Ricci e Forte al Teatro Elfo Puccini di Milano (schede spettacoli) – Troia’s discount, Macadamia e Pinter’s anatomy

sala Fassbinder | 5 – 10 aprile 2011

mar-sab: 21:00 / dom: 16:00

TROIA’S DISCOUNT …..
regia di Stefano Ricci

movimenti di Marco Angelilli, stylist Simone Valsecchi

con Anna Gualdo, Alberto Onofrietti, Chiara Cicognani, Fausto Cabra, Giuseppe Sartori

light designer Danila Blasi

ricci/forte in collaborazione con festival internazionale castel dei mondi_asti teatro_benvenuti

Oggi. Il sacrificio d’Amore di due casseurs, Eurialo e Niso. Tre donne, Didone, Creusa e Lavinia, legate dall’incontro fortuito con lo stesso uomo. In una consumistica ballata di fantasmi evocatrice di sesso. Santificazione. Contagio. Sudore. Ferite. Campionario di vite cloroformizzate, abitate da un senso di attesa che mai si realizza. Ragazzi di vita che hanno mancato l’appuntamento col destino…

sala Fassbinder | 12 – 17 aprile 2011

mar-sab: 22:00 / dom: 17:00

MACADAMIA NUT BRITTLE
regia di Stefano Ricci
movimenti di Marco Angelilli, stylist Simone Valsecchi
con Anna Gualdo, Andrea Pizzalis, Fabio Gomiero, Giuseppe Sartori
ricci/forte in collaborazione con garofano verde_benvenuti

Siamo scattati alla richiesta di soccorso gettando un salvagente in un oceano: putrido come un reality show, duro e ghiaccio come i giorni da ex illusi cresciuti. Lo sguardo lisergico di Cooper si è intrecciato così con il nostro, nutrito dello stesso disagio, delle stesse mancanze, di identiche perdite. L’attesa notturna di quattro divoratori di gelato Haagen Dasz (il Macadamia nut brittle del titolo), in un reparto ospedaliero, su un aereo o in una casa dei giochi sull’albero…

foyer | 18 – 20 aprile 2011

PINTER’S ANATOMY

regia di Stefano Ricci

movimenti di Marco Angelilli, stylist Simone Valsecchi

con Anna Terio, Giuseppe Sartori, Marco Angelilli, Pierre Lucat

ricci/forte in collaborazione con css udine_benvenuti

Spazio claustrofobico_violenze_ambiguità_dominio_discontinuità del tempo: passato insondabile/presente menzognero. Strumenti pinteriani per scannerizzare il gioco sottile che cancella i confini impalpabili dei rapporti interpersonali. La memoria è tana, Arca dell’Alleanza, tavolo operatorio dove ricucire la propria verità soggettiva, dove mentire è d’obbligo…

Leggi le recensioni sugli spettacoli di Ricci e Forte