Programma Teatro Civile Festival 2011 di legambiente – Monte Sant’Angelo (17 – 24 luglio)

17 luglio, domenica
Monte Sant’Angelo – Chiostro delle Clarisse, ore 20.45, ingresso 10 €
CIBUS
divagazioni letterarie conviviali
recital di e con
DAVID RIONDINO
Da qualche anno a questa parte, con lo sviluppo della cultura enogastronomica, si è creato intorno al banchetto, alla cena, alla degustazione, un fiorire di eventi letterari o comunque di animazioni, una rinnovata abitudine al convivio rallegrato da letture e canti. In qualsiasi opera, letteraria o poetica, si trovano continui riferimenti al cibo, descrizioni di banchetti, pagine su certi piatti, per non dire di odi dedicate ad agrumi, carciofi, selvaggina e quant’altro. David Riondino con la sua verve e ironia imbastirà la serata declamando i versi più belli di Poeti e Scrittori che hanno dedicato parole al cibo e al vino regalandoci un ora di grande letteratura.

18 luglio, lunedì
Monte Sant’Angelo – Chiostro delle Clarisse, ore 20.45, ingresso 10 € (il costo comprende anche cibo e bevande)
A BAGNOMARIA. Così diceva mia nonna
IL CERCHIO DI GESSO
Cena teatrale di e con Michele D’Errico e Mario Pierrotti
.
Che cos’è la cucina? La domanda non ha una risposta ben definita. Chi ha contatto professionale con la cucina tende ad avere una visione personale in base alle proprie esperienze, alla sensibilità che possiede e a ciò che intende presentare al commensale una volta che ha terminato il proprio lavoro. Quindi, esistono cuochi e pasticceri che prediligono l’aspetto decorativo della gastronomia, presentando piatti al limite della eseguibilità; altri invece che, con molta semplicità, offrono preparazioni in cui prevale essenzialmente una ricerca sugli abbinamenti dei sapori. In rarissimi casi si è trovati ambedue gli aspetti in una fusione perfetta. Michele D’Errico e Mario Pierrotti interpretano due cuochi particolari che interrogheranno gli avventori clandestini del loro strano locale sul piacere e sulla cultura della cucina, discorrendo di pane, pomodoro e verdure, alla ricerca dei sapori di un tempo ormai perduto.

19 luglio, martedì
Monte Sant’Angelo – Chiostro delle Clarisse, ore 20.45, ingresso 10 €
LORETTA STRONG (di Copi)
MARCINO MARCIDORJS e FAMOSA MIMOSA
con Paolo Oricco e Maria Luisa Abate, Alessandra Deffacis, Valentina Battistone, Stefano Re
“Astronave” di Daniela Dal Cin
Regia di Marco Isidori
Produzione 2011
Per il viaggio teatrale della protagonista di quest’ultima nostra fatica spettacolare, abbiamo inventato e poi costruito uno strabiliante oggetto cinetico, una “vera” Astronave; un’astronave abbagliante d’acciaio e di luce, un “Disco Volante” che in un qualche segreto modo, sembrerà venir catapultato effettivamente verso le lontananze dello spazio profondo, esorbitando da ogni fiacchezza scenica non appena gli avremo dato abbondante gas drammatico, aprendo le valvole della sfrenatezza attorale che ci è propria.
Interpreterà l’impareggiabile, stralunata, folle, smisurata icona di Loretta Strong, il giovane attore Paolo Oricco, che, però, non sarà il solo a reggere le sorti dello spettacolo: accanto a lui, a fiancheggiarne lo sforzo, Maria Luisa Abate, Stefano Re, Alessandra Deffacis e Valentina Battistone (“Topi”, “Granchi”, “Pappagalli”, “Serpenti” ed altro vociante ciarpame celeste), per quanto presenze non contemplate nell’organico originale della commedia, serviranno a dare alla versione-Marcido di questo gioco della dismisura e del grottesco, il suo esatto “passo” ritmico, portando la già vulcanica energia verbale con cui l’autore sa esprimere con diabolica maestria la caleidoscopicità squisitamente pop di Loretta, ad un grado di parossismo dionisiaco (temprato, è ovvio, dall’ironia che pervade tutta l’opera di Copi), che assai di rado trova luogo sui palcoscenici normali.

Dal 19 al 22 luglio QUATTRO REPLICHE
Monte Sant’Angelo – Convento S. Francesco, ore 19.45, ingresso 20 € (l’ingresso è riservato a 20 persone a replica e il costo comprende anche cibo e bevande)
MATRIMONIO D’INVERNO – diario intimo
TEATRO DELLE ARIETTE
Di Paola Berselli e Stefano Pasquini
con Paola Berselli, Maurizio Ferraresi, Stefano Pasquini
Regia Stefano Pasquini
«E così oggi apriamo la nostra cucina, la cucina della nostra memoria, perché quel desiderio inappagabile di una condivisione impossibile si placa soltanto (e provvisoriamente) quando arrivate e vi sedete al tavolo e ci guardate aspettando qualcosa. In quel momento comincia la cerimonia del matrimonio d’inverno.
“Matrimonio d’inverno” è il diario della nostra vita quotidiana, mia e di Paola, scritto durante l’inverno 2008-2009, dopo 20 anni di vita in campagna e 10 di teatro fatto in giro per l’Italia e l’Europa. Ma è anche il racconto del nostro amore e dell’amore che ci lega alle Ariette, ai nostri campi e ai nostri animali, agli amici e ai compagni di vita. Amore per il teatro, la cucina, l’agricoltura. Amore per il tempo che passa e trasforma la vita, i corpi, i pensieri e i sentimenti».

20 luglio, Mercoledì
Monte Sant’Angelo – Chiostro delle Clarisse, ore 20.45, ingresso 5 €
DIGERSELTZ
spettacolo ideato e diretto da ELVIRA FROSINI / Kataklisma con la collaborazione artistica di Daniele Timpano / amnesiA vivacE.
«Il progetto Digerseltz si muove intorno al tema del cibo. Il cibo come ossessione del nostro tempo (di tutti i tempi?); il cibo come tema politico; mangiare come insopprimibile azione di sostentamento, pratica culturale massificata, metafora ossessiva, implosione autodistruttiva. Ma pur sempre azione sotterraneamente rituale, legata al rapporto con il nostro corpo/fame, con la morte, con il sacro, con una comunità. I corpi in scena mangiano e si fanno mangiare come agnelli in mezzo ai lupi, capro espiatorio, banale sacrificio dato in pasto al pubblico, agli occhi famelici o svogliati. L’attore in scena consuma gli scarti, l’eccedente, lo spreco, si fa corpo digerente, fragile Digerseltz della realtà ingozzata. L’artista è come il maiale: non si butta niente».

21 luglio, Giovedì
Monte Sant’Angelo – Chiostro delle Clarisse, ore 20.45, ingresso 5 €
NESSUNO PUO’ COPRIRE L’OMBRA
TAKKU LIGEY TÉÂTRE (SENEGAL)
di Marco Martinelli e Saidou Moussa Ba
regia di Mandiaye N’Diaye
con Abdou Lahat Fall, Moussa Gning, Mor N’Diaye
Produzione Takku Ligey Théâtre, Teatro delle Albe-Ravenna Teatro.
Un tappeto, tre attori e alcuni tamburi: i teatri europei si possono trasformare in un cortile africano, così come un cortile africano può diventare un teatro italiano. Uomini di diversa provenienza dialogano attraverso i linguaggi più semplici e immediati, quelli delle favole dell’antica tradizione messe in scena sul palco. Questo è il motivo per cui il regista Mandiaye N’Diaye ha deciso di riallestire lo storico e fortunato spettacolo del Teatro delle Albe Nessuno può coprire l’ombra, facendolo interpretare dai giovani attori del Takku Ligey Théâtre dopo circa vent’anni dal primo debutto sulle platee internazionali.

22 luglio, Venerdì
Monte Sant’Angelo – Chiostro delle Clarisse, ore 20.45, ingresso 10 €
LE PAROLE DELLA SATIRA
Lezione spettacolo per imparare a nutrire lo spirito
DARIO VERGASSOLA
Battute per rinfrancare lo spirito. Come nascono, in quale contesto e come si fanno. Una leggera ed esilarante lezione di satira nutriente.

23 luglio, Sabato
Monte Sant’Angelo – Chiostro delle Clarisse, ore 20.45, ingresso 5 €
IL CUSCUS DELLA MARIANNA
diretto e interpretato da MARTA ZANETTI
scritto da Marta Zanetti e Carlo Presotto
assistente alla regia Valentina Brusaferro
Il cuscus della Marianna è una vera e propria lezione di cucina, nella quale i partecipanti prepareranno in prima persona il cuscus e fra una pausa e l’altra ascolteranno la storia della Marianna.

24 luglio, Domenica
Monte Sant’Angelo – Chiostro delle Clarisse, ore 20.45, ingresso 5 €
VARIABILI UMANE
ATOPOS TEATRO
Progetto di Marcela Serli
Vincitore del premio Tuttoteatro.com alle Arti Sceniche “Dante Cappelletti” 2010
Progetto e regia: Marcela Serli
Drammaturgia: Marcela Serli e Davide Tolu
Con: Irene Serini, Marta Pizzigallo, Gaia Saitta, Matteo Manetti, Antonia Monopoli, Corrado/
Laura Ci, Maxine Na’vì, Giusy Forzani, Alessio Calciolari, Gianluca Di Lauro, Gabriele Dario Belli
Motivazioni del premio Tuttoteatro.com alle Arti Sceniche “Dante Cappelletti”2010: “Con la decisione, né facile né superficiale, di affidare a una dimensione di spettacolo un laboratorio nel quale si è toccato alla radice il problema dell’identità biologica, civile ed
emotiva della persona, la compagnia ATOPOS fa sì che il teatro diventi luogo di visibilità per una biopolitica, e ancora più in profondità, per una condizione umana che non avrebbe altrimenti luoghi in cui manifestarsi. Una prova di coraggio, determinata e sincera, Una partitura scenica in cui il tema dell’ambiguità si declina in linguaggio che richiama le forme epiche dello spettacolo di varietà, nelle sua dimensione aperta, grottesca, anti-naturalistica, plurale.

TEATRO DI STRADA
a cura del Festival Troia Teatro

21 E 22 luglio
Monte Sant’Angelo, centro storico, due repliche al giorno a partire dalle ore 21, ingresso libero
PER GRAZIA RICEVUTA
tableaux vivants dall’opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio
con Gaetano Coccia, Francesco O. De Santis, Antonella Parrella
messa in scena Teatri 35
Morbidi drappeggi e muscoli tesi. Lame, frutti e odore d’incenso. Attori come attrezzisti, scenografi e modelli del pittore.
Piume e pesi in sospensione. Il silenzio sacrale profanato dal ritmo della costruzione. Le tele si compongono sotto l’occhio dello spettatore coinvolto in un’esperienza mistica e sensoriale. Caravaggio si sente, si assapora, si tocca, si respira, si vede.
La performance unisce un’estrema semplicità tecnica ad un forte impatto visivo. Queste due caratteristiche fanno si che il lavoro possa essere rappresentato nei contesti più vari: dal museo alla strada, dal teatro al parco. Tutto può essere cornice per un lavoro che travalica i generi. Con l’ausilio di pochi e semplici elementi (stoffe di diverso colore e spessore ed altri semplici oggetti di uso comune) gli attori compongono sotto gli occhi degli spettatori le “tele”. La ricerca iconografica, insieme alla forza espressiva dei corpi e dei volti degli attori, restituiscono appieno quella “poesia della realtà” che costituisce il segno distintivo dell’opera di Michelangelo da Caravaggio. Lo spettacolo non ha testo; si avvale solo dell’ accompagnamento musicale di Tchaikovsky, Mozart, Albinoni, Sibelius.

21 E 22 luglio
Monte Sant’Angelo, centro storico, due repliche al giorno a partire dalle ore 22.15, ingresso libero
debutto
IL CUOCO, IL LADRO, SUA MOGLIE E…
A cura del Festival Troia Teatro
La performance è incentrata sul contrasto tra rappresentazioni appetibili ed avide del cibo e della carnalità; il cibo come vita e come morte, la bramosia del mangiare e la raffinatezza della tavola, del cuoco, dell’amore…

I LABORATORI

TEATRO PER L’INFANZIA
A cura di Francesca d’Ippolito
Dal 21 al 24 luglio, dalle ore 18.30 alle ore 20

MASTERCLASS DI TEATRO DANZA
A cura di Elisa Barucchieri
Dal 22 al 24 luglio, dalle ore 16.30 alle ore 20

I CONCERTI

Durante il Teatro civile festival una serie di anteprime musicali di FestambienteSud con la grande musica d’autore. La location delle anteprime sarà il Castello di Monte Sant’Angelo. Durante FestambienteSud il programma musicale prosegue con quattro giorni dedicati al Reggae, come omaggio all’opera artistica di Bob Marley, prematuramente scomparso trent’anni fa. La direzione artistica é di Franco Salcuni

17 luglio, domenica
Monte Sant’Angelo – Castello, ore 22.15 – ingresso 10 €
GIORGIO CONTE (ita)
Artista eclettico, affabulatore coinvolgente con il gusto di raccontare attraverso la sua voce unica, ricca di colori caldi (un po’ ironici ed un po’ struggenti), e la sua penna storie di vita comune, in cui chiunque si può riconoscere ed immedesimare, attraverso il suo stile inconfondibile, leggero, ma capace di toccare le corde più intime, ed allo stesso tempo elegante. Giorgio è molto più che un cantautore. Già noto come autore di molte canzoni scritte per alcune tra le più importanti voci del panorama italiano ed internazionale si rivela anche conduttore radiofonico, scrittore, interprete che regala suggestioni, divertimento ed emozioni.

18 luglio, lunedì
Monte Sant’Angelo – Castello, ore 22.15 – ingresso 10 €
ERICA MOU (ita)
La più grande rivelazione della giovane musica d’autore italiana, Erica Musci, in arte Erica Mou, è nata il 6 aprile 1990. Studia canto dall’età di 5 anni e chitarra da 11. Dopo diverse esperienze musicali, dalla fine del 2007 si esibisce come solista presentando inediti di propria composizione.
Da due anni si dedica ad una intensa attività concertistica in tutta Italia per la promozione del lavoro discografico rimasto inedito “Bacio ancora le ferite” (Auand Records, 2009).

19 luglio, martedì
Monte Sant’Angelo – Castello, ore 22.15 – ingresso 10 €
SERVILLO, GIROTTO, MANGALAVITE
Peppe Servillo (ita), voce degli Avion Travel; Javier Girotto (arg), Sax soprano e baritono, clarinetto basso, Moxeňo flute,voce; Natalio Mangalavite (arg), piano, tastiere e voce. Un trio quasi naturale, nonostante provenga da culture musicali diverse, nato dalle ripetute collaborazioni che i singoli musicisti hanno alternato nel corso degli anni. Il nuovo progetto “Fútbol” è ispirato al gioco del calcio tramite racconti musicali in cui si alternano storie di vita, d’amore e di pallone tra gioie, delusioni, vittorie e sconfitte.

20 luglio, Mercoledì
SERATA MUSICALE DI BENEFICIENZA PER SOSTENERE IL PROGETTO “UNA TEGOLA PER SAN FRANCESCO”
presto il programma

Monte Sant’Angelo – Castello, ore 22.15 – ingresso contributo libero

Il Teatro Civile Festival si tiene nel “Chiostro delle Clarisse”, nel centro storico di Monte Sant’Angelo (Gargano-Puglia)
Apertura cancelli ore 20.15

Abbonamento Teatro Civile Festival- € 42,00 + prevendita (tutti gli spettacoli escluso il Teatro delle Ariette) – al 30% di sconto sul prezzo pieno

Abbonamento Anteprime musicali d’autore – € 21,00 + prevendita (tutti gli spettacoli al Castello dal 17 al 19 luglio) – al 30% di sconto sul prezzo pieno

Infoline, vendita biglietti e abbonamenti: tel. 0884-562299 (Edicola “lo Scarabocchio”, Monte Sant’Angelo); www.bookingshow.com.

maggiori info su: www.festambientesud.it