Legge 32. A rischio sopravvivenza cultura Regione Lazio – presidio conferenza del 2 marzo

Leggi l’articolo sulla mobilitazione

Riceviamo e pubblichiamo:

COMUNICATO STAMPA

OPERATORI CULTURA E SPETTACOLO

LEGGE 32. A RISCHIO SOPRAVVIVENZA CULTURA REGIONE LAZIO

Mercoledì 2 marzo 2011 molte delle realtà vincitrici dei bandi legati alla legge regionale n. 32/78 che finanzia le attività culturali della Regione Lazio saranno sotto la sede della Giunta Regionale per denunciare il silenzio da parte dell’amministrazione Polverini.

Nel 2010 sono state 162 le strutture (associazioni / cooperative / fondazioni/ comuni), vincitrici dei Bandi Pubblici finanziati dalla Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Arte e Sport,

che tramite la Legge regionale n. 32 (legge regionale 10 luglio 1978 n. 32 e successive modifiche) hanno nel 2010 realizzato:

  • 28 festival artistici a carattere ricorrente
  • prodotto 23 spettacoli dal vivo,
  • creato 10 Officine Culturali
  • 5 Officine di Teatro Sociale
  • 1 Officina Coreografica.

Attraverso il finanziamento della Regione  Lazio / legge 32, la Provincia di RomaAssessorato alle Politiche Culturali ha sostenuto:

  • 49 progetti di promozione culturale e di spettacolo.

Con il contributo della Legge 32 della Regione Lazio il Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali ha indetto un bando per attività culturali da svolgersi nei Municipi di Roma, attraverso cui sono state realizzate:

  • 46 iniziative culturali in tutta l’area metropolitana.

Ormai da mesi i vincitori del bando sono in attesa di una indicazione da parte della Regione di quale sia il destino delle attività e dei progetti culturali diffusi sul territorio regionale e quali le prospettive future.

Nonostante le rassicurazioni da parte dell’Assessore alla Cultura, Arte e Sport Fabiana Santini, la realtà, ad oggi, è quella che segue:

  • Sono ancora da erogare parte dei saldi per le attività già svolte del 2009
  • Sono ancora da erogare parte degli anticipi per le attività già svolte nel 2010
  • C’è totale incertezza sulle attività del 2011 che sarebbero dovute iniziare a gennaio.

L’appuntamento intende sollecitare la Regione ad ascoltare e discutere insieme i possibili percorsi per un piano di politiche culturali che sappia rispondere alle esigenze di un territorio come quello del Lazio.

MERCOLEDì 2 MARZO, ORE 10.30,

Piazza ODERICO DA PORDENONE – Regione Lazio

FACCIAMO IL PUBBLICO

PRESIDIO – CONFERENZA STAMPA

Leggi l’articolo sulla mobilitazione