saranno responsabili del probabile sold-out al Teatro Verdi di Salerno. In scena i Momix con Bothanica. Il teatro a Caserta per me è il Civico 14, qui sabato prossimo Luigi Imperato e Silvana Pirone proveranno a raccontare un incontro, quello tra una madre e un figlio…

Un tram chiamato desiderio – regia di Antonio Latella

Ore 02.45.33. Gioco in casa. Ma i cartelloni della capitale mi aspettano al varco. Meglio accendersi prima una sigaretta.
Vedere come Antonio Latella metta in scena il classico di Tennessee Williams, Un tram che si chiama desiderio, mi darà l’opportunità di tornare al Teatro Argentina, poco frequentato quest’anno. Martedì debutta però anche Lo Cascio diretto da Pirrotta in Diceria dell’Untore all’Eliseo. Brulicano i preparativi in redazione per la divisione dei compiti. La settimana comincia di lunedì anche se per il teatro questo sarebbe giorno di festa, Canio Loguercio al Teatro Colosseo con Tragico Ammore e Matuta Teatro con Macellum a Riunione di Condominio, danno dunque il via ai giochi. L‘India propone un’intrigante doppia coppia: il debutto romano dell’ultimo lavoro di Massimiliano Civica Attraverso il furore e il Giulio Cesare di Andrea Baracco, quest’ultimo selezionato dallo Shakespeare Globe Theatre di Londra all’interno del Festival Globe to Globe 2012. Serrato il programma della rassegna Let al Cometa Off, questa settimana quattro spettacoli (tra cui il Von Kleist di Duccio Camerini), su www.teatrodellacometa.it tutte le info. Dal 29 febbraio al 2 marzo il Teatro San Genesio proporrà, per il ciclo Aperitivi a teatro, Sophie21, drammaturgia ispirata alle vicende di Sophie Scholl (ore 19). Il Forte Fanfulla propone invece un altro capitolo della sua rassegna con Italia Belpaese di Laura Graziosi 1 e 2 marzo. Tiziana Lucattini al Centrale Preneste ci darà l’opportunità di ricordare i fatti della scuola di Beslan del 2004 con Asilo. Non chiudo la scheda romana prima di segnalarvi che il 3 e 4 marzo Francesca Mazza sarà Le Troiane di Ravenhill/Arcuri al Teatroinscatola, ma anche che fino al 4 Marzo il Teatro Studio Uno ci propone una doppia serata firmata Compagnia Dioniso in Demetra: Senza nome, dove si ragiona sul tema della tortura (ma non solo) e Nina e Marta nel quale a essere al centro del gioco è lo speciale rapporto tra due donne. Fuori Roma si segnala Daniele Timpano con Dux in scatola (il 2 marzo allo Spazio Zero Nove di Cisterna) e Aldo morto (Mat Spazio Teatro di Sezze, 3 marzo).

Ore 03.22.59. Guardo la cartina e veramente vorrei che il teatro fosse morto, come asseriscono tutti quelli che non vogliono frequentarlo, solo per avere un altro vacuo refrain da canticchiare in compagnia. Un altro dito di grappa non farà male.
A Perugia al Teatro Brecht ci sarà il Made in Italy di Babilonia Teatri il 3 marzo, mentre a Campi Bisenzio arriva la tournée di Ascanio Celestini con il suo Pro Patria, 1 e 2 marzo. Rimango in zona perché al Teatro Studio di Scandicci c’è una tappa intermedia, tra radiodramma e teatro, dell’ultimo progetto di Fanny & Alexander, Discorso alla nazione. Al Fabbricone di Prato lo spettacolo bellissimo, ma estenuante di Pippo Delbono Dopo la battaglia. Dopo il Bianciardi di laLut il 2 a Poggibonsi, si comincia a salire e al Teatro al Parco di Parma i Sotterraneo mettono in scena La Repubblica dei Bambini, spettacolo per spettatori dai 6 ai 10 anni. Rimini dostoevskijana? Non è una canzone dei Baustelle, ma l’effetto Karamazov di Cesar Brie, 28 febbraio Teatro Novelli. Venerdì 2 marzo a Sant’Ilario d’Enza (Reggio Emilia) le musiche originali di Paolo Fresu basterebbero per portarci a vedere Western di Massimo Schuster.  Il 4 marzo alle 14 (inizio spettacolo ore 15.30) ci si recherà al Teatro Alighieri di Ravenna per Solo Goldberg del coreografo e danzatore Virgilio Sieni. Al Teatro delle Passioni di Modena ritroviamo Roberto Latini con Ubu Roi. È l’Emilia Romagna dell’Ert e gli appuntamenti non mancano. L’avaro del Teatro delle Albe è obbligatorio anche per chi l’ha già visto, 2 e 3 marzo al Teatro Testoni a Casalecchio di Reno. Un salto all’Itc di San Lazzaro di Savena lo facciamo per Due passi sono, vincitore del Premio Scenario per Ustica 2011.
Punto dritto verso le Alpi. Al Teatro Toselli di Cuneo andiamo a pescare i Dewey Dell con Cinquanta urlanti quaranta ruggenti sessanta stridenti, data unica il 29 febbraio. Teatro, video, installazioni, pittura, fotografia, scultura, performance (manca qualcosa?) saranno protagonisti a Torino dal 5 al 11 marzo nel Die Mauer Festival.

Alice underground – Compagnia Manuela Bondavalli/Container 12

Ore 03.39.12. Milano è gemella di Roma per quantità nell’offerta, inizio a vederci doppio. Chi è ancora con me? Chi è ancora con me?
Iniziamo dai più piccoli: Zona K propone nella rassegna TDrama Servizio di pulizia e Still live, performance che si interrogano sui modelli sociali e lavorativi. Se al Litta debutta Senso di Guardigli e al Piccolo calano la carta Ronconi/Brecht con Santa Giovanna dei Macelli dal 28 febbraio, Il Crt risponde con “due storie di morte, due tentativi per raccontarla” così almeno inizia la scheda di regia di Ci sono tanti modi per morire: due tentativi di Antonio Ianniello. All’Elfo ritrovo il dittico di Cecchi appena passato al Teatro Vascello di Roma: dal 28 febbraio al 11 marzo Abbastanza sbronzo da dire ti amo? e Prodotto. Ma ci sono altri due impegni lombardi da tenere a mente: la quarta edizione di Luoghi Comuni, festival bergamasco, qui il fitto programma, e ancora Wonderland a Brescia, la rassegna allo spazio Idra propone due spettacoli a sera, Alice underground della Compagnia Manuela Bondavalli/Container 12 e La giocatrice dei padroni di casa Teatro Inverso.

Ore 04.15.11. Totalmente stonato mi accorgo che la lista fatta insieme ai colleghi di redazione è stata percorsa per intero. Prima di addormentarmi sulla tastiera con il rischio di trovarmi l’alfabeto qwerty tatuato su una guancia, un ultimo sguardo a Venezia e dintorni: Il 29 febbraio al Ca’ Foscari di Venezia data unica per il Don Chisciotte di Corrado D’Elia; al Teatro Aurora di Marghera il 4 marzo, InFactory di Matteo Latino, vincitore dell’ultimo Premio Scenario.

Rimane solo il tempo di spegnere il computer, svuotare il posacenere riempito in queste ore, portare via la grappa da supermercato che mi ha tenuto compagnia e darvi appuntamento alla prossima settimana quando a occuparmi dei Consigli della settimana teatrale  fortunatamente non sarò io, o almeno spero.

Andrea Pocosgnich

Abbiamo consigliato e parlato di:

Viaggio al termine della notte [recensione] 28 e 29 febbraio 2012
Teatro Massimo
Cagliari

Giorni rubati
3 marzo 2012
Auditorium Comunale
Arzachena

Gomorra
3 e 4 marzo 2012
Teatro Centrale
Carbonia

Capitani Coraggiosi
4 marzo 2012
Cada die Teatro
Cagliari

Dr. Jekyll e Mr. Hyde
dal 29 febbraio al 4 marzo 2012
Teatro Vittorio Emanuele II
Messina

Signorina Giulia [recensione] dal 2 al 7 marzo 2012
Teatro Ambasciatori
Catania

Ben Hur
dal 29 febbraio all’11 marzo 2012
Teatro Bellini
Palermo

Mon étoile
dal 5 al 24 marzo 2012 (matinee)
Teatro Libero
Palermo

Ammucciuni. Studio per un viaggio
1 marzo 2012
Teatro Coppola Occupato
Catania

GIOtto – Studio per una tragedia
2 marzo 2012
Teatro Garibaldi – Rassegna Scena nostra anno_zero A(s)sulu
Enna

Il malato immaginario [recensione] 28 febbraio 2012
Teatro Comunale
Manfredonia (FG)

Midsummer [recensione] 28 febbraio 2012
Teatro Raffaele Lembo – Canosa (BAT)
Teatro Italia – Francavilla Fontana (BR)

Have I None [recensione/ricetta] 3 marzo 2012
Auditorium P. Chicco
Andria (BT)

Amleto [recensione] 2 e 3 marzo 2012
Teatro Kismet
Bari

L’arte della commedia
3 marzo 2012
Teatro Mercadante
Cerignola (FG)

Nel bosco addormentato
dal 4 al 6 marzo 2012
Bottega degli Apocrifi
Manfredonia

La resistibile ascesa di Arturo Ui [recensione] dal 28 febbraio al 4 marzo 2012
Teatro Bellini
Napoli

Memorie di una schiava
dall’1 all’11 marzo 2012
Teatro Ridotto
Napoli

In nome del potere
28 e 29 febbraio 2012
Nuovo Teatro Nuovo
Napoli

Frateme
27 febbraio 2012
Alexis. Una tragedia greca
dal 2 al 4 marzo 2012
Galleria Toledo
Napoli

Bothanica
dal 28 febbraio al 3 marzo 2012
Teatro Verdi
Salerno

La parola madre
3 marzo 2012
Teatro Civico 14
Caserta

Un tram che si chiama desiderio [recensione] dal 28 febbraio all’11 marzo 2012
Teatro Argentina
Roma

Attraverso il furore [recensione] dal 27 febbraio al 3 marzo 2012
Teatro India
Roma

Giulio Cesare [recensione] dal 28 febbraio al 4 marzo 2012
Teatro India
Roma

Diceria dell’untore
dal 28 febbraio all’11 marzo 2012
Teatro Eliseo
Roma

Macellum
27 febbraio 2012
Riunione di Condominio
Roma

Tragico Ammore
27 febbraio 2012
Teatro Colosseo
Roma

Uomini e Marionette
dal 29 febbraio al 2 marzo 2012
Teatro Cometa Off – Rassegna LET
Roma

Sophie21
dal 29 febbraio al 2 marzo 2012
Teatro San Genesio – Aperitivi a teatro (ore 19)
Roma

Italia Belpaese
1 e 2 marzo 2012
Forte Fanfulla
Roma

Asilo
3 e 4 marzo 2012
Centrale Preneste
Roma

Le Troiane
3 e 4 marzo 2012
Teatroinscatola
Roma

Senza nome + Nina e Marta
dal 28 febbraio al 4 marzo 2012
Teatro Studio Uno
Roma

Dux in scatola [recensione] 2 marzo 2012
Spazio Zero Nove
Cisterna (LT)

Aldo Morto [recensione] 3 marzo 2012
Mat Spazio Teatro
Sezze (LT)

Made in Italy [recensione] 3 marzo 2012
Teatro Fontemaggiore – Bertolt Brecht
Perugia

pro patria [recensione] 1 e 2 marzo 2012
Teatro Dante
Campi Bisenzio (FI)

Discorso alla nazione
2 e 3 marzo 2012
Teatro Studio Krypton
Scandicci (FI)

Non leggete i libri, fateveli raccontare
2 marzo 2012
Teato Verdi
Poggibonsi (SI)

Dopo la battaglia [recensione] dal 2 al 4 marzo 2012
Teatro Fabbricone
Prato

La repubblica dei bambini
2, 3 e 5 marzo 2012
Teatro al Parco
Parma

Karamazov
28 febbraio 2012
Teatro Novelli
Rimini

Western [recensione] 2 marzo 2012
Cinema Teatro Forum
Sant’Ilario d’Enza (RE)

Solo Goldberg
4 marzo 2012 (ore 15,30)
Teatro Alighieri
Ravenna

Ubu Roi [recensione] dall’1 al 3 marzo 2012
Teatro delle Passioni
Modena

L’avaro [recensione] 2 e 3 marzo 2012
Teatro Testoni
Casalacchio di Reno (BO)

Due passi sono
2 e 3 marzo 2012
Teatro ITC
San Lazzaro di Savena (BO)

Cinquanta urlanti quaranta ruggenti sessanta stridenti
29 febbraio 2012
Teatro Toselli
Cuneo

Die Mauer Festival
dal 5 all’11 marzo 2012
Torino

Servizio di pulizia e Still live
dal 2 al 4 marzo 2012
Spazio K – Rassegna TDrama
Milano

Senso
dal 2 all’11 marzo 2012
Teatro Litta
Milano

Santa Giovanna dei macelli
dal 28 febbraio al 5 aprile 2012
Piccolo Teatro
Milano

Ci sono tanti modi per morire: due tentativi
dal 28 febbraio al 2 marzo 2012
Teatro CRT – Salone
Milano

Abbastanza sbronzo da dire ti amo? / product [recensione] dal 28 febbraio all’11 marzo 2012
Teatro Elfo Puccini – sala Fassbinder
Milano

Luoghi Comuni Festival
dall’1 al 4 marzo 2012
Bergamo

Wonderland Festival
dal 2 al 4 marzo 2012
Teatro Spazio Idra
Brescia

Don Chisciotte
29 febbraio 2012
Ca’ Foscari
Venezia

Infactory
4 marzo 2012
Teatro Aurora
Marghera (VE)

Comments