Stagione 2011 – 2012 Teatro Sancarluccio (Napoli)

Spettacolo di presentazione della 40° Stagione
“LA GRANDE TRADIZIONE”
28/30 ottobre
SancarluccioTeatro presenta
Pina  CIPRIANI in
IO LI FESTEGGIO COSI’…
Viaggio nella storia del repertorio di Pina Cipriani  e Franco Nico

“FRATELLI D’ITALIA” –  SPETTACOLI PER L’UNITA’
4/6 novembre
PIERFRANCESCO PISANI e  N.A.N.I srl
in collaborazione con INFINITO srl
presentano
VITO in
SE GARIBALDI SCENDE DA CAVALLO
monologhi di Maurizio GARUTI
regia di Silvio PERONI
Un Vito inedito sale in cattedra e tiene una “lezione” di storia sull’Eroe dei Due Mondi. In realtà, più che un professore di storia, è soltanto un uomo qualunque del nostro tempo che racconta la vita di Garibaldi e che, inevitabilmente, deve misurarsi con lui: con la sua grandezza di uomo d’armi e soprattutto con la sua intransigenza morale. Non a caso, alle spalle dell’attore incombe una gigantografia dell’Eroe. È il monumento di Garibaldi a cavallo che si trova a Bologna, in via Indipendenza. “Cosa penserà di noi mentre passiamo per quella via? Io ho sempre paura che ci giudichi…” dice Vito-narratore. La sua segreta paura è che gli eroi scendano dai piedistalli e vengano a dare un’occhiata per scoprire che ne è dell’Italia per la quale hanno combattuto.


“FRATELLI D’ITALIA” –  SPETTACOLI PER L’UNITA’
11/13 novembre
amnesiA vivacE, Circo Bordeaux, RialtoSantambrogio,
Voci di Fonte presentano
RISORGIMENTO POP – memorie e amnesie conferite ad una gamba [recensione] con Daniele TIMPANO e Valerio MALORNI
drammaturgia e regia di Daniele TIMPANO e Marco ANDREOLI
pupazzo cadavere di Giuseppe Mazzini realizzato da Francesco Givone
disegno luci Marco Fumarola – musiche aggiuntive di Marco Maurizi
collaborazione artistica di Elvira Frosini
con il sostegno di “Scenari Indipendenti” – Provincia di Roma
in collaborazione con Ozu, Area 06, Centro di Documentazione Teatro Civile, Consorzio Ubusettete
L’Italia non risorge. L’Italia non c’è. La Storia non c’è. Perché è sempre inattendibile, la Storia. Nella ricostruzione dello storico, come nei ricordi dei testimoni, nelle fiction, come nei romanzi, negli spettacoli dei Baliani e dei Paolini, dei Timpano, degli Enia e dei Celestini, così come nella Tv di Alberto Angela. E allora bisogna prendere tutto con le pinze perché tutto, ahinoi, dev’essere interpretato, aggiornato e discusso.
Risorgimento pop è uno spettacolo sull’Italia che non c’è, sull’Italia che non sorge, che se è risorta, è rimorta, uno spettacolo sul Risorgimento, sui quattro padri della patria, Mazzini, Garibaldi, Cavour, Vittorio Emanuele, e sul suo antipapà, Pio IX. Due attori, risorti e rimorti, immortali cadaveri, soli in scena, in mancanza di Italia. Per un risorgimento pop.

CLASSICI in rilettura”

18/20 novembre8
Macelleria ETTORE_ teatro al kg
Spazio OFF_TrentoSpettacoli
presentano
STANZA DI ORLANDO
viaggio nella testa di Virginia WOOLF
con Maura PETTORUSSO
installazione Maria Paola Di Francesco
luci e fonica Gianluca Bosio
testo e regia Carmen GIORDANO
STANZA di ORLANDO è un viaggio nella testa di Virginia Woolf. Una performance che coniuga installazione e parola. Una donna che si guarda allo specchio. E l’uomo che guarda la donna nellospecchio. Una mente alla ricerca della verità. Verità di linguaggio. Verità di pensiero.L’abito è il lasciapassare per il mondo esterno: amore, lavoro, ambiente, persone. L’abito agisce sull’anima e la cambia: si può essere molti, restando se stessa. Forse. In questo gioco di specchi l’immagine si deforma e moltiplica gli io narranti. Ed ecco Virginia Woolf che indaga lo scarto tra maschile e femminile attraverso abiti, vita, sogni, digressioni. Maura Pettorruso è interprete di un lavoro in bilico tra il maschile e il femminile. In viaggio alla ricerca di un pieno, intero, androgino essere. Alla scoperta di sé, nelle debolezze e nel fascino dell’altro.

CLASSICI in rilettura”
24/27 novembre
ARETE’ ensemble
presenta
MEDEA
di Euripide
tradotto, diretto ed interpretato da
Annika STRØHM e Saba SALVEMINI
Progetto realizzato con il sostegno dello Spazio Off di Trento e ResExtensa
Medea. La donna di cuore devota al letto nuziale ed alle sue antiche leggi sposa l’uomo di ragione ed azione che appartiene allo stato ed alla società.  La storia della sua rivolta contro un mondo in cui rispetto, fedeltà, fiducia, responsabilità, amore sono scomparsi. Medea compie il  sacrificio più alto. La vendetta più atroce. Per pugnalare questo mondo bisogna colpirlo… al cuore.
Una storia che, in un mondo di genitori che fanno di tutto per crescere al meglio i figli, si fa tragedia in nome dell’amore. Una tragedia d’amore e libertà.  Una tragedia dove a pagare sono i figli, tutti i figli ed in cui tutto è umano….terribilmente umano. In scena a rivivere il dramma due soli attori, come ai tempi dell’antica Grecia.

“FRATELLI D’ITALIA” –  SPETTACOLI PER L’UNITA’
1/4 dicembre
a 100 Anni dal furto della Gioconda dal Museo del Louvre
CAST presenta
VINCENZO PERUGGIA – La storia dell’uomo che rubò la Gioconda
di Giovanni EPIS
con Simone TOFFANIN e Tony FUOCHI (voice off)
musiche originali Tommaso Ermolli
regia Simone TOFFANIN
PARIGI 1911: Vincenzo Peruggia, l’autore di uno dei più celebri furti d’arte di ogni tempo.è un imbianchino di Dumenza (Va) immigrato in Francia che un giorno decide di rubare la Gioconda per restituirla all’Italia. Ritornato in Italia, dopo un periodo di due anni passato in silenzio per far calmare le acque, decide di restituire il quadro appunto allo Stato Italiano, che però messo alle strette dallo Stato Francese e dall’opinione pubblica internazionale lo ridà alla Francia e processa Peruggia.

TEMPO DI NATALE
“LA GRANDE TRADIZIONE”
9/11 dicembre
Sancarluccio presenta
PINA CIPRIANI
NAPOLINSCENA A NATALE
il senso del sacro, il senso pagano
RITORNA LA GRANDE VOCE DI NAPOLI CON LA SUA FIABA PIU’ BELLA

“NAPOLI GAMES / La Grande Tradizione”
16/18 dicembre e  22 serata SPECIAL
Teatro a Vapore presenta KaotikAlkimia in
VIVA LE RUA’
“Le donne,i cavalier, l’arme, gli amori e … 25 59 e 70…”
Drammaturgia di Ciro PELLEGRINO  e  Elena PELLECCHIA
Immagini, allestimento e  regia Ciro PELLEGRINO
con Manuela Schiano Lomoriello, Paola Maddalena, Marcello Raimondi, Ciro Pellegrino,  Rossella Santoro, Ciro Scherma.
Scene oniriche e alchemiche, fantastiche e leggendarie della nostra terra. Attraverso il gioco delle carte napoletane e i numeri per interpretare i sogni e vincere al lotto, evochiamo immagini e suggestioni del passato. Un passato così remoto da intrecciarsi e confondersi con il “ probabilmente accaduto “. Lo spettacolo è un viaggio nella Napoli antica attraverso la Storia, i Miti e le Leggende:  Eleonora Pimentel De Fonseca, Masaniello, Il mago Virgilio, Il miracolo di S. Gennaro, la Peste, Il Principe di S. Severo, il Vesuvio in Eruzione, e poi…fantasmi…fantasmi…fantasmi… e allora…se li sognate “25  59 e 70” giocateli sulla ruota di Napoli!!!

NAPOLI GAMESCOMICS / LA GRANDE TRADIZIONE”
25/30 dicembre – 1 gennaio ore 18,00 / e dal 4 all’ 8 gennaio
Omaggio a Mario Scarpetta nel 7° anniversario della scomparsa
Prospet presenta
DON ANSELMO TARTAGLIA
di Eduardo SCARPETTA
con Nino Bruno, Viviana Cangiano,Roberto Capasso, Gino De Luca, Francesco Luongo
Scene Massimiliano Pinto
Costumi Alessandra Gaudioso
Regia Roberto CAPASSO
Organizzazione Gianni Pinto
Chi non ricorda l’avvocato balbuziente di una delle più famose commedie di Eduardo Scarpetta ” ‘O scarfalietto” ? Don Anselmo Tartaglia, maschera infantile, nel senso di semplice e spontanea, con la capacita’ di dire o compiere spropositi con la massima naturalezza possibile che è propria dei bambini. Don Anselmo Tartaglia è nella storia del teatro napoletano, fa parte della tradizione teatrale napoletana e anche Lui, con la sua comicità allo stato puro, istintivo e divertente, è stato un riferimento importante nel Teatro di Scarpetta. Un Teatro che grazie a Mario abbiamo frequentato spesso, vissuto e respirato ed è a Mario, di cui ricorre quest’anno il 7° anniversario della scomparsa, che vogliamo dedicare questo spettacolo. Roberto Capasso, che ha recitato con Mario in tanti lavori, in questo allestimento vuole risalire alle origini scarpettiane mediando con i grandi riferimenti che lo legano al teatro di Pasolini e al teatro di avanguardia. Un modesto contributo alla contemporaneità e, perché no, all’immortalità di un grande autore come Scarpetta, del quale non bisogna assolutamente tradirne la memoria.

NAPOLI GAMESCOMICS / LA GRANDE TRADIZIONE*
1 gennaio ore 22,00 – 2 e 3 ore 21,15
Crasc presenta
TOMBOLATA SHOW
Irriverente Cabala Numerica Tradizionale
Condotta da Emilio MASSA
La “chiammata” numerica affidata al personaggio di una anziana signora che con la saggezza popolare mescola al gioco la sua storia coinvolgendo i presenti e  rendendoli complici.

“DONNE PLURALI”
12/15 gennaio
Intergea S.r.l presenta
NEL NOME DEL PADRE
scritto e interpretato da Terry PATERNOSTER
suono e luci Leo Zagariello
regia Domenico LADDAGA
FINALISTA PREMIO CALCANTE  – SIAE PER LA DRAMMATURGIA 2011
“Una donna quando nasce è già una donna, anche se agli occhi di una mamma è sempre una bambina”
Un monologo acuto e struggente che vede lattrice-autrice incarnare tre generazioni di donne, vittime di una violenza efferata e crudele che si consuma fra le mura domestiche; una violenza taciuta, intorno a cui si costruiscono menzogne e tormenti. Le tre voci si alternano in un corpo che si trasforma e si muove in un gioco di figurazioni, ricordi e realtà, fra le note sincopate di una ricercata mistura di dialetti meridionali. Un monologo intenso cheimmerge lo spettatore in un’esperienza sensoriale ed emotiva, in un’epoca e in una terra del Sud, legata alle tradizioni, al giudizio e alla voglia di cambiare.

“NAPOLI GAMES / Start – CLASSICI in rilettura”
19/22  gennaio
ROSALINA
The end autumnnight’s nightmare
ispirato a Romeo and Juliet di W.Shakespeare
Interpretato da attori uomini secondo la tradizione del teatro elisabbettiano
di Giovanni PISCITELLI
con  Giuseppe Ariano, Stefano Ariota, Giovanni Piscitelli e Rebecca Salmoni
luci di Aurelio Spataro, Assistente alla regia Rebecca Salmoni
regia, scene e costumi di Giovanni PISCITELLI
Verona, autunno 1752. Romeo e Giulietta sono morti da un mese; intorno alla loro scomparsa si concentra il mormorare del popolo che ridisegna bizzarre fantasie sul come potrebbero essersi svolti gli eventi.

Ma..come saranno andate le cose? E Rosalina,,,chi è veramente?
“NAPOLI GAMES / Start “
26/29  gennaio
Teatro Tunica presenta
NAPOLISCURA
due atti unici
QUINNICINA di  Luca NASUTO
ABBANDONATA di Vittorio ADINOLFI
con Anna Troise, Cristiana Cesarano, Jude Abet, Maurizio Capuano, Marilisa Borsacchi.

CLASSICI in rilettura”

2/5  febbraio
Teatro della Caduta di Torino
LEOPARDI SHOCK
Storia intima del nostro tempo
Monologo teatrale per versi, suoni e voci di e con Lorena SENESTRO
testi di Giacomo LEOPARDI
regia di Massimo Betti MERLIN e Marco BIANCHINI
Insolito viaggio nel pensiero di Giacomo Leopardi per bocca dei curiosi personaggi che popolano i suoi dialoghi.
Spietati nell’argomentare la propria morale, interpretati da una sola attrice, i protagonisti mettono in campo una crudeltà primordiale, quella della natura come l’autore l’ha intesa: “Dunque amandoti necessariamente del maggiore amore che sei capace, necessariamente desideri il più che puoi la felicità propria”

9/12  febbraio
“NAPOLI GAMES – La Grande Tradizione”
L’Ascolto Teatro presenta
TUTTE LI FEMMENE DE PULECENELLA
di Lucia STEFANELLI CERVELLI
regia di Gianluca MASONE
Pulcinella? Un totem. Il ritorno di Pulcinella sul territorio magico delle origini è segnato dal matrilinearismo che assoggetta all’antica madre campana. il rito ne scandisce i tempi dalla nascita fino all’incontro con la Morte. Senza evoluzione nella continuità. Un Pulcinella attorniato da donne che subisce l’inganno e l’abbandono primordiale ma che non si lascia intrappolare nei facili incanti del sentimento. Come se null’altro al mondo fosse importante quanto sperimentare se stesso, il proprio mondo onirico, la propria libertà.

“CLASSICI/Donne Plurali”
16/19  febbraio
CDRC di Firenze presenta
STORIE DI DONNE, D’AMORE E DI LEGGE
dal Decameron di Giovanni BOCCACCIO,
con Carolina GENTILI
regia di Paolo BUSSAGLI
Un’affascinante avventura tra le pagine di uno degli autori più letti del mondo: Boccaccio e le sue novelle, in un percorso colto e divertentissimo  La storia di Masetto che si infila nel monastero femminile, la storia di Alibech e del suo ambiguo incontro con Rustico, la storia di come Madonna Filippa riuscì ad evitare la pena di morte Le novelle di Boccaccio sono narrate da Carolina Gentili, che diverte, coinvolge, affabula. Uno spettacolo di divertimento e di approfondimento culturale su uno dei “classici” della nostra letteratura e che può essere pienamente fruito sia dal pubblico serale che dalle scuole medie e superiori.

“CONVIVIO ARMONICO”
25/26  febbraio
MORANO E ROSICCA
Intermezzi Comici di FRANCESCO FEO
Rosa MONTANO, mezzosoprano – Giusto D’AURIA, baritono
Ensemble “Le Musiche da Camera” con strumenti  d’epoca

“CLASSICI” in rilettura
1/4  marzo
Sancarluccio presenta
Laboratorio Teatrale Istrio – la scuola dei mestieri
DON ALONSO QUIJANO DETTO IL BUONO
drammaturgia e regia di Ferruccio PADULA
con Monica Costigliola – Maria De Meo, Barbara Sartori  e Ferruccio Padula
costumi di Barbara Villa
scenografia e scenotecnica a cura dell’ensemble
Al centro un grande letto, luogo dell’ultima scrittura, dove  Miguel de Cervantes Saavedra, febbricitante,  si affanna sulle ultime pagine del suo romanzo:  El ingegnioso Hidalgo Don Quijote de la Mancha. Lo scrittore sente vicina la morte e forse riuscirà a sconfiggerla terminando la scrittura del suo romanzo, così diverso da quella letteratura di cavalleria   ricca di riempitivi e citazioni, preferita dal pubblico. Nell’arsura della febbre lo scrittore si sovrappone al suo personaggio, ne condivide la potenza, l’unicità, la follia;  diventa lo specchio che riflette la delusione esistenziale di Cervantes,  costruita su una “avventurosa” vicenda personale,  un passato ricco di colpi di scena, come nella storia del suo Cavaliere. Miguel de Cervantes morirà il 23 aprile 1616, dieci giorni prima che spirasse William Shakespeare.

“NAPOLI GAMES / DONNE PLURALI”
8/11  marzo
Accademia Il Primo/Compagnia Arnolfo Petri
VERSI SPEZZATI
di Gioconda MARINELLI e Angela MATASSA
diretto ed interpretato da  Arnolfo PETRI
Un uomo nello spazio scuro di una scena vuota prova uno spettacolo da solo in compagnia di sette leggii vuoti.Sette vite alla deriva, sette solitudini calpestate dall’indifferenza del mondo. L’attore sembra viverle, incorporarle quasi assumerne i connotati epici, ma poi il vuoto della scena lo riporta alla realtà.Un assolo freddo, metallico, senza melodrammi sul “diritto di uccidersi”. Un canto disperato ma al contempo innamorato della vita

CLASSICI in rilettura”
15/18  marzo
Armonia/Festival di Montalcino presenta
RICCARDO III da Shakespeare
di e con OSCAR DE SUMMA
“Il potere logora chi non ce l’ha!” Giulio Andreotti
Grottesco come Ubu, riflessivo come Amleto, astuto come Jago, rivoluzionario come Danton Riccardo III non è niente in sé, e proprio per questo può diventare tutto, adattarsi alle forme, cambiare aspetto e modi, per essere esattamente ciò che serve, ciò che è necessario per conquistare il potere, per poterlo mantenere. Ma il potere per Riccardo non è una definizione astratta, un concetto, un simbolo. No! Per Riccardo è una cosa precisa, che si può prendere in mano, mettere sulla testa, ha un peso, una forma: è la corona

“NAPOLI GAMES /FRATELLI D’ITALIA”
19/25  marzo
Crasc presenta
LA INSOLITA LEZIONE DEL PROFESSORE O.T.
di Massimo MARAVIGLIA
con Bruno TRAMICE
scene Armando Alovisi, costumi Alessandra Gaudioso
musiche Canio FIDANZA
regista assistente e disegno luci Ettore NIGRO
regia Massimo MARAVIGLIA
un progetto CANTIERISTUPORE
O.T. sta per Orfeo Travàsci, un professore di Storia e Filosofia che si ritrova in una classe per sostituire momentaneamente un collega. Nella sua estemporanea lezione, le vicende di Federico II di Svevia offrono lo spunto occasionale, tra digressioni, leggende e associazioni di pensiero, per scivolare precipitosamente verso un racconto in cui il tragico evento di un passato non troppo lontano si trasmuta in un viaggio di discesa negli inferi.

“NAPOLI GAMES /FRATELLI D’ITALIA”
29 marzo/1 aprile
ILLIMITARTE presenta
BIMBI IN BILICO
due atti unici scritti e diretti
da Pippo CANGIANO
Due storie mozzafiato, due sogni mai sognati e realizzati da coincidenze inquietanti. Due storie, una si svolge a Napoli, “Nasillo”, l’altra, “Yula”, a Moncalieri in provincia di Torino, che si srotolano e si svelano in successione, avvalendosi di un repentino cambio di ambiente. Nasillo, un ragazzo affetto da sindrome di down, si vede invasa la sua abitazione, svuotata dell figura della madre scomprsa da appena una settimana, da un losco individuo, evaso dal carcere di Ascoli Piceno. La tenacia di Nasillo, nel difendersi, fa scaturire una serie di coincidenze che portano la storia ad un finale a sorpresa. Yula, è una giovane donna rumena che in Italia svolge il lavoro di badante presso una signora di quarantacinque anni, costretta a star seduta su una sedia a rotelle. Yula, dai tombini di Bucarest finisce in una lussuosa ma tristissima casa della provincia torinese. Dopo aver superato le diffidenze della giovane signora, Yula involontariamente fa conoscere una verità che appartiene alla signora e che mai avrebbe potuto sapere se una serie di coincidenze non si fossero svelate. Sono due storie coinvolgenti e piene di sentimenti , buoni e non, ma che seminano due finali profumati d’amore.

“NAPOLI GAMES /FRATELLI D’ITALIA”
4/7 aprile
Crasc presenta
INTERCITYPLUS / La via crucis di un povero Cristo
scritto e diretto da CARMINE BORRINO
musiche eseguite dal vivo da MARIANO BELLOPEDE
con ANNA MORIELLO, ROSARIO D’ANGELO, NOEMI COPPOLA, CARMINE BORRINO
disegno luci Ettore NIGRO
costumi e attrezzeria Daniela POLITELLI
Un viaggio dall’esasperazione. Una fuga verso una vita migliore.  Un percorso lungo 14 stazioni, come quelle percorse da Cristo nella Via crucis, che diventano 14 stazioni di un intercity che da Napoli arriva a Treviso. Sette ore circa di viaggio, lungo il quale si consuma la disperazione di un povero cristo meridionale. Un “povero cristo” che sotto il peso della propria croce (essere meridionale, ma non in maniera patetica, ma come effettiva condizione sociale) percorre il suo lungo calvario verso la morte-resurrezione. Un addio a tutto ciò ch’è stato e una scoperta a tutto ciò che sarà. Migliaia di persone l’anno si trasferiscono ancor da sud verso nord, un’emigrazione che non si è mai arrestata. Tutti verso una vita più dignitosa, tentando l’ultima carta, attraversando l’Italia sperando di ottenere, lavorando, ciò che fa di un uomo un Uomo.

“FRATELLI D’ITALIA”
20/22  aprile
VicoQuartoMazzini presentano
DISSèNTEN
scritto da Gabriele PAOLOCA’
diretto ed interpretato da
Michele ALTAMURA, Riccardo LANZARONE, Gabriele PAOLOCA’
suoni composti ed eseguiti da Dario TATOLI
luci Valentino Logorio,
Finalista al premio Kantor 2011 – Milano,  selezionato “ARGOToff2011″
Tre cessi, tre loculi accessoriati. Un luogo scuro, un “non luogo” che potrebbe essere dovunque: da un autogrill ai sotterraneidi Montecitorio. “Dissènten” vuole sondare il terreno dove le radici del potere attecchiscono, quel terreno  dove la luce dell’informazione ha l’accesso vietato, dove tutto è lecito e le parole non hanno bisogno di essere mascherate.

“NAPOLI GAMES / Start “
26/29  aprile
Piccola Officina Theatre Libre
DELITTO DILETTO IN TEATRO
di Maurizio CAPUANO e Francesco Saverio ESPOSITO
regia Giovanni MERANO
Testo finalista alla XV edizione del Premio Internazionale Massimo Troisi
“Chi ha ucciso Felice S, rappresentante del teatro napoletano?  Spetterà a Dick Theater, agente della TOTO’ (Team Omicidi Teatrali Orripilanti), scoprirlo”.

Classici dal Mondo
3/6 maggio
Comp.Teatrale Tarmeh (Iran) presenta
Il Potere di Zahhak
con Aram GHASEMY
Tratta uno dei capitoli più significativi de “Il Libro dei Re” – una delle opere più antiche e famose della letteratura persiana – scritta dal poeta e filosofo Ferdousi. Il desiderio dell’autrice di avvicinare lo spettatore e farlo riflettere sulle forme oscure del potere e dell’oppressione, la induce a contaminare gli elementi propri del teatro tradizionale dei cantastorie con la dinamicità di tecniche moderne come la video-arte.

Domenica 6 maggio mattinata speciale per bimbi e ragazzi  con i burattini
“ Kaka Siah sbarca a …”
Kaka Siah si innamora della bella Taiare. Quando Taiare è costretta a partire per un paese lontano Kaka Siah si dispera e perde la sua famosa allegria. Un mago gli rivela che dovrà viaggiare per sette paesi prima di ritrovare il suo amore… Lo spettacolo, che si ispira liberamente all’antica fiaba popolare Persiana di Amir Arsalan Namdar, accompagna i piccoli e grandi spettatori alla scoperta dei paesi lontani nel tentativo di aiutarli a comprendere meglio il fenomeno delle migrazioni nella società moderna. Lo spettacolo si adatta di volta in volta alle situazioni e ai luoghi che trova e al pubblico che incontra.

“NAPOLI GAMES / Start “
Muricena Teatro presenta
10/13 maggio
“VALENTIN EXPRESS”
da Karl Valentin, Brecht, Hesse.
regia Daniele MARINO
Ambientata, tra gli anni 30′ e gli anni 40′, la favola Valentin Express guarda al triste periodo della seconda guerra mondiale con amara ironia da kabarett dimenticato, attraverso sketches di Karl Valentin, e con spietata crudeltà poetica, grazie alle liriche di Bertold Brecht e di Hermann Hesse. Tre autori tedeschi, tre voci unite nella speranza e nel sguardo critico che li accomunò.
Questa è la favola di un treno carico di speranza che ancora aspettiamo con ansia; un pretesto per guardare oltre la corruzione,  la violenza, l’eterna fame che ci accomuna tutti, per guardare con occhi diversi i nostri difetti e i nostri pregi,

Giugno tutti i fine settimana*
“LA GRANDE TRADIZIONE”
SancarluccioTeatro presenta
Pina  CIPRIANI
NAPOLINSCENA
Un’ altro dei grandi recital senza tempo di Pina Cipriani.

da gennaio
Sancarluccio/Rewind
a partire da gennaio ogni quindici giorni di martedì saranno proiettati  video degli spettacoli delle passate stagioni scelti nell’archivio storico del Sancarluccio

da novembre
SorseggiandAutore
Rubrica teatrale, culturale, informativa e formativa a cura di Gianluca Masone in collaborazione con gli attori dell’Ascolto

TeatroScuola

Tutti gli spettacoli della stagione sono disponibili per repliche scolastiche mattutine o pomeridiane, previa prenotazione.
Disponibili inoltre su richiesta i concerti didattici sulla canzone Napoletana con Pina Cipriani e quelli sul Settecento napoletano con l’Ensemble “Le Musiche da Camera”

TeatroLaboratorio

Tutti i workshop settimanali ed i laboratori annuali proposti saranno attivati al raggiungimento del numero minimo di iscrizioni previste.

Per maggiori informazioni si potrà consultare il sito web del Sancarluccio o chiamare al 347.2430342

da
Novembre a Maggio
L’INTERPRETAZIONE DEI CLASSICI DELLA CANZONE NAPOLETANA
Seminari di studio con PINA CIPRIANI
CLOWN THEORY I e II  Livello (metodo Jango Edwards)

Laboratorio Annuale e workshop mensili condotti da Peter ERCOLANO
LA SCATOLA DELLE EMOZIONI – Laboratorio teatrale per bambini
Il laboratorio offre la possibilità ai bambini di praticare teatro fin da piccoli, poiché esso reca  un grande vantaggio allo sviluppo psico-motorio, linguistico, relazionale di ciascuno. Attraverso il teatro, è inoltre possibile raggiungere più sicurezza in se stessi e migliorare la propria capacità di relazionarsi agli altri. Nel fare teatro si libera la valenza espressiva del corpo oltre che quella della voce: infatti vi è la compresenza integrata di corpo-parola e questo conduce il bambino o l’adolescente a fare i conti col proprio spessore corporeo. Il laboratorio coniuga la fase teorica a quella pratica dando vita ad un’atmosfera vivace e dinamica, dove il gioco diventa serio, e le emozioni , “protagoniste”.

Il laboratorio è condotto da Gianluca Masone, ed è a cura de L’Ascolto – Associazione di Cultura Teatrale per un Teatro di Parola

teatroPoesia
i lunedì della poesia
a cura del CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DELLA POESIA DEL SUD di Nusco

Amministrazione comunale di Nusco -Teatro Sancarluccio di Napoli – Editore Elio Sellino
Organizzano: Festival della Poesia dei Paesi del Mediterraneo ed il Festival della poesia del Sud … e per il Sud
Direzione artistica: Giuseppe Iuliano – Paolo Saggese

Musica
Area Arte
Associazione Mediterranea Culturale/ Ensemble Le Musiche da Camera
con il patrocinio della Regione Campania Assessorato allo Spettacolo

presenta

CONVIVIO ARMONICO
“….la sorgente della musica, il trionfo dei napoletani ”
X Edizione 2011
ottobre  – dicembre 2011

AUTUNNO BAROCCO 2011
9 ottobre ore 20,00
(Sala di rappresentanza della Basilica Reale di S.Francesco di Paola)
SORELLE D’ ITALIA – Muse e Musica negli anni dell’Unità
(incontro culturale per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia)
in collab con l’Ass. Dimensione Polifonica, l’ensemble W.Verdi e l’Ass. Agape Fraterna
a cura di Rosa Montano , relatrice Gabriella BRANCACCIO
direzione musicale Biagio TERRACCIANO
con la partecipazione di Pina CIPRIANI

30 ottobre (Basilica Reale di S.Francesco di Paola)
Gli Anniversari “Davide Perez” nel 300  anniversario dalla nascita
IL SACRO NELLA VOCE ANTICA
Prima esecuzione morna del MISERERE di Davide Perez
Musiche Davide PEREZ, Carmine GIORDANO
in collab con l’Ass.Agape Fraterna

APERITIVO BAROCCO
tre mattinate domenicali al SANCARLUCCIO con la musica antica
domenica  4 / 11 / 18 dicembre  ore 11,30

29 Dicembre  (Basilica Reale e Pontificia di S.Francesco da Paola)
Gli ANNIVERSARI “Davide Perez” nel 300  anniversario dalla nascita
Ensemble “Le Musiche da Camera” con strumenti  d’epoca
“IL NATALE NEL BAROCCO NAPOLETANO”.
Minni Diodati- soprano, Rosa Montano – mezzosoprano, Renata Cataldi – flauto
Musiche Davide Perez e Carmine Giordano
CONVIVIO ARMONICO 2012
XI Edizione  I Parte/ febbraio – giugno 2012

24/26 febbraio
Gli Anniversari “FRANCESCO FEO” nel 250  anniversario dalla morte
“MORANO E ROSICCA” Intermezzi
ripresa della prima esecuzione moderna del 2002 per la regia di Franz Prestieri
Rosa MONTANO, mezzosoprano – Giusto D’AURIA, baritono
Ensemble “Le Musiche da Camera” con strumenti  d’epoca

1 aprile (Basilica Reale e Pontificia di S.Francesco da Paola)
Rarità Ritrovate
STABAT MATER di
Musiche di
Minni DIODATI, soprano Rosa MONTANO, mezzosoprano
Ensemble “LE MUSICHE DA CAMERA” con strumenti  d’epoca

maggio
SALOTTO ‘800
Rosa MONTANO – mezzosoprano
Giusto D’AURIA – baritono
Ilaria GANERI – pianoforte
Gli eventi completi della serie CONVIVIO ARMONICO 2012  saranno resi noti con altro programma
Attività per le scuole: Lezioni – concerti e workshop sulla musica del Settecento Napoletano