Programma Prospettiva 2011 – Festival d’autunno (Torino 11 ottobre – 3 novembre 2011)

Vai alla stagione 2011/2012 del Teatro Stabile di Torino

Leggi l’articolo di presentazione

Carignano
11 ottobre 2011 – ore 20.30 | Prima Assoluta
Die Nacht kurz vor den Wäldern
(la notte prima della foresta)

ANTONIO LATELLA
Prospettiva150 si apre con la versione dolorosa e coinvolgente, interpretata dall’attore tedesco Clemens Schick, di Antonio Latella, che concentra questa sua nuova regia sulla «Solitudine del diverso, dello straniero , di colui che cerca l’attimo che rende gli uomini uguali. La diversità è un’ invenzione voluta dagli uomini, creata dagli uomini e da quel dio che ci sottomette tutti, il capitalismo, al cui altare solo pochi prescelti siedono, uomini o demoni con le ali che non sono mai scesi Nella foresta del morire quotidiano»

Teatro Gobetti
12 ottobre 2011 | prima italiana | ore 21.00
Spettacolo con soprattitoli in italiano
PREZYDENTKI
(Le Presidentesse)
di Werner Schwab
adattamento, arrangiamenti musicali, scene e regia Kristian Lupa
con Bożena Baranowska, Halina Rasiakówna, Ewa Skibińska,
Aldona Struzik/Dominika Figurska/Monika Szalaty/Anna Ilczuk
Teatr Polski, Wrocław (Polonia)
Kristian Lupa è il più importante regista polacco e uno dei più carismatici talenti della scena internazionale, vincitore della XIII edizione del Premio Europa per il Teatro (2009). Prezydentki è opera di Werner Schwab, autore austriaco maudit morto trentacinquenne nel 1994, celebre per opere intensamente scatologiche, ricche immagini surreali di violenza e di degradazione. È la storia di tre donne la cui vita non sconfina oltre il televisore, il bigottismo religioso, il lavoro umiliante e i ricordi del passato. Le tre vivono in un mondo onirico e straniato e la definitiva perdita del controllo sulle proprie illusioni le porta a trasformarsi in criminali.

Cavallerizza Reale | Manica Corta
12 ottobre 2011 | ore 20.00 | fuori abbonamento
ALCUNE PRIMAVERE CADONO D’INVERNO [leggi la recensione] Daniel Blanga Gubbay, Paola Villani
e con Stefano Leone
musiche originali live Port-Royal
Pathosformel coproduzione Auditorium Musica per Roma, Centrale Fies
Pathosformel fa parte del progetto Fies Factory
Pathosformel, una delle più innovative compagnie italiane, e Port-Royal, da dieci anni protagonisti della scena indipendente italiana, sono due realtà che fanno della contaminazione tra generi e strumenti, della multi-disciplinarietà, uno degli aspetti più interessanti del loro lavoro. In questo spettacolo creano uno spazio scenico attraversato da un coro di ventilatori che fa volteggiare e animare qualsiasi corpo leggero si ritrovi improvvisamente inserito in questo sistema dinamico.
a seguire
AN AFTERNOON LOVE (studio)
Daniel Blanga Gubbay, Paola Villani
con Joseph Kusendila
e con la collaborazione di Andrea Corsi
Pathosformel coproduzione Centrale Fies, Workspace Brussels
con il supporto di APAP network – Culture Programme of the European Union (Italia)
Pathosformel fa parte del progetto Fies Factory
Un allenamento di basket ininterrotto e serrato; un rapporto a due che, lasciando lo sguardo scavare dietro l’immagine di atletismo e agonismo, può ancora suggerire l’infinità dei rapporti che esistono al suo interno.

Torinodanza  Festival 2011
Focus due – Italian Dance Platform
Teatro Gobetti

14 ottobre 2011 | ore 16.45
AI MIGRANTI
direzione e coreografia Piergiorgio Milano
creazione e interpretazione Elena Burani, Florencia Demestri, Piergiorgio Milano, Fabio Nicolini, Roberto Sblattero, Francesco Sgrò
da un’idea di Giovanna Milano
Collettivo 320Chili
Premio Equilibrio 2010, Ai migranti nasce dall’esigenza di approfondire la ricerca sul movimento intrapresa dal Collettivo 320chili, indagando da un lato i confini fra gesto, danza e circo contemporaneo, e dall’altro l’uomo e la sua natura.

Torinodanza  Festival 2011
Focus due – Italian Dance Platform
Cavallerizza Reale | Manica Corta
14 ottobre 2011 | ore 18.00
Sezione nuove proposte in collaborazione con Festival Interplay/11
YOUR GIRL
di Alessandro Sciarroni
performer Chiara Bersani, Matteo Ramponi
Compagnia Alessandro Sciarroni/C.C.00#_corpoceleste
Desiderio, ispezione di un sentimento, Your girl nasce dallo studio di Madame Bovary di Flaubert. I due performer in scena, un uomo e una donna, si studiano, si toccano, entrano in una intimità dove l’esperienza amorosa è raccontata attraverso gli occhi di lei, una ragazza disabile.

Torinodanza  Festival 2011
Focus due – Italian Dance Platform
Cavallerizza Reale | Manica Corta
14 ottobre 2011 | ore 18.45
Sezione nuove proposte in collaborazione con Festival Interplay/11
ANNOtTAZIONI
compagnia Stalk
di e con Daniele Albanese
Coproduzione Stalk/Tirdanza
Assolo che nasce a partire dalla creazione del progetto vincitore del Bando Fondo Fare Anticorpi 2010, ma anche nota coreografica sull’attrazione e l’assenza, ANNOtTAZIONI è un taccuino d’appunti e di frammenti che indaga la complessità della composizione all’interno di una struttura semplice.

Torinodanza  Festival 2011
Focus due – Italian Dance Platform
Fonderie Limone Moncalieri | Sala piccola
14 ottobre 2011 | ore 19.00 e 22.00
Progetto RIC.CI – Reconstruction Italian Contemporary
Choreography – Anni Ottanta-Novanta
ideazione e direzione artistica Marinella Guatterini
assistente alla direzione artistica Myriam Dolce
DUETTO – 1989/2011
(l’importanza della trasmigrazione degli ultimi sciamani)
Parco Butterfly
coreografia Alessandro Certini, Virgilio Sieni
musiche Igor Strawinskij
ripresa Alessandro Certini
con interpreti di Fattoria Vittadini
Fattoria Vittadini/Torinodanza
Alessandro Certini e Virgilio Sieni hanno creato Duetto nel 1989, un piccolo capolavoro di danza ripreso da Certini con interpreti di Fattoria Vittadini, compagnia nata da allievi diplomati del Corso di Teatrodanza della Scuola Paolo Grassi/Fondazione Milano e allievi attualmente in corso.

Torinodanza  Festival 2011
Focus due – Italian Dance Platform
Fonderie Limone Moncalieri | Sala grande
14 ottobre 2011 | prima italiana |  ore 20.30
IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI
coreografia Michele Di Stefano
con Philippe Barbut, Biagio, Caravano, Haithem Dhifallah, David Kern, Roberta Mosca,
Laura Scarpini & guest
MK 2011/Torinodanza/ZTL pro
Jules Verne e il suo romanzo permettono infinite proiezioni mentali. In mezzo all’avventura di viaggio, si manifestano molte delle problematiche che il corpo scenico non smette di considerare, posto com’è nel costante disequilibrio tra qui e altrove che definisce la presenza.

Torinodanza  Festival 2011
Focus due – Italian Dance Platform
Teatro Gobetti
15 ottobre 2011 | ore 17.00
Sezione nuove proposte in collaborazione con Festival Interplay/11
CINQUANTA URLANTI, QUARANTA RUGGENTI, SESSANTA STRIDENTI [leggi la recensione] di Dewey Dell
con Sara Angelini, Agata Castellucci, Teodora Castellucci
coreografia Teodora Castellucci
musiche originali Demetrio Castellucci
Dewey Dell/Fies Factory One
Dewey Dell presenta una coreografia ispirata all’universo della navigazione: è un richiamo puramente ideale questo, dove le navi e i loro abitanti, i marinai, formano un tutt’uno, legati dal lavoro e dal destino.

Torinodanza  Festival 2011
Focus due – Italian Dance Platform
Cavallerizza Reale | Manica Corta
15 ottobre 2011 | ore 17.45
Sezione nuove proposte in collaborazione con Festival Interplay/11
SPORT
di Marco Valerio Amico, Rhuena Bracci
con Rhuena Bracci
Gruppo Nanou
Partendo dalle suggestioni di Muybridge e di Herzog, il processo coreografico cerca di afferrare
i momenti dell’esercizio sportivo della ginnastica artistica che l’occhio umano, se non allenato, non è in grado di cogliere.

Torinodanza  Festival 2011
Focus due – Italian Dance Platform
Cavallerizza Reale | Maneggio
15 – 16 ottobre 2011 | prima italiana | ore 18.30
SECONDA (titolo provvisorio)
coreografia Ambra Senatore in collaborazione con Caterina Basso,Claudia Catarzi
con Ambra Senatore, Caterina Basso, Claudia Catarzi
Compagnia Ambra Senatore/ALDES-SPAM!
Torinodanza
Ambra Senatore esplora da sempre l’intreccio tra dinamiche danzate ed elementi teatrali. Questo progetto si interroga sul limite tra costruzione dell’azione, finzione nella ripetizione, verità della presenza.

Torinodanza  Festival 2011
Focus due – Italian Dance Platform
Teatro Carignano
15 ottobre 2011 | prima italiana | ore 20.30
LA RAGAZZA INDICIBILE
coreografia e regia Virgilio Sieni
liberamente ispirato a “La ragazza indicibile” di Giorgio Agamben
Torinodanza/Emilia Romagna Teatro Fondazione/Compagnia Virgilio Sieni
La ragazza indicibile è lo spettro che si insinua tra figlia e madre, tra essere completo e promessa dello spirito e del corpo, che Giorgio Agamben descrive come «una soglia. Così come confonde e determina la cesura tra la donna e la bambina, la vergine e la madre, così anche tra l’animale e l’umano e fra questo e il divino».

Torinodanza  Festival 2011
Focus due – Italian Dance Platform
Fonderie Limone Moncalieri | Sala piccola
16 ottobre 2011 | ore 19,00 e ore 22,00
CANZONI DEL SECONDO PIANO
concept Francesca Cinalli, Stefano Botti
creazione coreografica Francesca Cinalli
con Francesca Brizzolara, Stefano Botti, Francesca Cinalli, Renato Cravero, Paolo De Santis, Aldo Torta, Elena Valente
Tecnologia Filosofica
Canzoni del secondo piano muove dai colori e dalle suggestioni di un titolo: Songs from the second floor, cortometraggio del regista svedese Roy Andersson e dall’immaginario che quel titolo evoca e porta con sé anche nel successivo You, The Living, film premiato al festival di Cannes 2004.

Torinodanza  Festival 2011 - focus due – Italian Dance Platform
Fonderie Limone Moncalieri | Sala grande
16 ottobre 2011 | ore 20,30
A.SEMU TUTTI DEVOTI TUTTI?
coreografia e regia Roberto Zappalà
drammaturgia Nello Calabrò, Roberto Zappalà
con Adriano Coletta, Alain El Sakhawi, Akos Dòzsa, Samantha Franchini, Salvatore Romania, Fernando Roldan Ferrer, Antoine Roux-Briffaud, Massimo Trombetta / musica originale (eseguita dal vivo)
Puccio Castrogiovanni (I Lautari) / musicisti Salvo Dub (basso), Puccio
Castrogiovanni (corde, marranzani e fisarmonica), Salvo Ferruggio (percussioni),
Peppe Nicotra (chitarre)
Compagnia zappalà danza
Pensare, immaginare, concepire e costruire uno spettacolo su Sant’Agata, patrona di Catania, è il punto di partenza di Roberto Zappalà per questo suo lavoro, terza tappa dal progetto re-mapping Sicily e vincitore del Premio Danza&Danza spettacolo italiano 2009.

Festival Incanti | Fuori abbonamento
Cavallerizza Reale | Manica Corta
16 ottobre 2011 | prima italiana | ore 16.00
Spettacolo in lingua spagnola
POR EL MONTE CARULÉ
soggetto e ideazione Rubén Darío Salazar e Zenén Calero Medina
con Zenén Calero Medina, Iván García Díaz, Rubén Darío Salazar
produzione Zenén Calero Medina e Consejo Provincial de Artes Escénicas de Matanzas
Teatro de Las Estaciones (Cuba)
Rassegna selezionata nell’ambito dell’edizione 2011 del bando Arti Sceniche della Compagnia di San Paolo
Incanti presenta questa compagnia di marionettisti a passo di danza, impegnati in un omaggio al cantante Ignacio Villa, detto “Bola de Nieve” (Palla di Neve), compositore e pianista fra i massimi talenti della musica cubana. Por el monte Carulé procede per numeri danzati ripercorrendo la biografia dell’artista, dall’infanzia contadina al successo. Ma è anche la malinconica avventura di due bambini che si innamorano, crescono, litigano, cantano, viaggiano attraverso il mondo, si perdono di vista per ritrovarsi a Parigi.

Festival Incanti | Fuori abbonamento
Cavallerizza Reale | Manica Corta
16 ottobre 2011 | prima italiana | ore 21.00
CIRQUE ORPHELIN
allestimento, marionette e maschere South Miller
musica originale Christian Laflamme
manipolazione Jacob Brindamour
meccanismi e strutture Sylvain Longprè
con Jacob Brindamour e Chaterine C. Mousseau
Le sages fous (Canada)
Rassegna selezionata nell’ambito dell’edizione 2011 del bando Arti Sceniche della Compagnia di San Paolo
Appuntamento clandestino in un giardino pieno di rifiuti, taniche di petrolio, metallo arrugginito e oggetti perduti. Due venditori ambulanti raccontano le storie che animano i loro incubi e le loro fantasie con oggetti raccolti, che nelle loro mani diventano un “magazzino di sogni”. In questo delirio caleidoscopico prendono forma tableaux vivants malandati e disadattati: una sirena senza coda, un carro circense, un bruco “strafatto” di barbiturici, un clown agorafobico e un vecchio travestito.

Festival Incanti | Fuori abbonamento
Cavallerizza Reale | Manica Corta
17 ottobre 2011 | ore 20.00
PICCOLI SUICIDI
(tre brevi esorcismi di uso quotidiano)
di e con Giulio Molnàr
Gyula Molnar (Ungheria – Italia)
Rassegna selezionata nell’ambito dell’edizione 2011 del bando Arti Sceniche della Compagnia di San Paolo
Antefatto: sul finire degli anni ’70 del Novecento, una spedizione internazionale di esploratori si addentra nel mondo degli oggetti con lo scopo di scavare materiale e di studiarne la natura. Un membro della missione si perde e prosegue imperterrito il proprio lavoro tra segnali che muoiono, forme che si estinguono. Tra i reperti che isola ci sono tre frammenti archeologici che formano la Trilogia dei Piccoli Suicidi: Alka Selzer, tragedia frizzante; Pita, scottante metamorfosi di una chicca di caffè; Il tempo,a proposito del tempo che sfugge.

Festival Incanti | Fuori abbonamento
Cavallerizza Reale | Manica Corta
17 ottobre 2011 | prima assoluta | ore 22.00
IL FRIGORIFERO LIRICO
opera lirica in un frigorifero ispirata al Vascello Fantasma di Richard Wagner
oggetti e scena Antonio Panzuto
luci Gianugo Fabris
collaborazione alla scenografia Alberto Nonnato
regia Alessandro Tognon, Antonio Panzuto (Italia)
Rassegna selezionata nell’ambito dell’edizione 2011 del bando Arti Sceniche della Compagnia di San Paolo
Un frigorifero si anima: immagini, ombre cinesi e figure di carta esplodono dall’elettrodomestico che si trasforma in un teatro d’opera con tanto di palchi e golfo mistico fra le verdure e le bottiglie. Animali, vascelli, sirene, cantanti e personaggi da fiera si muovono sulle musiche d’opera del Vascello Fantasma di Wagner, della Carmen di Bizet e delle trascinanti melodie di Rossini.

Cavallerizza Reale | Maneggio
18 ottobre 2011 | prima europea | ore 20.00
STRANGE CREATURES
con Pantea Panahiha, Fazlollah Nobarani, Ramin Sayardashti, Morteza Smaeilkashi, Bijan Seraji Pakpoor, Asghar Piran, Seyede Shima Mirhamidi, Yaser Khaseb
costumi Seyede Shima Mirhamidi
musiche Bamdad Afshar
assistente alla regia Ali Nasrisfahani
regia Reza Servati
Max Theatre – Tehran (Iran)
Istituto Culturale dell’Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran – Roma
Il ventinovenne Reza Servati è uno dei maggiori talenti teatrali iraniani, premio speciale della giuria al Fadjr International Festival di Teheran, dove ha presentato il suo ultimo lavoro Strange Creatures, una sorta di cabaret espressionista, grottesco e comico, sulla conquista del potere, dove in un’ora e mezza di teatro agito e non dialogato si alterno sketch su regicidio, matricidio, infanticidio, crocifissione, fucilazione e suicidio con la roulette russa.

Fonderie Limone Moncalieri | Sala grande
19 ottobre 2011 | ore 20.30
HAMLICE – SAGGIO SULLA FINE DI UNA CIVILTÀ
drammaturgia e regia Armando Punzo
con gli attori detenuti della Compagnia della Fortezza
e con Stefano Cenci
e la partecipazione straordinaria di Maurizio Rippa
scene Alessandro Marzetti
costumi Emanuela Dall’Aglio
movimenti di scena e coreografie Pascale Piscina
musiche originali e sound designer Andrea Salvadori
Compagnia della Fortezza (Italia)
Hamlice è un progetto teatrale che ha debuttato nel 2009 nel carcere di Volterra con la prima parte Alice nel paese delle meraviglie, Premio UBU 2010 per la miglior regia. Intreccio di due drammaturgie – Hamlet e Alice in Wonderland – questo potente lavoro di Punzo riflette sulla concezione di libertà e sulla sua negazione. Amleto e Alice raccontano, seppure con registri differenti, due modi di negarsi alla vita, di evitarne gli oneri e le responsabilità, ma soprattutto due modi di trasformarsi per giungere (forse) a un equilibrio con se stessi.

Cavallerizza Reale | Maneggio
20 – 21 ottobre 2011 | prima italiana | ore 21.00
Spettacolo con soprattitoli in italiano
SUSN
di Herbert Achternbusch
drammaturgia Julia Lochte
con Brigitte Hobmeier, Edmund Telgenkämper
regia Thomas Ostermeier
scene e costumi Nina Wetzel
video Sebastien Dupouey
luci Björn Gerum
musiche Nils Ostendorf
Münchner Kammerspiele (Germania)
Leone d’Oro alla Biennale di Venezia, Thomas Ostermeier si è imposto sulle scene internazionali con lavori adrenalinici, che sprigionano un’energia fisica dirompente, accomunati da crudezza, polemica e da una tipica fantasia visionaria e surrealistica. Magnifico e inevitabile l’incontro con Achternbusch e con il suo struggente Susn, storia di una sconfitta: la vita di una donna alla ricerca della propria identità, monitorata con una lucidità quasi entomologica, è destinata a smorzarsi nel lento scorrere dei decenni.

Cavallerizza Reale | Manica Corta
20 – 21 ottobre 2011 | prima assoluta | ore 20.00
AND THE STUPID MOVED ON TEARDROPS
intervento performativo/installativo a cura di Portage (Enrico Gaido, Alessandra Lappano)
light design Yann Gioria
camera-editing video Fulvio Montano-AZUL
Portage (Italia)
Sistema Teatro Torino e Provincia
La massa, non giudicata ma rappresentata come idea di sopravvivenza: a partire da Massa e Potere di Elias Canetti, Portage approfondisce i concetti di individuo e collettività, alla base dello sviluppo del recente Il tetto, ultima fase del progetto Adamo’s Home, ospite di Prospettiva 2. La poetica del duo creativo torinese, affermatosi da tempo in un ambito artistico a cavallo tra teatro e arte contemporanea, predilige come forma ultima di espressione la performance.

Teatro Gobetti
22 ottobre 2011 | ore 20.30
23 ottobre 2011 | ore 16.30
Spettacolo con soprattitoli in italiano
LE PETIT CHAPERON ROUGE
(Cappuccetto rosso)
scritto e diretto da Joël Pommerat,
tratto dalla favola popolare
con Isabelle Rivoal, Murielle Martinelli/Valérie Vinci
Ludovic Molière/Rodolphe Martin
scenografia e costumi Marguerite Bordat
scenografia e luci Éric Soyer
Compagnie Louis Brouillard (Francia/Belgio)
Riscoprire la popolare favola di Charles Perrault nella autenticità dei suoi personaggi e delle loro azioni, questo è il progetto di Pommerat per il suo Le Petit Chaperon rouge. Un prezioso lavoro di cura dei personaggi per giungere al cuore della favola: il rapporto con il pericolo e la paura, con le emozioni e il desiderio, che ciascuno di noi attraversa da bambino come iniziazione alla vita adulta.

Torinodanza  Festival 2011
Focus tre – 2 week end circo contemporaneo
Fonderie Limone Moncalieri
22 – 23 ottobre 2011 | Sala grande | ore 20.30
ALI
con Mathurin Bolze e Hedi Thabet
regia luci e suono Jérôme Fevre / Ana Samoilovich
Compagnie les mains les pieds et la tête aussi (Francia)
Un’affettuosa e tenera complicità celebra le capacità del corpo e del movimento, esplorando i limiti del possibile. In scena la grazia di Hedi Thabet, giocoliere belga-tunisino, e la forza di Mathurin Bolze, straordinario interprete di circo contemporaneo, e danzatore, che trova in questa riflessione sul “limite” una rinnovata prospettiva di azione.

Torinodanza  Festival 2011
Focus tre – 2 week end circo contemporaneo
Fonderie Limone Moncalieri | Sala piccola | 22 – 23 ottobre 2011 | ore 21.00
SUR LA ROUTE…
con Sanja Kosonen e Antoine Rigot
ideazione e messa in scena Antoine Rigot
con la collaborazione di Cécile Kohen
coreografia Sanja Kosonen
drammaturgia Cécile Kohen
ambiente musicale e regia Stéphane Comon
creazione e light design Thomas Bourreau
costumi Florie Bel
scenografia Patrick Vindimian, Antoine Rigot
Compagnie Les Colporteurs (Francia)
Sur la route… costituisce un punto di partenza per riflettere e reinventare un linguaggio scenico nuovo e originale, partendo da una situazione di handicap fisico. Sur la route… è un dialogo di corpo tra un uomo ferito e una funambola, alla ricerca di una coreografia dell’equilibrio.

Cavallerizza Reale | Manica Corta
25 ottobre 2011 | ore 19.30 |  fuori abbonamento
RIVELAZIONE
sette meditazioni intorno a Giorgione
drammaturgia Laura Curino, Simone Derai, Maria Grazia Tonon
con Paola Dallan e Marco Menegoni
regia Simone Derai
Anagoor/Operaestate Festival (Italia)
Giorgione è una delle figure più enigmatiche della storia dell’arte. Cercare di metterlo a fuoco è come osservare la costellazione delle sette sorelle, le Pleiadi: riesce meglio se uno non la fissa direttamente. Così ha fatto Anagoor con la complicità di Laura Curino, creando una Rivelazione.
a seguire
TEMPESTA [leggi la recensione] con Anna Bragagnolo, Pierantonio Bragagnolo
regia Simone Derai
Anagoor/coproduzione Centrale Fies, Operaestate Festival (Italia)
«Tempèstas in origine – scrive la compagnia – significava momento del giorno, solo in seguito divenne condizione, stato atmosferico. Ne La Tempesta, nel Fregio e in altri dipinti di Giorgione l’attimo fulmineo viene congelato nella rappresentazione naturale del lampo, dell’atmosfera e della luce di un Veneto che non ritornerà».

Teatro Gobetti
25 ottobre 2011 | ore 21.30
LO SHOW DEI TUOI SOGNI [leggi l’intervista a Tiziano Scarpa] racconto per voce e musica
parole di Tiziano Scarpa
suoni e sogni Luca
Bergia e Davide Arneodo (Marlene Kuntz) / regia Fabrizio Arcuri
accademia degli artefatti / in collaborazione con DNA concerti (Italia)
Uno scrittore premio Strega, alcuni componenti di una delle rockband italiane più autorevoli della scena italiana: nasce così Lo show dei tuoi sogni, appello alla capacità del pubblico «di sognare ad occhi aperti, per contrastare l’egemonia dell’immagine attraverso la forza dell’immaginazione», come chiosa Tiziano Scarpa, scrittore irrimediabilmente attratto dalla commistione tra parola e musica. Reading a metà fra l’onirico e il contemporaneo, narra la storia di un uomo che riesce a ipnotizzare un’intera nazione facendo sognare quello che vuole lui.

Torinodanza  Festival 2011
Focus quattro – Al femminile
Fonderie Limone Moncalieri | Sala grande | 26 ottobre 2011 | prima italiana | ore 20.30
SALVES
ideazione Maguy Marin in collaborazione con Denis Mariotte
interpreti Ulises Alvarez, Teresa Cunha, Matthieu Perpoint, Romain Bertet, Mayalen Otondo, Jeanne Vallauri, Vania Vaneau
assistente Enio Sammarco
direzione tecnica e luci Alexandre Béneteaud
scenografia Michel Rousseau
costumi Nelly Geyres
Compagnie Maguy Marin (Francia)
Dopo il trionfo del celebre May B, torna a Torino Maguy Marin, con una pièce visionaria esorprendente, espressione di una coreografa che descrive nei propri lavori il profondo impegno etico, talora urtante, ma necessario per quanto mostra e afferma. Salves è pièce decisamente politica, tradotta in scene di grande velocità, celebrata da un finale straordinario: la battaglia intorno a un’immensa tavola imbandita, con lanci di salsa e pittura.

Cavallerizza Reale | Maneggio
26 – 27 ottobre 2011 | prima italiana | ore 21.00
Spettacolo con soprattitoli in italiano
REVOLUTION NOW!
progetto Gob Squad
sviluppato e interpretato da Johanna Freiburg, Sean Patten, Sharon Smith, Berit Stumpf,
Sarah Thom, Laura Tonke, Bastian Trost, Simon Will
musica dal vivo e arrangiamenti Christopher Uhe, Masha Qrella
coreografia TnT (Tatiana and Tamara Saphir)
video Miles Chalcraft, Kathrin Krottenthaler
sound design Jeff McGrory
Gob Squad (Gran Bretagna/Germania)
Crew nata tra Berlino e Nottingham i Gob Squad si sono imposti con progetti video e performance esibiti in uffici, stazioni, case e alberghi così come in gallerie d’arte e teatri. Con una poetica di brutale attualità linguistica il gruppo persegue una ricerca sul senso della vita, ma anche sul concetto di bellezza nascosto negli anfratti della cultura contemporanea. Trascinante, coinvolgente, rumoroso, Revolution now! rispolvera dal passato i momenti rivoluzionari decisivi per l’umanità, con cui il pubblico, così come nella storia, dovrà mettersi in gioco.

Festival Incanti
Teatro Carignano
28 ottobre 2011 | prima italiana | ore 21.00
MAN OF FLESH & CARDBOARD
(Manning & Truth)
con Peter Schumann, Maura Gahan, Gregory Corbino, Susan Perkins, Katherine Nook,
Damiano Giambelli, Genevieve Yeuillaz
regia Peter Schumann
Bread & Puppet Theater (Usa)
Rassegna selezionata nell’ambito dell’edizione 2011 del bando Arti Sceniche della Compagnia di San Paolo
Storica comunità teatrale, Bread and Puppet Theater intendono il teatro come pane, necessario e per tutti. Questo spettacolo è dedicato a Bradley Manning: militare e informatico americano, mentre era in servizio in Iraq, è stato incarcerato con l’accusa di aver passato migliaia di documenti riservati a WikilLeaks, contribuendo a rivelare alcune tra le pagine più oscure della storia internazionale recente.

Torinodanza  Festival 2011
Focus tre – 2 week end circo contemporaneo
Fonderie Limone Moncalieri | sala grande
29 – 30 ottobre 2011 | ore 20.30
CINÉMATIQUE
creazione, sviluppo informatico e interpretazione Adrien Mondot
danza Satchie Noro
composizione suono Christophe Sartori, Laurent Buisson
creazione luci Elsa Revol
drammaturgia Charlotte Farcet
produzione luci Jérémy Chartier
suono Laurent Lechenault
Compagnie Adrien M. (Francia)
Danza, cinema, illusione ottica sono solo alcuni degli straordinari elementi che compongono uno dei lavori più sorprendenti degli ultimi ann i, una felice onomatopea, un invito al miraggio e al gioco. Rivelatosi a JTC 2004, Adrien Mondot, ingegnere informatico – giocoliere, crea spettacoli che mettono in rapporto arti della scena e della visione.

Torinodanza  Festival 2011
Focus tre – 2 week end circo contemporaneo
Fonderie Limone Moncalieri | Sala piccola
29 – 30 ottobre 2011 | ore 22.00
LA STRATÉGIE DE L’ÉCHEC
coreografia Nabil Hemaïzia e Mathieu Desseigne
consulenza artistica Sylvain Bouillet
danzatori Nabil Hemaïzia e Mathieu Desseigne
arrangiamenti musicali Sébastien Piasco
creazione luci Lucas Toureille
Collectif 2 Temps 3 Mouvements (Francia)
Uno spettacolo di grande energia, un lavoro che parte dalle radici del movimento per raggiungere un controllo fisico al limite del virtuosismo. Fondato nel 2006, il Collettivo 2 Temps 3 Mouvements attraversa le energie della danza hip hop e la lingua del circo contemporaneo. Mathieu Desseigne è membro stabile della compagnia les ballets C de la B di Alain Platel.

Cavallerizza Reale | Maneggio
29 ottobre 2011 | prima italiana | ore 21.00
Spettacolo con soprattitoli in italiano
HOTEL METHUSELAH
un progetto di Imitating the dog & Pete Brooks
scritto e diretto da Andrew Quick e Pete Brooks insieme alla compagnia
con Morven Macbeth, Simon Wainwright, Richard Malcolm/Dominic Fitch, Ana Wilson Hall
design Laura Hopkins
colonna sonora Neil Boynton
Video editing Simon Wainwright e Seth Honnor
Imitating the Dog & Pete Brooks (Gran Bretagna)
Harry lavora come portiere notturno in una città da qualche parte in Europa, dove è in atto una guerra. Nonostante il sottofondo di spari ed esplosioni, ama la calma del suo albergo. Harry ha solo un cruccio: non ricorda come è arrivato a lavorare lì e soprattutto cosa gli è accaduto prima. E, a dire il vero, non è neppure certo che Harry sia realmente il suo nome. Ossessioni pubbliche e private, morte, amore, sessualità sono i temi che esplora IDT, esplosivo collettivo inglese per la prima volta in Italia.

Teatro Carignano
30 ottobre 2011 | ore 21.30
TERRA PROMESSA. BRIGANTI E MIGRANTI
uno spettacolo di Marco Baliani, Felice Cappa
drammaturgia Maria Maglietta
con Marco Baliani
con la partecipazione in video di Salvo Arena, Naike Anna Silipo, Aldo Ottobrino, Michele Sinisi regia Felice Cappa
musiche Mirto Baliani
Un progetto di Change Performing Arts prodotto da CRT Artificio (Italia)
Marco Baliani, capofila della prima generazione di grandi narratori teatrali, lo scrittore e autore televisivo Felice Cappa, l’attrice e drammaturga Maria Maglietta rileggono nella vicenda del bandito Carmine Crocco la storia emblematica di una disfatta civile, di un’assenza di lungimiranza politica che ancora oggi incide pesantemente sulla storia del nostro Paese.

Cavallerizza Reale | Manica Corta
30 ottobre 2011 | ore 20.00
31 ottobre 2011 | ore 21.30
Spettacolo con soprattitoli in italiano
BEING HAROLD PINTER
da testi di Harold Pinter
adattamento e regia Vladimir Shcherban
con Nikolai Khalezin, Pavel Gorodnitski, Yana Rusakevich, Oleg Sidorchik, Irina Yaroshevich, Denis Tarasenko, Marina Yurevich
Belarus Free Theatre Production (Bielorussia)
Premio Off-Broadway Obie Award nel 2011, il Belarus Free Theatre, fondato nel 2005, costituisce
una delle voci più potenti del dissenso verso il regime repressivo della Bielorussia.
Nonostante le continue intimidazioni, la compagnia ha raggiunto una notevole fama, grazie anche al sostegno di artisti come Tom Stoppard, Harold Pinter, Václav Havel, Kevin Spacey, Jude Law. Belarus Free Theatre si interroga sulla genesi di un testo teatrale e su quale sia la differenza tra la verità nella vita reale e la verità nell’arte, quegli stessi argomenti affrontati da Pinter alla consegna del Nobel per la Letteratura.

Cavallerizza Reale | Maneggio
31 ottobre 2011 | ore 21.00
Spettacolo con soprattitoli in italiano
SUNKEN RED
dal romanzo di Jeroen Brouwers
adattamento Corien Baart, Guy Cassiers, Dirk Roofthooft
drammaturgia Corien Baart, Erwin Jans
con Dirk Rofthooft
regia Guy Cassiers
scene, video & light design Peter Missotten (De Filmfabriek)
Toneelhuis&Ro Theater (Olanda/Belgio)
Cult teatrale replicato in tutta Europa, struggente e violento, lo spettacolo della compagnia Toneelhuis & Ro Theater è tratto da Bezonk en rood dell’olandese Brouwers, considerato uno dei capolavori della letteratura olandese contemporanea. Basato sull’esperienza di prigionia dell’autore in un campo di concentramento giapponese durante la seconda guerra mondiale, internato a soli tre anni con madre, sorella e nonna, Sunk en Red è un’elegia allo sgretolamento di una vita sotto il peso di una infanzia di guerra e di prigionia, cui dà voce lo straordinario Dirk Roofthooft.

Fonderie Limone Moncalieri | Sala grande e Sala piccola
1 – 2 novembre 2011 ore 20.30
IL CASTELLO
TRITTICO
liberamente ispirato all’omonimo testo di Franz Kafka
adattamento e regia Giorgio Barberio Corsetti
con Ivan Franek, Mary Di Tommaso, Julien Lambert, Fortunato Leccese, Fabrizio Lombardo, Alessandro Riceci, Patrizia Romeo
scenografie Giorgio Barberio Corsetti e Massimo Troncanetti
disegno luci e direzione tecnica Massimo Troncanetti
video e fonica Igor Renzetti
costumi Francesco Esposito
Fattore K. (Italia)
Il Castello è l’adattamento teatrale del romanzo di Franz Kafka, sotto forma di spettacolo itinerante. Le diverse tappe, o stazioni, raccontano le peripezie di K e contemporaneamente on-line si manifesta una geografia immaginaria, un percorso, una specie di gioco dell’oca interattivo. Chi entrerà nel sito potrà percorrerlo come K nel villaggio, mettendosi in gioco nella ricerca, nelle piccole vittorie e nelle disfatte.

Club to Club
Teatro Carignano
3 novembre 2011 | ore 22.00 | fuori abbonamento
APPARAT BAND
Dopo quattro album di successo usciti per Shitkatapult, il progetto Moderat con Modeselektor, la collaborazione con l’amica di lunga data Ellen Allien ed il recente album per Dj Kicks, Apparat torna con un nuovo e completamente diverso lavoro in studio pubblicato per la Mute. Si ampliano gli orizzonti ed Apparat diventa veramente live.
Non più “sola” elettronica, ma anche una strumentazione vera con una band, per un concerto interamente suonato in senso più “classico”. Una nuova avventura, per conoscere un nuovo volto di Sasha Ring.

EXTRA
Teatro Carignano – Sala Colonne
27 Ottobre 2011 | ore 17.00
INCONTRO PUBBLICO
con Peter Schumann, Giuliano Scabia (altri relatori in via di definizione)
sul tema de La Storia e il Teatro di Figura come veicolo di diffusione e analisi.
Hiroshima Mon Amour (via Bossoli, 83)

27 ottobre 2011 | ore 22.00
DATAFLOW
di e con Motor e Madaski
Un’esplorazione tecnoteatrale nel mondo della tracciabilità continua e perenne delle cose e delle persone. Un performer di arte digitale (Motor) e l’alter ego elettronico del frontman di Africa Unite (Madaski), insieme in uno spettacolo che affronta i l tema d e i nuovi luoghi della socialità, come gli ipermercati, i mall e il tessuto connettivo d i asfalto e cemento che li unisce e insieme i luoghi virtuali delle tracce (digitali ma non solo) che uomini e merci lasciano. I suoni e le immagini della contemporaneità.

Biglietti intero 10 euro, ridotto 8 euro

Leggi l’articolo di presentazione

Vai alla stagione 2011/2012 del Teatro Stabile di Torino