Programma Festival Andersen 2011

NARRAZIONE

Racconti di Sera
La Baia del Silenzio di notte, una pedana e il pubblico sulla sabbia.

Venerdì 27 maggio ore 21.15 Baia del Silenzio
Simone Cristicchi
Li Romani in Russia Diario di una guerra a millanta mila miglia [leggi la recensione] regia di Alessandro Benvenuti, tratto dalle poesie di Elia Marcelli

Sabato 28 maggio ore 21.15 Baia del Silenzio
Paolo Hendel
Il tempo delle susine verdi
con Piero Metelli

Domenica 29 maggio ore 21.15 Baia del Silenzio
Tiziano Scarpa e Marlene Kuntz
Lo show dei tuoi sogni racconto per voce e musica
parole di Tiziano Scarpa musiche di Luca Bergia e Davide Arneodo (Marlene Kuntz) regia Fabrizio Arcuri

Narratori a manovella

Giovedì 26 maggio ore 21 Teatro Conchiglia
Maurizio Maggiani
Carne macinata per l’universo – Gli eroi che ci hanno rubato

Racconti della Baia del Silenzio
La Baia del Silenzio al tramonto

Venerdì 27 maggio ore 19 Baia del Silenzi
Mercedes Martini
Unitaliaunita (le parole che ci uniscono)
di e con Mercedes Martini e Alessandro Pazzi  e Riccardo Barbera e Fabio Vernizzi

Domenica 29 maggio ore 19 Baia del Silenzio
David Riondino e Dario Vergassola
Riondino novella Vergassola

EVENTI SPECIALI

REALTA’ DEL MONDO

Questa sezione del Festival è nata nel 2006 per promuovere e presentare nel nostro paese le iniziative più interessanti a livello internazionale di recupero del disagio sociale attraverso la cultura e le discipline artistiche, ed è sostenuta da COOP LIGURIA.

Quest’anno Realtà del Mondo si apre sul Maghreb.

Con il termine Maghreb (in  HYPERLINK “http://it.wikipedia.org/wiki/Berbero” berbero Thamazgha, in  HYPERLINK “http://it.wikipedia.org/wiki/Lingua_araba” arabo ألمغزب al-Maghrib “Il tramonto”, perché situato nella parte più occidentale dei paesi arabi) si intende l’area più a ovest del  HYPERLINK “http://it.wikipedia.org/wiki/Nordafrica” Nord Africa che si affaccia sul  HYPERLINK “http://it.wikipedia.org/wiki/Mar_Mediterraneo” mar Mediterraneo e sull’ HYPERLINK “http://it.wikipedia.org/wiki/Oceano_Atlantico” Oceano Atlantico. Di questo grande territorio fanno parte Marocco, Tunisia e Algeria.

Luoghi a noi vicini non solo territorialmente ma per i mille incroci tra le nostre culture. Un mondo in subbuglio in questo momento che proveremo a guardare attraverso esperienze che ci arriveranno da entrambe le sponde.

A introdurre gli ospiti di questa sezione sarà la giornalista e scrittrice Francesca Paci, corrispondente in Medio Oriente per il quotidiano La Stampa.

In rappresentanza di Tunisia e Marocco ne faranno parte la poetessa Amel Moussa, la cantante Mbarka Ben Taleb, il musicista Abdenbi El Gadari Gnawa Bambara. Ma ospiteremo anche le forme integrate di questo incontro tra culture con la Banda di Piazza Caricamento e il tè delle donne.

Donne d’acqua/ donne del mediterraneo

Amel Moussa è una poetessa tunisina. Lavora inoltre come giornalista per la testata Al-Sharq Al-Aswat ed è stata premiata dalla Organizzazione delle Donne Arabe per il suo lavoro di giornalista in Tunisia.

Le poesie di Moussa, hanno un fine comune: scardinare con forza il linguaggio convenzionale facendosi portatrici di sensualità, di espressione del corpo e dei sentimenti. E proprio la liberazione dei sentimenti diventa la vera liberazione dell’essenza della femminilità, che non più imbrigliata s’interroga su ciò che era in costrizione e su ciò che la liberazione ha scatenato. Con Francesca Paci a tenere le fila e la voce di Mbarka Ben Taleb a fare da contrappunto sonoro, un viaggio nella letteratura araba contemporanea ma anche un viaggio nel come ora si vive su entrambe le sponde dello stesso mare.

A seguire un piacevole momento di ristoro con il Tè delle donne iniziativa promossa dal Coordinamento attività sociali e consultorio dell’Asl chiavarese

Sabato 28 maggio ore 19 Baia del Silenzio

M’Barka Ben Taleb

Cantante, danzatrice, percussionista tunisina, esempio di tradizione integrata alla modernità, ha lunga esperienza e annovera collaborazioni con artisti italiani e internazionali come Abdullah Chhadeh, Enzo Gragnaniello, Eugenio Bennato. E’ del 2006 il suo primo album come solista,“ Alto Calore” . E’ cantante/attrice nel film “Passione”, diretto da John Turturro, presentato al Festival di Cannes.

A Sestri Levante in duo accompagnata dal violoncellista Enzo di Somma

Sabato 28 maggio ore 22.15 Teatro Conchiglia

Abdenbi El Gadari Gnawa Bambara
Abdenbi el Gadari, Mallem della Confraternita Gnawa e leader dei Gnawa Bambara, precedentemente conosciuti con il nome di SIdi Mimoun.  Nella tradizione e nel rito è il capo cerimonia, colui che conduce, con il Guinbri il liuto chiamato anche chitarra tamburo, la Lila il rito di trance Gnawa.

Presenti nelle regioni del Marocco di Essauira, Fes , Marrakesh, Casablanca , i Gnawa sono membri della confraternita Sufi,  costituita da neri africani eredi degli antichi schiavi.

Incontro con Francesca Paci/ Abdendi el Gadari/ la Banda di Piazza Caricamento

Domenica 29 maggio alle ore 18 Teatro Conchiglia

Banda di Piazza Caricamento
Il progetto diretto ed ideato da Davide Ferrari, prodotto da Echo art e sostenuto dal Comune di Genova.

La Banda è composta da 16 musicisti, giovani immigrati residenti a Genova con origini e provenienze da 11 paesi diversi dei cinque continenti. Nata nel 2007, è un’orchestra definita “etnopunk” per la sua incredibile energia e spontaneità. Tra le sue peculiarità, l’uso delle voci, della danza e della sezione ritmica, composta da percussioni differenti delle diverse tradizioni. Ha ricevuto il riconoscimento di Amnesty International per l’impegno sui diritti umani. Questo ensemble rappresenta il simbolo artistico della convivenza e della non violenza, della creatività e della metamorfosi culturale che rende Genova una città multietnica.

Domenica 29 maggio dalle 17 alle 19 itinerante

BANDA DI PIAZZA CARICAMENTO E GNAWA

Gran finale in Baia del Silenzio

Domenica 29 maggio ore 23.30

MARATONA DI RACCONTI

L’idea della maratona di racconti nasce dalla voglia di coinvolgere non solo professionisti della narrazione, ospiti tradizionali del Festival, ma anche aspiranti narratori, scrittori, attori, poeti, pubblico, insomma chiunque ritenga di avere qualcosa da raccontare e voglia vedere l’effetto che fa!

La novità di quest’anno è costituita dalla GIURIA e dall’OSSERVATORIO CRITICO. La giuria, composta da Simone Cristicchi, Tiziano Scarpa e Leonardo Pischedda in collaborazione con Simone Nebbia e Sergio Lo Gatto (Teatro e Critica) valuterà in video, a festival concluso, tutte le performance della maratona 2001,  e selezionerà un vincitore che sarà invitato a presentare in forma completa il suo racconto all’interno della programmazione ufficiale del festival 2012.

Ulteriori informazioni sui siti andersenfestival.it e ariafestival.it dove sarà visibile anche la diretta in streaming.

L’evento è previsto dalle 17 alle 24 di  sabato 28 e dalle 10 alle 17 di domenica 29 maggio.

ACCHIAPPAFAVOLE

In giro per il mondo esistono strani esseri che rubano le fiabe per portarle nei loro nascondigli segreti. Qualcuno li chiama Orchi Acchiappafavole. Del loro aspetto si sa pochissimo, si dice che siano capaci di mimetizzarsi così bene che è impossibile riconoscerli. Non è chiaro cosa facciano delle storie una volte prese. L’unica certezza che abbiamo è che una volta all’anno, e solamente una volta all’anno, questi eccentrici personaggi si liberano delle loro storie più belle raccontandole per le vie di un paese. Quest’anno è toccato a Sestri Levante e al Festival Andersen di ospitare questi Orchi Acchiappafavole.

Approfittate dell’occasione per venire ad ascoltarli il 28 maggio dalle 16 a Sestri Levante, una piccola mappa vi dirà dove potrete ascoltare le fiabe dei fratelli Grimm, di Perrault, di Gianni Rodari, quelle di Andersen o quelle di Calvino.

Alle 18.30 gran finale (nel rinnovato teatro all’aperto Conchiglia) per ascoltare la fiaba per eccellenza: Cenerentola.

Lettura corale nella splendida traduzione di Collodi, interpretata da tutti e 33(+1) Acchiappafavole.

L’evento è stato curato da Pietro Fabbri, attore e organizzatore dei corsi di teatro del Teatro della Tosse, che quest’anno ha creato in collaborazione con la Feltrinelli di Genova il gruppo di lettura Feltrinelli – Teatro della Tosse.

TEATRO CONCHIGLIA

In questa edizione 2011 l’Andersen Festival aggiunge agli spazi tradizionalmente utilizzati il “Conchiglia”.

Ormai dimesso da molto tempo l’ex cinema Conchiglia consiste in un anfiteatro ricavato all’interno dell’originario andamento del terreno:  un’arena che ricordando una “conchiglia” si adagia sulla fascia riproponendo il degradare della collina verso il mare.

I lavori sono stati cofinanziati dalla Comunità Europea tramite contributi a valere sulle risorse DOCUP Obiettivo 2 – infrastrutture turistiche.

INAUGURAZIONE IL 26 MAGGIO all’arrivo del Corteo dei Bambini

LA TENDA DEL CIRCO

Quest’anno Andersen introduce un nuovo spazio dedicato al circo contemporaneo e ad iniziative particolari: un grande chapiteau montato sulla spiaggia della Baia delle Favole. Nella tenda si alternano tre spettacoli e altre proposte estemporanee.

Alcuni spettacoli prevedono il pagamento di un biglietto del costo di 5 €, acquistabili presso la biglietteria del Festival in Piazza del Comune.(Ven-sab-dom ore 16-22) e presso la struttura del tendone.

Compagnia El Grito (Italia-Uruguay)
(ANTEPRIMA)
20 DECIBEL

Di e con Fabiana Ruiz Diaz e Giacomo Costantini

20 DECIBEL” è un’esplosione di fantasia e libertà, provocazione e bellezza. Un invito all’ascolto, ad affinare i sensi per percepire il “piccolo” che si nasconde dietro “l’evidente”.

Un viaggio in un universo dove acrobazie aeree, colpi di pistola, danze e giocolerie non devono prevalere su immagini e suoni più tenui. I corpi si trasformano, le riflessioni possono durare all’infinito, gli oggetti suonano la loro anima.

Cie My!Laika (Argentina-Italia-Olanda-Germania)

POPCORN MACHINE

Show for a “nocturne” public
con Elske Van Gelder , Philine Dahlmann , Eva Ordonez Benedetto, Salvatore Frasca

Lo stile di questa compagnia potrebbe essere definito come “fanatismo ludico in un paesaggio scenografico elettrico”. Un futuro assurdo coesiste con un passato sconosciuto, un ventilatore accarezza un vulcano di popcorn: dialettica visuale che graffia la retina, che risuona nei timpani e inonda le narici dello spettatore. Estetica in scena che stimola le sinapsi, maniera performativa che tenta di fermare gli organi cardiovascolari.
Probabilmente il carattere neo-futurista è l’elemento che unisce il desiderio di esprimere scenicamente conflitti intimi e tecniche di circo attraverso la creazione di immagini d’impatto.
Applausi, risate e…brividi per attori e spettatori: il circo secondo My!Laika.
Venerdì 27 sabato 28 domenica 29

SCARPETTE ROSSE piccola (favola) punk

ideazione e regia di Leonardo Pischedda, con Gianluca Pezzino e Chiara Taviani

assistente Francesco Traverso musica di Gianluca Pezzino luci Tiziano Scali

Uno spettacolo dedicato a (la memoria di) Karen, la protagonista della fiaba delle scarpette rosse.

Karen era una ragazzina che non riesciva proprio ad evitare il peggio.

Aveva una gran voglia di vivere, ma le riusciva particolarmente complicato in questo mondo.

Non è uno spettacolo per bambini, e neanche per adulti, come le fiabe di Andersen, e così come la vita dello scrittore, che non è una fiaba, ma una vita, è straziante e imbarazzante, e fa paura.

Danza, canto, musica e oggetti  prendono forma sotto gli occhi del pubblico ogni volta in modo diverso.

Ogni giorno una nuova esecuzione.
Lo spettacolo viene presentato in forma di studio: un piccolo esperimento in pubblico che vedrà la sua forma compiuta nella prossima edizione del Festival, dopo un debutto estivo.

Sabato 28 e domenica 29 maggio

TEATRO URBANO

Balletto Civile
Il Sacro della Primavera
liberamente tratto da la Sagra della Primavera di Igor Stravinskij
ideazione e coreografia di Michela Lucenti

Siamo stati una generazione in fuga e poi mentre correvamo ci siamo detti: “Adesso anche basta”.Questa non è una generazione di passaggio, nessuna generazione è di passaggio. La sagra è un lavoro di gruppo ma nella grande corsa si è perdutamente soli. Il corpo si sbilancia, cade nel desiderio di abbracciare tutto lo spazio “digeribile”, ci si abbraccia, ci si sposta un po’ violentemente, un po’ violentati come per scuotersi, per rimanere svegli. Ci si incastra per rimanere in piedi, uomini e donne, gli uni agli altri aggrappati per attraversare lo spazio come metafora della fatica che ci serve per svoltare, per correre fuori dalle stanze della mente nelle quali ci tengono confinati.
La sagra è il tempo interiore che si confonde, che si ferma, mescolata al resto dei suoni del mondo. Dissacrare come reinventare un nuovo sacro, per noi il sacro è politica e necessità.
Il cambiamento comincia da noi, dalla ferinità con cui lo vogliamo.

Al Festival estratti dello spettacolo e azioni urbane a sorpresa.

Venerdì 27 sabato 28 e domenica 29 maggio

Compagnie In-senso (Francia)
Suspend’s

Il gusto per la danza e la tecnica sono unite in un mix sottile, che porta dall’approccio teatrale alla sensualità, per fondersi con la musicalità e si interroga sui sensi, sul senso e sul non-senso. Suspend’s è una danza senza peso che usa il corpo dell’altro per creare un riferimento nello spazio: due corpi che dialogano in un volo poetico. Suspend’s è danzato sui muri o su un telo, con proiezioni video e proiezioni dal vivo.
Suspend’s pone gli artisti, cantanti, comici e saltimbanchi, a testa in giù, sospesi…..

Sabato 28 maggio ore 23 Piazza del Comune

TEATRO PER BAMBINI E ADULTI NEL CONVENTO DELL’ANNUNZIATA

Racconti sotto il fico

Nella cornice del Convento dell’Annunziata, in una terrazza aperta sul mare, all’ombra di un fico secolare, si raccontano storie.

Teatro Velato

Rosso verde giallo

3 ministorie sul consumismo

di e con Susanna Groppello e Antonio Panella

Il consumismo spiegato ai bambini (e ai grandi): ciò che succede quando

in una bella giornata di sole durante una passeggiata mattutina incontriamo per strada un bel cappello rosso.

Venerdì  27 maggio ore 18 Terrazzo del Fico

Acchiappafavole

Fiabe toscane

con Pietro Fabbri

Numerose sono le fiabe della tradizione regionale toscana e, in particolare, pisana, tramandate di generazione in generazione e raccolte, spesso dalla viva voce del popolo, nel corso dei secoli XIX e XX; l’ultima, in ordine di tempo, è la raccolta, con la trascrizione in lingua dai vari dialetti, di Italo Calvino.

Pietro Fabbri, il capitano degli Acchiappafavole, nato a Firenze, toscano per  eccellenza, ci allieterà con la sua personale selezione di fiabe e racconti.

Sabato 28 maggio ore 17.30 Terrazzo del Fico

Laboratorio Teatro Mangiafuoco

Ti racconto: storie di animali

Letture a cura di Massimo Vitali Musica dal vivo (arpa) di Patrizia Borromeo

Scambio a fior d’acqua

Lettura che ha per tema il rapporto con la natura, l’amicizia e la curiosità verso gli altri: poesie e racconti di scrittori contemporanei per l’infanzia parleranno ai bambini della bellezza del mondo ma anche dell’incapacità odierna di vivere in equilibrio ed armonia con l’ambiente in cui viviamo, conducendo i bambini a cogliere emozioni e sfumature dell’incontro con l’altro.

Associato alla lettura, un breve laboratorio che coinvolgerà i bambini nella costruzione di segnalibri (tecnica del collage).

Domenica 29 maggio ore 18 Terrazzo del Fico

Teatro di figura

Nel cortile del Convento dell’Annunziata e al Teatro Conchiglia

Teatrino appeso ad un filo

Pinocchio illustrato

I compagni di scuola di Pinocchio vogliono conoscere tutte le straordinarie avventure che gli sono capitate e allora inizia a raccontare del Grillo, di Mangiafoco, del Gatto e della Volpe, della Fatina, di Lucignolo, del Paese dei Balocchi, del Pesce-cane… I disegni si animano, diventano pupazzi, burattini, sagome parlanti, e accompagnano Pinocchio nel suo viaggio “maraviglioso”.

Venerdì 27 maggio ore 17 Cortile del Convento dell’Annunziata

Matteo Razzini

Esco così mi perdo

In una soffitta c’è un baule abitato da due eccentrici amici, Monsieur François Baul, cercatore e raccontatore di storie e il suo inseparabile amico e aiutante Jean Pierre Trombon. La scoperta di una piccola porta trasporterà gli spettatori in un mondo nuovo, fatto di scarpe regali, di calze e di stracci, di un principe calzino spaiato, Sir Pedalino, e delle sue avventure fisiche e psicologiche alla ricerca della propria vera identità e unicità, nonostante la sua apparente disabilità. Vincitore della scorsa edizione del premio H.C. Andersen con questa favola,  Matteo Razzini narratore e appassionato di favole, ha trasformato la sua fiaba in uno spettacolo musicale.

Sabato 28 maggio ore 17 Teatro Conchiglia

Oltre il ponte teatro

Al paese di Pocapaglia

Pocapaglia è un paese di contadini brontoloni, pigri e sprovveduti, dove accadono fatti misteriosi: ogni sera buoi e vacche vengano rubati dalla masca Micillina, una strega che è capace di tramortire i pastori. Masino, il più sveglio e benvoluto di tutti gli abitanti, risolverà il mistero e i pocapagliesi si scopriranno meno brontoloni e meno pigri.

Domenica 29 maggio ore 17 Teatro Conchiglia

TEATRO DI STRADA

DADO (Canada)
MON ONCLE LE BOSSU
Daniel Warr è un artista canadese, residente in Germania. Si esibisce con il nome di Dado da più di quattordici anni, ed ha viaggiato il mondo con i suoi personaggi bizzarri. Artista di grande classe ed esperienza ha perfezionato il tono e l’intensità di ogni minima espressione. Egli porta in scena questo personaggio, Le Bossu, con la sua originale comicità fisica, unita all’ abilità nell’ improvvisazione e un assortimento incredibile di strani oggetti. Dai guanti di gomma usati a mo’ di cappello alla cornamusa come chitarra elettrica e molto altro. I suoi spettacoli sono un cocktail di strano e demenziale, unito alla classe e alla tecnica, che il pubblico di tutto il mondo ha applaudito.

Giovedì 26 venerdì 27 sabato 28 domenica 29 maggio

Funny Bones (Gran Bretagna-Giappone)
FUNNY BONES SHOW

K-Bow (da Tokyo, Giappone) e Crispy-Chris (da Manchester, Gran Bretagna) si sono incrociati a Osaka, hanno cominciato a lavorare assieme e creato un duo dal nome Funny Bones, e da allora hanno girato per i festival di tutto il mondo con il loro spettacolo. Questa combinazione unica giapponese e inglese unisce marionette giganti, tecniche circensi, magia comica, mimo, giocoleria, bit box, break-dance, e sempre nuove invenzioni, pronte ad adattarsi a qualsiasi ambiente internazionale.
Giovedì 26 venerdì 27 sabato 28 domenica 29 maggio

Oskar & Strudel (Australia)

THE OSKAR & STRUDEL SHOW
In questo divertente spettacolo la destrezza e il talento comico di Oskar incontrano il virtuosismo musicale e il fascino irresistibile di Strudel e la loro performance coinvolge il pubblico in un una  parodia della condizione umana, dove la vita e la commedia diventano una cosa sola.
Questo spettacolo di comedy s’inserisce nella tradizione delle coppie di clown agli antipodi tra loro, e unisce ottime doti fisiche con musica dal vivo, improvvisazione e interazione con il pubblico. Tom Greder e Trent Arkleysmith lo hanno sviluppato in 14 anni, portato in 18 paesi e tradotto in quattro lingue, e ovunque ha ricevuto l’applauso del pubblico.
Venerdì 27 sabato 28 domenica 29 maggio

Compagnie Bluffonne (Francia)
PIERROT BLUES
Questa giovane compagnia francese unisce drama, musica, danza, clownerie e cabaret ed è stata creata nel 2009, dall’incontro tra ballerini, musicisti, compositori e video artisti e da allora ha portato i suoi progetti in Svizzera, Francia, Belgio, Italia e Australia. L’ultima creazione è lo spettacolo che presentano all’Andersen, un one woman show diretto e interpretato da Jennifer Rival. E’ uno spettacolo in bianco e nero, per tutte le età, che mischia danza, manipolazione di oggetti, musica dal vivo, canto, ombre cinesi e proiezioni.
E’ il racconto dell’amore tra l’inventore Pierrot e la sua bambola di pezza, alla quale ha dato vita, inspirato al mondo fantastico delle fiabe, del cinema e del cabaret anni ’20.

Venerdì 27 sabato 28 domenica 29 maggio

Compagnia Tàkiti (Italia)
COME SE FOSSE

Questo due di trapeziste italiane, formatesi in Belgio, presenta all’Andersen il loro nuovo spettacolo.
Come se fosse una ma forse è l’altra, come se fosse un dialogo senza parole, come se fosse da sempre esistito tra loro un legame. Come se fossero due calamite che si allontanano e si avvicinano per fondersi insieme e creare immagini bizzarre. Le loro mani si cercano, s’inseguono e si stringono con energia per sospendersi qualche istante e riprendersi al volo. L’acrobatica aerea sul trapezio insieme alla ricerca di un nuovo linguaggio espressivo rendono questo spettacolo un omaggio sincero e ludico ad un mestiere, una passione, un’arte di vivere.

Sabato 28 e domenica 29 maggio

Hiltoff (Spagna)

RADIO SALMONELA

Si avvicina l’ora “F” e… comincia la ricerca di programmi “sportivi” e modulazioni di frequenza legate allo sport sovrano: il momento radiofonico più atteso. Finalmente Hiltoff riesce a sintonizzarsi sulla sua trasmissione preferita ma questa improvvisamente si interrompe. Partendo da questo inconveniente, Hiltoff, con la complicità del pubblico, crea una parodia sportiva che lo porterà a segnare il gol della vita! Clown, ballerino di tip tap, mimo di poche parole e pagliaccio, è un artista  capace di divertire il pubblico grazie alla sua straordinaria verve comico-clownesca, supportata da una personalissima presenza scenica.

Giovedì 26 sabato 27 venerdì 28 e domenica 29 maggio

Juriy Longhi (Italia)

BUBBLE STREET CIRCUS

Frutto di radicata passione e continuo sperimentare sul campo, il Bubble Street Cirkus è il risultato di una ricerca che non ha mai fine e che lo rende un “work in progress”, un’opera in continua evoluzione.
Il gioco di complicità con gli spettatori e il virtuosismo tecnico nella giocoleria e nell’equilibrismo sono gli ingredienti principali di uno spettacolo effervescente e dinamico, capace di coinvolgere, stupire e divertire qualsiasi tipo di pubblico.

Venerdì 27 sabato 28 domenica 29 maggio

Quest’anno Andersen Festival è tra i promotori del concorso Cantieri di Strada-Premio Nazionale per la produzione di spettacoli di strada, promosso dalla FNAS (Federazione Nazionale Arte di Strada), e ospita i due spettacoli vincitori:


MaLu Circo? (Italia)

LA MECCANICA DELLA BELLEZZA

Il gioco è la parola chiave del limbo senza tempo dove vengono catapultati i quattro clown protagonisti di questo spettacolo. Le pareti prendono vita e le stanze si trasformano in luoghi magici dove buffi personaggi e strani animali diventano i protagonisti di una stravagante avventura. In un mondo dove le parole e le regole fermano i giochi, i quattro clown hanno inventato un linguaggio muto, fatto di vento e di movimenti. Un clarinetto, una fisarmonica e due bombardini diventano le voci ed i fedeli compagni di viaggio dei protagonisti. Una galleria di personaggi in azione dove tecniche circensi e musica dal vivo s’intersecano in un sistema ritmico perfetto e calano il pubblico in un’atmosfera surreale.

Venerdì 27 e sabato 28 maggio

Marco Raparoli (Italia)

E’ PICCOLO MA CRESCERA’

Una carriola, per tanti oggetto comune, carica di sogni, di allegria e di un piccolo tendone colorato.
Lo spettacolo comincia così, con un piccolo circo: l’uomo solleva il piccolo tendone che però finisce per infilarsi sulla testa dello sfortunato. Da qui comincia un susseguirsi di situazioni tra il reale ed il surreale con l’ingresso di variopinti personaggi che prendono vita: trapezisti, lanciatori di coltelli, la donna barbuta, i clown, un leone e anche una foca equilibrista. Il piccolo tendone si trasforma in un vero e proprio circo e qualcuno spunta dalla cima del tendone: è l’artista protagonista! E’ successo quello che nessuno si aspettava, era piccolo ed ora finalmente è cresciuto!

Raparoli presenta anche il suo vecchio spettacolo RAPA RULES dove tecnica, arte e comicità si fondono in uno spettacolo d’interazione con il pubblico.

Venerdì 27 sabato 28 maggio e domenica 29 maggio

LABORATORI

Come ogni anno a Sestri Levante si sono svolti laboratori che hanno coinvolto quasi tutti gli alunni delle scuole elementari e materne.
Le materie di quest’anno: Laboratorio di Narrazione a cura di Antonio Panella, Teatro Corporeo a cura di Enrico De Nicola, Laboratorio di MusicArte a cura di Monica Marcenaro e Gabriella Solari, Laboratorio di LanguageArt a cura di Monica Marcenaro e Lousie Callan, Laboratorio di Introduzione alla Musica a cura di Lorenzo Capello, Laboratorio Art’ura a cura di Alfredo Gioventù. Esperienze formative e creative molto importanti che fin dalla nascita del Festival hanno coinvolto i bambini delle scuole di Sestri Levante.

CORTEO DEI BAMBINI

Un migliaio di bambini sfilano per la città nell’atmosfera rilassata del gioco e della festa. L’approdo finale del corteo è quest’anno al teatro Conchiglia, dove i bambini danno il via ufficialmente alla festa. Il corteo coinvolge tutte le scuole materne ed elementari di Sestri Levante. Con la partecipazione della Filarmonica Sestrese.

Giovedì 26 maggio vie cittadine ore 10 e conclusione al Teatro Conchiglia

44°  PREMIO H.C. ANDERSEN – Baia delle Favole

Giunto alla sua  44° edizione, il Premio Letterario H.C. Andersen prosegue con successo il suo cammino, forte della partecipazione di oltre 1300 favole, provenienti da tutta Italia e da varie parti del mondo.

Anche quest’anno inoltre il Premio Andersen e’ approdato sul web, stimolando anche in questa forma grande partecipazione e assumendo sempre più’ il profilo di concorso internazionale, stimolando in scrittori e lettori il confronto su temi universali e promuovendo messaggi di pace, oltre che il piacere della lettura.

Il Premio Andersen sarà assegnato sabato 28 maggio alle 10 nel Convento dell’Annunziata alla presenza della giuria, presieduta dal creatore del Premio Andersen David Bixio, del Sindaco di Sestri Levante Andrea Lavarello, dell’Assessore alla Cultura Valentina Ghio.

La conduzione della cerimonia è affidata all’attore Enrico Campanati.

Il Testimonial del Premio Andersen 2011 è Simone Cristicchi.

“Che fiabesca serata

trascorsi a Sestri Levante!

La locanda era vicinissima al mare

e una forte risacca la lambiva;

nel cielo le nuvole erano di fuoco

e sui monti si alternavano i colori più vivi.

Gli alberi stessi erano come

gigantesche canestre di frutta,

colme di grappoli ricchissimi

portati dalle viti.”

H. C. Andersen

AMNESTY INTERNATIONAL

Nel 1977 nelle motivazioni del Premio Nobel per la Pace ad Amnesty International il comitato Nobel scrisse: “Il mondo è stato testimone di brutalità, del terrorismo e della tortura. Attraverso la sua attività in difesa dei valori umani contro i trattamenti degradanti, la violenza e la tortura, Amnesty International ha contribuito ad assicurare il terreno per la libertà, la giustizia e quindi per la pace nel mondo”.

Nel cinquantesimo anno dalla sua fondazione, Amnesty International ha deciso di dedicare un anno (dal 28 maggio 2011 al 28 maggio 2012) allo “Human Rights Tour 50°” con l’obiettivo di ricordare quel che è stato fatto e quanto c’è ancora da fare, e sarà presente al Festival Andersen dal 27 al 29 maggio .

MANIFESTAZIONI COLLATERALI

Laboratorio gratuito interdisciplinare per bambini

a cura dell’Associazione MUS-E Genova Onlus

Gli artisti che collaborano con il progetto MUS-E terranno laboratori interdisciplinari per bambini con attività musicali, motorie e visive.
Domenica  29 Maggio 10-13 e 14-17 Convento dell’Annunziata

Fiabe per viaggiare lontano a cura dell’Associazione Ligure Letteratura Giovanile
Stand con presentazione a bambini dai 4 ai 10 anni di fiabe di diverse culture ed etnie, seguite da attività liberamente svolte (disegni, giochi, drammatizzazioni, lavori manuali, lettura condivisa)

Venerdì 27 e sabato 28 maggio ore 10-18.30 Via Asilo Maria Teresa

Lo strano giardino – trucco per bimbi da prendere sul serio

a cura di Les oies enchantées

Venerdì 27 sabato 28 e domenica 29 maggio  Casetta del Pescatore
MOSTRE E SPETTACOLI

CYRANO DE BERGERAC cl. V Scuola elementare di Castiglione Chiavarese
Spettacolo del laboratorio di teatro a cura di Antonio Panella
Giovedì 26 maggio ore 16.30 Cortile del Convento dell’Annunziata

TERRA cl. IV Scuola elementare di Castiglione Chiavarese
Spettacolo del laboratorio teatrale a cura di Susanna Groppello

Giovedì 26 maggio ore 18.30 Teatro Conchiglia

PROGETTO DIDATTICO CANTIAMO INSIEME

Esibizione del coro degli alunni della scuola primaria di Recco, coordinati da

Elisabetta Rhomberg

E’ un progetto musicale che coinvolge gli alunni della scuola di Recco dalla classe seconda alla quinta, nato con l’idea di “fare musica insieme” come mezzo per avvicinare i bambini a tradizioni e culture diverse attraverso l’esecuzioni di canzoni della tradizione cinese, giapponese, africana, indiana, ebraica, tedesca, inglese, francese e italiana, che gli alunni cantano in lingua originale.

Venerdì 27 maggio ore 20 Teatro Conchiglia

Mostra futurista dei piccoli allievi del laboratorio di Music’Arte
a cura dell’artista Monica Marcenaro e della musicista Gabriella Solari
Da giovedì 26 a domenica 29 maggio -Convento dell’Annunziata

Esposizione dei lavori del laboratorio di LanguageArt, laboratorio di arte ed inglese
a cura di Monica Marcenaro e Louise Callan
Da giovedì 26 a domenica 29 maggio- Convento dell’Annunziata

Gaslini band band-mostra delle opere dei piccoli pazienti dell’ospedale Gaslini

Da giovedì 26 a domenica 29 maggio- Convento dell’Annunziata

Mostra degli allievi del laboratorio ArTura –Alberi-Art’inBosco
a cura di Alfredo Gioventù e Daniela Mangini

Inaugurazione giovedì 26 maggio alle 16.00 Fino al 5 giugno 2011, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00- Torre dei Doganieri

Mostra “Barche di Liguria: barche del Mediterraneo” del maestro Odo Tinteri a cura della Fondazione Mediaterraneo, in collaborazione con  “Bambini Vittime –Associazione Onlus

Inaugurazione venerdì 28 maggio ore 9.30

Dal 28 maggio al 16 giugno lun-ven ore 17-20 sab-dom 11-13 17-23

Convento dell’Annunziata

Mostra “Con gli occhi dell’altro”- Nuovi immaginari della Liguria

Progetto a cura di Gabriella Anedi e Paola Polito con il patrocinio della Provincia della Spezia e dell’Istituo Italiano di Cultura di Copenaghen

Paesaggi del Levante ligure di artisti italiani e danesi a partire dai testi letterari di Andersen

Dal 23 maggio al 2 giugno Sala espositiva di palazzo Fascie

Mostra “La prima stella” esposizione di illustrazioni di Monica Marcenaro e Francesca Lanata

Da giovedì 26 a domenica 29 maggio Cappella di Palazzo Fascie 10.30-22.30

Mostra “Pink Floyd-mind over matter. The cover art of Storm Thorgerson” a cura di Associazione Culturale Mojotic

Dal sabato 14 maggio a domenica 5 giugno Sala espositiva A.Vallerio Riccio-Palazzo Comunale

Festa della Solidarietà
Le associazioni di volontariato del territorio si presentano alla città

Sabato 28 maggio Piazza Bo

Banco manufatti artigianali con vendita benefica a favore delle missioni di Suor Rosa

Da venerdì 27 a domenica 29 maggio piazza Bo (angolo Via Maria Teresa)

Mercatino solidale dei bambini delle scuole primarie di Sestri Levante “Le mani in arte”

Sabato 28 maggio via Asilo Maria Teresa

Torneo di Calcio “Memorial Marco Massa 2011″ (categoria Allievi)


Da mercoledì  25 a sabato 28 maggio ore 19 e 20.30 Campo sportivo G. Sivori

20^ trofeo di pesca “La Penisola”- 15^ trofeo “H.C. Andersen”

a cura del Circolo Pescatori Dilettanti Portobello


Sabato 28 maggio ore 18-24 Bagni Liguria

INIZIATIVE A CURA DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO DI SESTRI LEVANTE

Per info su spettacoli e iniziative contattare la Biblioteca Comunale

Lun-ven 8-12.30 14.30-19.30 0185/478500 0185/478423

Premio Andersen 2011 I libri finalisti della 30° edizione

Giovedì 12 maggio ore 17-18 Sala espositiva Palazzo Fascie

Letture piccine. A cura dei bibliotecari della Provincia di Genova

Giovedì 26 maggio ore 16.30-17.30 Giardini di Via Brin -Riva Trigoso

Venerdì 27 maggio ore 16.30-17.30 Corso Colombo- antistante alla Biblioteca

Convegno bambini, stili e culture

a cura della dott.ssa Marina Cinieri

Venerdì 27 maggio ore  9-18  Sala espositiva Palazzo Fascie

Convegno “Nati per leggere” Il piacere della lettura da 0 a 5 anni in Liguria:quinto appuntamento annuale a Sestri Levante e
mostra completa dei testi selezionati: 5 anni di Stuzzicalibro dei piccoli
Sabato 28 maggio ore 15.30-19 Sala espositiva Palazzo Fascie

IL PICCOLO FIORE Teatro Velato

Spettacolo di parole, musiche e stoffe che si trasformano, che parla di come cresce anche il più piccolo dei fiori.
per bambini da 1 anno in su


Sabato 28 ore 10.30 e domenica 29 ore 16.30

Salone della biblioteca-Palazzo Fascie Largo Colombo
Per assistere allo spettacolo è necessario prenotare presso la Biblioteca comunale al numero 0185/478500

Servizio navetta dal parcheggio di Cantine Molinetti a Piazza Matteotti

Sabato 28 e domenica 29 maggio a cura di ATP