Programma Teatro Valle occupato

Leggi la cronaca giorno per giorno delle assemblee

Martedì 14 Giugno, a partire dalle ore 21.00

Fabrizio Gifuni: estratto dallo spettacolo “L’ingegner Gadda va alla guerra”

Banda Malancia: musica dal vivo

Danilo Nigrelli: legge “Questa è l’acqua” di D.F.Wallace

Valentina Chico: legge Sylvia Plath

Pietro Sermonti: “Il mio nome è Bondi, James Bondi”

Teatrino Clandestino: “Come più che dove” di Fiorenza Menni e Laura Pizzirani, con Laura Pizzirani all’interno del progetto “Civile”

Raffaella Azim: lettura in via di definizione

Lucilla Galeazzi e Nora Tigges: “Canti della Terra”

Mercoledì 15 Giugno

ouverture di Elio Germano e Camilleri

Elio Germano e Theo Teardo: recital tratto da “Viaggio al termine della Notte”

Vinicio Marchioni: “Rock in Urss” di Nikolaj Lilin

Out of sound

Maddalena Crippa canta Gaber

Annushka con Rosa Sironi e Teresa Vergalli di Ferdinando Vaselli

Graziano Piazza in schifo

Andrea Rivera

Orchestraccia

Giovedì 16 Giugno

Venerdì 17 Giugno

Sabato 18 Giugno

ASSEMBLEA
ore 16.30
aperta a tutta la cittadinanza

SPETTACOLI
a partire dalle ore 21

BERNARDO BERTOLUCCI in collegamento telefonico

GIORGIO TIRABASSI, PAOLO SASSANELLI, LUCIANO SCARPA

REMONDI E CAPOROSSI
“Colpo su colpo”

CLAUDIO GIOVANNESI E ENRICO MELOZZI
“Speciale fratelli d’Italia” e “L’uomo fiammifero”

VALERIO VIGLIAR
intervento

PAOLO CIVATI
“Parole”

PROGRAMMA DI LUNEDI’ 20 GIUGNO

Isabella Ferrari
intervento

Mario Schittzer e Andrea Pandolfo
Ho solo la faccia di un uomo
soliloquio per voce e tromba

Ennio Fantastichini
intervento

Maria Edgarda Marcucci
Sull’origine e sull’officio della letteratura
Letture sparse da Ugo Foscolo

Isabella Ragonese
intervento

Tommaso Cardarelli
intervento

Laura Riccioli – Isola Teatro
Senza Lear

Gli Indignati
intervento

Augusto Fornari
interventi

Alisha Massine
intervento

Niccolò Fabi
musica dal vivo

MARTEDI 21 GIUGNO 2011

Il Teatro Valle Occupato ringrazia i seguenti contributi artistici:

Cinzia Leone e Enrico Melozzi
intervento

Paolo Calabresi
legge Lettera di Streheler a Paolo Grassi

Luca Barbarossa
musica dal vivo

Edoardo Leo con Marco Conidi
Qualcuno era comunista

Pilar
musica dal vivo

Attrice Contro
Madama Cie

Andrea Lanciotti
San Michele 1948

Eleonora Danco
Me vojo sarvà

Manuela Spartà
Questa è l’acqua di Foster Wallace

Cecilia Canziani e Roberto Gavarro
intervento: Occupiamoci di Contemporaneo
(arte contemporanea)

Massimiliano Loizzi e I Mercanti di Storie
L’adunata dei Refrattari

Francesco Forni
seranata

- L’ingresso al Teatro Valle Occupato è libero a partire dalle 17 per l’assemblea.
Accettiamo e aspettiamo le vostre idee, i vostri suggerimenti, il vostro contributo -

MERCOLEDI 22 GIUGNO 2011

a partire dalle ore 21
il Teatro Valle Occupato ringrazia i seguenti contributi artistici:

Paolo Graziosi
legge Il mondo salvato dai ragazzini di Elsa Morante

Maurizio Rippa
Una voce d’amore

Tony Clifton Circus
Me da Igual

Core
intervento

Fabio Ciccalé-N.E.K.
danza

Giulia Giordano, Acquelibere Ensemble, Marco Rossi Andreani
Monumenti invisibili
da “I funerali” Gérard Foucaux

Moni Ovadia
legge Ghiannis Ritsos e Mahmùd Darwish

Andrea Gherpelli
Canzoni che parlan di poesia pensando al resto

Margherita Vicario
musica dal vivo

Cristina Arnone
legge Il corpo delle donne di Lorella Zanardo

Klezroym
musica dal vivo

GIOVEDÌ 23 GIUGNO

a partire dalle ore 21 il Teatro Valle Occupato ringrazia i seguenti contributi artistici:

Alessandro D’Alatri presentato da Carola Clavarino – intervento

Marco Martinelli – intervento in collegamento da Ravenna

Emiliano Campagnola – Il risveglio dell’intermittente da Antonio Moresco

Alicja Ziolko – La Valle dell’Abbraccio teatrodanza

Timothy Martin & Amazing Grace Gospel Choir – musica dal vivo

Aliosha Massine – Se mi levassero il teatro

Lunetta Savino – Se non ora, quando?

Silvia Gallerano – La merda di Cristian Ceresoli

Lorenzo Cambianome e la Murga banda marciante – musica dal vivo

Fausta Manno – Favola serale liberamente ispirato a “La bella e l’orso” di Alberto Moravia

Marco Giusti – intervento

Statale 66 – musica dal vivo

VENERDI’ 24 GIUGNO

a partire dalle ore 21 il Teatro Valle Occupato ringrazia i seguenti contributi artistici:

Carlo Lizzani – intervento

Michele Moi e Ambra Curato – “Improvvisazioni sonore”

Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi – contributo video

Mago Bustric – Conferenza magica

Monsieur David – Rimettiamoci in piedi

Roberto Nobile – legge “Terra matta”

Franco Piersanti Roma Sinfonietta Invettiva, sentenza, macerie – musica dal vivo

Giorgia Sinicorni legge Senza sapere invece di Erri De Luca

SABATO 25 GIUGNO

A partire dalle ore 21 il Teatro Valle Occupato ringrazia i seguenti contributi artistici:

Rosella Testa – Circo nero

Francesca Patriarca – intervento

Velia Papa – in collegamento da Polverigi

Daniela Trincia – Intervento in collegamento dal Macro Autogestito Occupiamoci di Contemporaneo

Angelo Rinna – Preghiera per l’imbecille

Marino Pedroni Direttore Artistico del Teatro Comunale di Ferrara – intervento

Simona Senzacqua – Moulin Rouge

Quelli della Bottega – Fatti non foste a viver come bruti

Fausto Paravidino – intervento

Blas Roca Rey – La colomba di Lucilla Lupaioli

La QuartaPesta – I dolori del giovane Apollo teatro di burattini

Gabriella Martellacci, La Selva e Musica Antiqua Latina – HAIRESIS 1600 La musica al tempo d iCaravaggio – musica dal vivo

Stag – musica dal vivo

DOMENICA 26 GIUGNO

a partire dalle ore 21 il Teatro Valle Occupato ringrazia i seguenti contributi artistici:

Anna Bonaiuto – ”Albert” di Lev Tolstoj

Giulia Weber – ”La ferita” di Sergio Pierattini

Rosalia Porcaro – ”Precari e contenti”

Diego Giordano – intervento

Giampiero Judica e Donatella Finocchiaro – ”Gioco a due personaggi” di Tennessee Williams

Fausta Manno e UNIMA presentano – teatro di burattini

Piero Brega e Oretta Orengo – musica dal vivo

Valentina Carnelutti – intervento

Micol Picchioni – arpa e voce

Angela Antonini – legge Giordano Bruno

Musicisti Teatro dell’Opera Vincenzo Bolognese

Marcello Defant – intervento

Margherita Fina – intervento

Andrea Noferini – intervento

Angelo De Angelis – ”Mozartiana”

LUNEDI’ 27 GIUGNO- NON IL SOLITO LUNEDI’

A partire dalle ore 21 il Teatro Valle Occupato ringrazia i contributi artistici di:

Pippo del Bono

Elio de Capitani- intervento in collegamento da Milano

Massimo de Cataldo

Stavros Tsakiris

Adam J. Griffin

Nel corso della serata  interventi a sorpresa di artisti e lavoratori dello spettacolo, scrittori e cineasti.

MARTEDI’ 28 GIUGNO

a partire dalle ore 21 il Teatro Valle Occupato ringrazia i contrubuti artistici di:

Silvia Bottiroli, Cristina Ventrucci, Rodolfo Sacchettini,

Coordinamento Festival Santarcangelo 41 - intervento in collegamento video

Franco Battiato – collegamento video

Giacomo Ciarrapico – Stare meglio di G. Ciarrapico

Nicoletta Braschi – Intervento

Giuliana De Donno, Raffaello Simeoni, Arnaldo Vacca, Gabriele Russo – A Sud del mondo, musica

Anna Bonaiuto –  Albert di Lev Tolstoj

Ciro Carlo Fico – Sotto assedio di C.C. Fico

Diego Buongiorno – intervento musicale

Cosimo Cinieri – Il rapsodo

Sonia Bergamasco – Intervento

Jane-Massimiliano Nicosia – Boyrlesque

Bluemotion Band: Roberto Dell’Era, Matteo D’Incà, Gianmarco Di Lecce, Francesco Forni, Ttty Pigalle, Fabio Rondanini – Picnic Champagne

MERCOLEDI’ 29 GIUGNO

A partire dalle ore 21 il Teatro Valle Occupato ringrazia i contributi artistici di:

Roberto Vecchioni – intervento in collegamento skype

Ass. compagnia “Sanguegiusto”- teatro e carcere

Maurizio Rippa – musica e voce

Cristina Pedetta

Francesco Scianna

“Afrodita” compagnia teatro arabo-ebraico di Jaffa

Stefano Sabelli e Tiziano Palladino

Marco Giovenali – intervento poetico

Erica Raffaelli, Giancarlo Romani, Germano Mancini, Cristiano D’Aliesio

Marco Foschi e Danilo Nigrelli

Claudio Cotugno, Ugo Piva, Giulia Amato compagnia “periodo3”

Stefano Pesce e Simone Salsa

Claudia Donzelli, Corrado Sabia, Marco Berardi

Andrea Bonella “Titubanda”
Nel foyer:
Mostra di foto di Pina Bausch di Francesco Carbone
Ballerini di milonga
All’ingresso:
Kira – performance acrobatica
David Rausa – pantomima
Niccolò Tedeschi – prestigitazione
Letizia Cerenzia – Carion

PROGRAMMA AZIONE GIOVEDÌ 30 GIUGNO 2011

DePILiamo la cultura.

Una serata al 10% del netto: interventi comico artistici, finanziaria, bilanci, tagli, profitti.

a partire dalle ore 21 al Teatro Valle Occupato con:

Sandro Joyeux

Pietro Sermonti

Andrea Baranes detto Barabba
(e altri artisti in via di definizione)
A SEGUIRE ASSEMBLEA!!!!!

h. 21.00 CINZIA LEONE va in scena con la prova generale del suo nuovo spettacolo “Mamma sei sempre nei miei pensieri. Spostati!

MARTEDì 5 LUGLIO

ROBERTO BENIGNI – intervento video

FRANCESCO DI GIACOMO E PAOLO SENTINELLI

GIOVANNA BOZZOLO

MADDALENA CRIPPA con CHIARA CALDERALE, MIRIAM LONGO e VALERIA SVIZZERI

FRANKIE HI NRG

PIERFRANCESCO FAVINO

collegamento video con i PRE|OCCUPATI PALERMO tra loro PAOLO BRIGUGLIA

TERESA MICARELLI

MICHELA CESCON

FRANCESCO MONTANARI

NINNI BRUSCHETTA, CATERINA GUZZANTI, PAOLO CALABRESI, PIETRO SERMONTI, ANTONIO CATANIA – letture sparse da BORIS

ROBERTO HERLITZKA – contributo poetico in video

MERCOLEDI’ 6 LUGLIO

Fanny & Alexander
intervento in collegamento Skype

Asaf Shani
Night train
VideoArte

Alfio Sorbello
Nonno al limone

Anita Miotto
Bella a dio

Coro piccolo della Scuola Popolare di Musica di Testaccio
con Giacomo Rinaldi
estratto da La pazzia senile di Adriano Banchieri

Emanuele Russo
Cruciverba ironico

David Sebasti
Storia di Jerry e del cane
da Zoo story di Edward Albee

Giovanni Piccirillo
intervento

Lidia Riviello
intervento poetico

Filippo Timi
Frammenti di sesso

Nada
musica dal vivo

GIOVEDI’ 7 LUGLIO

PAOLO VILLAGGIO

intervento

ROSARIO TEDESCO

legge la lettera di adesione del Teatro

di Colonia

POVERA GENTE

contributo video a un mese dalla morte di Enzo del Re

BEBO STORTI

intervento

THOMAS TRABACCHI

Il Potente

ROBERTO ZIBETTI

Giovane Holden

GNUT

CORO CITTA’ DI ROMA

ALESSANDRA COSTANZA

FAGGI IN FUGA

musica dal vivo

ANDREA APPINO

THE ZEN CIRCUS musica dal vivo

VENERDI’ 8 LUGLIO

a partire dalle ore 21.00 il Teatro Valle Occupato ringrazia i seguenti interventi artistici

SYLVIE LEWIS

Intervento musicale

MASSIMO FOSCHI

Accadimenti da Pasolini, Manzoni, Majakovskij, Gregorio XVI, Stecchetti, Fabbri, Flaiano

MARIA AMELIA MONTI

La Parrucca di N. Ginsburg

DANIELA GIORDANO

Jaz

con Ismaila Mbaye e Djbril Guingne

CIRO CARLO FICO

Intervento

AWA LY

intervento musicale

alla chitarra Valerio Guaraldi

PINO MARINO

Variabili del Valle: dal concertacolo

DARIO D’AMBROSI

Teatro Patologico

TIMOTHY MARTIN & AMAZING GRACE GOSPEL CHOIR

MARTEDI’ 12 LUGLIO
h. 21.00 serata MARCO CAVALLO ARRIVA AL VALLE! con Fanbrizio Gifuni. (Marco Cavallo è un simbolo di lotta di Trieste che porta avanti da quasi quarant’anni un movimento contro tutto ciò che il manicomio in Italia è e rappresenta. Marco Cavallo incarna un processo di liberazione in atto per tutti quelli che soffrono della vita manicomiale)

Jacopo Quadri consegna al valle occupato una donazione di libri della Ubu

MERCOLEDI’ 13 LUGLIO

h. 21.00 programm/azione flusso

GIOVEDI’ 14 LUGLIO
h. 17 assemblea pubblica con Marino Sinisbaldi su Media e Comunicazione
h. 21.00 programm/azione UN MESE D’OCCUPAZIONE, PERCHE’?

VENERDI’ 15 LUGLIO h. 21.00 programm/azione

SABATO 16 LUGLIO
h. 17 assemblea pubblica da definire
h. 21 serata SALA VUOTA musica e libri

Leggi la cronaca giorno per giorno delle assemblee

Comments
  • pino boresta 31 dicembre 2011 at 15:23

    C’è troppo silenzio nei MUSEI

    Sciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!Al Museo non si urla ma Nel museo forse si…. e poi qui siamo al Teatro pertanto:
    AHOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!

    Il silenzio degli artisti nuoce gravemente all’arte contemporanea e uccide anche te digli di smettere.

    Il silenzio è mafioso.

    Il silenzio è spesso sopravvalutato.

    VELODICO: “Scoprire è importante ma capire è ancora più importante”

    VELODICO: Intendo con il mio intervento creare uno spazio di riflessione che metta in discussione la natura dell’arte e dell’artista tentando di aggiungere se fosse possibile ancora più disorientamento.

    Ma Sciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    Non fatelo sapere in giro qualcuno potrebbe aver paura.
    Paura di quello che non si conosce.
    Paura di quello che non si capisce.
    Paura di chi è diverso.
    Ma chi ha paura muore tutti i giorni mentre chi non ha paura muore una volta sola.

    PERTANTO!

    Io sono PIǓ sereno, perché non devo PIǓ dimostrare niente, non devo PIǓ raggiungere nessun obbiettivo, non mi aspetto PIǓ niente da nessuno, non voglio PIǓ ascoltare chi è contro di me, ma devo solo continuare di PIǓ a fare quello che so fare perché so di farlo bene, PIǓ di molti altri, tutto il resto non conta PIǓ e non mi interessa PIǓ, ho imparato ancora di PIǓ a godere di tutto quello che faccio senza piangere PIǓ, senza rimpiangere PIǓ tutto ciò che non arriverà PIǓ, se qualcosa in PIǓ arriverà quando arriverà bene, se non arriva non importa PIǓ, voglio vivere con PIǓ gioia quello che faccio ogni giorno di PIǓ, e tutto il resto non conta PIǓ, e non ho PIǓ nulla da dire.

    MA TUTTO QUESTO NON È VERO

    PER QUESTO

    Per esempio adesso odio tutti gli artisti odio tutte le stelle del mondo
    e questa pioggia di mostre
    Per esempio adesso odio tutti gli artisti odio tutto l’amore del mondo e questa pioggia di esposizioni…. quando mi guardate così.
    Quanti sogni diventano grandi…. elevarsi e cadere è tutto uguale, tutto il resto è rumore, disordine.
    Qual è il peso della tua libertà? io conosco il mio.
    Per esempio adesso odio tutti gli artisti odio tutto l’amore del mondo e questa pioggia di rassegne.
    Per esempio adesso odio tutti gli artisti odio tutte le stelle del mondo e questa pioggia di vetrine… quando mi guardi così, quando mi guardi così.

    MA ANCHE QUESTO NON È VERO

    Aria nuova:
    Gramsci “Posso dire che se è vero che un vecchio ordine sta morendo è altrettanto vero che un nuovo ordine non è ancora nato, questo è il momento in cui possono apparire dei mostri.”

    SciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiSottovoceSottovoceSottovoce

    Cari ragazzi mi dispiace deludervi ma non è vero che chi l’ha dura la vince, non è vero che se hai tenacia e costanza prima o poi avrai successo, se sei fortunato forse con queste caratteristiche potrai raggiungere qualche tappa intermedia, ma quello che è indispensabile più di ogni altra cosa per riuscire nei propri intenti è un eccezionale proposta artistica. Per riuscire, il valore della propria opera deve essere alto, molto alto, ma sappiate che avvolte anche essendo altissimo potreste non riuscire nei vostri propositi in quello che vi siete prefissati e solo se riuscirete a mettere in conto anche questo nei vostri piani allora potrete affrontare con più serenità il vostro percorso senza dare credito a tutti quei coglioni che vi dicono che bisogna solo essere caparbi e ostinati ed il resto verrà da se.

    Un coglione…. io:
    I veri artisti sono coloro che si ostinano a fare delle cose anche quando nessuno le capisce, quando nessuno ne comprende il valore…. e se a decidere la carriera di un artista continuerà ad essere la politica interna all’arte secondo criteri di appartenenza e conoscenza piuttosto che la capacità e meriti acquisiti sul campo, presto nessuno avrà più voglia di impegnarsi per dare il meglio di sé al reale dibattito artistico, e le cose andranno sempre peggio.

    E se avesse ragione Fiume? (il fiume in piena) che ha detto:
    “Io credo che si deve prendere in particolare considerazione chi viene denigrato, diffamato e ostacolato perché è assai probabile che si tratti di un genio.”

    È successo a Venezia
    È successo alla Biennale
    È successo durante la conferenza
    È successo mentre parlavano
    È successo in maniera rapida
    È successo che………….
    Ma è successo, questo è importante.

    Il successo postumo di Vincent Van Gogh non è quello di uno sfigato a cui ha detto culo, ma quello di uno sfigato ultraiellato.

    La prima cosa che imparano tutti i nuovi avventori dell’arte e frequentatori dei vernissage è quello di non salutare mai per primi, anzi possibilmente non salutare proprio, ma aspettare sempre che siano gli altri a salutare per primi o quanto meno ad accennare un saluto. È come se fosse in atto una sorta di duello dove ognuno dei due pensa cosi di valutare la stronsaggine di chi ha fronte, in quanto si tende a pensare che quanto più uno sia stronzo tanto più sia un personaggio importante

    In “Cosmogonia e cosmologia” Philip K. Dick sostiene che forse noi tutti siamo degli artefatti (probabilmente un po’ stronzi aggiungo io) visto che teniamo all’oscuro il nostro artefice, (Urgrund) che ci aveva creato prima che se ne dimenticasse, ai fini della comprensione di sé. Insomma in buona sostanza e come dire che non siamo nella merda ma siamo la merda.

    Noblesse oblige
    Noblesse oblige
    Noblesse oblige
    Noblesse oblige
    Noblesse oblige insomma sta cosa significa:
    Espressione francese che significa “la nobiltà obbliga”, e che significa che chi ha un determinato rango è costretto a mantenere un atteggiamento adeguato. Viene spesso usata in modo ironico.

    Vecchioni
    Non si può dire ad una persona si te stesso perché spesso ciò non è possibile per molteplici motivi ma più giustamente bisognerebbe dire
    “Si correttamente simile a te stesso”

    Cooper
    …. ma se da una parte manca il bersaglio fa centro dall’altra, perché anche le parole sono pietre, pietre di altro tipo, scagliate, indietro nel tempo fino al ricordo del dolore oppure in avanti, fino al momento della nostra lettura, e più lontano ancora, nel futuro delle letture a venire.

    I’am a real artist

    I don’t give up
    I don’t give up
    I don’t give up
    I don’t give up
    I don’t give up
    I don’t give up
    I don’t give up
    I don’t give up

    I’am a real artist

    I do not give up
    I do not give up
    I do not give up
    I do not give up
    I do not give up
    I do not give up
    I do not give up
    I do not give up

    Ma ora i miei 10 minuti di notorietà sono finiti quindi vi ringrazio e vi saluto cosi!….

    “Sono un eroe perché lotto tutte le ore”
    Caparezza

    “E un’altra possibilità io la voglio, non posso farne a meno”
    La Cruz

    “E l’ho pagata cara la mia presunzione ma io volevo solo essere il migliore”
    Venditti

    “Cosa si prende cosa si da quando si muore davvero”
    Ruggeri

    Ci sono cose che nessuno ti dirà
    Ci sono cose che nessuno ti darà
    Sei nato e morto qua nel paese delle mezze verità
    Fibra

    “Quante volte io dovrò morire per sentirmi ancora vivo?”
    Masini

    Si! “Sono solo canzonette” dice Eduardo Bennato, ma se avesse ragione
    Philip K. Dick che in “Valis” sostiene che il senso della rivelazione di molte verità potrebbe essere contenuto proprio tra queste?
    Io non voglio correre il rischio di perdere questa possibilità, e voi?

    FINALE – THE END

    Ninetto
    “A papà me sa che la vita è niente”

    Totò
    “E certo! La morte è tanto…”

    Accattone
    Scena finale
    “Ecco mo’ sto bene”

    Pino Boresta

    ArtBlitz compiuto l’11 dicembre 2011 alle ore 17:30 in occasione della Giornata del disorientamento dal titolo “da mezzogiorno a mezzanotte” tenutasi al Teatro Valle di Roma da A.R.I.A. al Valle Occupato.

    Qui anche foto
    http://tuttomostre.blogspot.com/2011/12/i-dont-give-up.html

  • Threaded commenting powered by interconnect/it code.