Seconda giornata di Pre-Visioni tra terroristi e carta strappata

La compagnia Salamander

La squadra di bowling di Beppe Casales, che ieri apriva la prima edizione di Pre-visioni al Teatro della Tosse, fotografava la generazione dei trentenni alle prese con l’apatia e la sterilità di una situazione precaria, laddove per precaria non ci si riferisce soltanto alla condizione lavorativa, ma anche a quella sociale e ideologica. Uno smarrimento simile è quello rappresentato dalla sgangherata compagnia teatrale che ne L’Operazione di Rosario Lisma (in replica anche stasera) tenta in tutti i modi di trascinare il decano dei critici a vedere uno spettacolo sugli anni di piombo.

Ed è – curiosamente o forse programmaticamente – ancora il terrorismo ad essere protagonista in questa seconda giornata della rassegna dedicata alla nuova scena contemporanea ligure. Turno di notte è il titolo del testo scritto e diretto da Marco Ghelardi, incentrato sulle operazioni di intercettazione ad opera dei servizi segreti ai danni di un presunto collettivo sovversivo. Salamander, fondata a Savona nel 2005 come compagnia di produzione teatrale da Ghelardi insieme a Sara RavettaSimona Schito, approda alla drammaturgia originale dopo un accurato lavoro sui classici…

[continua la lettura su Il Tamburo di Kattrin]

Sergio Lo Gatto

Questo contenuto è parte del progetto Situazione Critica [leggi il comunicato stampa] in collaborazione con Il Tamburo di Kattrin

Leggi tutti gli articoli su Pre-Visioni

Vai al programma