Cultura bene comune? Il presente e il futuro per la cultura nell’area metropolitana di Roma e nel territorio della Regione Lazio – Teatro India

Riceviamo e pubblichiamo:

CULTURA BENE COMUNE ?

Il presente e il futuro per la cultura
nell’area metropolitana di Roma e nel territorio della Regione Lazio

mercoledì 20 aprile 2011, ore 16.30
TEATRO INDIA
Lungotevere Vittorio Gassman 1 (già lungotevere dei Papareschi), Roma

Mercoledì 20 aprile alle 16.30 al Teatro India di Roma operatori culturali, artisti, rappresentanti di strutture produttive e spazi culturali si confronteranno con le istituzioni in un incontro pubblico intitolato “Cultura bene comune? – Il presente e il futuro per la cultura nell’ area metropolitana di Roma e nel territorio della Regione Lazio” convocato dal coordinamento Cultura bene comune.
L’esigenza di organizzare un incontro pubblico è nata dalla grave situazione in cui versa il settore dello spettacolo dal vivo nel territorio, sia per il ritardo dei pagamenti dei progetti già realizzati nel 2010 in tutta la Regione, sia per l’incerta politica culturale per l’anno in corso e per la mancanza di chiarezza sui fondi destinati alla cultura per il 2011.

Sono stati invitati a partecipare:
Fabiana Santini Assessore alla Cultura – Regione Lazio;
Cecilia D’ Elia Assessore alle Politiche Culturali – Provincia di Roma;
Dino Gasperini Assessore alle Politiche Culturali – Comune di Roma.

Hanno già confermato la loro partecipazione Cecilia D’Elia e Dino Gasperini, mentre Fabiana Santini – che aveva dichiarato di essere disponibile al dialogo con il Coordinamento ricevuto il 2 marzo alla Regione Lazio – ha fatto sapere che non sarà presente.

A gennaio del 2011 molte strutture finanziate dalla Legge 32 ** insieme ad altre realtà culturali della scena contemporanea attive nel tessuto urbano di Roma e nella Regione Lazio hanno sentito la necessità di creare un Coordinamento per fronteggiare in modo unitario il blocco dei pagamenti da parte della Regione Lazio per le attività svolte nel 2010 tramite il finanziamento della L32, per avere risposte riguardo alle risorse economiche previste per la cultura per il 2011 da parte della Regione Lazio, della Provincia di Roma e del Comune di Roma, per aprire un confronto reale tra gli Enti Pubblici e le strutture produttive sulle politiche culturali in atto.