Programma Istantanee Festival – Kollatino Underground (21 aprile – 18 maggio)

Leggi l’articolo di presentazione

VISIONI FRA DANZA E PERFORMANCE

21-22-26-27 Aprile

ore 21.00 30 aprile alle 17.00 Santasangre in Bestiale Improvviso_sovrapposizione di stato
Nello spettacolo Bestiale Improvviso presentato lo scorso anno, e in tutto il suo arco progettuale, la nostra indagine e riflessione si è focalizzata sul rapporto tra arte e scienza con un’attenzione particolare alla trasformazione della materia per applicazione di un’energia.
Ma se tornassimo indietro, al momento in cui stavamo realizzando Bestiale Improvviso, se nel processo di sviluppo un avvenimento fosse stato modificato, fosse stato scelto diversamente, quale sarebbe stato nella realtà l’esito di Bestiale Improvviso…

27 aprile

ore 22.30 Valentina Valentini e Mauro Petruzziello in Performing Female Voices– Laptop Set

5 maggio

ore 20.30 e ore 22.00 BAROKTHEGREAT in Fidippide
Fidippide è lontano, appoggiato teneramente allo spazio umido, foderato di velluto, del nostro immaginario collettivo. Il topos del guerriero attico, testimone della cruenta battaglia a Maratona, che, fattosi messo, trattenne nella corsa la novella della vittoria, per esalarla nel suo ultimo gesto. Quando con BAROKTHEGREAT abbiamo pensato questo titolo è intervenuto il termine trivella, dal latino terebra, strumento medievale con un’impugnatura che imprime il moto di rotazione…

ore 21.00
Compagnia Enzo Cosimi in OdetteOdile investigations
In questo lavoro, attingerò direttamente ispirazione alla straordinaria opera del Balletto romantico, Il lago dei cigni. Mi soffermerò in dettaglio sull’aspetto simbolico del ”cigno”, osservato come una reincarnazione di un femminile che vede oggi la sua natura romantica iniettata di cinismo, glamour e aspirazione alla morte vissuta senza pathos.
Sarà una visione guardata da me attraverso occhi femminili, cercando di catturare una psiche invisibile e nello stesso tempo sottolineare la modernità di una figura mutante quale è il “cigno” targato Lago. C…

ore 22.30 Tekknik Liveset

6 maggio

ore 20.30 Societas Raffaello Sanzio _ Claudia Castellucci in Il Regno Profondo
Claudia Castellucci, drammaturga e coreografa, declama personalmente il suo ultimo testo in forma di sermone. E’ infatti la spiegazione di una raccolta di sentimenti elementari e caparbi trasportati sulla soglia di un orizzonte spinto oltre la storia. Una lista di confessioni e di ragionamenti raso-terra sventola al cospetto di Dio come una preghiera. Se non c’è nessuno a cui chiedere, allora si prega il Dio di Abramo, di Isacco, di Giacobbe, di Nessuno…

ore 21.30 Maria Paola Zedda in Requiem_fase 2
Un atto tenace di opposizione al tempo. Distanza che non si colma, luogo che non si riempie. Come nella fiaba, un tempo dimenticato, senza più ospiti, passanti, visitatori, una dimensione della danza che non vuole essere. Attraverso le parole di Isabella Santacroce e dai suoni di Cristiano Luciani, la voce accompagna la performance, come misura dell’intimità, soglia del non poter dire, solitudine…

ore 22.00 Helena Hunter in The Other Room
The Other Room esplora l’essere animale, l’umiliazione e lo sforzo dello stare in piedi,
presentando insieme un implacabile stato di lotta e il fallimento della performance.
Una figura metà equina metà umana lotta per stare in piedi nella semi oscurità, il pavimento è ricoperto di un fluido scivoloso che rende impossibile la posizione eretta. La figura cade ripetutamente, tornando sempre indietro al suo inizio, incapace di terminare la performance…

dalle 22.30 Cristiano Luciani _ Liveset . D
Mark Peter Wright _ Liveset. Sound Artist, vive e lavora a Londra, dove collabora con Helena Hunter. Partecipa e presenta i suoi lavori in numerosi festival e media: Queen Elizabeth Hall (UK), Cabinet Magazine Gallery (USA), Flat Time House (UK), Future Sonic (UK), 3 Leaves (Hun), Royal Opera House (UK), Barbican Centre (UK), BBC Radio 3 and Resonance FM. Nel 2009 è stato premiato come British Composer of the Year Award (Sonic Arts) per il suo lavoro A Quiet Reverie. E’ anche fondatore di Ear Room, una pubblicazione online che esplora l’uso complesso del suono nelle pratiche artistiche…

11 maggio

ore 21.00 Dewey Dell in Grave
Il movimento di questo breve lavoro verterà intorno alla sensazione di un corpo che precipita.
al 1999 e’ musicista improvvisatore e suona batteria, percussioni e musica elettronica. Ha collaborato con artisti visivi quali Mimmo Paladino e Zimmerfrei, nella performance ha lavorato alla composizione sonora di Requiem con Maria Paola Zedda…

ore 21.30 Teatro Deluxe in Feminea-White frame
Il primo frammento, dunque, è bianco. E’ tabula rasa come la mente di un neonato, una nuova vita a cui niente è dato al di fuori dell’istinto, elemen- to indispensabile al corpo per superare i propri limiti. L’inizio dell’ esistenza è caratterizzato da una gestualità inconsapevole. La sua messa in scena può ricondurre lo spettatore a quella parte del proprio vissuto che egli non potrà mai ricordare e che viene dunque a connotarsi come non-ricordo collettivo…

ore 22.30 Black Fanfara Liveset

17 maggio

ore 20.30 Compagnia Enzo Cosimi in La stanza del principe
La stanza del Principe è la seconda tappa di una trilogia dedicata al capolavoro tardo- romantico Il Lago dei Cigni, si incentra sulla figura del Principe – il Principe Siegfrid ribaltandone l’iconografia tradizionale. La sensibilità contemporanea ne “sporca” l’aurea intoccabile, attraverso uno sguardo allo stesso tempo estetico e socio-politico.
L’opera è realizzata con la collaborazione di Associazioni di persone senza fissa dimora, attraverso la realizzazione di video/ritratti, interviste, e presenze in scena. La loro esperienza di vita rappresenta il fulcro drammaturgico del lavoro.
Ogni luogo dove La stanza del Principe viene replicato vede una collaborazione di persone senza fissa dimora diverse…

ore 21.00 Lineatempia in Tempia
Lineatempia è un progetto di Andreana Notaro, Davide Rovito, Luca Servino.
Andreana Notaro debutta nella performance con Studio per Attis lo spirito dell’albero di Silvia Rampelli a cui seguono Refettorio (segnalazione al concorso Santarcangelo) e Ragazzo-cane con la compagnia Habillé d’eau alla Biennale di Venezia del 2005. Dirige con Maria Paola Zedda H10-H11 birthday party (Menzione Speciale Premio Equilibrio Roma, sostenuta dal Szene Salzburg di Salisburgo). Lavora con la Compagnia di Enzo Cosimi inHELL…YEAH!eOdetteOdileinvestigations…

ore 21.30 Cristina Rizzo in Invisible Piece
Nuovo progetto coreografico dedicato alla creazione di un solo, Invisible piece prende avvio da una personale ri-traduzione della variazione classica La Morte del Cigno nella versione originale del 1924 danzata da Anna Pavlova. Mentre il pubblico si confronta con la visione originale della Pavlova, proiettata su di un monitor posto sul pro-scenio, la coreografa/interprete , attraverso una traduzione simultanea, attualizza un loop gestuale, un landscape espressivo infinito e precario, in cui tutti i movimenti e le espressioni dei ‘corpi’ improvvisamente tradiscono la partitura iniziale…

ore 22.30 DEZ Liveset
DEZ (DSP recs), aka Davide Rovito, suona techno dal 1990. La sua vena artistica lo conduce verso i territori dell’arte contemporanea attraverso una attitudine alle performance multimediali. La sua musica sia come produttore sia come d.j. spazia dalla tech-house ad una incalzante minimal-tech, passando attraverso audaci sperimentazioni sonore. Nell’ambito della performance compone le musiche per Andreana Notaro…

18 maggio

ore 20.30 Compagnia Caputo Seneca in Nottilucenti
Tanti anni fa sui cieli della Siberia accadeva uno strano fenomeno: la disintegrazione di un asteroide o lo scontro con un blocco di antimateria cosmica?
Comunque un’esperienza equivalente a mille bombe atomiche di tipo Hiroshima. Le notti lucenti sono un fenomeno meraviglioso di “luce notturna” causato dalla dispersione nell’aria di piccoli grani solidi dell’originario nucleo cometario che attraversò l’atmosfera più di cento anni fa…. Un fenomeno misterioso ed affascinante che ha stimolato l’idea di una “danza notturna contemporanea” , sviluppata all’interno di una precisa partitura musicale e segnata dal ritmo del disegno luci e delle immagini video. Uno spettacolo tra fantascienza e poesia…

ore 21.00 MK in Quattro danze coloniali viste da vicino
Fuori dal tragitto esotico che le contiene (Il giro del mondo in 80 giorni), queste danze possono installarsi precariamente nell’Ovunque, perché il loro oggetto è la negoziazione, l’evoluzione precaria di una condizione locale verso territori non ancora assegnati. L’emergere della realtà del movimento come lavorio costante di traduzione di sé nel circostante…

ore 21.30 Paola Lattanzi Progetto ASKA in OGM mon amour
Voglio che la mia mela impieghi una settimana a raggiungere la mia bocca che percorra 1500 km per farsi mordere da me, voglio che sia rossa e tonda che non abbia nessun profumo, voglio che costi 15 euro e che: 10 vadano in trasporti, 4.90 in pubblicità (e che il contadino si tenga pure i suoi 10 cent.).
Alcuni luoghi ci inquietano, minano il nostro naturale senso del bisogno, ci illudono e ci avvelenano. Potremmo fissare un prezzo per i pensieri. Alcuni costano molto altri meno. E con che cosa si pagano i pensieri? con il coraggio, credo…

ore 22.00 StrumentiUmani in Emotical Icon Show studio secondo
Con Emotical Icon Show facciamo i conti con uno degli stilemi più tipici della comunicazione contemporanea: l’emoticon Smile. Smiley pervade gran parte della comunicazione quotidiana; è familiare, è simpatico, e può declinarsi in un’entità incorporea – una specie di corpo astrale, in grado di viaggiare nell’etere all’interno dei nostri telefoni cellulari. Nel nostro caso diventa una maschera teatrale e sale sul palco. Di fronte a questo sorriso teso allo spasimo e immutabile la domanda a guida è: “che cosa nasconde?”
Siamo pratici. È un’icona pop, e si comporterà come tale: canterà delle canzoni – pezzi pop per eccellenza. Nient’altro da esprimere all’infuori di esse…

Leggi l’articolo di presentazione

info su: www.istantanee.org

dal 21 aprile al 18 maggio 2011
Kollatino Underground
Roma