Sovrapposizione di stato – Il principio di indeterminazione per Bestiale improvviso

Bestiale Improvviso – Sovrapposizione di Stato è lo spettacolo con il quale il collettivo romano Santasangre, il 21 Aprile, ha aperto il festival Istantanee. Un debutto molto particolare che cerchiamo di raccontare attraverso le parole di Roberta Zanardo e Dario Salvagnini.

Qual è stato l’iter progettuale di Bestiale Improvviso – Sovrapposizione di Stato?

Roberta Zanardo: Consideriamo Bestiale Improvviso – Sovrapposizione di Stato, come la conclusione di un progetto artistico cominciato nel 2009 e il cui fine era mettere in relazione arte e scienza. Tale relazione era studiata attraverso l’analisi della trasformazione della materia per applicazione dell’energia. Siamo partiti con due “esperimenti”, Framerate 0 e Sincronie di Errori non Prevedibili.
In Framerate 0 tentavamo di traslare in un discorso artistico la transizione di fase o quello che è comunemente chiamato cambiamento di stato. Ci interessava insomma il passaggio dallo stato liquido allo stato solido dell’acqua…

a cura di Matteo Antonaci e Chiara Pirri

[continua la lettura su Sguardi Istantanei]

Leggi tutti gli articoli su Istantanee

Vai al programma