Programma Mantica 2011 (26 novembre – 4 dicembre, Cesena)

sabato 26 novembre

ore 19.30 I Teatro Comandini – ingresso gratuito
Inaugurazione di Màntica

ore 20.30 I Sala Consigliare, Comune di Cesena – ingresso gratuito
Giuseppe Ielasi concerto (40’)
Dopo il successo di “August”, album incluso fra le migliori uscite del 2007 per The Wire, e con concerti tenuti in Europa, Stati Uniti e Giappone, Giuseppe Ielasi si è imposto nel panorama delle composizioni elettroniche e della sperimentazione. Classe 1974, Ielasi interpreta la chitarra come fonte sonora originaria, integrata con l’uso di microfoni e diffusione multi-canale in relazione allo spazio, creando ambienti sonori complessi per progetti site-specific e solo performances.

La serata prosegue a Forlì in collaborazione con Area Sismica:

dalle 22.00 I Area Sismica
z’ev (USA) Electrocussion Cymatics pecussioni elettroniche, proiezioni video cimatiche
Storico musicista americano, precursore dell’ Industrial Music/Art Movement, Z’ev è fra i musicisti più visionari del nostro tempo. Il suo stile, all’apparenza infernale, nasconde una profonda sensibilità artistica, in un progetto che esplora l’iterazione tra suono e materia, attraverso percussioni elettroniche intente a far vibrare l’acqua in onde illuminate da una luce ad alta intensità, catturata per creare video in tempo reale.

a seguire Cracow Philharmonic String Quartet concerto
Il Cracow Philharmonic String Quartet, fondato nel 2008, in poco tempo si è ritagliato uno spazio nell’ambito cameristico non solo contemporaneo, fuoriuscendo ben presto dai confini d’origine, grazie al talento cristallino che accomuna i componenti dell’ensemble. Per Màntica eseguiranno opere per quartetti d’archi di Penderecki e Šostakovic, e la prima italiana di un’opera di Massimiliano Messieri.

Biglietto unico 15€– tessera arci obbligatoria – 9€ biglietto unico compreso trasporto a/r per chi raggiungerà Area Sismica con bus Màntica – partenza da piazza del Popolo alle 21.30 – prenotazione obbligatoria 0547 25566

domenica 27 novembre

ore 18.00 I Teatro Bonci – ingresso 6€/studenti under 26 3€
Fabrizio Ottaviucci Il suono immaginato (Varese/Ligeti/Scodanibbio/Xenakis) | ascolto guidato (2h)
Musicista di fama internazionale, Fabrizio Ottaviucci ha focalizzato la sua opera sulla musica contemporanea. Allievo di Giacinto Scelsi e profondo conoscitore dell’opera di John Cage, dà avvio agli Ascolti guidati: ‘lezioni’ al pianoforte di storia della musica contemporanea, di smontaggio delle partiture e di scoperta delle rivoluzioni che hanno contrassegnato il Novecento.

ore 20.30 I Teatro Comandini – ingresso gratuito ad iscrizione
Voci lontane…sempre presenti regia di Terence Davies (1988) | film (85’)
Vedere, e ricordare, attraverso il suono. Una breve monografia dedicata al regista inglese Terence Davies, attraverso tre titoli le cui colonne sonore sono affastellature di suoni, musica, voci, rumori, per innescare una stratificazione di memorie che trasformano il paesaggio acustico in un flusso di coscienza.

lunedì 28 novembre

ore 20.30 I Teatro Bonci – ingresso 6€/studenti under 26 3€
Fabrizio Ottaviucci Il suono ricercato (Stockhausen/Webern/Donatoni/Berio) | ascolto guidato (2h)

martedì 29 novembre

ore 20.30 I Teatro Bonci – ingresso 6€/studenti under 26 3€
Fabrizio Ottaviucci Il suono significato (Scelsi/Nono/Cage/Part/Rihm) | ascolto guidato (2h)

mercoledì 30 novembre

ore 21.00 I Teatro Comandini – ingresso gratuito ad iscrizione
Il suono (non) ha un’immagine Cinema astratto dagli anni ’20 agli anni ‘70 | visione guidata (45’)
Fin dal secondo decennio del Novecento, un ambito di indagine nel cinema di animazione ha coltivato un’idea di visualizzazione del suono, o di musica visiva. In un percorso immaginifico e sorprendente attraverso tecniche e stili differenti, dalla pionieristica artigianalità della pellicola, all’avvento del computer, Cesare Iacono presenta una selezione di “opere brevi” in cui il suono diventa immagine, “per occhi che sentono e orecchie che vedono”.

ore 22.00 I Teatro Comandini – ingresso gratuito ad iscrizione
Il lungo giorno finisce regia di Terence Davies (1992) | film (84’)

giovedì 1 dicembre

ore 20.00 I Teatro Comandini – Ingresso 10€/studenti under 26 5€ – posti limitati
Chiara Guidi/Massimo Simonini/Silvia Tarozzi L’uccello di fuoco | fiaba musicale (40’)
Le parole della favola si liberano dai legami della descrizione per tentare la via astratta della musica. Questa via è il valore dell’esperimento: trovare una sostanza corporea e cangiante per le parole; risarcire l’astrattezza dei suoni con il potere incantatorio delle fiamme che, a guardarle, non stancano, perché rinnovano il gioco continuo della novità.
Con la drammaturgia e voce di Chiara Guidi, il theremin preparato di Massimo Simonini e il violino di Silvia Tarozzi, lo spettacolo occulta parte della visione per dare corpo all’ascolto, costruendo un racconto dai diversi registri sonori che vive della corporeità del suono e dell’imprevisto verbale di un piccolo gruppo di bambini.

ore 21.00 I Teatro Comandini – Ingresso 10€/studenti under 26 5€
Fabrizio Ottaviucci John Cage Sonatas and Interludes/Giacinto Scelsi Suite IX Ttai | concerto per pianoforte (70’)
Le Sonate di Cage contengono la modificazione del suono del pianoforte attraverso la “preparazione” ovvero l’inserimento nella cordiera di oggetti da ferramenta (viti, bulloni, dadini, legni, gomme, feltri) mentre la Suite IX Ttai di Scelsi alterna la dimensione del movimento alla stasi estatica, ben esplicitata nel sottotitolo “Una successione di episodi che esprime alternativamente il Tempo, più precisamente il Tempo in movimento e l’Uomo come simbolizzato da cattedrali e monasteri, come il suono dell’Om sacro”. Questa suite deve essere ascoltata e suonata con la più grande calma interiore.

venerdì 2 dicembre

ore 18.00 I Biblioteca Malatestiana, Sala Lignea – ingresso gratuito
Stefano Catucci Invenzione e ripetizione: la musica nell’età preclassica | ascolto guidato (60’)
Voce di Radio 3 e coordinatore artistico dei noti “Concerti del Quirinale” Catucci, che insegna Estetica a La Sapienza, affronta storicamente il tema dell’improvvisazione nella musica rinascimentale e barocca agganciandosi ad alcune esperienze novecentesche.

ore 18.30 I Palazzo Ghini – ingresso gratuito
Cristiano Carloni/Stefano Franceschetti Infero | installazione (2h loop)
Cristiano Carloni e Stefano Franceschetti indagano i procedimenti ottici della visione nella trasmutazione della materia e negli slittamenti temporali della memoria. Qui guardano alla Divina Commedia e alla selva dei suicidi, proponendo un’opera video che rende attuale la capacità visionaria di Dante sui temi paralleli della pietà e del desiderio.

ore 19.00/19.30/20.00/20.30 | ingresso 6€/studenti under 26 3€ – posti limitati
Romeo Castellucci Attore, il tuo nome non è esatto | performance (15’)
A seguito del laboratorio rivolto a otto attori professionisti, la performance interroga l’idea di ‘azione’ connessa al ruolo di attore, e ne mina il senso puntando verso la passività. “L’attore non è colui che agisce quanto piuttosto colui che viene agito. Sono le Potenze che occupano il corpo dell’attore e lo fanno agire. In definitiva sono la presenza e lo sguardo del grande Altro -lo spettatore- che fanno muovere l’attore”.

ore 21.00 I Teatro Comandini – Ingresso 10€/studenti under 26 5€ – posti limitati
Chiara Guidi/Massimo Simonini/Silvia Tarozzi L’uccello di fuoco | fiaba musicale (40’)

La serata prosegue al Vidia Club
Ingresso 10€ in vendita al Vidia Club la sera di spettacolo o in prevendita online www.vidiaclub.com www.ticketone.it
5€ in prevendita presso i Centri Stranieri di Cesena, Forlì, Ravenna, Rimini

ore 22.00 I Vidia
El General | concerto
Giovane voce della primavera araba, il rapper tunisino arrestato agli inizi dell’anno per le sue canzoni di rivolta, da Tounes bledna in cui canta “la Tunisia è il nostro paese, con la politica o con il sangue” a Rais LeBled in cui si rivolge al presidente sfidandolo a scendere nelle strade per vedere da vicino la condizione dei giovani disoccupati, un grande concerto per accorciare le distanze e per vivere l’universalità del linguaggio musicale.
In collaborazione con Vidia Club e Centro Stranieri “Sanzio Togni”

sabato 3 dicembre

ore 16.00 I Teatro Comandini – ingresso gratuito
El General dialoga con Stefano Liberti autore di “A sud di Lampedusa” e giornalista de Il manifesto e da Massimo Balducci coautore di “Guida ai musicisti che rompono” e critico musicale di Blow Up. | incontro pubblico

ore 18.00-20.00 I Teatro Valdoca – ingresso 2€ posti limitati/Ingressi ogni 2 minuti per 1 spettatore
Luigi Presicce La gloria del mondo | installazione
ingressi ogni 2 minuti per 1 spettatore
Il qui e ora della creazione, l’attimo aperto dell’azione. Luigi Presicce, artista performativo centrato su magia e religione, rituali e pratiche segrete, che crea azioni esoteriche e simboliche dove tutto si desantifica, in debutto per Màntica con La gloria del mondo, tableau vivant rivolto a uno spettatore alla volta, in successione, per una visione ‘privata’ della morte di Giovanni de’ Medici e Alessandro il Macedone.

ore 18.00 I Palazzo Ghini – ingresso gratuito
Cristiano Carloni/Stefano Franceschetti Infero | installazione (2h loop)

ore 18.00/18.30/19.00/19.30 | ingresso 6€/studenti under 26 3€ – posti limitati
Romeo Castellucci Attore, il tuo nome non è esatto performance (15’)

ore 20.00/20.15/20.30 I Palazzo Ghini – ingresso 2€ – posti limitati
Claudia Castellucci/Stefania Betti e Anna Castellari arpe Celebrazione dei gesti quotidiani | azione con gli spettatori (10’)
La celebrazione accorda attenzione a qualcosa. Qui, i gesti quotidiani, a cui solitamente non si attribuisce alcuna importanza; qui, nella dimensione collettiva e solenne di un incontro, quei gesti di nessun conto vengono glorificati. La gloria è fare spazio all’invisibile. Qui, al negletto gesto quotidiano. Ma la gloria è che qui, il gesto quotidiano non si esalta: esso continua nella sua dimensione minima di pelo dell’acqua. Qualcuno ora lo celebra? Bene, ma esso continua a testa bassa a essere ciò che è: un mulo alla macina del quotidiano; e sorride, tutt’al più, per quel bisogno religioso della sua celebrazione. Sì, c’è questo bisogno religioso di comprensione del tempo che si vive tutti i giorni. E’, questo, un esperimento di teatro che osa la liturgia, allorquando si spinga verso una platea che risponde in prima persona. Qui l’orizzonte è tutto umano, elementare, e perduta è una tradizione trascendentale data. Ciò nonostante si incide sul calendario gregoriano e civile per immettere nuove, significative ricorrenze.

ore 21.00 I Teatro Comandini – ingresso 10€/studenti under 26 5€
Nico Vascellari/Ghédalia Tazartès Bus de la Lum (preludio corale) | performance (50’)
Bus De La Lum, in dialetto veneto ‘Buco Della Luce’, e’ il nome di una voragine di origine carsica nel cuore della foresta del Cansiglio poco distante dallo studio dell’artista e gia’ teatro di sue azioni e indagini.
Un tempo dimora di streghe che all’interno cuocevano bambini nel cuore della notte, durante la Seconda Guerra Mondiale il Bus De La Lum divenne una foiba.
L’artista, dopo aver presentato presso la Galleria Monitor di Roma una serie di opere ispirate a questo luogo sta girando un video al suo interno che verra’ poi completato in Turkmenistan presso Der Weze, in lingua locale ‘Il Cancello dell’Inferno’. Il coro di voci che ne costituirà la colonna sonora è presentato a Màntica in una straordinaria collaborazione con il musicista francese Ghedalia Tazartes, trasformista vocale che mescola strumenti e tradizioni diverse facendo confluire le sue radici medio-orientali ed ebraiche nella cultura musicale d’oltralpe

ore 22.00 I Teatro Comandini – ingresso 6€ – studenti under 26 3€
Francesca Grilli Gold | performance (60’)
Si narra che quando Dio ordinò ad Adamo di imporre i nomi più adatti alle cose create, egli abbia “parlato” con la lingua degli uccelli, usando la fonetica perfetta per condensare in un solo suono tutto l’essere di ogni cosa creata. Sulla scia di influenze scientifiche ed esoteriche, una cantante fa vibrare le note rivoluzionarie di canti di lotta fino alla perdita della voce, insieme a lei tre falchi volano nello spazio, in un’opera che sonda il rapporto tra trasformazione e premonizione alchemica, legata ad una nuova Era dell’Oro, e alle profonde rivoluzioni del nostro tempo.

ore 23.00 I Teatro Comandino – ingresso gratuito
PoP_X Davide Valter e Andrea Agnoli | concerto (40’)
P o P _ X è un progetto interdisciplinare, e sperimenta l’allontanamento dalla realtà attraverso l’utilizzo di un linguaggio indecifrato e caotico, enfatizzando particolari della psicologia umana, derive personali in cui la morte, la vita, la saggezza, la miseria, la felicità la bellezza si mescolano in una sorta di gaiser indefinito.
Davide Valter e Andrea Agnoli producono soprattutto canzoni e videoclip, e rappresentazioni in forma di esibizione pubblica dai confini incerti, fra il pop, l’elettronica e la canzone popolare: una visione della vita del futuro, in una performance che ricorda un rito primordiale, o un disturbante gioco infantile.

dalle ore 24.00 I Teatro Comandini – ingresso gratuito
Under Bass Nite | dj set

domenica 4 dicembre

ore 11.00 I Teatro Comandini – ingresso gratuito
Ed ecco l’arte tremare. L’effetto dell’arte tra politica e religione con Claudia Castellucci, Romeo Castellucci, Chiara Guidi | incontro pubblico
E’ una riflessione sulla condizione attuale dell’arte a paragone dei bisogni materiali e della domanda spirituale. In base a questo paragone, le categorie solitamente evocate per l’arte sono quelle del superfluo e della profanazione. Ma è altresì vero che l’arte è come se assumesse un ruolo sostitutivo della politica propriamente detta e della religione. Le tracce per la riflessione sono tratte dal testo di Jacques Rancière “Malaise dans l’esthétique” del 2004, tradotto in italiano per le edizioni ETS con il titolo “Il disagio dell’Estetica”.

ore 17.00 I Teatro Comandini – ingresso gratuito ad iscrizione
Serenata alla luna regia di Terence Davies (1995) | film (92’)

ore 19.00 I Teatro Comandini – ingresso 3€
Fabrizio Ottaviucci Composizione istantanea | esito laboratorio (30’)

ore 19.45 I Chiesa di S.Agostino – ingresso 3€
Giuseppe Ielasi Improvvisazione elettroacustica | esito laboratorio (60’)

ore 21.00 I Palazzo Ghini – ingresso 3€
Chiara Guidi Il guaritore galattico | esito laboratorio (30’)

ore 21.45 I Teatro Comandini – ingresso gratuito
Luigi Bertaccini Guida visuale e sonora alla ricerca del contemporaneo | ascolto guidato (60’)
Una selezione di brani lungo la sottile linea di confine tra composizione e improvvisazione che ha caratterizzato la musica del ‘900 nell’ambito contemporaneo e jazzistico.

dalle ore 23.00 I Teatro Comandini – ingresso gratuito
Luigi Bertaccini | dj set

tutti i giorni I Teatro Comandini – ingresso gratuito
Tipografia Testamento edizioni urgenti di testi da leggere subito a cura di Filippo Tappi e Sara Angelini
Nelle mani resta qualcosa: un libro. I testi pubblicati sono concepiti come un approvvigionamento che si fa passando, a piedi. Sono testi brevi che si possono leggere in piedi, nella condizione del poco tempo. Sono testi che interrogano la stessa fretta. Sono libri che riacquistano la dimensione artigianale, per cui l’ornamento è una forma di attenzione particolare nei confronti del gesto. In questo caso, la lettura. L’ornamento della veste tipografica, coessenziale al testo, concretizza un rapporto singolare con la lettura. In questo senso il pezzo “unico” del libro è paragonabile a un utensile più che a un oggetto d’arte. L’unicità, qui, è eminenza singolare, non feticcio convertibile in moneta. Alta è qui la relazione con una funzione. La Tipografia Testamento è un luogo solenne che ritaglia un testo per me. Il libro che scelgo di comperare, con la gradevole sensazione di non pagare troppo, sarà confezionato apposta per me, su due piedi. Uno entra, vede i prototipi, legge i testi ed elegge il libro che vuole sia stampato subito per lui.

Laboratori
giornate empiriche dell’arte

Chiara Guidi
Laboratorio di improvvisazione teatrale – Il guaritore galattico di P. K. Dick

Fabrizio Ottaviucci
Laboratorio di improvvisazione musicale

Romeo Castellucci
Laboratorio e performance – Attore, il tuo nome non è esatto

Claudia Castellucci
Seminario – Il mio posto. Il dove e la storia del mio posto

Giuseppe Ielasi
Laboratorio di improvvisazione elettroacustica e diffusione del suono