Da Il processo a Bukowski. A Milano con Emma Dante e L’Elfo. I consigli della settimana teatrale

Se è vero che il nuovo anno deve cominciare con nuovi e migliori propositi, noi di Teatro e Critica abbiamo deciso di reinvestire parte delle energie di questa rivista in un’attività da sempre centrale e solo ultimamente sacrificata a favore del racconto critico. Proveremo all’inizio di ogni settimana a portarvi per mano nell’Italia teatrale, cercando con sguardo sincero e appassionato di consigliarvi parte della vostra spesa culturale.
Dai più piccoli ai più grandi teatri, andremo sul sicuro senza dimenticarci dell’intuito per scommettere insieme su nuovi e vecchi artisti, con i piedi ben saldi nella capitale e le orecchie puntate lontano pronte ad accogliere i movimenti che animano altre piazze e palcoscenici lontani.

Comincia in affanno questo 2012, o meglio in torpore: per la prima settimana dell’anno non è facile trovare spettacoli imperdibili qui a Roma. Molte sale devono ancora risvegliarsi dal sonno programmato dopo le feste, a cominciare da quelle del Teatro di Roma. Saracinesche abbassate – causa prove dell’ultima fatica di Lavia Tutto per bene – all’Argentina; ma anche all’India e ai Teatri di Cintura Quarticciolo e Tor Bella Monaca, ancora orfani di un programma ufficiale per il 2012. Ma è comune a numerosi spazi riposarsi in questi giorni che portano all’Epifania e riaprire direttamente la prossima settimana. Non tutti, naturamente, e tra quelli che non si concedono soste abbiamo individuato alcuni appuntamenti con cui appagare la nostra passione teatrale. Sfogliando le decine di cartelloni non si può non rimanere incuriositi dalla proposta del Vascello: Il processo di Franz Kafka con l’adattamento e regia di Andrea Battistini. Spettacolo in scena dal 5 al 15 gennaio che ha come epicentro la struttura scenografica di Carmelo Giammello e punta sull’espressività visiva e linguistica dell’autore praghese. Per chi non conoscesse la trama si parla di un uomo inspiegabilmente trasformato in imputato e della sua lotta, nei meandri di una burocrazia disumana, per comprendere la colpa di cui dovrebbe essersi macchiato. A Battistini il privilegio, ma anche l’onere, di poter tradurre sulla scena un mondo letterario tra i più complessi e affascinanti.
Ci spostiamo quasi seguendo l’odore dei classici del secolo scorso. Alla sala grande del Teatro Orologio da stasera (3 gennaio) va in scena un altro adattamento: Sono Pulp… Perché (testamento di un genio ubriaco). L’origine naturalmente è da ricercarsi nel celebre romanzo di Bukowski, a dirigere un folto gruppo di attori Valerio Molinari, responsabile anche dell’adattamento, “libero”, come la consuetudine vuole in questi casi.
Se all’Eliseo trovate ancora Art e la sala piccola attende la riapertura con l’interessante progetto Puglia in scena, che dal 10 Gennaio vedrà alternarsi Cerchio di Gesso, Teatro Minimo e altre realtà pugliesi, niente teatro anche all’Angelo Mai, ma tanta musica, fino al 11 gennaio quando arriveranno i Menoventi con Perdere la faccia.

Negli stabili italiani la situazione è più o meno la stessa dappertutto, chiusi fino alla prossima settimana oppure scelte sicure, proposte facili da consumare e digerire: al Carignano di Torino Paolo Poli con Il mare, al Piccolo di Milano si attende La modestia di Spregelburd per la regia di Ronconi (dal 10) con la folle musica degli spagnoli Yllana e il loro PaGAGnini. All’Elfo Puccini c’è invece il tempo fino al 22 di gennaio per assistere a un successo di un paio di stagioni fa della compagnia Bruni-De Capitani: Sogno di una notte di mezza estate. Il Crt batte invece la strada natalizia con il ciclo di favole di Emma Dante: Alti e bassi di Biancaneve e Anastasia, Genoveffa e Cenerentola.

Torniamo a Roma per un’ultima informazione di servizio: avete tempo fino al 6 di gennaio per l’acquisto degli abbonamenti dell’Agis scontati a 98 euro invece che 108 euro. L’iniziativa “Un abbonamento per tutti” dà la possibilità di scegliere 12 spettacoli tra più di 150 proposte dei teatri aderenti, regolamento e modalità su http://www.spettacoloromano.it/.

Andrea Pocosgnich

Leggi gli altri Consigli della settimana teatrale

Abbiamo consigliato o parlato di:

Il processo
dal 5 al 15 gennaio 2012
Teatro Vascello [vai al cartellone] Roma

Sono Pulp…Perché (testamento di un genio ubriaco)
dal 3 al 8 gennaio 2012
Teatro Orologio – Sala Grande [vai al cartellone] Roma

Art [recensione] fino al 15 gennaio
Teatro Eliseo [vai al cartellone] Roma

Sogno di una notte di mezza estate
fino al 22 gennaio 2012
Teatro Elfo Puccini [vai al cartellone] Milano

Gli alti e bassi di Biancaneve
dal 3 al 8 gennaio 2012
Anastasia, Genoveffa e Cenerentola
7 e 8 gennaio 2012
Teatro Crt [vai al cartellone] Milano

Yllana in
PaGAGnini
fino al 8 gennaio 2012
Piccolo Teatro [vai al cartellone] Milano

Il mare
fino al 8 gennaio 2012
Teatro Carignano [vai al cartellone] Torino